IL IV CONTOENERGIAIntervista alSottosegretariodi Stato, StefanoSagliaLE COMPETENZEPROFESSIONALIDEI GEOMETRIIl parere dell’...
Azimut                                                                         Periodico regionale a cura del Collegio dei...
Editoriale             Delibera del Consiglio Direttivo             Utilizziamo lo spazio che solitamente ospita leditoria...
CollegioConsiglio Direttivo 2011-2015Dall11 al 13 aprile si sono svolte le votazioni          Edilizie:per la composizione...
Convegni           Convegno SIFET 2011           Applicazioni Interdisciplinari della Geomatica:           Ricerca, Formaz...
ConvegniLa mostra strumentaledel territorio” in Italia e all’estero. Il Prof.                ,                            ...
Normativa            Ristrutturazioni: più semplice ottenere la            detrazione del 36%            di Natascia Nicol...
7
Energie Rinnovabili                      Il IV conto energia. Intervista al Sottosegretario di Stato,                     ...
Energie Rinnovabiliproduzione da fonti solari quali il solare ”                                           .   quella dei p...
10
FormazioneIl Legno in edilizia: seminario di studipromosso da Subissatidi Emanuele AnselmiIl seminario tecnico “Il legno n...
Formazione             A tale proposito nella mattinata del semi-      na progettazione ed i conseguenti nume-            ...
StudiCrescono le difficoltà per lindustriamarchigiana. In controtendenza lediliziaprivata in conto terziIndagine sul settor...
Studi        in subappalto (limitatamente ai lavori pub-      la quota di imprese per le quali le con-        blici, la qu...
ProfessioniDocumento congiunto delle professioni tecniche edelle Casse sulla Riforma delle ProfessioniCIPAG:       Cassa I...
16
NormativaIl Decreto Sviluppo e la certezza per lecompravendita di cubaturedi Natascia NicolettiLedilizia privata da oggi h...
Normativa            Dal Decreto Sviluppo, novità sullapplicazione            della Scia.            Dimezzati i tempi per...
Normativa      Innanzitutto, il decreto sancisce in modo          di tutti i requisiti ed, eventualmente,      de nitivo l...
News       Lavori pubblici, la Regione Marche aggiorna il       prezzario ufficiale       Assessore Canzian: "Più sicurezza...
21
Geometri           Il Parere dellAvvocato Maurizio Paniz           sulle competenze professionali dei Geometri           d...
Geometrilegge 05.11.1971 n.1086 ha ridisciplina-       conoscenze tecniche dei geometri nonto la progettazione e la direzi...
Geometri           to industriale edile iscritto nel relativo      tazione delle disposizioni di legge e di           albo...
capolinea.it             chi ci abita lo sa                                                                               ...
Fatti di SOStaNZaSideral PrO | L’evoluzione della tipologia costruttiva Sideral                               www.grupposi...
Azimut n2 2011
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Azimut n2 2011

682 views
615 views

Published on

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
682
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Azimut n2 2011

  1. 1. IL IV CONTOENERGIAIntervista alSottosegretariodi Stato, StefanoSagliaLE COMPETENZEPROFESSIONALIDEI GEOMETRIIl parere dell’AvvocatoMaurizio PanizCONVEGNISIFET 2011 ApplicazioniInterdisciplinari dellaGeomatica: Ricerca,Formazione e Professione
  2. 2. Azimut Periodico regionale a cura del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ancona Corso Garibaldi 91/a - 60123 Ancona (AN) collegiodeigeo@angeom.191.it - http://www.geometrian.it/ Anno XXXV - N. 2/2011 Sommario Spedizione in a.p. - 45% - art. 2 Comma 20/b Legge 662/96 Filiale di AnconaPUBBLICAZIONE TRIMESTRALEReg. Trib. Ancona 8 Luglio 1975Comitato di RedazionePressCom-Comunicazione Integrata EditorialePiazza Ciabotti, 8 - 60035 Jesi (AN)Tel. 0731.215278 - Fax 0731.213352 l Delibera del Consiglio Direttivo .................. 2info@presscom.itDIRETTORE RESPONSABILEFabio BartolucciCOORDINAMENTO EDITORIALEDavide Amicuccid.amicucci@presscom.itREDAZIONEPressCom srlRiccardo CollamatiDiego SbaffiRoberto CeccarelliTonino OrtolaniHANNO COLLABORATOA QUESTO NUMERO:Natascia Nicoletti, Mauro Guarnieri,Roberto Ceccarelli, Emanuele Anselmi,Liliana Uncini, Virgilio Cima Azimut Collegio l Consiglio Direttivo 2011-2015 ............... Convegni l Convegno SIFET 2011 Applicazioni Interdisciplinari della Geomatica: Ricerca, Formazione e Professione ..................... 4 Normativa l l Ristrutturazioni: più semplice ottenere la detrazione del 36% ................................ 6 Energie Rinnovabili Il IV conto energia. Intervista al Sottosegretario 3CONSULENTI PER LA COMUNICAZIONE di Stato, Stefano Saglia .......................... 8Gianni Moreschi(g.moreschi@presscom.it) FormazioneIMPAGINAZIONE l Il legno in edilizia: seminario di studiStudio FLORIO - Via Aldo Moro, 3862010 Sambucheto di Montecassiano (MC) promosso da Subissati .......................... 11STAMPAIndustria Grafica Bieffe srl StudiVia M. Guzzini - 62019 Recanati (MC) l Crescono le difficoltà per lindustriawww.bieffesrl.com - info@bieffesrl.com marchigiana. In controtendenza lediliziaCREDITI FOTOGRAFICIArchivio AZIMUT privata in conto terzi .............................. 13PUBBLICITÁ CONCESSIONARIA AZIMUT ProfessioniPressCom - Piazza Ciabotti, 860035 Jesi (AN) l Documento congiunto delle professioniTel. 0731.215278 - Fax 0731.213352 tecniche e delle Casse sulla Riforma delleEmanuele Anselmie.anselmi@presscom.it Professioni ............................................. 15Azimut viene inviato gratuitamente agli iscritti agli NormativaAlbi Professionali del Collegio dei Geometri e Geo- l Il Decreto Sviluppo e la certezza per lemetri Laureati della Provincia di Ancona, agli ufficidecentrati del Genio Civile, agli uffici tecnici dei compravendita di cubature .................... 17Comuni e delle Province, a tutti gli enti pubblici ea tutti coloro che hanno rapporti con la categoria. La l Dal Decreto Sviluppo, novità sullapplicazionecollaborazione è aperta a tutti i singoli professionistie agli organi rappresentativi di categoria. Manoscrit- della Scia ................................................ 18ti, dattiloscritti, elaborati, disegni, fotografie, anchese non pubblicati, non vengono restituiti. Ogni au-tore risponde direttamente delle proprie affermazioni Newsche non impegnano nè la redazione nè il Collegio. l Lavori pubblici, la Regione Marche aggiornaGli scritti possono essere pubblicati anche siglati oanonimi, per desiderio degli autori i cui nomi resta- il prezziario ufficiale................................ 20no comunque reperibili presso la redazione. l Regolarizzazione degli immobili fantasma:Inserzionisti: a lAgenzia del Territorio presenta i dati al 30Alseo ..................................... 2 di Cop.Edilmazzarini ......................... Pag. 6 Aprile 2011 ............................................. 20Assicurazioni Generali........... Pag. 7Edil System ...........................Wall&Technology .................. Pag. 9 Pag. 10 GeometriMicrosoftware ....................... Pag. 16 l Il parere dellAvvocato Maurizio Paniz sulleD-Motica ............................... Pag. 19Tecnoresina ........................... Pag. 21 competenze professionali dei Geometri ... 22Regione Marche .................... a Pag. 23Subissati ............................... 3a di Cop.Sicap ..................................... 4 di Cop. 1
  3. 3. Editoriale Delibera del Consiglio Direttivo Utilizziamo lo spazio che solitamente ospita leditoriale per mettervi a conoscenza della delibera del Consiglio direttivo del 19 maggio scorso. Il Consiglio Direttivo dei Geometri e DELIBERA dei Geometri Laureati della Provincia che tutti gli iscritti allAlbo di Ancona nella seduta del 19 maggio 1) si attengano alle indicazioni del 2011 alla presenza dei Consiglieri Collegio, collaborando nel comune Geometri Fabio Bartolucci, Andrea e generale interesse e mantenendo Di Renzo, Simona Domizioli, Simone alto il decoro e la dignità professionale Meriggiola,Tonino Ortolani, Manuela del Geometra, rappresentando che, in Palmieri, Alberto Pandol , Marco difetto, il Consiglio dovrà necessariamente Pandol e Diego Sbaffi promuovere azioni disciplinari; - vista la nota della Federazione 2) evitino la collaborazione con gli Ordini Ingegneri Marche Prot, n.33 del Ingegneri della Regione Marche in 12.04.2011 a rma del Presidente Ing. ossequio a quanto più volte espresso Pasquale Ubaldi; e diffuso dalla Federazione Ordini - considerato che tale nota, oltre a Ingegneri Marche; contenere valutazioni che mettono 3) segnalino al Collegio gli eventuali in cattiva luce la professionalità dei nominativi di tecnici laureati, che Geometri, può addirittura suscitare dissentano con quanto disposto dalla nella clientela il sospetto che gli stessi federazione Ordini Ingegneri Marche; esercitino abusivamente la professione, 4) collaborino con Ingegneri non iscritti pregiudicando lonorabilità della nella Regione Marche, i cui Ordini categoria; Professionali non contrastino la - ritenuto che ad oggi non è intervenuta collaborazione con i Geometri , stante alcuna novità legislativa rispetto alla la libera circolazione delle professioni, disciplina delle professioni tecniche; non modi cata né modi cabile da - tenuto conto che risulta necessario semplici note e/o circolari. evitare inutili contrasti e problematiche Si comunica in ne che il Consiglio con la Federazione Ordini Ingegneri Direttivo del Collegio dei Geometri e Marche, anche e soprattutto in dei Geometri Laureati della Provincia considerazione della succitata nota Prot, di Ancona adotterà tutte le azioni n.33 del 12.04.2011; necessarie a garantire ai propri iscritti ai ni di una sempre maggiore tutela il legittimo e decoroso esercizio della degli iscritti al Collegio dei Geometri e professione. dei Geometri Laureati della Provincia di Ancona. Addì, 19 maggio 20112
  4. 4. CollegioConsiglio Direttivo 2011-2015Dall11 al 13 aprile si sono svolte le votazioni Edilizie:per la composizione del nuovo Consiglio Bartolucci Fabio, Di Renzo Andrea,direttivo per gli anni 2011-2015 del Collegio Domizioli Simona, Meriggiola Simone,dei Geometri e dei Geometri Laureati della Ortolani Tonino, Palmieri Manuela,provincia di Ancona, che si insediato il 28 Pandol Alberto, Pandol Marco,aprile. Sbaffi DiegoLa nuova composizione risulta la seguente, • Estimo e Attività Peritali:con la conferma di quasi tutti i componenti Meriggiola Simone, Di Renzo Andrea,del consiglio uscente, e la novità di Andrea Ortolani ToninoDi Renzo, di cui formiamo un brevecurriculum vitae. • Fisco: Ortolani ToninoNUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO • Giovani:Bartolucci Fabio Presidente Palmieri Manuela, Di Renzo AndreaPandol Alberto Vice PresidenteDomizioli Simona Segretario • Istruzione:Ortolani Tonino Tesoriere Domizioli Simona, Meriggiola Simone,Di Renzo Andrea Consigliere Pandol Alberto, Pandol Marco,Meriggiola Simone Consigliere Sbaffi DiegoPalmieri Manuela ConsiglierePandol Marco Consigliere • Formazione:Sbaffi diego Consigliere Palmieri Manuela, Di Renzo AndreaLe deleghe delle commissioni sono • Parcelle:state così ripartite: Domizioli Simona, Pandol Alberto, Sbaffi Diego• Agricoltura: Palmieri Manuela • Protezione Civile: Pandol Marco - Di Renzo Andrea• Ambiente e Territorio Edilizia e Urbanistica Lavori Pubblici: • Revisione Albo: Pandol Alberto, Meriggiola Simone, Domizioli Simona, Palmieri Manuela Sbaffi Diego • Sicurezza Cantieri: Pandol Marco• Azimut: Sbaffi Diego, Ortolani Tonino • Sport: Meriggiola Simone, Pandol Alberto• Catasto e Topografia: Domizioli Simona, Palmieri Manuela • Tirocinanti: Domizioli Simona, Meriggiola• Competenze - Ordinamento Simone, Sbaffi Diego. Professionale - Tariffe - Commissioni Il geometra Andrea Di Renzo è nato ad Ancona il 1 luglio del 1957 ove risiede a tutt’oggi. Ha frequentato l’Istituto Tecnico Statale per Geometri L. Vanvitelli ove si diploma nel 1978. Acquisisce abilitazione alla libera professione da geometra nel 1985. Nel 1985 fonda, e attualmente è nel Consiglio di Amministrazione, la COOPARREDO, oggi SERVICE GROUP Cooperativa gestita integral- . mente da gure giovanili (dai venti ai trenta anni di età). Dal 2010 la coo- perativa estende la propria area di azione nel settore immobiliare man- tenendo inalterata la sua loso a di collaborazione con giovani risorse. Nel 1997 consegue l’abilitazione per la sicurezza dei cantieri temporanei e mobili ai sensi del D.Lgs. 494/96 art. 10, D.Lgs. 528/99, D.Lgs. 81/2008, D.Lgs. 106/2009. Ha tenuto in qualità di docente numerosi corsi di specializzazione tra cui quello sul Diritto Immobiliare per la CONFCOOPERATIVE di Ancona e lo IAL-CISL Regione Marche (anni 1998 – 1999). Nel 2001 viene abilitato ai requisiti Legge 818/84 con l’iscrizione all’elenco del Ministero dell’Interno. Nel 2009 diventa tecnico stimatore per la Banca Monte dei Paschi di Siena. “Ringrazio i colleghi che mi hanno dato la preferenza e hanno creduto in me per una seria e pro- ficua vita nel Collegio. Mi adopererò per far rispettare la nostra professione e farla conoscere alle nuove leve”. 3
  5. 5. Convegni Convegno SIFET 2011 Applicazioni Interdisciplinari della Geomatica: Ricerca, Formazione e Professione Portonovo - 22, 23 e 24 giugno di Virgilio Cima Nei giorni 22, 23 e 24 con sé la sensibilità e la capacità della giugno 2011 si è tenuto misura della forma e delle dimensio- l’ormai consueto appun- ni, nei più diversi settori di applicazione. tamento annuale dei soci Il Convegno è stato preceduto da due della Società Italiana di corsi di aggiornamento: il primo “Posi- Fotogrammetria e Topogra- zionamento satellitare in tempo reale: il a. Nello scenario dell’in- ruolo delle nuove costellazioni GNSS” cantevole baia di Porto- tenuto da Fabio Radicioni e Aurelio novo, il Convegno SIFET Stoppini e il secondo “Nuovi strumenti 2011 si è svolto in modo per il monitoraggio e la modellizzazione gradevole e funzionale. del territorio” tenuto da Andrea Lingua. Il buon risultato conferma Il Convegno si è aperto con i saluti del l’efficacia dell’impostazio- Presidente della società Alessandro Ca- ne che già dagli anni scorsi si è scelto di pra, del Presidente del Comitato Scien- dare al convegno: la distribuzione delle ti co Fulvio Rinaudo e delle Autorità attività in tre giorni e la determinazione presenti in rappresentanza di Enti e Ammi- di un tema speci co che fa da lo con- nistrazioni del territorio che ci ha ospitato. duttore per i contenuti dei vari interventi. Molto gradito anche il contributo del Il tema di quest’anno, “Applicazioni In- Consiglio Nazionale dei Geometri, terdisciplinari della Geomatica: Ricerca, che ha confermato la ritrovata cor- Formazione e Professione” mette in re- , dialità nei rapporti fra la SIFET e l’or- lazione le diverse componenti che co- ganismo che rappresenta una com- stituiscono l’anima della società. E’ un ponente fondamentale della società. tema sufficientemente ampio da aver Prima di dare inizio ai lavori, la società consentito il coinvolgimento di diversi ha voluto ricordare il Decano Geom. Pe- settori di applicazione, ma al contempo ricoli, che purtroppo ci ha lasciato pochi abbastanza speci co da aver funzionato mesi fa, alla veneranda età di 96 anni. da “vincolo virtuoso” capace di dare con- In una struggente presentazione prepa- tinuità ed omogeneità ai vari contributi. rata dal Presidente di ASITA Prof. Surace, Il tema mette al centro dell’attenzione abbiamo rivisto il nostro amico Angelo un aspetto fondamentale: l’importan- nelle tappe più salienti della sua lun- za della cultura geomatica, che porta ga e prestigiosa carriera di “misuratore 4
  6. 6. ConvegniLa mostra strumentaledel territorio” in Italia e all’estero. Il Prof. , orali, per la presentazione individuale del-Surace ha inoltre consegnato al Presi- le novità tecnologiche e dei progressi nel-dente Capra la tessera di iscrizione di lo sviluppo del software, offrendo così laPericoli alla nostra società, datata 1951! possibilità di illustrare le caratteristiche deiSi sono quindi avviati i lavori con le due prodotti con esempi applicativi di utilizzo.relazioni invitate, pienamente aderenti Al termine delle sessioni di lavoro delal tema del convegno: l’una da parte del giovedì si è svolta anche l’assembleamondo accademico (Prof. Vassena), per dei soci. E’ stata avanzata una propo-gli aspetti di formazione e ricerca; l’altra da sta che costituisce al contempo un’as-parte di chi si occupa dell’istruzione nelle sunzione di responsabilità, in rispostascuole tecniche superiori (Prof. Pigato), a necessità che emergono a livello na- zionale, e una s da: proporre la SIFET come organo di coordinamento fra le varie iniziative nel settore della forma- zione professionale ai suoi diversi livelli. Da non sottovalutare, in ne, gli aspet- ti conviviali: gradevolissimi gli appun- tamenti ricreativi e la cena sociale. E a chi ha voluto appro ttare dell’occasione del convegno per ritagliarsi un piccolo “assaggio” di vacanze estive, sicura- mente il mare di Portonovo ha sapu- to dare risposta nel migliore dei modi!Sessione posterper gli aspetti di formazione e professione.Buona l’affluenza dei soci, leggermentesuperiore a quella dei convegni preceden-ti ma ancora con una numerosità che haconsentito nelle pause un vivace dibattitosul tema del convegno e la possibilità diconfrontarsi apertamente sulle questionisollevate dalle relazioni ufficiali e dagli in-terventi che sempre hanno accompagna-to ogni presentazione sia orale che poster.Una della sessioni orali è stata dedica-ta alle aziende che commercializzanostrumentazione e software del settore.Anziché prevedere la sola esposizionestrumentale si è preferito assegnare alleaziende anche uno spazio, fra le sessioni Un momento del convegno 5
  7. 7. Normativa Ristrutturazioni: più semplice ottenere la detrazione del 36% di Natascia Nicoletti Sempli cazione delliter per detrarre dalle dal proprietario dellimmobile per ottenere la imposte sui redditi il 36% delle spese sostenute detrazione nella dichiarazione dei redditi devono per il recupero di case di abitazione, introdotto essere indicati gli estremi di registrazione del dal Nuovo Decreto Sviluppo. contratto di locazione, o comodato, e tutti i dati Lagevolazione scale era stata prorogata no richiesti per il controllo della detrazione. al 2012 con la Le Legge nanziaria 2010 per Il decreto stabilisce che tutti gli altri documenti tutti i proprietari di immobili che eseguono relativi allimmobile in ristrutturazione saranno lavoro di ristrutturazione. Il vantaggio scale è indicati in un apposito Provvedimento del una una detrazione IRPEF pari al 36% delle Direttore dellAgenzia delle entrare e dovranno spese sostenute, calcolata per un ammontare essere conservati ed esibiti a richiesta degli di spesa pari a € 48.000,00; la detrazione uffici. viene ripartita in 10 rate annuali di pari importo Unaltra novità importante è quella relativa se il proprietario ha un’età inferiore a 75 anni, alleliminazione dellobbligo di indicare in frazionata in 5 anni per gli ultra 75enni e in 3 fattura il costo della manodopera impiegata per rate annue per gli ultra 80enni. lesecuzione degli interventi agevolati. Finora la comunicazione di inizio lavori doveva La sempli cazione introdotta del decreto essere inviata per raccomandata allAgenzia Sviluppo, quindi, sicuramente velocizza i tempi delle Entrate di Pescara su un apposito modello per la richiesta di detrazione e sempli ca tutta con allegati tutti i vari documenti. la procedura. Si dovrà veri care come lAgenzia delle Entrate Il Nuovo iter riuscirà a recepire la nuova normativa e a gestire Il decreto Sviluppo abolisce la comunicazione le richieste di documentazione e i controlli sui preventiva allAgenzia delle Entrate (Centro detentori di immobili. operativo di Pescara)e la sostituisce con lindi- cazione nella dichiarazione dei redditi dei dati catastali dellimmobile in ristrutturazione. Se i lavori non vengono effettuati direttamente 6
  8. 8. 7
  9. 9. Energie Rinnovabili Il IV conto energia. Intervista al Sottosegretario di Stato, Stefano Saglia. a cura di Roberto Ceccarelli Dal IV conto energia molte novità per nucleare, qual è la Sua opinione sul i professionisti. In particolare le tariffe ruolo delle energie rinnovabili? incentivanti, che, nei prossimi cinque “Le energie rinnovabili sono sempre anni, plasmeranno il modo di produrre state uno dei pilastri della nostra energia, con un occhio all’efficienza. strategia energetica e continueranno ad Lotta agli sprechi che gli obiettivi europei esserlo. L’analisi della IEA (International fissano come priorità entro il 2020. Nel Energy Agency, n.d.r.) evidenzia frattempo, c’è stato il referendum sul un notevole potenziale per le fonti nucleare, che ha definitivamente messo rinnovabili in Italia. Lo sviluppo delle al bando in Italia la possibilità di ricorrere energie rinnovabili contribuisce non solo all’atomo per aumentare l’offerta alla mitigazione dell’effetto serra, ma energetica. può fornire un contributo importante al Stefano Saglia, Sottosegretario di Stato Paese in termini di biomasse e biogas allo Sviluppo Economico detiene le per la cogenerazione, di solare per la deleghe in materie di competenza produzione di energia elettrica e di calore, del Dipartimento Energia, nonché in nonché di utilizzo della geotermia” . materie inerenti mercato, concorrenza, Quale lenergia rinnovabile con consumatori, vigilanza e normativa maggiori potenzialità? tecnica. “Piuttosto che dare un giudizio di Quali sono le novità più importanti del valore preferisco citarle i dati in conto energia 2011? nostro possesso relativi al contributo “Il IV conto energia prevede un energetico, fornito negli ultimi cinque meccanismo incentivante decrescente anni, da alcune tipologie di fonti per l’energia prodotta da solare rinnovabili. L’idroelettrico, che fornisce fotovoltaico. Dal 2013 si passerà, di la quota più rilevante, è caratterizzato fatto, al modello tedesco, che prevede da una forte uttuazione da attribuire a incentivi inversamente proporzionali al fattori di idricità. La geotermia, mostra un livello della tecnologia: più so stica è la contributo relativamente costante. Per le tecnologia, maggiore sarà il risparmio altre rinnovabili, si evidenzia nel 2008 il e, di conseguenza, minore l’incentivo. buon incremento della produzione eolica Il IV conto energia permette, dunque, (+20%) e la sorprendente crescita un risparmio sulla bolletta dell’energia dei biocombustibili (+227%). Meno elettrica. L’energia prodotta dall’impianto marcati gli aumenti di biomassa fotovoltaico e consumata direttamente legnosa (+5%) che si attesta sui costituisce un risparmio poiché si valori ancora lontani da quelli tipici tratta di un mancato prelievo dalla rete dei Paesi europei, dei ri uti (+3%) e di distribuzione e quindi non pagata dei biogas (+11%); molto bene, poi, la dall’utente. La criticità che riscontriamo è che gli incentivi si mantengono, Il Sottosegretario di Stato, Stefano Saglia attualmente, ancora alti” . Dal mondo delle imprese è emersa con chiarezza lesigenza di un orizzonte temporale certo per gli investimenti e strumenti che orientino le risorse di chi accede agli incentivi verso lo sviluppo di processi industriali, tecnologie e competenze. Come intendete ottemperare a tale richiesta? “Il nostro obiettivo con il conto energia è proprio quello di dare un orizzonte certo per gli investimenti, ma al tempo stesso di combattere le rendite speculative” . Allindomani del referendum e il conseguente abbandono dellopzione 8
  10. 10. Energie Rinnovabiliproduzione da fonti solari quali il solare ” . quella dei piccoli impianti, è unatermico (+44%) ed il fotovoltaico, quasi 4 soluzione in cui credete? E qualevolte rispetto al 2007”. ruolo per il risparmio energetico?Quale obiettivo percentuale di “L’efficienza energetica è fondamentaleenergia rinnovabile è verosimilmente per il conseguimento degli obiettiviraggiungibile nei prossimi anni? europei al 2020. La detrazione scale del“Gli scenari energetici che sono stati 55% sulle ristrutturazioni edilizie è unapresentati nelle ultime due edizioni del misura su cui abbiamo puntato e che haRapporto ENEA, mostrano come sia permesso notevoli risparmi. Bisogna,tecnicamente possibile lo spostamento pertanto, investire nell’efficienzadel sistema energetico italiano su un energetica degli edi ci, in particolaresistema di sviluppo coerente con gli di quelli pubblici, e nella costruzione,obiettivi delle politiche energetiche e rispettando regole omogenee per ilambientali, già implementate (per il breve/ risparmio energetico. Ma non ci fermiamomedio periodo) o in via di de nizione (per solo al campo dell’edilizia. Vareremoil lungo periodo). Infatti, essi mostrano ulteriori misure al riguardo. Intanto,come nel medio periodo (2020) sia possiamo dire che con l’attuazione delpossibile il pieno raggiungimento degli Piano d’azione esistente per l’efficienzaobiettivi europei sulle fonti rinnovabili energetica abbiamo già conseguitoed un “sostanziale avvicinamento” agli consistenti risparmi nei consumi primariobiettivi sulle emissioni di CO2; 2). di energia che al 31 dicembre 2009Nel lungo periodo (2040) invece sarà ammontano a circa 42 GWh/anno (dapossibile intraprendere una traiettoria di recepimento della direttiva 2002/91/sviluppo in grado di determinare riduzioni CE; detrazioni 55% edifici e 20% motoridelle emissioni di CO2 in linea con efficienti e inverter; incentivazione all’auspicio condiviso dai leader di tutti i rinnovo ecosostenibile parco autovetture)Paesi industrializzati di un dimezzamento e circa 33 GWh/anno (da meccanismodelle emissioni mondiali entro il 2050” . dei Certificati bianchi) per un totaleQuale ruolo per "lenergia diffusa", complessivo di 75 GWh/anno circa” . 9
  11. 11. 10
  12. 12. FormazioneIl Legno in edilizia: seminario di studipromosso da Subissatidi Emanuele AnselmiIl seminario tecnico “Il legno nell’edilizia” le strutture in legno, colmando il vuoto nor-del 31 marzo 2011 promosso dalla mar- mativo del D.M. 1996 in cui strutturalmentechigiana Subissati Srl, svoltosi negli sta- era poco contemplato come materiale dabilimenti dellazienda ad Ostra Vetere, in costruzione.provincia di Ancona, ha ottenuto un ottimo Il legno nelledilizia conosce oggi unariscontro tra gli addetti ai lavori intervenuti. nuova stagione; oltre ad essere utilizzatoL’iniziativa, rivolta agli iscritti del Collegiodei Geometri e dei Geometri Laureati del-la Provincia di Ancona, ha visto la parteci-pazione di circa 150 professionisti, i quali,al termine dell’incontro, hanno espressoun elevato grado di soddisfazione per itemi trattati in giornata, compilando unquestionario di valutazione.L’ottimo gradimento dei Geometri dimostralelevato livello di interesse per la materiaprima “legno” vista come un più che valido ,sostituto di altri materiali, più tradizionali,utilizzati per la costruzione di abitazioni ci-vili e strutture varie. nelle consuete applicazioni quali tetti, rive-L’introduzione delle nuove norme tecniche stimenti, tavolati, soffitti, soppalchi, in ssi,sulle costruzioni NTC 2008 ha, di fatto, complementi ed arredi, sempre più vieneequiparato il legno a tutti gli altri materiali considerato quale elemento strutturaledi costruzione; nello speci co la normativa e portante, anche in edi ci di notevoli di-ha de nito le linee guida per il calcolo del- mensioni. 11
  13. 13. Formazione A tale proposito nella mattinata del semi- na progettazione ed i conseguenti nume- nario il Dott. Roberto Mosca (Laureato in rosi vantaggi delle costruzioni di edi ci in Tecnologia del Legno presso l’Universi- legno. Al termine del seminario di studio i tà di Firenze – Ufficio Tecnico Subissati) partecipanti hanno avuto la possibilità di ha relazionato in merito a diversi aspetti: accedere agli stabilimenti per una visita Prodotti ed impieghi del legno in edilizia, guidata ai vari reparti produttivi dell’azien- Prescrizioni sui materiali NTC 2008, Du- da Subissati, accompagnati dai responsa- rabilità del legno, Costruzioni in legno in bili aziendali per vivere da vicino le varie zona sismica e Sistemi di connessione. fasi lavorative ed il signi cato della quali- In riferimento a questo ultimo punto, il ca “Centro di Trasformazione per Legno Dott. Mosca si è soffermato sul sistema di Strutturale e Centro di trasformazione per connessione legno-calcestruzzo “Jwood” , Carpenteria Metallica” Lazienda infatti ri- . con brevetto di proprietà dell’azienda Su- sulta essere, ad oggi, tra le pochissime bissati, atto a consentire la connessione imprese in Italia (meno di cinque) ad aver in modo economico e veloce tra le travi ottenuto dal Consiglio Superiore dei Lavori del solaio in legno e le travi perimetrali in Pubblici, entrambe le certi cazioni. Subis- calcestruzzo armato. Nel pomeriggio l’Ing. sati Srl ringrazia pertanto i partecipanti, Andrea Montagna (Ufficio Tecnico Subis- l’Ordine dei Geometri e tutti coloro che sati) e successivamente il Dott. Paolo Su- hanno collaborato per la realizzazione e bissati (direttore commerciale Subissati), l’ottima riuscita dell’iniziativa. hanno illustrato le regole base di una buo- 12
  14. 14. StudiCrescono le difficoltà per lindustriamarchigiana. In controtendenza lediliziaprivata in conto terziIndagine sul settore delle costruzioni nelle Marche - II semestre 2010di Confindustria MarcheChiusura del 2010 in ulteriore calo per le anche tra operatori.costruzioni marchigiane, con livelli di pro- Riguardo all’edilizia abitativa, il secondoduzione deboli in tutti i principali comparti, semestre 2010 registra un calo della pro-ad eccezione dell’edilizia privata in conto duzione di circa -2,8% rispetto al seme-terzi che ri ette in larga parte le attività di stre luglio-dicembre 2009. La essioneristrutturazione del patrimonio abitativo sperimentata da questo comparto ha tra-esistente. scinato su valori negativi l’intero settoreSecondo i risultati dellIndagine semestra- delle costruzioni, data la sua rilevanza inle condotta dal Centro Studi di Con ndu- termini di volumi prodotti nonché di occu-stria Marche in collaborazione con ANCE pazione. La essione dell’edilizia abitativa Regionale Costruttori ri ette l’andamento particolarmente de-Marche (ConsultaINDAGINE SUL SETTORE DELLE COSTRUZIONI – II SEMESTRE 2010Edili) e con il patrocinio del gruppo Ban- bole della componente pubblica (-12,3%),ca Marche, su un campione di aziende mentre quella privata, per la quale è sta-associate, la produzione complessiva to registrato un ulteriore calo per il contonel secondo semestre 2010 è diminuita proprio (-3,6%), mostra una essione didi L QUADROin termini reali rispetto al circa l’1,6% rispetto al secondo semestre Icirca il 2,4% REGIONALEsecondo semestre del 2009. Il risultato 2009. Resta positivo il contributo degli in-negativo del secondo semestre si somma centivi scali e degli interventi di ristruttu-a quello - più forte - rilevato nel periodo razione del patrimonio abitativo esistente, Chiusura del 2010 in ulteriore calo per le costruzioni marchigiane, congennaio-giugno (-4,4%), portando la deboli in tutti isono tradotti in un ad eccezione livelli di produzione va- che si principali comparti, buon risultatoriazione su base annua a circa il -3,5%. dell’edilizia privata in conto terzi (+2,3%). dell’edilizia privata in conto terzi.Nel quadro di medio periodo, la essione Ancora all’insegna della marcata varia- Secondo i risultati dellIndagine semestrale condotta dal Centro Studidel settore rilevata a partire dal secondo bilità il quadro per l’edilizia non abitati-semestre 2007, ossiaConfindustria Marche su un campionesu valori negativi dopo la di il primo periodo con va, che torna di aziende associate, ladato congiunturale negativo, ha raggiunto nel secondo ripresa in 2010 è diminuita diSi produzione complessiva modesta semestre apertura di 2010.il 21,6%, trascinando livelli produttivi su- rispetto al dunque, la debole 2009. circai il 2,4% in termini reali conferma,secondo semestre delintonazionegli stessi valori minimi raggiunti allaconferma il permanere delun clima ancora debole, Il risultato negativo ne complessiva di comparto, ancora for-degli anni novanta. Peraltro, considerate temente dipendente dalla situazione di in linea con le dichiarazioni degli operatori intervistati. Rimanele caratteristiche del campione analizza- forte incertezzamiglioramento dei i livelli di contenuta, infatti, la quota interessata dal che caratterizza piani espansione delle imprese manifatturiere.to, è ragionevole produttivi che una es- 18% della precedente rilevazione), mentre supporre (16% controsione ben più evidente abbia interessato In di essione interessate dinamica dei lavo- cresce ulteriormente la quota aziende anche la dalla contrazione dellattività (74% di più ri pubblici, che registra una contrazione– nello stesso periodo - le imprese contro 71% della precedente rilevazione). Si èpiccole dimensioni e quellein particolare, una dinamica molto debolea -1,7% rispetto al registrata, che operano dei livelli produttivi pari dell’edilizia nonprevalentemente in subappalto per com- secondo semestrespesa per immobili da in abitativa, che riflette il rinvio dei programmi di 2009. La essione,mittenti più grandi. parte delle imprese. linea con quelle registrate nei precedentiAmpiamente diffuse le tavola seguente sono semestri, ri ette solo in parte i moderati Nella variazioni negati- riportati i tassi di variazione percentualeve tra i principali comparti e, in modo principali comparti di attività che alcune imprese della produzione nei cre- incrementi del settore:scente rispetto alle precedenti rilevazioni, hanno registrato nelle lavorazioni svolte Tab.1 - Settore delle Costruzioni nelle Marche - Valore della produzione realizzata Tassi di variazione percentuale sullo stesso semestre dellanno precedente. PRODUZIONE I semestre 2010 II semestre 2010 Edilizia abitativa -6,8 -2,8 Pubblica -14,5 -12,3 Privata -1,9 -1,6 - c/proprio -4,4 -3,6 - c/terzi 1,6 2,3 - convenzionata -10,7 0,2 Edilizia non abitativa 0,3 -7,2 Lavori pubblici -2,2 -1,7 Altro -2,7 -0,9 Totale -4,4 -2,4 Fonte: Confindustria Marche Ampiamente diffuse le variazioni negative tra i principali comparti. Riguardo all’edilizia abitativa, il secondo semestre 2010 registra un 13 calo della produzione di circa il 2,8% rispetto al semestre luglio-
  15. 15. Studi in subappalto (limitatamente ai lavori pub- la quota di imprese per le quali le con- blici, la quota di imprese con attività svolta dizioni di domanda sono ritenute normali in subappalto è passata dal 67% al 69% (10% contro 8% della precedente rileva- tra il primo e il secondo semestre 2010). zione). Seppur con differenze anche note- Stabile la quota di operatori con variazio- voli tra le imprese, nel secondo semestre ni positive dei livelli produttivi (18% contro 2010 le condizioni del mercato del credito 19% della precedente rilevazione); in mo- mostrano ancora una situazione difficile, derata contrazione la frazione di operatori in particolare sul fronte della disponibilità con attività produttiva in calo (74% contro di credito, anche se con alcuni segnali di 78% della precedente rilevazione). miglioramento. Scende, infatti, la quota Il debole andamento congiunturale del di intervistati per i quali l’accesso al cre- settore osservato nel semestre si è ri es- dito è risultato difficile (67% contro 70% so sui livelli occupazionali che hanno pro- della rilevazione del primo semestre) e seguito la tendenza alla essione rilevata si contrae ancora la quota di operatori nei semestri precedenti. Secondo le stime che ritiene elevato il costo (53% contro il di ANCE Marche, loccupazione è dimi- 62% della precedente rilevazione). Tutta- nuita sia per gli impiegati (-1,5%),sia per via, l’indagine evidenzia ancora un livello gli operai (-1,3%). Alla essione dei livelli molto elevato nei ritardi dei tempi medi di occupazionali, contenuta peraltro dalla pagamento alle imprese per lavori pub- politica aziendale di mantenimento delle blici eseguiti (136 giorni) che è crescente professionalità anche in fasi congiunturali rispetto ai semestri precedenti (122). difficili, è corrisposto un ulteriore marcato Riguardo alle tendenze dellattività pro- calo del monte ore lavorate sia rispetto al duttiva, le previsioni degli operatori se- secondo semestre 2009 (-1,2%), sia so- gnalano per i prossimi mesi il permane- prattutto rispetto al primo semestre 2010 re di condizioni difficili. Rimane bassa (-7,4%). Nel secondo semestre 2010, i la quota di operatori per i quali l’attività ricorsi alla CIG sono risultati in aumento produttiva sarà in aumento (5% contro del 18,4% rispetto al secondo semestre 7% del precedente semestre), anche se 2009, risultato attribuibile all’incremento si contrae la quota di operatori che preve- della componente straordinaria e in dero- dono attività in calo (55% contro 61% del- ga a fronte di una contrazione della com- la precedente rilevazione). La dinamica di ponente ordinaria. medio periodo delle condizioni di doman- Le opinioni degli operatori confermano il da resta, dunque, fortemente condiziona- permanere di un clima congiunturale dif- ta dalla rapida realizzazione di due fattori: cile. Rispetto al primo semestre 2010, la cantierizzazione delle iniziative edilizie resta bassa la quota di imprese che ritie- riguardanti progetti e programmi di inter- ne elevato il livello della domanda (1%), vento proposti dalle imprese; la riattiva- mentre rimane stabile la quota di ope- zione del comparto delle opere pubbliche ratori che ha sperimentato condizioni di attraverso nuovi appalti di lavori e opere domanda debole (89% contro 91% della infrastrutturali per il territorio. precedente rilevazione). In miglioramento 14
  16. 16. ProfessioniDocumento congiunto delle professioni tecniche edelle Casse sulla Riforma delle ProfessioniCIPAG: Cassa Italiana Previdenza danno è stato grave per i professionisti e Assistenza Geometri ma soprattutto per la crescita italiana. Nonostante la politica, le professioni han-CNAPPC: Consiglio Nazionale no da tempo avviato un processo di mo- Architetti, Piani catori, dernizzazione e adattamento al mercato Paesaggisti e Conservatori globale impegnando le proprie risorse Consiglio Nazionale dei intellettuali, tecniche ed economiche per Chimici contribuire allo sviluppo sostenibile dell’I-CONAF: Consiglio dell’Ordine talia, in assenza di norme adeguate. Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Oggi noi chiediamo con forza l’avvio di Forestali una riforma condivisa, fondata sui due Consiglio Nazionale principi fondamentali della nostra storia dei Geologi e natura: la deontologia professionale e l’utilità sociale dei nostri mestieri. QuestiCNG: Consiglio Nazionale due principi appartengono alla comunità Geometri e Geometri ancor prima che a noi, e non c’è nalità Laureati economica che ne possa sovrastare laCNI: Consiglio Nazionale necessità, imprescindibile per i cittadini. degli Ingegneri Noi chiediamo da anni l’innovazione delleCNPI: Consiglio Nazionale norme ordinamentali, con proposte di ri- dei Periti Industriali e dei forma serie e adeguate, che ogni Gover- Periti Industriali Laureati no sembra condividere salvo poi riavviare un processo incapace di arrivare in fon-EPAP: Ente di Previdenza ed do: se nalmente è arrivato il momento, Assistenza Pluricategoriale deve essere chiaro che tali norme devono essere nalizzate innanzitutto alla difesaEPPI: Ente di Previdenza dei dei cittadini e dell’ambiente, adeguate a Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati principi di concorrenza basati sul merito e non sulle capacità economiche, utili adINARCASSA: Cassa Nazionale di uno sviluppo sostenibile del Paese. Previdenza ed Assistenza Noi siamo pronti all’innovazione tecnolo- per gli Ingegneri ed gica, alla collaborazione interdisciplinare, Architetti Liberi Professionisti a nuove forme di organizzazione del lavo- ro e promozione della qualità italiana nelhanno predisposto e condiviso il seguen- mondo; noi siamo pronti a fare sistemate testo: con il mondo produttivo per la competiti- vità del Paese; noi crediamo che le nuoveI Rappresentanti Nazionali delle Profes- generazioni di professionisti abbiano insioni Tecniche e delle Casse, riuniti a mano il futuro; noi continuiamo il nostroRoma il 6 luglio 2011, chiedono alla clas- impegno diretto per la crescita del Pae-se politica italiana di sedersi con noi attor- se attraverso il dialogo di architetture edno a un tavolo per nalmente confrontare infrastrutture, ambientalmente sostenibili,e condividere un progetto vero sulle libe- tutelando il territorio: tutto ciò è possibilere professioni, che sia utile innanzitutto al ma con noi, non contro di noi.Paese. Perciò chiediamo al Governo, al Parla-In due decenni il dibattito si è consuma- mento, alle forze economiche e culturalito inutilmente su pregiudizi ideologici, del Paese di discutere e condividere uncontrapposizioni tutte interne alla classe vero progetto sul futuro delle professionipolitica, ignoranza della realtà quotidiana liberali che sono la testa pensante delladei nostri mestieri: l’assenza di visione crescita ordinata e sostenibile dell’Italia.da parte dei Governi sul ruolo fondamen- Roma, 7 luglio 2011tale delle professioni ha dimostrato tuttala sua gravità nel momento della crisi; il 15
  17. 17. 16
  18. 18. NormativaIl Decreto Sviluppo e la certezza per lecompravendita di cubaturedi Natascia NicolettiLedilizia privata da oggi ha un nuovo in- deve garantire al comune la cessionecentivo: la vendita di cubatura. gratuita delle aree e delle opere occor-Finora la cessione o la permuta del diritto renti per le dotazioni territoriali;di edi care a terzi, si limitava al principio ▣ il ricorso a forme di compensazione,di asservimento di un terreno edi cato ad quali l’attribuzione alle aree assoggettateun altro contiguo, allo scopo di fornire ad a vincoli ablativi di edi cabilità suscettivauna costruzione un maggiore lotto di per- di trasferimento in ambiti edi cabili pre-tinenza, anche se formato da proprietà via cessione delle aree stesse alla am-diverse. ministrazione, ai ni dell’attuazione del-Il Decreto Legislativo varato dal Governo le previsioni di piano aventi ad oggetto lail 12 giugno 2011 introduce il principio del- realizzazione di attrezzature e servizila perequazione urbanistica, secondo cui pubblici. (Emendamenti al Decreto pro-tutti i terreni esprimono la stessa capaci- posti dallInu)tà edi catoria e, quindi che la cubatura dicompetenza di terreni non edi cabili pos- in conclusione, quindi, il neo-decreto hasa essere venduta a quelli edi cabili. sicuramente introdotto delle novità impor- tanti che però dovranno essere approfon-Pgt di Milano pioniere nella cessione dite da successivi provvedimenti. Il piùdelle cubature atteso è sicuramente la tipizzazione deiIl Piano di Governo del Territorio della città contratti di cessione delle cubature, gra-di Milano per primo ha dato attuazione al zie al quale sarà possibile una gestioneprincipio della perequazione urbanistica. delledi cabilità urbana pubblico-privataIn base a questo principio tutti i terreni essibile e legata alle reali esigenze diavrebbero la stessa competenza edi ca- sviluppo del territorio.bile. Il Pgt individuato dalla città di Mila-no propone anche una prima quanti ca-zione di perequazione, calcolata in baseagli studi sul territorio sulle possibilità disviluppo urbano, demogra co e di com-pensazione tra cittadini e servizi: il calcoloporta a quanti care in 0,5mq/mq la capa-cità edi cabile del territorioListituto Nazionale di Urbanistica ha, perprimo, criticato le nuove disposizioni intro-dotte dal decreto Sviluppo, proponendoalcuni emendamenti allattuale impiantolegislativo. La nuova legge, infatti, intro-duce la possibilità di compravendita dicubature, senza fornire però un quadrolegislativo certo a cui ascrivere i contrattidi compravendita delle cubature. Sebbe-ne, quindi, sia stato introdotto il concettodi perequazione urbanistica, al momentonon cè un quadro normativo che regolitali compravendite con la prevedibile con-seguenza di insorgenza di contenziosiquando la compravendita verrà applicata.Alcuni punti vengono proposti dallInu peruna gestione regolare dei diritto edi catori:▣ la perequazione urbanistica deve tro- vare applicazione, in sede di attuazio- ne delle previsioni del piano comunale relativa alle aree di trasformazione, an- che non contigue;▣ la perequazione, al fine di garantire una equa ripartizione tra tutti proprieta- ri interessati dell’edi cabilità oggetto di conformazione e dei costi e oneri da af- frontare per l’utilizzazione della stessa, 17
  19. 19. Normativa Dal Decreto Sviluppo, novità sullapplicazione della Scia. Dimezzati i tempi per i controlli delle amministrazioni. La Scia si applica anche alledilizia di Mauro Guarnieri Chiarimenti sulla questione Dia-Scia, ce che sempli care le procedure, come nel Decreto Legge 13 maggio 2011, n. intenzione del legislatore, ha creato con- 70, detto “Sviluppo” che al momento in , fusione negli uffici tecnici delle ammini- cui scriviamo è in via di conversione in strazioni e, di conseguenza, tra le la dei legge. professionisti. Questo a causa di alcuni Come avevamo già riportato su Azimut n. 4 con itti interpretativi che hanno spinto i del 2010, la legge n. 122 del 30/07/2010, Comuni a comportarsi diversamente a che introduce la Scia (Segnalazione seconda delle singole valutazioni. Certi cata di Inizio di Attività) al posto Il Decreto Sviluppo chiarisce in buona della Dia in tutte le norme nazionali e parte i dubbi emersi la scorsa estate e regionali nelle quali risulta citata, inve- migliora lapplicabilità delle procedure. 18
  20. 20. Normativa Innanzitutto, il decreto sancisce in modo di tutti i requisiti ed, eventualmente, de nitivo la sostituzione della Dia con adottare i provvedimenti di divieto di la Scia anche in edilizia. Contro questa prosecuzione dellattività e di rimozione interpretazione si erano schierati alcuni degli effetti dannosi. In questo modo, a enti locali e associazioni. In diversi fronte dellinizio immediato dei lavori, cera casi, poi, sono stati esclusi gli interventi sempre il rischio che, a cantiere avviato, previsti dal Piano Casa dalla sostituzione venisse rilevata dallamministrazione automatica della Dia con la Scia. competente qualche mancanza e che le Il Dl ribadisce poi che la Scia non attività venissero sospese. Molti quindi sostituisce la Super-dia, né i nulla osta e preferivano aspettare i 60 giorni dalla le autorizzazioni che devono comunque presentazione della domanda per lavvio essere rilasciate in presenza di vincoli dei lavori. ambientali, paesaggistici o culturali. Già a febbraio, un decreto legge (il Dl Un altro miglioramento riguarda i tempi Calderoli) proponeva di dimezzare tali di avvio dei cantieri. termini. Il Decreto Sviluppo ha accolto il La Scia prevede la possibilità di avviare suggerimento e per le veri che ex-post il lavori nello stesso giorno in cui si si passa da 60 a 30 giorni. presenta la domanda, unindubbia velocizzazione rispetto alla Dia, che imponeva, al contrario, unattesa preventiva di 30 giorni per dare il tempo alle amministrazioni competenti di eseguire i dovuti controlli. Il risparmio di tempo guadagnato veniva, però, a vani carsi in parte, a causa dei 60 giorni concessi dalla Scia alle amministrazioni per veri care il rispetto Energie rinnovabili: una scelta strategica Il costo dell’energia sta diventando un problema per i bilanci delle famiglie e delle aziende. Scegli l’energia della natura, una fonte senza sorprese. D.motica progetta ed installa impianti: • solari fotovoltaici e termici • eolici • geotermici • di cogenerazionerivenditore Vi aiutiamo a migliorare le vostre nanze e il nostro pianeta Via Ancona, 15/bis - 60035 Jesi (An) info@dmotica.it - www.dmotica.it 19 Tel. 071.688567 - Fax 071.688676 - Cell. 334.2936272
  21. 21. News Lavori pubblici, la Regione Marche aggiorna il prezzario ufficiale Assessore Canzian: "Più sicurezza nei cantieri, giusta remunerazione degli interventi" La Regione Marche ha aggiornato al giu- rispetto al 2009, quando il mercato poteva gno 2011 il Prezzario ufficiale dei lavori ancora bene ciare dei lavori pubblici av- pubblici. Il listino rappresenta il riferimen- viati negli anni precedenti. Il settore edili- to generale di base nell’esecuzione delle zio, in particolare, mostra oscillazioni del opere pubbliche sul territorio regionale. prezzo di alcune materi prime fondamen- Tra i suoi obiettivi gura la salvaguardia tali (come i metalli e, tra questi, il rame) e della salute e della sicurezza nei cantieri, aumenti del costo della mano d’opera e indicando i costi necessari da prevedere dei noli dei mezzi meccanici, connessi al in sede di appalto. Rispetto al passato, la rinnovo dei contratti di lavoro e del prezzo novità sostanziale del 2011 è rappresen- del gasolio. Un andamento complessivo tata dall’inclusione degli oneri per la sicu- che ha reso impegnativa la revisione del rezza nelle spese generali. La sicurezza Prezzario, senza per questo abbassare non viene più contabilizzata autonoma- la guardia sul fronte della sicurezza e dei mente, ma va ricompresa come valore necessari oneri da prevedere obbligato- percentuale da riportare obbligatoriamen- riamente” L’aggiornamento è stato con- . te nelle spese sostenute dall’appaltatore. dotto dall’apposita Commissione tecnica “L’aggiornamento del Prezzario – afferma costituita dalla Regione. Le analisi dei l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, nuovi prezzi hanno valutato le incidenze Antonio Canzian – si è rivelato partico- dei costi, delle spese generali, degli utili larmente complesso per il protrarsi della d’impresa. Nei prossimi giorni il Prezzario crisi economica. A livello locale gli effetti 2011 verrà pubblicato sul Bollettino ufficia- negativi si sono manifestati sfalsati nel le della Regione Marche e sarà consulta- tempo: la crisi del mercato edilizio sem- bile anche sul sito istituzionale. bra quasi più forte nei primi mesi del 2010 Regolarizzazione degli immobili fantasma: l Agenzia del Territorio presenta i dati al 30 Aprile 2011 L’Agenzia del Territorio ha presentato il rizzazione ha prodotto un incremento di consuntivo, al 30 aprile 2011, dell’attività rendita catastale pari a € 415.500.148,00. di regolarizzazione dei fabbricati mai di- Su n. 1.162.659 particelle ancora da ac- chiarati al Catasto o che hanno subìto certare, è stato avviato, a partire dal 2 variazioni non dichiarate dalla parte, altri- maggio u.s., il processo di attribuzione menti noti come “immobili fantasma” . della rendita presunta, che sarà de- Attraverso un innovativo processo di fo- terminata tramite l’individuazione della toidenti cazione, basato sulla sovrappo- destinazione d’uso e di altri parametri sizione delle ortofoto aeree ad alta riso- tecnico-estimali degli immobili oggetto di luzione alla cartogra a catastale, è stato accertamento. possibile individuare n. 2.228.143 parti- Queste operazioni saranno svolte dal celle di Catasto terreni, all’interno delle personale dell’ genzia che, in alcune A quali sorgono dei fabbricati non presenti province, avrà il supporto dei tecnici pro- nelle banche dati catastali. fessionisti (Geometri, Dottori Agronomi e Su n. 1.065.484 particelle, i tecnici dell’ Agen- Forestali, Periti Agrari, Periti Industriali), zia hanno già completato l’accertamento, con le cui Associazioni sono state siglate da cui è emerso che - per n. 572.503 apposite Convenzioni. I tecnici eseguiran- di queste- gli immobili rilevati non pos- no le attività propedeutiche all’attribuzio- seggono i requisiti per l’accatastamento. ne della rendita presunta, attraverso l’ef- All’interno delle rimanenti n. 492.981, fettuazione di sopralluoghi e la redazione invece, sono state identi cate n. 560.837 di schede tecniche. unità immobiliari urbane la cui regola- 20
  22. 22. 21
  23. 23. Geometri Il Parere dellAvvocato Maurizio Paniz sulle competenze professionali dei Geometri di Liliana Uncini Negli ultimi D’altro canto se il legislatore avesse in- tempi si è teso estendere le limitazioni di cui alla riacutizza- lettera l) dell’art.16 R.D. 11.02.1929 to il con it- n.274 anche alle opere di cui alla suc- to fra tec- cessiva lettera m), ovvero alle costruzio- nici laureati ni di civile abitazione, l’avrebbe precisa- e tecnici di- to espressamente, avendo operato una plomati in distinzione inequivoca tra le costruzioni merito al rurali e di edi ci per uso di industrie agri- limite della cole e costruzioni di civile a abitazione. competen- Distinzione, questa, che mantiene un si- za profes- gni cato solo nella misura in cui non la sionale in si diluisce in un’ermeneutica combinata Il deputato Maurizio Paniz delle disposizioni in esame, che ni- materia di costruzioni civili in cemento rebbe per alterarne il senso, ponendosi armato. contra legem. In seguito ad alcune strumentali prese L’interpretazione operata dalla Cassa- di posizione degli Ordini degli Ingegne- zione con la pronuncia più volte richia- ri e degli Architetti. il Collegio Nazionale mata dagli architetti e dagli ingegneri, dei Geometri e Geometri Laureati ha ri- non trova appiglio alcuno nel testo della chiesto un parere legale all’ Avv. Mauri- disposizione normativa e va oltre l’inten- zio Paniz, che, dopo aver esaminato la zione del legislatore, che ha dettato un circolare prot.n.333 del 12.04.2011 del regime della competenza dei geometri Presidente della Federazione Ordini In- ben differenziato per le costruzioni rura- gegneri Marche, ha interpretato l’ambito li e per le industrie agricole (lettera l) e normativo in materia, precisando che la di civile abitazione (lettera m) e non si uviale proliferazione giurisprudenziale comprende perché le citate disposizio- anziché de nire gli ambiti della com- ni debbano poi essere arti ciosamente petenza professionale dei geometri ha combinate in sede interpretativa, al solo generato estremo disorientamento inter- scopo di limitare l’ambito delle compe- pretativo. tenze dei geometri. Pertanto l’ Avv. Paniz ha analizzato la La correttezza dell’interpretazione er- problematica individuando i capisaldi meneutica fedele alla lettera normativa normativi e ripartendo dalla pura lettura sopra adottata, trova riscontro e confer- coordinata delle disposizioni, in omaggio ma nell’analisi della normativa interve- al criterio ermeneutico di cui all’art.12 nuta in materia. comma 1 delle Disposizioni Preliminari Invero la successiva Legge 02.03.1949 del Codice Civile, che di seguito vengo- n.144, nel recare le tariffe professionali no riportati nella parti più rilevanti. dei geometri, all’art.57 descrive le diver- In particolare per quanto concerne la se categorie di opere per le quali i geo- ricostruzione delle competenze pro- metri hanno diritto di percepire i relativi fessionali dei geometri l’ vv Paniz ri- A onorari, senza escludere in alcun modo leva che la laconicità dell’art. 16 del R.D. la realizzazione di costruzioni civili in ce- 11.02.1929 n.274 lettera m) trova la pro- mento armato. pria logica nella misura in cui l’assenza, Né, in senso opposto, valenza diri- in essa, di alcuna puntualizzazione in mente può attribuirsi all’art.1 del R.D. merito all’uso del materiale in particolare 2229/1939 disciplinante l’esecuzione di del cemento armato da parte dei profes- opere in conglomerato cementizio sem- sionisti diplomati, non può che tradursi plice o armato, laddove fa riferimento in una implicita ammissione all’impiego esclusivo alle gure professionali dell’in- dello stesso, entro il limite generale dato gegnere o dell’architetto; infatti, la novel- dalla modestia della costruzione. la normativa intervenuta in materia con 22
  24. 24. Geometrilegge 05.11.1971 n.1086 ha ridisciplina- conoscenze tecniche dei geometri nonto la progettazione e la direzione lavori giusti ca più la preclusione all’uso dadelle opere in c.a. , richiamando espres- parte degli stessi.samente, accanto alle competenze degli Anche la contestualizzazione storico-si-ingegneri e degli architetti, anche quel- stematica della disciplina di cui all’art.16le dei geometri e dei periti industriali, R.D. 274/1929 conferma quindi la com-ciascuno nei limiti delle proprie com- petenza dei geometri all’uso del c.a. neipetenze e, di conseguenza, abrogando limiti della “modestia” della costruzione:implicitamente l’art.1 del citato R.D. del laddove si fosse voluto escludere con1929. Lo sviluppo diacronico della cita- certezza siffatta tipologia di opere dallata normativa, nel confermare appieno la sfera di intervento dei tecnici diplomati, ilcompetenza dei geometri alla progetta- legislatore avrebbe senz’altro colto l’oc-zione e realizzazione di opere in cemen- casione offerta dalla successiva nor-to armato entro il limite della modesta mativa in tema di utilizzo del cementocostruzione (notoriamente interpretato armato; invece, non solo non c’è tracciadalla storica pronuncia della Corte Co- di siffatta esplicita esclusione, ma, anzi,stituzionale n.199/1993 quale criterio la disposizione di cui all’art.2 Leggequalitativo e essibile in rapporto al caso 1086/1971 dispone:concreto), consente anche di cogliere la 1) La costruzione delle opere di cuiratio evolutiva ad esso sottesa: è chia- all’art.1 deve avvenire in base a unro, infatti, che la prudenza che nel 1939, progetto esecutivo redatto da unagli albori dell’introduzione del c.a. tra ingegnere o architetto o geometrai materiali di costruzione, aveva indotto o perito industriale edile iscritto nelil legislatore a limitarne l’uso ai tecnici relativo albo, nei limiti delle rispettivelaureati, non ha più ragione di esistere competenze;negli anni ’70- e a maggior ragione oggi- 2) L’esecuzione delle opere deve averquando il c.a. si è diffuso largamente tra luogo sotto la direzione di un inge-i materiali costruttivi e il progresso delle gnere o architetto o geometra o peri- 23
  25. 25. Geometri to industriale edile iscritto nel relativo tazione delle disposizioni di legge e di albo, nei limiti delle rispettive competenze. quanto affermato dalla sentenza Cas- Negli stessi termini si esprime anche sazione Civile n.6402 del 21.03.2011. l’art.64 del T.U. Edilizia, che richiama Invero, tale pronuncia, lungi dal nega- la Legge n.1086 del 1971 art.1 quarto re l’ammissibilità di un rapporto di col- comma; art.2 primo e secondo comma; laborazione, afferma semplicemente art.3 primo e secondo comma. il principio generale di insanabilità di La ricostruzione ermeneutica sopra of- un progetto redatto da un geometra al ferta fondata sulla scarna disamina della di fuori delle proprie competenze me- lettera delle disposizioni, chiarisce come diante intervento collaborativo dell’in- il dettato normativo, lungi dall’autoriz- gegnere in sede di redazione del pro- zare interpretazioni limitarci della com- getto esecutivo; ciò in ragione del fatto petenza della categoria dei geometri, che quest’ultimo non potrebbe far altro tracci il perimetro della stessa sulla che conformarsi al progetto di mas- base del criterio essibile della “mode- sima redatto dal tecnico diplomato. stia” della costruzione, senza alcuna Nulla dice la sentenza sui rapporti di preclusione esplicita all’uso di particolari collaborazione tra tecnici laureati e materiali, compreso il cemento armato. diplomati, né esclude in alcun modo L’Avv. Paniz aggiunge poi che le consi- l’apporto collaborativo dei primi in que- derazioni sopra svolte valgono anche gli ambiti dell’attività di progettazio- con riguardo all’ulteriore questione della ne sottratti ai geometri e dai quali gli competenza dei geometri nell’esple- stessi si siano legittimamente astenuti. tamento di incarichi in zona sismica, In questi termini si è pronunciato il Consi- precisando che l’art.17 comma secon- glio di Stato con sentenza n.3068/2003. do della Legge n.64 del 02.02.1974 ri- Illegittimo e contra legem, anche se non chiama quasi testualmente il dettato integra gli estremi di alcuna fattispecie dell’art.2 della Legge 1086/1971, con- penale, è il tentativo adombrato nella più templando il ruolo del geometra nella volte citata circolare di impedire siffatta progettazione e realizzazione delle co- collaborazione professionale, minac- struzioni in cemento armato con rinvio al ciando sanzioni che, a prescindere dagli riparto delle competenze di cui all’art.16 aspetti disciplinari interni all’Ordine degli R.D. 274/1929 e conseguente richiamo Ingegneri, si rivelano del tutto infondate. del criterio della “modestia” dell’opera. L’ Avv. Paniz ritiene poi censurabile la Alla luce di tali riscontri normativi, non condotta tenuta da alcuni Uffici Tec- c’è quindi spazio per argomentare nici Comunali in sede di valutazio- una presunta quanto non dimostrata ne dei progetti redatti da geometri incompetenza dei geometri alla rea- e allegati alle istanze per la conces- lizzazione di opere in zona sismica, sione di permessi a costruire che, in con la conseguenza che ogni limitazione vario modo, tende a mettere in dubbio arbitrariamente posta al riguardo si risol- la competenza dei citati professionisti. ve in un’interpretazione contra legem. Al riguardo, ferma la responsabilità de- Quanto poi al problema della collabo- gli Uffici Tecnici ex art.1 della Legge razione tra geometri progettisti delle 241/1990 per aggravamento del proce- opere e ingegneri chiamati all’esecu- dimento amministrativo, evidenti sono zione dei calcoli strutturali, la circola- le ricadute di siffatta prassi sull’imma- re prot.33 del 12.04.2011 del Presiden- gine della categoria professionale dei te della Federazione Ordini Ingegneri Geometri, di cui l’ mministrazione e gli A Marche diffida i propri iscritti a prestare altri organi istituzionali potranno essere la propria collaborazione professionale, chiamati a rispondere avanti alle compe- paventando sequele di ordine discipli- tenti Autorità Giudiziarie sotto il triplice nare e paventando, addirittura, conse- aspetto penale, amministrativo e civile. guenze penali, sub specie concorso con il geometra nella commissione del delitto ex art.348 Codice Penale (“abu- sivo esercizio di una professione”). Si tratta senz’altro di una diffida censu- rabile, irrispettosa del dettato normati- vo e fondata su una capziosa interpre- 24
  26. 26. capolinea.it chi ci abita lo sa 200 case vantaggi e qualità di una casa in legno SubissatiPROGETTO SU MISURA ANTISISMICA E RESISTENZA AL FUOCOOgni costruzione è realizzata in base al progetto e ai desideri del cliente, La resistenza delle case in legno ai terremoti è stata più volte collaudatalasciando massima flessibilità dal punto di vista architettonico. Una in Paesi ad elevato rischio sismico come America e Giappone, dovevisualizzazione 3D permette di visionare un’anteprima della struttura. si costruisce abitualmente in legno. Inoltre, adottando una serie di accorgimenti, si può ottenere un’ottima resistenza al fuoco.ECOLOGIA E SALUTELa casa in legno è rispettosa dell’ambiente e delle persone che la ELEVATO RAPPORTO QUALITÀ PREZZOabitano, il legno è tra i migliori materiali da costruzione naturali. La casa in legno, per il livello tecnologico offerto, i ridotti tempi di realizzazione, i costi certi ed i ridotti costi di mantenimento, si rivelaPROPRIETÀ MECCANICHE decisamente superiore rispetto ad un’abitazione tradizionale.Le case SUBISSATI sono realizzate interamente in legno lamellare,materiale con elevata resistenza a trazione/compressione/flessione, VANTAGGI ECONOMICI E RAPIDITÀ DI MONTAGGIOelasticità, basso peso specifico e di facile lavorazione con i nostri Risparmio energetico non indifferente in quanto si raggiungonoimpianti a controllo numerico. valori di trasmittanza pareti e coperture inferiori a 0.19 W/mq K ed elevati valori di sfasamento da cui consegue che la casa risulta frescaDURABILITÀ d’estate e calda d’inverno, evitando inutili spese di riscaldamento eLa casa in legno, se ben realizzata, è una costruzione che dura secoli raffrescamento. Fattore non secondario la rapidità di costruzione dellae ne sono riprova le tantissime costruzioni in legno sparse in tutto il casa in legno: la durata media di un cantiere è di circa 90 giorni.mondo che ancora si conservano perfettamente integre. SUBISSATI s.r.l. Via F.lli Lombardi n. 2-6 S.P. Arceviese km 16,600 - 60010 Ostra Vetere (AN), Italy Tel. 0039.071.96.42.00 – Fax 0039.071.96.50.01 www.subissati.it - download pdf case subissati 1999/2009 ATTESTAZIONE SOA SISTEMA QUALITà SISTEMA DI GESTIONE SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE SICUREZZA E SALUTE CATEGORIA CERTIFICAZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO OS32 CLASSE IV ISO 9001 CERTIFICAZIONE OS33 CLASSE II ISO 14001 CERTIFICAZIONE OHSAS 18001
  27. 27. Fatti di SOStaNZaSideral PrO | L’evoluzione della tipologia costruttiva Sideral www.grupposicap.itSideral PrO è il frutto di una tecnologia produttiva di ultimissima generazione chegarantisce, grazie anche all’uso di materie prime di elevata qualità, una maggioreleggerezza a fronte di un incremento di prestazioni strutturali senza precedenti conconseguente abbattimento dei costi industriali.ImpermealIzzazIone coppella “strutturale” In c.a. manto In allumInIo lucernarI a sHed con profIlIed Isolamento teGolo sIderal precompresso assemblata InattaccabIle daGlI aGentI In allumInIo e speccHIature In In stabIlImento con barrIera atmosferIcI preaccoppIato polIcarbonato alveolare al vapore e coIbentazIone. a coIbentazIone In polIuretanoI componenti di questa tipologia costruttiva sono tutti “strutturali”così da permettere la totale pedonabilità e la facile installazionedi qualsiasi tipo di impianto. La doppia coibentazione consente latotale eliminazione dei ponti termici ed il facile raggiungimento deivalori di trasmittanza termica stabiliti dalla vigente normativa sulrisparmio energetico. La tipologia SIDERAL PRO può essere dotatadi lucernai zenitali oppure a shed, in grado di sfruttare e potenziarenotevolmente la luce naturale proveniente dall’esterno. Resistenzaal fuoco, sicurezza antintrusione, fonoassorbenza e semplicità dimontaggio sono ulteriori plus della struttura.Sideral PrO è funzIonaLItà, eStetIca e deSIgn.

×