Pennati - Le associazioni di pazienti

1,166 views
1,103 views

Published on

Quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,166
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
27
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Ma torniamo all’argomento di oggi: l’obiettivo di questa esposizione è quello di tentare di fornire uno strumento semplice, rapido ed efficiente di valutazione per cercare di comprendere, possibilmente senza grossi sforzi, se l’associazione (movimento, organizzazione) cui diamo, od a cui vorremmo dare, sostegno sia veramente no profit o possa celare altri interessi.
  • Pennati - Le associazioni di pazienti

    1. 1. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Milano, 24 novembre 2009 Pierluigi Pennati
    2. 2. <ul><li>Sommario: </li></ul><ul><li>Il conflitto di interessi </li></ul><ul><ul><li>Interessi nelle associazioni </li></ul></ul><ul><ul><li>Interessi in sanità </li></ul></ul><ul><ul><li>Interessi nei finanziatori </li></ul></ul><ul><ul><li>Forme di conflitto </li></ul></ul><ul><li>Le associazioni di pazienti </li></ul><ul><li>Rapporti con i finanziatori </li></ul><ul><li>Strumenti </li></ul><ul><ul><li>EBH </li></ul></ul><ul><ul><li>prevenzione e verifica </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse
    3. 3. Il conflitto di interessi L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi
    4. 4. http://it.wikipedia.org/wiki/Conflitto_di_interessi L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Si verifica un conflitto di interessi quando viene affidata un'alta responsabilità decisionale ad un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l'imparzialità richiesta da tale responsabilità, che può venire meno visti i propri interessi in causa. Il verificarsi di un conflitto non costituisce di per sé prova che siano state commesse scorrettezze , può tuttavia costituire un'agevolazione nel caso in cui si cerchi di influenzare il risultato di una decisione per trarne un beneficio. L'essere in conflitto di interessi ed abusare effettivamente della propria posizione restano però due aspetti distinti: un soggetto coinvolto, infatti, potrebbe non agire mai in modo improprio. Tuttavia un conflitto di interessi esiste a prescindere che ad esso segua una condotta impropria o meno . Il conflitto di interessi
    5. 5. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse <ul><li>Ambito e latitudine giuridica: </li></ul><ul><ul><li>riguarda prevalentemente la sfera delle relazioni tra privati; </li></ul></ul><ul><ul><li>nell’ambito pubblicistico esige una definizione tassativa con legge ordinaria (che oggi manca); </li></ul></ul><ul><ul><li>all’interno del concetto giuridico di conflitto di interessi vi è una gamma di situazioni giuridicamente rilevanti che non si presta ad essere ricondotta ad unità da un’espressione etimologica come il conflitto di interessi; </li></ul></ul><ul><ul><li>il concetto giuridico di conflitto di interessi è oggi usato in forma atecnica perché influenzato da scopi “politici” contingenti e transitori. </li></ul></ul>La legge e i conflitti di interessi Il conflitto di interessi
    6. 6. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse <ul><li>Nel Codice Civile </li></ul><ul><li>Si parla di conflitto di interessi: </li></ul><ul><ul><li>nell’esercizio della patria potestà (art. 320 c.c. comma 5); </li></ul></ul><ul><ul><li>nella tutela (art. 347 c.c.); </li></ul></ul><ul><ul><li>nella rappresentanza (art. 1394) “ Il contratto concluso da rappresentante in conflitto di interessi col rappresentato può essere annullato su domanda del rappresentato, se il conflitto era conosciuto o riconoscibile dal terzo”. </li></ul></ul>Il conflitto di interessi
    7. 7. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse CONFLITTO DI INTERESSI NELLA “NUOVA” NORMATIVA CODICISTICA SOCIETARIA Dal Codice Civile a seguito della riforma attuata con Dlgs 17.1.2003 n. 6 (cosiddetto nuovo diritto societario). Nelle società per azioni Art. 2373 “ La deliberazione approvata con il voto determinante dei soci che abbiano, per conto proprio o di terzi, interessi in conflitto con quello della società è impugnabile … qualora possa recarle danno”. Conflitto di interessi Art. 2391 1° comma Interessi dell’amministratore: “ L’amministratore deve dare notizia agli altri amministratori e al Collegio sindacale di ogni interesse che, per conto proprio di terzi, abbia in una determinata operazione della società ecc.; se si tratta di amministratore delegato, deve altresì astenersi dal compiere l’operazione investendo della stessa l’Organo collegiale omissis. 3° comma “ In ogni caso sono salvi i diritti acquistati in buonafede dai terzi in base ad atti compiuti in esecuzione della deliberazione (del Consiglio di Amministrazione)”. Nelle società a responsabilità limitata Art. 2475 ter “conflitto di interessi” “ I contratti conclusi dagli amministratori che hanno la rappresentanza della società in conflitto di interessi, per conto proprio di terzi, con la medesima possono essere annullati su domanda della società, se il conflitto era conosciuto o riconoscibile dal terzo”. Il conflitto di interessi
    8. 8. “ Nessuno può essere punito per un fatto che non sia espressamente preveduto dalla legge come reato, né con pene che non siano da essa stabilite”. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Nel Codice penale Vi è un’unica previsione nel Codice penale in materia di conflitto di interessi. Art. 121 (conflitto di interessi del curatore di un minore nell’esercizio della querela): “ Se la persona offesa (da un reato) è minore degli anni quattordici o inferma di mente, e non v’è chi ne abbia rappresentanza, ovvero chi la esercita si trova con la persona medesima in conflitto di interessi il diritto di querela è esercitato da un curatore speciale”. n.b.: art. 1 c.p.: Il conflitto di interessi
    9. 9. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Principi ricavabili dalle norme codicistiche: <ul><ul><li>il conflitto di interessi non costituisce di per sé un illecito; </li></ul></ul><ul><ul><li>non vi è una definizione legale di conflitto di interessi, ma il concetto giuridico di conflitto deriva dalla fattispecie descritta da una norma ed è riferibile a specifiche condizioni soggettive ed a precise circostanze di fatto; </li></ul></ul><ul><ul><li>il conflitto può consistere nel comportamento di chi, disponendo di una facoltà o di un diritto, se ne serve per esercitarla a favore di sé o di altri (“conflitto riflessivo”); </li></ul></ul><ul><ul><li>ovvero per porre altri in condizioni di svantaggio rispetto a sé ovvero rispetto ad altri (“conflitto antagonista”); </li></ul></ul><ul><ul><li>il conflitto deve essere riconoscibile; </li></ul></ul><ul><ul><li>il terzo “di buona fede” viene sempre garantito . </li></ul></ul><ul><ul><li>il conflitto di interessi non integra di per sé una fattispecie di reato; </li></ul></ul>Il conflitto di interessi
    10. 10. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse In conclusione: http://www.ministerosalute.it/ecm/ecmimgs/C_18_primopiano_8_listafile_file_4_linkfile.pdf <ul><ul><li>il conflitto di interessi consiste ed è individuabile in un comportamento e dunque in un “fare”, non in un “essere” (così si differenzia dalla “incompatibilità”); </li></ul></ul><ul><ul><li>il conflitto di interessi può coesistere con un illecito penale (ad esempio: abuso d’ufficio di cui all’art. 323 c.p. da parte del pubblico Ufficiale e dell’incaricato di pubblico servizio; ed interesse privato in atti d’ufficio – art. 324 c.p. – da parte del Pubblico Ufficiale); ma non necessariamente (v. sopra); </li></ul></ul><ul><ul><li>il conflitto di interessi può esprimere una semplice condizione di pericolo che non può dirsi realizzata per il solo fatto di esistere; </li></ul></ul><ul><ul><li>ogni previsione regolamentare che precluda una determinata attività, in caso sussista conflitto di interessi inteso come pericolo, è ispirata “soltanto” al – giusto “principio di precauzione”, che va però bilanciato con altri “interessi” individuali collettivi (“diritti delle libertà” e “diritti sociali”). </li></ul></ul>art. 1 c.p.: “ Nessuno può essere punito per un fatto che non sia espressamente preveduto dalla legge come reato, né con pene che non siano da essa stabilite”. Il conflitto di interessi
    11. 11. <ul><li>la partecipazione ad un appalto o transazione essendo a conoscenza dei termini riservati di proposta (insider trading); </li></ul><ul><li>un giudice che giudica o un pubblico ministero che imputa un proprio familiare o conoscente in una causa o si attivi su una questione in cui lui o i suoi interessi sono coinvolti; </li></ul><ul><li>un politico con una posizione di rilievo o d'influenza che utilizzi questi suoi poteri per spingere il legislatore ad approvare l'abrogazione o la modifica d'una legge che lo imputa di un qualche reato o che lo coinvolga in qualche modo; </li></ul>Esempi di conflitto di interessi possono essere: <ul><li>il presidente di un organo di garanzia che possiede o ha interessi di tipo economico e/o personale in (o contro) un'azienda oggetto dell'analisi di tale organo, o ricopre cariche pubbliche nell'istituzione che deve controllare; </li></ul><ul><li>uno studente che insegni una qualsiasi materia presso il corso di laurea al quale è iscritto. </li></ul>http://it.wikipedia.org/wiki/Conflitto_di_interessi L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi
    12. 12. Il conflitto di interessi nelle associazioni L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi Interesse primario Oggetto sociale (solidarietà) Interesse secondario GUADAGNO economico Potere e successo
    13. 13. Il conflitto di interessi nelle associazioni L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Associazione Operatori Associati Il conflitto di interessi INTERESSE IN GIOCO FRUITORE Potere e successo Necessità di finanziamento Oggetto sociale
    14. 14. Privati Necessità di finanziamento Rapporti con i finanziatori L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi Pazienti Filantropi … Aziende Del settore Di altri settori … Operatori sanitari Medici Farmacisti … ?……… ……… . ?……. ?…….
    15. 15. Rapporti con gli associati L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Potere e successo Il conflitto di interessi
    16. 16. Il conflitto di interesse in sanità Interesse primario Interesse secondario GUADAGNO economico L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi PAZIENTE Sviluppo scientifico Notorietà
    17. 17. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Qualità delle nuove conoscenze Rispetto dei diritti Progresso delle cure (diagnosi) Contenimento delle spese Carriera e successo Profitto economico La Scienza I malati presenti I malati futuri Lo Stato I medici/ricercatori Le aziende Il conflitto di interessi INTERESSE IN GIOCO FRUITORE
    18. 18. Interesse primario Interesse secondario L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Il conflitto di interessi dei finanziatori GUADAGNO economico Carriera e successo PROFITTO economico Crescita aziendale Il conflitto di interessi
    19. 19. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Dirigenti interni Utilizzatore Azienda Carriera e successo Profitto economico Qualità / prezzo del prodotto Il conflitto di interessi dei finanziatori Il conflitto di interessi INTERESSE IN GIOCO FRUITORE
    20. 20. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Si può eliminare il conflitto di interessi? VI SONO SEMPRE INTERESSI IN GIOCO Qualità delle nuove conoscenze Rispetto dei diritti Progresso delle cure (diagnosi) Contenimento delle spese Carriera e successo Profitto economico Oggetto Scienza Malati presenti Malati futuri Stato Medici / Ricercatori Aziende Fruitore Il conflitto di interessi
    21. 21. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Forme di conflitto di interessi in sanità Conflitto diretto Conflitto indiretto ? Il conflitto di interessi
    22. 22. <ul><li>Sommario: </li></ul><ul><li>Il conflitto di interessi </li></ul><ul><li>Le associazioni di pazienti </li></ul><ul><li>Rapporti con i finanziatori </li></ul><ul><li>Strumenti </li></ul><ul><ul><li>EBH </li></ul></ul><ul><ul><li>prevenzione e verifica </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse
    23. 23. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Associazione / movimento Società / cooperativa Fondazione Forme legali di aggregazione Le associazioni di pazienti Tipo Soggetto Oggetto Opzionale
    24. 24. http://it.wikipedia.org/wiki/Associazione_(diritto) Associazione Nell'ordinamento giuridico italiano, l'associazione è una delle forme aggregative riconosciute dalla legge, che ne tutela la libertà costitutiva e le forme di attività. Ha base personale anche il comitato mentre la fondazione è caratterizzata esclusivamente dall'elemento patrimoniale. Le associazioni, riconosciute o non riconosciute come persone giuridiche sono gruppi di persone liberamente costituiti, che svolgono la loro attività prevalentemente attraverso prestazioni personali o patrimoniali, volontarie o meno, degli aderenti (associati). L'associazione è quindi la risultante di un contratto tra due o più soggetti con cui le parti si obbligano, attraverso una organizzazione stabile, a perseguire uno scopo comune diverso da quello per cui la legge stabilisce una forma particolare (come ad esempio avviene per le società che perseguono lo scopo lucrativo e le cooperative che perseguono uno scopo mutualistico). L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    25. 25. Associazione di pazienti Gruppo di persone, in maggioranza affette o direttamente interessate ad una o più patologie, liberamente costituite, che svolgono la loro attività prevalentemente attraverso prestazioni personali o patrimoniali, volontarie o meno, degli aderenti (associati). Non ha scopo lucrativo (società) Non è unicamente un patrimonio (fondazione) Non ha scopo mutualistico (cooperative) Hanno differente forma legale } L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    26. 26. La sigla ONLUS indica una categoria tributaria che gli articoli 10 e seguenti del D.Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, prevedono possa essere assunta da associazioni, comitati, fondazioni, società cooperative e altri enti di carattere privato, con o senza personalità giuridica, i cui statuti o atti costitutivi, redatti nella forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata, prevedono espressamente una serie di requisiti. O rganizzazione N on L ucrativa di U tilità S ociale Si distinguono in questo quadro le ONLUS Tale qualifica attribuisce la possibilità di godere di agevolazioni fiscali. Le onlus rilevano esclusivamente ai fini fiscali. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    27. 27. <ul><li>Legge 23 dicembre 1996, n. 662 </li></ul><ul><li>Legge 31 luglio 1997, n.259 </li></ul><ul><li>DL 4 dicembre 1997 n. 460 </li></ul><ul><li>Controllo sulla gestione delle organizzazioni di volontariato </li></ul><ul><li>Anagrafe delle associazioni di volontariato </li></ul><ul><li>Circolare 26 febbraio 2003, n. 14/E </li></ul><ul><li>Regole per diventare ONLUS </li></ul><ul><li>Assoluta coerenza con i propri fini </li></ul><ul><li>Regole ineludibili </li></ul>Legge Quadro sul volontariato n. 266 del 11/08/91 L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse <ul><li>articolo 30, DL 185/2008 convertito con modificazioni dalla legge 2/2009 </li></ul><ul><li>Controlli sui circoli privati </li></ul>Le associazioni di pazienti
    28. 28. ONLUS: PROSPETTO RIEPILOGATIVO DEI REQUISITI Allegato 1 Circolare 26 febbraio 2003, n. 14/E (art. 10 del D.lgs. 4 dicembre 1997, n. 460) Clausole statutarie: <ul><li>Svolgimento di attività in uno o più dei settori tassativamente individuati all'art. 10, comma 1, lett. a) del D.lgs. n. 460. </li></ul><ul><li>Esclusivo perseguimento di finalità solidaristiche. </li></ul><ul><li>Divieto di svolgere attività diverse da quelle appena elencate, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse. </li></ul><ul><li>Divieto di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione. </li></ul><ul><li>Obbligo di impiegare gli utili o avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse. </li></ul><ul><li>Obbligo di devolvere il patrimonio, in caso di scioglimento, ad altre ONLUS o ai fini di utilità sociale (sentito l'organismo di controllo - Agenzia per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale - istituito con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 settembre 2000). </li></ul><ul><li>Obbligo di redigere il bilancio o rendiconto annuale. </li></ul><ul><li>Obbligo di uniformare l'organizzazione a principi di democrazia interna (solo per le associazioni). </li></ul><ul><li>Uso dell'acronimo ONLUS. </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    29. 29. art. 10 del D.lgs. 4 dicembre 1997, n. 460 <ul><li>Sono organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) le associazioni, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e gli altri enti di carattere privato, con o senza personalità giuridica, i cui statuti o atti costitutivi, redatti nella forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata, prevedono espressamente: </li></ul><ul><ul><li>lo svolgimento di attività in uno o più dei seguenti settori: </li></ul></ul><ul><ul><li>l'esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale; </li></ul></ul><ul><ul><li>il divieto di svolgere attività diverse da quelle menzionate alla lettera a) ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse; </li></ul></ul><ul><ul><li>il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre ONLUS che per legge, statuto o regolamento fanno parte della medesima ed unitaria struttura; </li></ul></ul><ul><ul><li>l'obbligo di impiegare gli utili o gli avanzi di gestione per la realizzazione delle attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse; </li></ul></ul><ul><ul><li>l'obbligo di devolvere il patrimonio dell'organizzazione, in caso di suo scioglimento per qualunque causa, ad altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge; </li></ul></ul><ul><ul><li>l'obbligo di redigere il bilancio o rendiconto annuale; </li></ul></ul><ul><ul><li>disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l'effettività del rapporto medesimo, escludendo espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa e prevedendo per gli associati o partecipanti maggiori d'età il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione; </li></ul></ul><ul><ul><li>l'uso, nella denominazione ed in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico, della locuzione &quot;organizzazione non lucrativa di utilità sociale&quot; o dell'acronimo &quot;ONLUS&quot;. </li></ul></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    30. 30. <ul><li>4-quinquies. </li></ul><ul><li>Le disposizioni di cui ai commi 3, 4-bis, 4-ter e 4-quater si applicano a condizione che le associazioni interessate si conformino alle seguenti clausole, da inserire nei relativi atti costitutivi o statuti redatti nella forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata: </li></ul><ul><ul><li>divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge; </li></ul></ul><ul><ul><li>obbligo di devolvere il patrimonio dell'ente, in caso di suo scioglimento per qualunque causa, ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge; </li></ul></ul><ul><ul><li>disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative volte a garantire l'effettività del rapporto medesimo, escludendo espressamente la temporaneità della partecipazione alla vita associativa e prevedendo per gli associati o partecipanti maggiori d'età il diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell'associazione; </li></ul></ul><ul><ul><li>obbligo di redigere e di approvare annualmente un rendiconto economico e finanziario secondo le disposizioni statutarie; </li></ul></ul><ul><ul><li>eleggibilità libera degli organi amministrativi, principio del voto singolo di cui all'articolo 2532, secondo comma, del codice civile, sovranità dell'assemblea dei soci, associati o partecipanti e i criteri di loro ammissione ed esclusione, criteri e idonee forme di pubblicità delle convocazioni assembleari, delle relative deliberazioni, dei bilanci o rendiconti; </li></ul></ul><ul><ul><li>intrasmissibilità della quota o contributo associativo ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e non rivalutabilità della stessa. </li></ul></ul>art. 5 del D.lgs. 4 dicembre 1997, n. 460 L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    31. 31. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse 14 maggio 2008 Le associazioni di pazienti
    32. 32. Nel 1999 l'ISTAT ha censito 221.412 istituzioni non profit L’Espresso parla di 3.000 onlus fasulle smascherate in 3 anni: evadevano cioè le tasse. di queste il 91% erano onlus (~ 201.500) L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le associazioni di pazienti
    33. 33. <ul><li>Sommario: </li></ul><ul><li>Il conflitto di interessi </li></ul><ul><li>Le associazioni di pazienti </li></ul><ul><li>Rapporti con i finanziatori </li></ul><ul><li>Strumenti </li></ul><ul><ul><li>EBH </li></ul></ul><ul><ul><li>prevenzione e verifica </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse
    34. 34. Sprovveduti : Persone che con il loro agire danneggiano se stesse mentre producono un vantaggio per qualcun altro. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Intelligenti Sprovveduti Banditi Terza (ed aurea) legge della stupidità umana di Carlo Maria Cipolla Intelligenti : Persone le cui azioni avvantaggiano loro e anche gli altri. Banditi : Persone che agiscono in modo da trarne vantaggio ma danneggiare gli altri. Stupidi : Persone che agiscono in modo da causare un danno a un’altra persona o gruppo di persone senza realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo un danno. I rapporti con i finanziatori Stupidi Danni o vantaggi che l'individuo procura a se stesso 0 + - + - Danni o vantaggi che l'individuo procura agli altri
    35. 35. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Rapporto ideale tra gli interessi in gioco INTERESSE Aziende Sanità Paziente Stato Ricerca I rapporti con i finanziatori
    36. 36. <ul><li>Sommario: </li></ul><ul><li>Il conflitto di interessi </li></ul><ul><li>Le associazioni di pazienti </li></ul><ul><li>Rapporti con i finanziatori </li></ul><ul><li>Strumenti </li></ul><ul><ul><li>EBH </li></ul></ul><ul><ul><li>prevenzione e verifica </li></ul></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse
    37. 37. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse EBH = Evidence Based Honesty = onestà basata sulle prove Gli strumenti di gestione
    38. 38. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Che cosa è l’EBH? L’onestà basata sulle prove (EBH), così come per la medicina basata sulle prove (EBM), mira a far applicare le prove acquisite dal metodo scientifico per alcune parti di partecipazione sociale. Essa mira a valutare la qualità delle prove rilevanti per l'onestà delle persone e dei gruppi di pressione (tra i quali la mancanza di diritti). “ L’onestà basata sulle prove è l'uso coscienzioso, esplicito e giudizioso della migliore evidenza disponibile nel coinvolgere le persone nelle attività di lobby&quot;. L’EBH riconosce che molti aspetti della partecipazione a movimenti sociali dipendono da fattori individuali come lealtà e correttezza, che sono solo parzialmente soggetti a metodi scientifici. EBH, tuttavia, cerca di chiarire le parti caratteristiche che possono essere in linea di principio soggette a metodi scientifici ed applicarsi questi metodi per garantire la migliore previsione dei risultati del comportamento sociale, come anche il dibattito su quali risultati sono auspicabili continuatamente. Praticare l’EBH impone competenze di base psicologiche, sociali e giuridiche, ma anche esperienza nel recuperare, interpretare e applicare i risultati di studi scientifici e nel comunicare i rischi ei benefici dei diversi corsi d'azione per i partecipanti. Gli strumenti di gestione
    39. 39. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse L’Evidence-Based Practice Nel 1996 il suo discorso inaugurale come presidente della Royal Statistical Society, Adrian Smith prese la medicina basata sulle prove come esempio per tutte le politiche pubbliche. Egli propose che la Evidence-Based Practice debba essere istituita per l'educazione, le carceri e la polizia politica e tutti i settori di governo. L’onestà basata sulle prove è consigliata come prassi normale per selezionare interlocutori affidabili e onesti. Gli strumenti di gestione
    40. 40. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Prevenire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione Unilaterali Bilaterali Adozione di protocolli e/o regolamenti
    41. 41. Riconoscere i conflitti di interesse ANALISI Statuto Bilancio <ul><li>Democrazia </li></ul><ul><li>Partecipazione </li></ul><ul><li>Consultazione </li></ul><ul><li>Controllo </li></ul><ul><li>Patrimonio </li></ul><ul><li>… </li></ul><ul><li>Chiarezza </li></ul><ul><li>… </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Attività e relazioni <ul><li>Pubbliche </li></ul><ul><li>Interne </li></ul><ul><li>Operatori </li></ul><ul><li>… </li></ul>Gli strumenti di gestione
    42. 42. TRASPARENZA L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse In una parola: Gli strumenti di gestione
    43. 43. Obiettivo: Avere a disposizione un semplice, rapido ed efficiente strumento di valutazione per la cercare di comprendere (senza grossi sforzi) se l’associazione (movimento, organizzazione) in oggetto possa celare secondi fini. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione
    44. 44. Metodo: Valutare la struttura dell’associazione, movimento od organizzazione che ci interessa attraverso la lettura del suo statuto e del materiale a disposizione e/o da questa diffuso, includendo i criteri generali di democrazia, trasparenza ed efficacia delle sue attività ed azioni. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione
    45. 45. Statuto DENTRO FUORI L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione Immagine Statuto Volontari Soci Organi
    46. 46. L’analisi della struttura inizia dal suo statuto che è anche il primo e fondamentale strumento di chiarezza. L’indisponibilità totale o parziale dello statuto è sintomo di scarsa trasparenza, equivale a nascondere i propri dati anagrafici. TRASPARENZA! L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione
    47. 47. Lo statuto DENTRO L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Gli strumenti di gestione Elementi di chiarezza: Statuto disponibilie. Struttura democratica. Tutti possono associarsi. Elezioni periodiche. Obbligo di formare il bilancio. Disponibilità ed approvazione del bilancio. Nessuna distribuzione utili o capitale (se non ad onlus). Accesso libero a tutte le informazioni sociali. Disciplina uniforme del rapporto e delle modalità associative. Esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale. Divieto di svolgere attività diverse. Patrimonio definito e dettagliato. Elementi dubbi: Statuto indisponibile (o solo stralci). Struttura bloccata. Regole particolari per associarsi. Elezioni non previste (od “all’occorrenza”). Bilancio non menzionato. Indisponibilità del bilancio. Distribuisce utili (o non lo menziona). Informazioni sociali riservate. Possibilità di partecipazione temporanea. Solidarietà allargata o non definita. Attività generica. Patrimonio generico.
    48. 48. FUORI L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse Le attività Gli strumenti di gestione Elementi di chiarezza: Rinnova periodicamente gli organi sociali Dichiara la provenienza ed impiego dei propri fondi. Si coordina con altre associazioni autonome con finalità analoghe. Ha servizi destinati a tutti e non solo ai soci. Livelli direttivi coperti da parte di pazienti e/o loro familiari. Svolge esclusivamente attività sociali. Le sue iniziative sono affiancate da soggetti eterogenei. Ha strumenti certi di feedback dei pazienti. Indica le iniziative future. Promuove eventi con frequenza. Cerca il coinvolgimento sociale. Ha obiettivi semplici e definiti. Ha una sede indipendente. Elementi dubbi: Non rinnova mai gli organi sociali. Non dichiara la provenienza ed impiego dei propri fondi. Svolge attività isolata e/o considera rivali gli altri con finalità simili. I suoi servizi sono destinati ai soli iscritti. Livelli direttivi ricoperti da operatori del settore. Svolge attività commerciali preponderanti. Le sue iniziative sono affiancate da soggetti interesssati. Non ha strumenti certi di feedback sui pazienti. Non indica le iniziative future. Non promuove mai eventi. Non è interessata al coinvolgimento sociale. I suoi obiettivi sono generici. Ha sede presso strutture di dubbia indipendenza.
    49. 49. <ul><li>Sommario: </li></ul><ul><li>Il conflitto di interessi </li></ul><ul><li>Le associazioni di pazienti </li></ul><ul><li>Rapporti con i finanziatori </li></ul><ul><li>Strumenti </li></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse
    50. 50. <ul><li>Il conflitto di interessi è ineludibile ( ci sono sempre intereressi in gioco ) </li></ul>L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse <ul><li>I comportamenti non sono difficili da valutare se si hanno a disposizione i documenti sociali, in particolare l’atto costitutivo ed i dati di bilancio (almeno aggregati). </li></ul><ul><ul><li>Democrazia, trasparenza e chiarezza sono elementi privilegiati (EBH) . </li></ul></ul><ul><li>L’atteggiamento di chiusura ed auto-protezione dell’interesse sociale o privato non rende possibile una valutazione di affidabilità consigliando un atteggiamento prudente ed una valutazione negativa . </li></ul><ul><li>In economia il maggior risultato comune si ottiene quando le cui azioni avvantaggiano in modo bilanciato tutti i soggetti coinvolti (Carlo Maria Cipolla) </li></ul>
    51. 51. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse www.psoriasispatients.eu
    52. 52. L'associazione di pazienti: quali rapporti con i finanziatori e con i pazienti, quali meccanismi e strumenti per gestire i conflitti di interesse &quot;Ogni arte persegue un certo fine, ma appare evidente che vi è differenza tra i fini: alcuni sono attività; altri sono opere, che stanno al di là di quelle“ Aristotele Pierluigi Pennati Il non profit autentico non svolge attività, ma realizza opere - che stanno al di là di quelle. Stefano Zamagni presidente dell'Agenzia per le ONLUS

    ×