Jazz e radio

2,984 views
3,034 views

Published on

Il jazz alla radio durante il fascismo

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,984
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Jazz e radio

  1. 1. Leo Izzo DA „YAZZ‟ A „GEZZ‟Storia di una ricezione intermittente con interferenze di regime
  2. 2. Il jazz alla radio durante il fascismoTre fasi:YAZZ  Il ‗jazz‘ come fenomeno di costume [1925-1931]JAZZ  La scoperta del ‗vero‘ jazz [1932-1937]GEZZ  L‘ingerenza del regime (più formale che sostanziale) [1938-1943]
  3. 3. Quale ‗jazz‘ alla radio?Storia della recezione del jazz Periodico ufficiale della radio italianaStoria della produzione(musica suonata e radiotrasmessa) ? Per ipotesi, attraverso le registrazioni discografiche
  4. 4. Radio e propaganda fascista 1924 URI - Unione Radiofonica Italiana Gennaio 1925 Radiorario, 1927 EIAR - Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche Gennaio 1928 Radiorario Gennaio 1930 Radiocorriere Giugno 1935 Ministero per la Stampa e la Propaganda. Maggio 1937 Ministero della Cultura Popolare (Mi.Cul.Pop)
  5. 5. YAZZ -1925-1931Il ‗jazz‘ come fenomeno di costume 1925 - Le trasmissioni dai locali Febbraio : Yazz Band Marzo : Musica da ballo con il Jazz Radio Orchestrina del Maestro Alberto Paoletti Aprile Musica da ballo – Jazz Band dell‘Albergo di Russia [diretta da Amedeo Escobar] Maggio : Orchestrina del Palace HotelAlbergo di RussiaRoma
  6. 6. Incertezze lessicali : „‟yazz‟ / „jazz‟ sui primi numeri del Radiorario
  7. 7. „Jazz‟ radiotrasmesso dai locali. Le emittenti cittadineDal Radiorario:1926Milano: Orchestra Ferruzzi dalla Fiaschetteria toscana Jazz band della URI diretto dal Maestro Venturini1927Roma: Jazz band dall‘abergo PlazaNapoli : Jazz TrocaderòMilano: Jazz band del ristorante Toffoloni diretto da Vittorio Mascheroni1928Milano: Orchestra del Majestic Hotel Diana1930Torino: Il jazz-band della Sala Gay di Torino diretta prima da Cinico Angelini e poi da Gaetano GimelliMilano: Jazz dal Ristorante Cova di Milano diretto dai maestri Ferracioli e Freri.
  8. 8. “Concerti variati”Dal Radiorario:Potpourri musicale sul modello del cafè chantantCanzoni italiane(con titoli che evocano l‘immaginario dell‘afroamericano)Frontini, Danza negraRulli, JosephineMario Maris, Radio-TrottVittorio Mascheroni, Spleen (blues)Brani americani poi entrati nel repertorio jazzisticoIrving Berlin, Blue skies (1927)Prime composizioni di jazz italianoAmedeo Escobar, Presentazione di jazz-ragtime per Orchestra, 1927
  9. 9. Che musica si suonava?Dal Radiorario:Maggio 1925Trasmissione sperimentale da Milano in occasione della Fiera.Orchestra FerruzziTra brani di Verdi, Ponchielli, Grieg, alcune ―danze moderne‖:•Il Fox-trot degli studenti di O. Spadaro[1924 ,versi di B. Cherubini]•Scettico Bleus [sic!] di De Filippis – Rulli•Io cerco la Titina di Léo Daniderff•Composizioni originali di Ferruzzi •One step song •Haja (fox trot) •Oriental valse •My Darling
  10. 10. Scettico Blues, cantata dal tenore Gino Franzi (incisione del 1919) Quando tutto tace Nel mio sogno errante vo lontan dalla città mi sentivo trasportar. solo nella notte Scettico e perverso il mio cuor scrutando va mhanno fatto diventar e nel mister non ci va il pensier un tempo e qui cera il cuore un dì. quando nel mondo cè ancor Passa la gioia e il dolor, chi si illude damor sento il soffio del mal, e dinganno non sa sento il soffio del ben, che cè il fango quaggiù la nequizia e il candor in finzion di virtù. ed il falso pudor. Cosa mimporta se il mondo Cosa mimporta se il mondo mi rese glacial spezzò lillusion, se di ogni cosa nel fondo guardo e sogghigno giocondo, non trovo che il mal io scettico son. quando il mio primo amore Non mi lascio ingannare, mi sconvolse la vita ho la vita compreso. senza lusinghe pel mondo Senza lusinghe pel mondo ramingo io vo ramingo io vo e me ne rido beffando e me ne rido beffando il destino così. il destino così.
  11. 11. „Jazz‟ come termine „ombrello‟ ‗JAZZ‘Nuovi balli Nuovi strumentishimmy, la batteriacharleston Jazz sinfonico Novi luoghi di Geroge Gerswhin, Rapsody in Blue aggregazione Paul Whiteman tabarin, taverne Musica „colta‟ europea ispirata al mondo afroamericano Milhaud, La creation du monde Krenek, Jonny spielt auf
  12. 12. Radiorario,1926, n. 35
  13. 13. Referendum del 1927Tra i detrattori:―Meno chiasso dai caffè‖―Sopprimere [...] il jazz band dagli Alberghi‖―Bando spietato al Jazz Band ed a tutti gli artisti scadenti‖―Abolire Fiaschetteria Toscana e Toffoloni che non riescono di alcun effetto pei rumoridel locale nel quale si svolge il concerto‖Tra i sostenitori:―Che venga sviluppato, specie sotto il carnevale e oltre le 24, il sevizio di Jazz Band‖
  14. 14. Dibattito aperto1926: Pietro Mascagni in un discorso radiofonico si scaglia contro il jazz, che definisce ―oppio e cocaina della sesnibilità‖Luglio 1929Gennaio 1930
  15. 15. Radiorario1929, n. 14
  16. 16. Jack Hylton BandSingin In The RainJack Hylton And His Orchestra (1929)
  17. 17. Radiocorriere, 1930, n. 46
  18. 18. Radiocorriere 1930, n. 35 ―Lorchestra Jazz del teatro Diana che rallegra gli ascoltatori del Triangolo Radiofonico‖Radiocorriere ―Il jazz-band della Sala Gay di Torino‖1931, n. 2
  19. 19. JAZZ - 1932-1937 Giacomo Del Valle, Tempo di jazz (1932, n.2)
  20. 20. Radiocorriere1932, n.12Prima pagina
  21. 21. 1933 19361934 [M. Mila] 19371935 [A. Casella]
  22. 22. Orchestra Circolodell‟Ambasciata di Milano (1936)formazione diretta da Gorni KramerCrapa pelada Crapa pelada Crapa Pelada la fà i turtei, ghe ne dà minga ai sò fradei. I sò fradei fan la fritada. ghe ne dan minga a Crapa Pelada. Oh! Oh! Oh! Oh!
  23. 23. Radiocorriere1936, n. 39
  24. 24. Pubblicità di case discografiche 1930 1934 1939Orchestra Ferruzzi Silenzioso slow di Bracchi -S.O.S. (Kirchen) 1935 DAnzi, 1940 Cantata da Norma Bruni con l‘Orchestra Angelini
  25. 25. Radiotrasmissione di dischi Un‟eccezione: Rapsodia creola di Duke Ellington (Creole Rhapsody, 1931) trasmessa con continuità dal 1933 fino al 1938
  26. 26. GEZZ -1938-1943L‘ingerenza del regimeManifesto degli scienziati razzisti Galar, Musica bianca e negra: dialogo conPubblicato nel luglio 1938 Robeson, Radiocorriere, 1936, n. 51
  27. 27. GALAR – il successo [dei canti spiritual di Robeson tra il pubblicoitaliano] è una conseguenza della sensibilità e della educazionemusicale della razza bianca[...]ROBESON - Dal punto di vista culturale i negri dAfrica si trovano,come quelli dellAmerica e delle Antille, ad un crocevia. [...] Ma levecchie sofferenze hanno lasciato una traccia in-delebile nellanimanegra e nella fase attuale della loro evoluzione i negri dAfrica e quellidAmerica subiscono ciò che è stato definito il complesso di inferiorità(che si traduce soprattutto in una folle mania di imitare in tutto ibianchi). […] La mia grande passione sarebbe di guidare i miei fratellidi razza verso un grado di perfezione culturale sulla linea del lorosviluppo naturale.GALAR — Lambizione dei bianchi dEuropa – lItalia ne dà laprova in Abissinia — non contrasta con le sue idee, Robeson, maaccanto allo sviluppo naturale dei doni artistici dei negri ci sono altrecose da sviluppare, che solo le virtù — cioè la potenza creatrice dellegrandi civiltà europee bianche! — possono favorirne e anticiparne larealizzazione.
  28. 28. Maramao perchè sei morto, (Consiglio - Panzeri) 1939Cantata da Maria Jottini con il Trio LescanoOrchestra: CETRA diretta da PIPPO BARZIZZA Gioacchino Belli 1831 Sta in priggione: e perché? perché cantava ier notte: "Maramao, perché sei morto?" ebbè? si è morto er papa? e che centrava de dì che cojonassi er su trasporto? e che! tieneva linsalata allorto er Santo-padre? E che! forse magnava teste senza merollo: idee brislacche. dunque puro a canta ce vo er consenso de sti sciabbolonacci a tricchetracche!"
  29. 29. Gaianus, Bottega della musica (10-16 aprile, 1938, n. 15)―Musica leggera, senza pensiero o simboli, duso corrente, tipo music-hallmusica tapezzeria o darredamento, sincopata o gezz.‖[…]―le canzoni incriminabili fanno parte di riviste delle quali esiste un copionesui generis che sfugge al controllo e alla censura. Talvolta, le parole sono«improvvisate» o «a soggetto».[...] Ebbene, si ricorra a qualche sanzione alquanto draconiana. Collebuone maniere, si sa, si ottiene sempre quello che si vuole.[...] per un elementare senso del decoro personale che abbiamo quandosiamo dei galantuomini, sono convinto che sia necessario e urgentespazzare nella pattumiera tutta questa miseria. A tutto vantaggio dellabonifica sociale. Se no avverrà che anche la piccola canzone (chedovrebbe essere una spassosa ossigenante e deliziosa paginetta dimusica leggera) diventerà la cosa più odiosa più indecente e più infetta delnostro vivere quotidiano.‖
  30. 30. Pippo non lo sa, 1939 (Kramer-Panzeri-Rastelli)Silvana Fioresi con Trio Lescano.Orchestra CETRA diretta da PIPPO BARZIZZA Pippo non lo sa, ma quando passa, ride tutta la città, e le sartine, dalle vetrine, gli fan mille mossettine. Ma lui con grande serietà saluta tutti, fa un inchino e se ne va. Si crede bello come un Apollo e saltella come un pollo. Gianni Starace Sopra il cappotto porta la giacca e sopra il gilè la camicia; sopra le scarpe porta le calze, non ha un botton e con le stringhe tien su i calzon. Ma Pippo, Pippo non lo sa e serio serio se ne va per la città. Si crede bello come un Apollo, e saltella come un pollo.
  31. 31. Italianizzazione dei titoli: Radiocorriere 1939-1941Ancora della musica leggera, «Radiocorriere» 5-11 marzo 1939―La questione della musica straniera potrà riguardare i programmi delleorchestrine dei pubblici locali, ma non i programmi dell‘EIAR, che haridotto nelle sue trasmissioni la musica straniera ad una percentualeassolutamente trascurabile (come è stato riconosciuto dalle SuperioriAutorità che controllano la radio) ed ha eliminato le musiche di autoriebrei e negri.‖St. Louis Blues di William C. HandyProgressiva italianizzazione del titolo1938 1940 1941St. Louis Blues  Tristezza di S. Louis  Tristezze di San Luigi
  32. 32. Discorso pronunziato dal Ministro Pavolini dinanzi alle Commissioni riunite del Bilancio e della Cultura popolare. Radiocorriere, 1942 n. 20 [...] il principio che le opere straniere non siano nel complesso superioridi numero a quelle italiane. [...] un consimile senso di proporzione èscrupolosamente seguito nei programmi radiofonici: dove, in particolare[...] si è data opera per una italianizzazione della musica varia eleggera, italianizzazione che non fosse tale soltanto per la firma degliautori, ma per lo spirito e lo stile, nel senso di unevoluzione, verso formepiù melodiche e nostre, di quella musica ritmica che si è diffusa ormaiin tutto il mondo e che può superarsi nel gusto del pubblico soltanto conunintelligente gradualità. [… ] Anche il disco dovrà essere, inprevalenza, italiano: e italiane le ditte produttrici, al pari di ogni impresache in qualunque campo abbia attinenza con la formazione elinformazione del popolo.
  33. 33. 1939-1940: italianizzazione dei nomi nella programmazione EIAREllis, Non ti posso dare che amore I Cant Give You Anything but Love (attribuita a Fats Waller)Rimskij Korsakof, Canzone indù Song of India (nell‘arrangiamento di Tommy Dorsey)Petty, Il ballo del trombettiere Bugle Call Rag, di Pettis, Meyers e Schoebel (arrangiamento di Benny Goodman)Carmelito, Polvere di stelle Stardust di Hoagy CarmichaelLayton, Da quando sei partita After Youve GoneEllington, Dondolando col ritmo Rockin’ in RhythmEllington, Azzurro AzureLa Rocca, Rimbalzello del jazz At The Jass Band Ball [???]Herman, Al ballo del taglialegna Woodchoppers Ball di Woody Herman1941: spariscono gli autori stranieri dalla programmazioneMorbelli-Barzizza, Canzone del boscaioloAssolo di pianoforte eseguito da Alberto Semprini
  34. 34. 1956Quartetto cetraEvviva La Radio A Galena

×