PROGETTAZIONE DI INTERVENTO FORMATIVO<br />Nella stesura del progetto seguo la traccia della “scheda di progetto” utilizza...
Denominazione: Blogghiamo tra i diritti e i doveri<br />L’intervento formativo si sviluppa come parte specifica al’interno...
RESPONSABILE: Patrizia Barison<br />Destinatari: <br />classe terza A (tempo lungo 8,00/15,30. 25 alunni) e terza B. tempo...
ANALISI DEI BISOGNI E MOTIVAZIONE:<br />sviluppo della comunicazione <br />sviluppo della modalità di pubblicare le inform...
FONTI BIBLIOGRAFICHE (letteratura di riferimento):<br />Dr. Seuss. Ortone e i piccoli chi<br />Roberto Piumini.  Lo zio ...
PIATTAFORMA:<br />Bloggerhttps://www.blogger.com/start. Servizio  gratuito di Google.<br />Blog  http://www.pbarison.blo...
OBIETTIVI EDUCATIVI:<br />Con il presente intervento formativo si vuole cercare di raggiungere gli obiettivi didattici sta...
OBIETTIVI DIDATTICI.<br />Comprendere la peculiarità relazionale della tecnologia del weblog.<br />Far recepire ai bambini...
I bambini impareranno a:<br />utilizzare gli strumenti del blog (navigare nel blog, linkare, taggare, leggere i post, sceg...
CONTESTO: Aula di informatica con 14 postazioni di lavoro. I bambini lavorano in coppia su uno stesso pc.<br />TEMPI: tutt...
CONTENUTI:<br />La legalità<br />I diritti e i doveri<br />Le regole della convivenza civile<br />RISORSE UMANE: Docenti d...
VALUTAZIONE:<br />Autovalutazione dei ragazzi attraverso un questionario di gradimento a fine anno.<br />Valutazione dell’...
CONSIDERAZIONI<br />Il progetto tiene conto del livello di conoscenza tecnologica dei bambini e si sviluppa con gradualità...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Intervento Formativo Blog Legalità

1,871 views
1,762 views

Published on

Progetto educativo e didattico per classe terza della scuola primaria relativo all'utilizzo di un blog per sensibilizzare i bambini sui concetti di diritti e doveri nella vita di tutti i giorni, per una convivenza civile.

Published in: Education, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,871
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
14
Actions
Shares
0
Downloads
14
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Intervento Formativo Blog Legalità

  1. 1. PROGETTAZIONE DI INTERVENTO FORMATIVO<br />Nella stesura del progetto seguo la traccia della “scheda di progetto” utilizzata presso l’Istituto Comprensivo Statale di Mestrino e Veggiano<br />
  2. 2. Denominazione: Blogghiamo tra i diritti e i doveri<br />L’intervento formativo si sviluppa come parte specifica al’interno di un progetto di Istituto denominato “Progetto Legalità” che coinvolge tutte le venti classi della scuola primaria Don Bosco di Mestrino. Il “Progetto Legalità” è realizzato in collaborazione con il Comune di Mestrino. All’interno di tale progetto sono previsti: interventi della Polizia Municipale per l’Educazione Stradale; cineforum successivo alla visione del dvd tratto dal libro di DrSeuss; utilizzo di una piattaforma moodle realizzata appositamente<br />
  3. 3. RESPONSABILE: Patrizia Barison<br />Destinatari: <br />classe terza A (tempo lungo 8,00/15,30. 25 alunni) e terza B. tempo normale 8,00/13,00. 26 alunni).<br />La popolazione scolastica è eterogenea: gli alunni appartengono a vari strati sociali e rappresentano diverse nazionalità (Romania, Nigeria, Albania, Ecuador, Moldavia, Marocco, Tunisi). Abitano tutti nel Comune dove la scuola è situata. <br />I due gruppi classi posseggono un basso livello di competenza informatica e di scrittura di testi. Il 10% di loro non ha il computer disponibile a casa.<br />Livello scolastico: primaria<br />
  4. 4. ANALISI DEI BISOGNI E MOTIVAZIONE:<br />sviluppo della comunicazione <br />sviluppo della modalità di pubblicare le informazioni in rete,<br />sviluppo della collettività<br />sviluppo dell’apprendimento collaborativo<br />sviluppo della sensibilizzazione al rispetto altrui <br />sviluppo dell’acquisizione di regole che portano ad assumere comportamenti, abitudini e conoscenze corrette<br />
  5. 5. FONTI BIBLIOGRAFICHE (letteratura di riferimento):<br />Dr. Seuss. Ortone e i piccoli chi<br />Roberto Piumini.  Lo zio diritto<br />Anna Sarfatti.  Chiama il diritto risponde il dovere<br />Anna Sarfatti.  La costituzione spiegata ai bambini<br />
  6. 6. PIATTAFORMA:<br />Bloggerhttps://www.blogger.com/start. Servizio gratuito di Google.<br />Blog  http://www.pbarison.blogspot.com/<br />
  7. 7. OBIETTIVI EDUCATIVI:<br />Con il presente intervento formativo si vuole cercare di raggiungere gli obiettivi didattici stabiliti attraverso l’utilizzo di un nuovo strumento: il blog. Esso, con le sue peculiarità, favorirà la comunicazione, la motivazione e l’interesse dei bambini durante lo sviluppo di questa esperienza educativo-didattica.<br />Acquisire il senso di responsabilità delle proprie azioni<br />Acquisire i principi su cui si basa la convivenza<br />Acquisire una presa di coscienza civile<br />Abituarsi ad uno sguardo aperto e sensibile al rispetto dei diritti umani.<br />
  8. 8. OBIETTIVI DIDATTICI.<br />Comprendere la peculiarità relazionale della tecnologia del weblog.<br />Far recepire ai bambini che internet è luogo di apertura e confronto.<br />Educare alla cultura della rete (netiquette).<br />Abituare alla collaborazione e alla condivisione delle idee<br />Far acquisire il carattere relazionale della scrittura.<br />Motivare alla lettura e alla scrittura. <br />Comprendere la relazione tra diritti e doveri.<br />Essere consapevoli dell’importanza delle leggi che regolano la vita in comune.<br />
  9. 9. I bambini impareranno a:<br />utilizzare gli strumenti del blog (navigare nel blog, linkare, taggare, leggere i post, scegliere i post, commentare in risposta ad un post, pubblicare un commento, invitare qualcuno a commentare)<br />rielaborare i propri pensieri e le proprie riflessioni tramite la scrittura<br />confrontarsi, relazionarsi all’interno del blog, mettendosi in discussione<br />
  10. 10. CONTESTO: Aula di informatica con 14 postazioni di lavoro. I bambini lavorano in coppia su uno stesso pc.<br />TEMPI: tutto l’anno scolastico. Un’ora alla settimana.<br />METODOLOGIE:<br />Lezioni frontali del docente (presentazione del blog come tecnologia comunicativa, presentazione dell’utilizzo del blog, conoscenza della piattaforma)<br />Letture dei testi in classe<br />Riflessione, discussione e condivisione nel blog.<br />
  11. 11. CONTENUTI:<br />La legalità<br />I diritti e i doveri<br />Le regole della convivenza civile<br />RISORSE UMANE: Docenti di classe delle varie discipline coinvolte: italiano, informatica, educazione alla convivenza civile.<br />
  12. 12. VALUTAZIONE:<br />Autovalutazione dei ragazzi attraverso un questionario di gradimento a fine anno.<br />Valutazione dell’esperienza da parte del docente in relazione alla modificazione dell’interesse, motivazione e al raggiungimento degli obiettivi formativi previsti: uso del blog, navigazione nel blog, interventi. <br />Valutazione della partecipazione al blog anche come pertinenza dei commenti.<br />Valutazione delle modificazioni della comunicazione dialogica all’interno della comunità fatta dai due gruppi classe.<br />Valutazione, come memoria dell’esperienza, tenendo traccia di volta in volta di quanto avviene.<br />A fine anno è possibile prevedere un questionario rivolto ai genitori per analizzare le ricadute formative che loro stessi hanno potuto osservare sui loro figli (interesse per la lettura, interesse per i pensieri degli altri, modificazione degli atteggiamenti verso gli altri, curiosità di accedere al blog anche da casa, desiderio di condividere con i genitori il proprio commento sul blog). All’interno dello stesso si richiederanno critiche, proposte e suggerimenti nell’ottica del miglioramento. Anche questo questionario è da considerarsi parte integrante della valutazione finale. Anch’esso permetterà di analizzare i risultati del percorso educativo e didattico per poter ri-progettare l’attività nell’anno seguente.<br />
  13. 13. CONSIDERAZIONI<br />Il progetto tiene conto del livello di conoscenza tecnologica dei bambini e si sviluppa con gradualità all’uso dello strumento, permettendo una serena familiarizzazione con esso. Il percorso si svilupperà attraverso l’alternanza di attività di lettura in classe, scelta dei post, da parte dell’insegnante o degli studenti, sui quali discutere, discussione e riflessione con i commenti nel blog.<br />L’intento è avviare alla creazione di una comunità di apprendimento e formazione all’interno di un contenitore, inizialmente vuoto, ma successivamente riempito con i contributi, di ciascun alunno protagonista, condivisi e co-costruiti con gli altri membri del gruppo allargato delle due classi. L’insegnante inizialmente guida e stimola rinforzando gli alunni alla conoscenza e utilizzo dello strumento.<br />Il tema della legalità è interdisciplinare ed extrascolastico, pertanto gli alunni sono stimolati ad accrescere il loro interesse e la loro motivazione arrivando a pubblicare in modo autonomo le loro riflessioni permettendone la condivisione e il confronto con quelle altrui. Inoltre i due gruppi classe possono interagire e relazionarsi in modo democratico attorno ai temi proposti confrontandosi in una comunicazione orizzontale non mediata che co-costruisce sapere. Ciò favorisce lo sviluppo di un atteggiamento costruttivo con senso di responsabilità di ciascuno relativamente a ciò che scrive valorizzando le peculiarità di ogni alunno.<br />C’è inoltre la possibilità di utilizzo del blog anche in orario extrascolastico (da casa) per coloro che sono provvisti di pc con accesso a internet, allargando la possibilità di condivisione delle attività scolastiche e di comunicazione allargata nel blog di classe con le famiglie.<br />

×