Your SlideShare is downloading. ×
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Avvisi villa d'adige 16 22.09.2013

54

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
54
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. IL REGNO È IN MEZZO A NOIIL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUOFIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO IL REGNO È IN MEZZO A NOIIL REGNO È IN MEZZO A NOI FIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUOFIGLIO, QUELLO CHE È MIO È TUO
  • 2. CONDIZIONI per PARTECIPARE al RegnoCONDIZIONI per PARTECIPARE al Regno Domenica 24 CENTRO del vangelo di LUCA Tre parabole sugli SMARRITI che entrano nel Regno (i peccatori nel vangelo di Luca:) - Pietro, il peccatore, diventa “pescatore di uomini” - Il samaritano, eretico, diventa modello per “amare come lui” - La peccatrice che bacia i piedi di Gesù, diventa vangelo vivente - Il pubblicano, non praticante, esce della preghiera “salvato” - Disma, il ladrone, entra con Gesù in Paradiso...
  • 3. La samaritana Icona di Disma il p VENITE TUTTI NEL REGNO
  • 4. Lc 15,1-32Lc 15,1-32 In quel tempo,In quel tempo, si avvicinavano a Gesùsi avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e itutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. Ipeccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribifarisei e gli scribi mormoravano dicendo:mormoravano dicendo: «Costui accoglie i«Costui accoglie i peccatori e mangia conpeccatori e mangia con loro».loro». “Il figliol prodigo” di Rembrant
  • 5. Se davanti al grande amore di Gesù non ti senti peccatore, non c’è bisogno di continuare a leggere Il vangelo odierno è indirizzato aIl vangelo odierno è indirizzato a coloro che indicano i peccati altruicoloro che indicano i peccati altrui
  • 6. Ed egli disse loroEd egli disse loro questa parabola: «Chiquesta parabola: «Chi di voi, se ha centodi voi, se ha cento pecore e ne perde una,pecore e ne perde una, non lascia lenon lascia le novantanove nelnovantanove nel deserto e va in cercadeserto e va in cerca di quella perduta,di quella perduta,
  • 7. Per l’Amore sproporzionato di Dio,Per l’Amore sproporzionato di Dio, quando una pecorella si smarrisce,quando una pecorella si smarrisce, diventa la più importantediventa la più importante Dio si pentì del male che aveva minacciato ai peccatori (1a lettura)
  • 8. Quando l’ha trovata, pieno diQuando l’ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle,gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e iva a casa, chiama gli amici e i vicini e dice loro: “Rallegratevivicini e dice loro: “Rallegratevi con me, perché ho trovato lacon me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si eramia pecora, quella che si era perduta”. Io vi dico: così vi saràperduta”. Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un sologioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, piùpeccatore che si converte, più che per novantanove giusti iche per novantanove giusti i
  • 9. Quando ci lasciamo prendereQuando ci lasciamo prendere da Dio, nel cielo c’è gioiada Dio, nel cielo c’è gioia Gesù viene a salvare i peccatori (2a lettura)
  • 10. Oppure, quale donna,Oppure, quale donna, se ha dieci monete ese ha dieci monete e ne perde una, nonne perde una, non accende la lampada eaccende la lampada e spazza la casa espazza la casa e cerca accuratamentecerca accuratamente finché non la trova?finché non la trova?
  • 11. Egli ama tanto !Egli ama tanto ! Dio ci cerca come ilDio ci cerca come il miglior tesoromiglior tesoro
  • 12. E dopo averla trovata,E dopo averla trovata, chiama le amiche e lechiama le amiche e le vicine, e dice:vicine, e dice: “Rallegratevi con me,“Rallegratevi con me, perché ho trovato laperché ho trovato la moneta che avevomoneta che avevo perduto”. Così, io viperduto”. Così, io vi dico, vi è gioia davantidico, vi è gioia davanti agli angeli di Dio per un
  • 13. Sprechiamo una vitaSprechiamo una vita così ricca davanti acosì ricca davanti a Non abbiamo laNon abbiamo la minima idea diminima idea di come nel cielocome nel cielo valorizzano levalorizzano le nostre azioninostre azioni
  • 14. Disse ancora: «Un uomoDisse ancora: «Un uomo aveva due figli. Il piùaveva due figli. Il più giovane dei due disse algiovane dei due disse al padre: “Padre, dammi lapadre: “Padre, dammi la parte di patrimonio che miparte di patrimonio che mi spetta”. Ed egli divise traspetta”. Ed egli divise tra loro le sue sostanze.loro le sue sostanze.
  • 15. Il Padre regala l’eredità aiIl Padre regala l’eredità ai suoi figli: ai dissoluti e aisuoi figli: ai dissoluti e ai risentitirisentiti DipendeDipende da noida noi l’usol’uso che neche ne facciamfacciam oo
  • 16. Pochi giorni dopo, ilPochi giorni dopo, il figlio più giovane,figlio più giovane, raccolte tutte le sueraccolte tutte le sue cose, partì per uncose, partì per un paese lontano e làpaese lontano e là sperperò il suosperperò il suo patrimonio vivendo inpatrimonio vivendo in
  • 17. Ma il padre haMa il padre ha Il figlio piccolo, quello dei mille volti, dei mille amori, delle mille tentazioni, sperperò tutto in ogni occasione
  • 18. Quando ebbe speso tutto,Quando ebbe speso tutto, sopraggiunse in quel paesesopraggiunse in quel paese una grande carestia ed egliuna grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nelcominciò a trovarsi nel bisogno. Allora andò abisogno. Allora andò a mettersi al servizio di unomettersi al servizio di uno degli abitanti di quelladegli abitanti di quella regione, che lo mandò neiregione, che lo mandò nei suoi campi a pascolare isuoi campi a pascolare i porci. Avrebbe voluto saziarsiporci. Avrebbe voluto saziarsi
  • 19. Al servizio di padroni che cercano solo il profitto, il cuore s’inaridisce Manco ciManco ci resta ilresta il piacerepiacere delledelle
  • 20. Allora ritornò in sé e disse:Allora ritornò in sé e disse: “Quanti salariati di mio padre“Quanti salariati di mio padre hanno pane in abbondanza ehanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame! Miio qui muoio di fame! Mi alzerò, andrò da mio padre ealzerò, andrò da mio padre e gli dirò: Padre, ho peccatogli dirò: Padre, ho peccato verso il Cielo e davanti a te;verso il Cielo e davanti a te; non sono più degno dinon sono più degno di essere chiamato tuo figlio.essere chiamato tuo figlio. Trattami come uno dei tuoiTrattami come uno dei tuoi
  • 21. Capire laCapire la gratuitàgratuità dell’amordell’amor e ci fae ci fa sentiresentire l’abbraccil’abbracci o di Dioo di Dio Diventa figlio, quando si rende conto che non lo merita
  • 22. Quando era ancoraQuando era ancora lontano, suo padre lo vide,lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gliebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettòcorse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò. Il figlioal collo e lo baciò. Il figlio gli disse: “Padre, hogli disse: “Padre, ho peccato verso il Cielo epeccato verso il Cielo e davanti a te; non sono piùdavanti a te; non sono più degno di essere chiamatodegno di essere chiamato
  • 23. Nemmeno iNemmeno i peccatipeccati possonopossono allontanarciallontanarci da Dioda Dio Il PADRE corre verso i figliIl PADRE corre verso i figli che lo hanno abbandonatoche lo hanno abbandonato
  • 24. Ma il padre disse ai servi:Ma il padre disse ai servi: “Presto, portate qui il vestito“Presto, portate qui il vestito più bello e fateglielopiù bello e fateglielo indossare, mettetegli l’anelloindossare, mettetegli l’anello al dito e i sandali ai piedi.al dito e i sandali ai piedi. Prendete il vitello grasso,Prendete il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo eammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questofacciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed èmio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto edtornato in vita, era perduto ed
  • 25. Malgrado la lontananza, ilMalgrado la lontananza, il Padre vede nel Figlio la suaPadre vede nel Figlio la sua propria immagine, e continuapropria immagine, e continua O colpa felice, che ciO colpa felice, che ci genera di nuovogenera di nuovo
  • 26. Il figlio maggiore si trovavaIl figlio maggiore si trovava nei campi. Al ritorno, quandonei campi. Al ritorno, quando fu vicino a casa, udì lafu vicino a casa, udì la musica e le danze; chiamòmusica e le danze; chiamò uno dei servi e gli domandòuno dei servi e gli domandò che cosa fosse tutto questo.che cosa fosse tutto questo. Quello gli rispose: “TuoQuello gli rispose: “Tuo fratello è qui e tuo padre hafratello è qui e tuo padre ha fatto ammazzare il vitellofatto ammazzare il vitello grasso, perché lo ha riavutograsso, perché lo ha riavuto sano e salvo”. Egli si indignò,sano e salvo”. Egli si indignò,
  • 27. Capiamo cosaCapiamo cosa significa amaresignifica amare dopo unadopo una caduta...caduta... E avereE avere indulgenza,indulgenza, Siamo d’accordo conSiamo d’accordo con questo atteggiamentoquesto atteggiamento del Padre?del Padre?
  • 28. Suo padre allora uscì aSuo padre allora uscì a supplicarlo. Ma egli rispose asupplicarlo. Ma egli rispose a suo padre: “Ecco, io ti servo dasuo padre: “Ecco, io ti servo da tanti anni e non ho maitanti anni e non ho mai disobbedito a un tuo comando,disobbedito a un tuo comando, e tu non mi hai mai dato une tu non mi hai mai dato un capretto per far festa con i mieicapretto per far festa con i miei amici. Ma ora che è tornatoamici. Ma ora che è tornato questo tuo figlio, il quale haquesto tuo figlio, il quale ha divorato le tue sostanze con ledivorato le tue sostanze con le
  • 29. Spesso siamoSpesso siamo schiavi dellaschiavi della nostra buonanostra buona condottacondotta La fedeltà èLa fedeltà è distruttrice, se l’amoredistruttrice, se l’amore
  • 30. Gli rispose il padre:Gli rispose il padre: “Figlio, tu sei sempre“Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che ècon me e tutto ciò che è mio è tuo; mamio è tuo; ma bisognava far festa ebisognava far festa e rallegrarsi, perchérallegrarsi, perché questo tuo fratello eraquesto tuo fratello era morto ed è tornato inmorto ed è tornato in
  • 31. FolgoranteFolgorante comecome il sole,il sole, immensaimmensa come ilcome il mare...mare... L’amore del Padre è un’alba senza tramonto
  • 32. Gesù, aiutaci a entrare nella dinamica di questo AMORE senza misura di Dio.

×