Your SlideShare is downloading. ×
Storia del turismo: viaggiare nel medioevo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Storia del turismo: viaggiare nel medioevo

3,141
views

Published on

Storia dei viaggi nel Medioevo

Storia dei viaggi nel Medioevo

Published in: Education

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,141
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
38
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Storia del turismo: viaggiare nel Medioevo www.passionfortourism.it
  • 2. Viaggiare nel Medioevo• Durante il Medioevo i viaggi di piacere diminuirono notevolmente www.passionfortourism.it
  • 3. MOTIVI DELLA DIMINUZIONE DEI VIAGGI DI PIACERE• la decadenza del commercio e dell’economia• l’aumento della povertà,• le frequenti guerre,• la mancanza di sicurezza www.passionfortourism.it
  • 4. Viaggiare nel Medioevo:le strade • I trasporti non videro significativi progressi tecnologici ; • le vie di comunicazione si contraddistinguevano per un’estrema povertà strutturale; • le strade medioevali erano generalmente inLe strade a lunga distanza, costruite dai forte pendenza, tortuoseromani, furono sostituite da una miriade di e anguste.piccole strade che collegavano i vari centri • La manutenzione erasparsi sul territorio spesso carente. www.passionfortourism.it
  • 5. Viaggiare nel Medioevo:mancanza di sicurezza • Viaggiare era pericoloso si rischiava di venire aggrediti, rapinati, truffati e anche uccisi. www.passionfortourism.it
  • 6. Medioevo:un’epoca di grandi spostamenti • Nonostante queste condizioni non favorevoli, il Medioevo fu un periodo di grandi spostamenti. • La maggior parte dei viaggi avvenivano verso luoghi vicini, per motiviViaggi più lunghi si effettuano religiosi e commerciali.prevalentemente per motivimilitari o per ricercare nuoveopportunità di scambicommerciali. www.passionfortourism.it
  • 7. Sulle strade medioevali• Sulle strade medioevali inoltre viaggiavano nobili, monaci, avventurieri giullari, vagabondi, poveri menestrelli e altri artisti di strada. www.passionfortourism.it
  • 8. Viaggiare nel Medioevo • Si viaggiava prevalentemente a piedi, mentre nobili e ecclesiastici si spostavano a cavallo. www.passionfortourism.it
  • 9. Viaggi per mare I viaggi per mare erano più rapidi ma molto pericolosi in quanto erano frequenti i naufragi a causa di tempeste e bufere; inoltre si rischiava di essere assaliti, derubati e anche uccisi dai pirati. www.passionfortourism.it
  • 10. La religione • Durante il Medioevo la religione svolgeva un ruolo molto importante nella vita delle persone e permeava ogni aspetto della vita quotidiana.L’uomo medievale sentiva profondamente il rapporto con il divino epercepiva la sua esistenza come una quotidiana lotta per lasalvezza e contro la tentazione. www.passionfortourism.it
  • 11. La religione • Durante questo periodo storico si afferma il culto dei santi e delle loro reliquie e questo portò migliaia di persone a mettersi in viaggio per poterle venerare. www.passionfortourism.it
  • 12. I pellegrinaggi • La fede spingeva l’uomo medievale ad abbandonare la sua casa, la sua quotidianità e gli affetti per mettersi in cammino verso luoghi sacri. Si trattava spesso di viaggi lunghi il cui ritorno non era così sicuro. www.passionfortourism.it
  • 13. Il pellegrino medievale • Si metteva in viaggio per vari motivi: per pura devozione, per ottenere il perdono, per espiare delle colpe, come ringraziamento per una grazia ricevuta e per ottenere qualcosa da Dio per se stessi o per altri. www.passionfortourism.it
  • 14. Il pellegrino medievale • Si trattava non solo di uomini, ma anche di donne, bambini e malati, ricchi e poveri. • Si spostavano generalmente in piccoli gruppi, in modo da aiutarsi reciprocamente durante il viaggio. www.passionfortourism.it
  • 15. Le più importanti mete • Tre erano le mete più importanti: • - Gerusalemme per pregare nei luoghi della vita e passione di Cristo; • - Roma in quanto centro della cristianità e luogo in cui venerare i primi martiri cristiani • - Santiago de Compostela dove venne scoperto il sepolcro dell’apostolo Giacomo evangelizzatore della Spagna. www.passionfortourism.it
  • 16. Santuari • Accanto a queste importanti mete si affermarono una enorme quantità di santuari che richiedevano spostamenti più ridotti nello spazio e nel tempo.www.passionfortourism.it
  • 17. I monasteri • Le prime forme di assistenza e ospitalità nei confronti dei pellegrini furono offerte dai monasteri, che avevano appositi locali per accogliere i pellegrini e viandanti, dove veniva offerto loro cibo e alloggio. www.passionfortourism.it
  • 18. Regola di San Benedetto • San Benedetto inserì questo dovere di ospitalità tra le regole del suo ordine a cui i monaci si dovevano attenere accogliendo tutti gli ospiti come Cristo stesso. Il dovere dell’accoglienza era previsto anche in altre regole monastiche del tempo . www.passionfortourism.it
  • 19. Altre forme di ospitalità • Oltre all’ospitalità fornita dai monasteri già dal IV secolo in Oriente esistevano gli xenodochia, (che significa “case d’ospiti”) gestiti da religiosi che nel VI secolo si diffusero anche in Europa. • Nel VIII secolo al termine xenodochia si affianca quello di origine latina hospitale o hospitium, che significa letteralmente “la stanza della casa riservata agli ospiti”. www.passionfortourism.it
  • 20. Locande nel Basso Medioevo • Mentre nell’Alto Medioevo sono prevalenti queste forme di accoglienza gratuita gestite prevalentemente da ordini religiosi, nel Basso Medioevo, grazie all’aumento dei traffici commerciali, si diffondono forme di ospitalità a pagamento come le locande. www.passionfortourism.it
  • 21. I viaggi dei mercanti • I mercanti hanno sempre viaggiato per tutto il Medioevo, scambiando merci tra città e campagna ma anche tra Oriente e Occidente www.passionfortourism.it
  • 22. I viaggi dei mercanti • A partire dall’anno Mille, si determinò una ripresa dell’economia e un significativo incremento degli scambi commerciali . L’espansione dei commerci ebbe una dimensione non solo locale ma anche internazionale. • Merci e prodotti circolavano in Europa, ma anche in Africa e nellestremo Oriente. www.passionfortourism.it
  • 23. Viaggi dei mercanti • Sulle coste italiane si svilupparono le repubbliche marinare di Genova, Pisa e Venezia le cui flotte dominarono i commerci del Mediterraneo. • I mercanti di queste repubbliche per procurarsi i beni di lusso più richiesti inIl più famoso di questi mercanti è occidente, quali la seta e lestato senza dubbio Marco Polo, spezie, intrapresero viaggisia per la durata e numerosità avventurosi per entrare indei viaggi intrapresi sia per il contatto con i mercati asiatici.racconto che ci è pervenutotramite “Il Milione”. www.passionfortourism.it
  • 24. Fiere • Fanno la loro comparsa le prime fiere e mercati e pian piano un numero crescente di città europee diventarono sedi di importanti fiere. • Le fiere più famose erano le fiere diLe fiere diedero un forte impulso allo sviluppo champagne in Franciadi strutture appositamente dedicate ai turisti,che offrivano servizi di ospitalità, ristorazione eintrattenimento. www.passionfortourism.it
  • 25. La via della seta • Ad usare per primo questo termine fu Marco Polo ma si deve ad un esploratore e geografo tedesco, il barone Ferdinand von Richthofen, aver coniato questo termine per indicare non una sola via ma un insieme di strade attraverso le quali, fin dal II secolo dopo Cristo, merci preziose quali la seta ma anche spezie, oro, avorio, pietre preziose etc. provenienti da ogni parte dell’oriente venivano trasportate in Europa. www.passionfortourism.it
  • 26. La via della seta • E’ stata importante per due aspetti: • - ha stimolato la crescita di un sofisticato insieme di strutture e servizi a supporto dei mercanti quali i caravanserragli, imponenti costruzioni dove trovavano alloggio i componenti delle carovane e i loro animali, servizi di trasporto su cammelli e guide; • - ha determinato uno scambio culturale tra Oriente e Occidente. www.passionfortourism.it
  • 27. I viaggi degli studenti • A partire dal 1200 iniziarono a nascere le prime università (Parigi, Bologna, Padova, Oxford..) e questo rappresentò l’occasione per molti giovani di viaggiare. • Gli studenti affrontavano viaggi anche molto lunghi per seguire le lezioni di un determinato maestro. Tali viaggi erano anche favoriti dall’uso di una lingua comune rappresentata dal latino www.passionfortourism.it
  • 28. I viaggi degli studenti • Nasce quindi in questo periodo, sia pur in una forma embrionale e limitata a pochi privilegiati, il turismo per motivi di studio e di ricerca. www.passionfortourism.it