Your SlideShare is downloading. ×
0
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Strategia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Strategia

635

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
635
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. 1 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) BusinessBusiness StrategyStrategy
  • 2. 2 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) “Non vi è buon vento per chi non sa a quale porto vuole approdare” Seneca
  • 3. 3 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) Ci rimane da costruire la nave, costituire l’equipaggio, stabilire l’itinerario… e liberare gli ormeggi. La navigazione sarà avventurosa: occorrerà distinguere le mete prima che si trasformino in scogli pericolosi.
  • 4. 4 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) Le terre da scoprire saranno forse un meraviglioso Eldorado. In ogni modo, non abbiamo altra scelta: occorre partire.
  • 5. 5 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) LA STRATEGIA DI IMPRESALA STRATEGIA DI IMPRESA La strategia rappresenta il modello decisionale atto a coordinare gli obiettivi, le linee di comportamento e l’allocazione delle risorse dell’impresa, in una visione unitaria e coerente Lo scopo è la realizzazione di un VANTAGGIO COMPETITIVO, DURATURO EVANTAGGIO COMPETITIVO, DURATURO E DIFENDIBILEDIFENDIBILE
  • 6. 6 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) ELEMENTI DI UNA STRATEGIA DIELEMENTI DI UNA STRATEGIA DI SUCCESSOSUCCESSO • OBIETTIVIOBIETTIVI :: devono essere semplici, coerenti,devono essere semplici, coerenti, fattibili e misurabilifattibili e misurabili •AMBIENTE:AMBIENTE: si deve attuare una comprensionesi deve attuare una comprensione dell’ambiente competitivodell’ambiente competitivo • RISORSE:RISORSE: si devono valutare le risorse in modosi devono valutare le risorse in modo coerente all’obiettivocoerente all’obiettivo • AZIONE:AZIONE: si deve effettuare un piano di executionsi deve effettuare un piano di execution efficaceefficace
  • 7. 7 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) GLI ALTRI ELEMENTI…GLI ALTRI ELEMENTI… DI UNA STRATEGIA DI SUCCESSODI UNA STRATEGIA DI SUCCESSO • CREATIVITA’CREATIVITA’ • ACCETTARE IL CAMBIAMENTO COMEACCETTARE IL CAMBIAMENTO COME UNICO PUNTO DI RIFERIMENTOUNICO PUNTO DI RIFERIMENTO • FORTUNAFORTUNA • EMOZIONEEMOZIONE • GESTIONE SCHIZOFRENICAGESTIONE SCHIZOFRENICA
  • 8. 8 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) Robert S. Kaplan, David P. NortonRobert S. Kaplan, David P. Norton (1996)(1996) The Balanced Scorecard:The Balanced Scorecard: translating Strategy into Actiontranslating Strategy into Action Tradurre la mission-vision e la strategia dell’azienda in un set di misure di prestazione coerenti che possono essere automatizzate e collegate a tutti i livelli dell’organizzazione. L’applicazione di strumenti di misurazione delle performance consentono di guidare e gestire con più efficienza il proprio business.
  • 9. 9 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) LA NOVITA’ DEL MODELLOLA NOVITA’ DEL MODELLO BALANCED SCORECARDBALANCED SCORECARD I vecchi sistemi informativi si concentravano quasi esclusivamente su indicatori “passati” (lagging indicators) prevalentemente di matrice economico- finanziaria. Nel modello Balanced Scorecard le misure finanziarie sono affiancate da indicatori “guida” (leading indicators) di carattere quali-quantitativo con marcato orientamento al futuro.
  • 10. 10 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) BALANCED SCORECARD Sistema di management strategico per gestire i processi essenziali: • Chiarire e tradurre la visione e la strategia • Comunicare e collegare gli obiettivi strategici e le misuree collegare gli obiettivi strategici e le misure • Pianificare ePianificare e stabilire il target e adeguare le iniziative strategicheil target e adeguare le iniziative strategiche • Aumentare ilAumentare il feedback strategico e l’apprendimentostrategico e l’apprendimento
  • 11. 11 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) La Balanced Scorecard traduce la mission e la strategia inLa Balanced Scorecard traduce la mission e la strategia in obiettivi e misure, organizzati in quattro prospettive:obiettivi e misure, organizzati in quattro prospettive: • Finanziaria: profitto da investimenti e valore aggiunto economico • Cliente:soddisfazione, mantenimento, mercato e quota di mercato • Interna: qualità, tempi di risposta, costi e introduzione di nuovi prodotti • Apprendimento e crescita: soddisfazione del personale, capitale intellettuale, sviluppo delle abilità
  • 12. 12 Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant)Ing. Giuseppe Monti, CMC (Certified Management Consultant) OLD E NEW ORGANIZATION: UN CONFRONTOOLD E NEW ORGANIZATION: UN CONFRONTO OLDOLD efficienza investimenti in impianti scorte orientamento alla produzione produzione di massa meccanizzazione ciclo di vita lungo produzione locale pianificazione relazioni competitive formazione iniziale NEWNEW creatività investimenti in innovazione informazioni orientamento al cliente produzione flessibile digitalizzazione ciclo di vita breve globalizzazione cambiamento e innovazione reti cooperative formazione continua

×