Welfare Comunitario - Proposta Minoranza Dicembre 2010

1,331 views

Published on

I rappresentanti di Altra politica-Altri valori, Partito Democratico e Partito della Rifondazione comunista si sono riuniti oggi, alle ore 16 presso la sala conferenze dell'hotel Stendhal, per presentare un'alternativa al WCC (Welfare Community Center), il vasto progetto “a misura di famiglia” che dovrebbe sorgere fra via Sidoli, via Budellungo, via Traversetolo e la tangenziale sud.

Dure le critiche mosse all'amministrazione Vignali da parte del capogruppo del Pd Giorgio Pagliari – «È un progetto calato sulla città, e non un'idea per la città» – e della rappresentante di Altra Politica-Altri Valori Maria Teresa Guarnieri – «Se non avessimo spulciato le carte non ci saremmo mai accorti del progetto» –, volte a sottolineare la distanza che ormai si sarebbe venuta a creare tra i cittadini ed i rappresentanti della maggioranza.

Complementare l'intervento di Marco Ablondi, capogruppo del Partito della Rifondazione Comunista, il quale ha voluto mettere al centro della riflessione l'allarme ambientale e sociale che il progetto acuirebbe: «L'intervento è troppo invasivo. Parma ormai è la terza città in Italia per uso e consumo del territorio. Inoltre, con il WCC, andremo verso la privatizzazione del settore socio-assistenziale». Al centro della discussione è stato poi messo il pericolo riguardante la ghettizzazione degli anziani e una spesa – si parla di 52 milioni di euro – ritenuta troppo alta.

Ed è così che Danilo Amadei, consigliere comunale del Pd, ha illustrato ai presenti un progetto alternativo che, senza perdite a livello economico, permetterebbe di conservare il patrimonio dell'Asp, di potenziare i servizi già esistenti e di recuperare due importanti luoghi di aggregazione come i complessi Stuard-Romanini e Villa Parma. «Le opposizioni – ha concluso Pagliari – hanno creato un'alternativa mettendo nero su bianco, mentre l'amministrazione fa tutto di nascosto. Apriamo una discussione, un tavolo sul tema. Qui non si tratta di vincere qualcosa, ma di dare un servizio alla città». (A.V.)

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,331
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Welfare Comunitario - Proposta Minoranza Dicembre 2010

  1. 1. GRUPPO CONSILIARE Partito Democratico PD Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Comune di Parma WELFARE COMUNITARIO DEGLI ANZIANI NEI QUARTIERIPROPOSTA PER LA CITTÀ DI PARMA DI RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI RESIDENZIALI PER ANZIANI Dicembre 2010 È visibile sul sito www.ilmioconsiglio.it e sul sito www.pdparma.it
  2. 2. INDICE Una città per tutte le età, una città per gli anziani Tavola A: INDIVIDUAZIONE AREE OGGETTO DELLA PROPOSTA DEL PD Schede “Centri Servizi Anziani” esistenti e ipotesi di progetto 1. COMPRENSORIO “VILLA PARMA” Quartiere Molinetto 2. COMPRENSORIO “ROMANINI” Quartiere Oltretorrente 3. CENTRO SERVIZI ANZIANI “SAN LEONARDO” Quartiere San Leonardo 4. CENTRO SERVIZI ANZIANI “SIDOLI” Quartiere Lubiana 5. NUOVO CENTRO SERVIZI ANZIANI Quartieri San Pancrazio - Pablo 6. NUOVO CENTRO SERVIZI ANZIANI Quartiere Montanara 7. NUOVO CENTRO SERVIZI ANZIANI Quartiere Cittadella Riepilogo Sintesi Quadro Economico Piano Economico Finanziario - Sintesi Tavola B: WCC BUDELLUNGO-PARMA EST – COMUNE DI PARMA Definizioni Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 2 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  3. 3. UNA CITTÀ PER TUTTE LE ETÀ, UNA CITTÀ PER GLI ANZIANIL’invecchiamento della popolazione anziana rappresenta una preziosa conquista del nostro tempo ed una sfida dell’intera comunità per l’esercizio dei diritti di cittadinanza per ognipersona, in qualsiasi condizione si trovi.La vecchiaia è un valore in sé, individuale e comunitario, che deve fare superare la visione limitativa che fissa nel binomio problema-risorsa lo sviluppo delle politiche per glianziani.La scelta di fondo: la domiciliarità. In continuità con le politiche che hanno caratterizzato il nostro Comune negli ultimi vent’anni la scelta di fondo è quella di lavorare per fareelevare la soglia del possibile per fare stare a casa propria anche gli anziani non autosufficienti.La domiciliarità è intesa come “interno e intorno” di ogni persona, anche ammalata: “interno” del senso e dei ricordi di una vita che sono cresciute in una casa e “intorno” comerapporto con una comunità vive, vera e un paesaggio, anche urbano, dove si è cresciuti. Essa rappresenta il modello socio-assistenziale più avanzato, più funzionale e più efficace,perché coniuga le esigenze umane con il livello qualitativo necessario dellassistenza socio-assistenziale.In questa prospettiva, occorre innovare e andare anche oltre i servizi tradizionali (assistenza domiciliare integrata, centri diurni, telesoccorso, telecontrollo, assegni di cura,portinerie sociali, comunità alloggio) valorizzando le scelte che molte famiglie hanno fatto in modo autonomo, ad esempio con le cosiddette badanti, e con la sapienza delle relazionidi solidarietà e di vicinato.Occorre, parimenti, investire sul patrimonio abitativo per renderlo sempre più adeguato alle condizioni degli anziani, in particolare non autosufficienti, utilizzando quanto ladomotica e le reti di vicinato solidale possono offrire.Chi lavora con gli anziani più fragili va sostenuto, valorizzato e aiutato a lavorare non per prestazioni ripetute ma per contesti di vita, familiari e comunitari, con più adeguatiriconoscimenti economici.Due scelte di fondo per le strutture residenzialiLe situazioni di estrema fragilità incompatibili con la vita nella propria abitazione, anche solo temporaneamente, devono rispondere a due scelte di fondo:1) essere strutture che con i loro servizi socio sanitari e per le loro caratteristiche sono integrate ai servizi domiciliari di ogni quartiere;2) essere presenti in ogni quartiere della città per non creare un unico quartiere dove si concentrano i servizi per gli anziani, ma dare ad ogni quartiere servizi adeguati per glianziani.La rete delle case protette e delle residenza sanitarie assistite deve integrarsi sempre più nella rete dei servizi distrettuali, sociali e sanitari, per favorire la domiciliarità e larelazione tra strutture riabilitative, ospedale e territorio tutto.Il progressivo incremento della complessità e della rilevanza sanitaria degli ospiti delle case protette e delle R.S.A., oltre alla elevata degenza ospedaliera, richiede nuovi interventicon cure e proposte che diano maggiore qualità alla vita degli ospiti delle residenze assistite e offrano insieme servizi, anche di specifica valenza sanitaria, per la rete dei servizidomiciliari.L’integrazione tra l’assistenza primaria, il livello specialistico e la medicina di base può offrire nuove opportunità alla rete dei servizi domiciliari. Garantendo anche cure piùappropriate a casa propria.Ogni struttura deve garantire un adeguato numero di posti temporanei per anziani che abbiano la necessità di periodi di cura, riabilitazione o sollievo, senza necessità di ricoveriospedalieri, per potere ritornare poi a casa propria. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 3 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  4. 4. La proposta per la riorganizzazione dei servizi residenziali per anzianiLa presente proposta è contraria alla concentrazione in un unico luogo dei servizi residenziali per gli anziani. La scelta delle case protette di via Del Campo (al quartiere Lubiana)con all’interno servizi per l’assistenza domiciliare, il centro diurno e il Centro per i disturbi cognitivi e di via Milano (nel quartiere San Leonardo) con centro diurno e spazio per ilcomitato anziani, rispondeva proprio a questa logica. La proposta presentata è di garantire ad ogni quartiere la disponibilità di una casa protetta o di una residenza sanitariaassistita integrata con i servizi territoriali del quartiere e le altre realtà sociali presenti.Del tradizionale comparto di Villa Parma si propone di conservare la residenza “I Tigli” alla quale garantire una più elevata intensità di cura assistenziale e sanitaria. Nel contempova valorizzato il parco storico aprendolo alle funzioni circostanti (come la Scuola Materna) e al quartiere (Molinetto).NellOltretorrente, stante lassoluto consolidamento del suo tessuto urbanistico, che è notoriamente uno dei più vecchi della città, la creazione di unadeguata struttura socio-assistenziale non può che essere realizzata attraverso una ristrutturazione del comprensorio Romanini – Gulli: si ritiene cioè valida, e in coerenza con la proposta dell’Asp di una“valorizzazione del patrimonio disponibile orientato ad una più adeguata assistenza socio-sanitaria al Romanini, con un numero di anziani maggiore dell’attuale, con funzioni eattività a servizio dell’intero Oltretorrente”.Il quartiere Montanara si è caratterizzato negli anni per l’innovazione dei servizi per la domiciliarità, anche nelle novità introdotte nel centro diurno di via Montanara. Una nuovacasa protetta nell’area del Cinghio potrebbe collegarsi a innovazioni negli interventi sanitari per gli anziani nelle loro case con la collaborazione dei medici di base.Il quartiere Pablo ha attuato per primo l’esperienza della portineria sociale di via Olivieri e degli appartamenti sicuri nei condomini adiacenti. Anche l’esperienza di via PontirolBattisti è nello stesso quartiere come quella di via Marchesi. Intorno alla nuova casa protetta di quartiere vicina agli Orti della Crocetta si possono sperimentare forme dicollegamento alla domiciliarità sulle 24 ore utilizzando la presenza costante e attiva degli operatori.Il recente insediamento nell’Ambito Urbano residenziale e di servizi ad Est di Via S. Eurosia nel quartiere Cittadella, ben si adatta alla previsione di una nuova casa protetta peranziani e relativo Centro diurno e servizi.Occorre per tutte le strutture presenti prevedere collegamenti anche con progetti di portinerie sociali oltre a quello già avviato in via Olivieri anche in via Isola, via Zanguidi e nelquartiere Marchi a san Lazzaro.Una proposta aperta al confrontoNon viene presentato un progetto “chiavi in mano”, costruito in una stanza con pochi interlocutori interessati, ma partendo da una proposta nata da un primo confronto connumerosi operatori sociali e cittadini si prevede un percorso di confronto con quartieri, operatori territoriali e Asp e Asl, che sfoci in un seminario dove dettagliare la proposta ancheper gli interventi socio sanitari. Il progetto partecipato e definito vedrà la sua conclusione entro la fine dell’anno. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 4 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  5. 5. 1. COMPRENSORIO “VILLA PARMA” Quartiere Molinetto P.le Fiume n.5, Parma N. Ospiti (Stato di Ipotesi di Struttura fatto al intervento 2009) R.S.A “Residenza dei Tigli” 44 Riqualificazione 48 (92 Ospiti) Casa Protetta “Residenza dei Tigli” Casa Protetta “Residenza dei Lecci” 70 Vendita Casa Protetta “Residenza delle Tamerici” 97 Vendita Totale 259 92 Centro diurno “Molinetto” / Riqualificazione Individuazione Comprensorio “Villa Parma” - Vista da Est Quartiere Molinetto Individuazione Comprensorio “Villa Parma” - Vista da OvestInquadramento territoriale Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 6 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  6. 6. Comprensorio “Villa Parma” Quartiere Molinetto SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO STATO DI FATTO 1. R.S.A. e Casa Protetta “Residenza dei Tigli” N e Centro diurno “Molinetto” (Piano Terra) 5 4 2. Casa Protetta “Residenza dei Lecci” con Parco Storico 3 3. Casa Protetta “Residenza delle Tamerici” 2 4. Scuola Materna Stirone 1 5. - A.N.M.I.C - Centro Documentazione per l’Integrazione - Associazioni Varie 7 6 6. Comunità Alloggio XXV Aprile (Residenza Protetta) 7. Campo da calcio “Taro”  L’area del Comprensorio “Villa Parma” è delimitata da P.le N 5 Fiume, Via Stirone, Viale della Villetta, Via Taro e Via Baganza, per una superficie complessiva di circa 39.000 mq, di 4 cui 26.000 mq di proprietà “Ad Personam” e 13.000 mq di 3 proprietà del Comune di Parma (concessi in comodato) e con una consistenza edilizia dell’esistente pari a circa 11.800 mq di 2 Slu (Superficie Lorda Utile).  Servizi di Vicinato: Il Comprensorio “Villa Parma” è in aderenza con: Residenza Protetta della Comunità Alloggio XXV Aprile, Scuola Materna 1 Stirone, A.N.M.I.C., Centro Documentazione per l’Integrazione con Associazioni Varie e un’area a Verde Sportivo (Campo da Calcio Taro, per cui secondo il Masterplan degli Impianti Sportivi è previsto intervento di manutenzione per il 2010). 6  Servizi di Quartiere: 7 Ad una scala urbana dei servizi di quartiere, l’area è in prossimità di: Parco e Attrezzature Sportive di Via Po (Lega Parma), Struttura Ospedaliera Piccole Figlie di Via Po, Centro Disabili Gravi Varese di via Varese e Chiesa Parrocchiale Famiglia di Nazareth su strada Navetta. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 7 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  7. 7. Comprensorio “Villa Parma” Quartiere Molinetto SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO COMPRENSORIO “VILLA PARMA” E SERVIZI DI VICINATO N Attrezzature sanitarie  “Residenza dei Tigli”  “Residenza dei Lecci”  “Residenza delle Tamerici”  Comunità Alloggio XXV Aprile Attrezzature scolastiche  Scuola Materna Stirone Attrezzature di interesse Comune  ANMIC, Centro Doc. per l’Integrazione e Ass. Varie Verde Pubblico Attrezzato  Campo da calcio “Taro” SERVIZI DI QUARTIERE  Verde Pubblico Attrezzato  Parco urbano e Comprensoriale  Attrezzature Sportive Attrezzature ospedaliere  Ospedale Piccole Figlie Attrezzature religiose  Chiesa Parr. Famiglia di Nazareth Attrezzature di interesse Comune  Centro Disabili gravi Varese Percorso ciclabile-pedonale esistente PROPOSTA Riqualificazione della “Residenza dei Tigli” (Palazzone) con il mantenimento del numero di ospiti attuali (circa n.90). Vendita della “Residenza dei Lecci” e della “Residenza delle Tamerici”. La riqualificazione della struttura esistente della Residenza dei Tigli, si pone in un contesto di servizi esistenti (sia a scala di vicinato, sia a scala di quartiere) di carattere multifunzionale posti in una connessione tale da definire già oggi un “Sistema integrato di Servizi”. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 8 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  8. 8. 2. COMPRENSORIO “ROMANINI” Quartiere Oltretorrente Via Rismondo n.1 – Via Tommaso Gulli n.24, Parma N. Ospiti Ipotesi di Struttura (Stato di fatto al 2009) intervento STATO DI FATTO Riqualificazione R.S.A “Romanini” 20 (60 Ospiti) N Riqualificazione 1. R.S.A. “Romanini” Casa Protetta “Gulli” 39 (40 Ospiti) Padiglione geriatria “Stuard” Vuoto Vendita 2. Casa Protetta “Gulli” e Centro diurno “Gulli” Casa Protetta “Villa Ester” Riqualificazione 17 Via Costituente n.15,Parma (17 Ospiti) 2 3 Totale 76 117 3. Padiglione geriatria “Stuard” Mantenimento Centro diurno “Gulli” / dell’esistente 1 Individuazione Comprensorio “Romanini” Quartiere Oltretorrente 2 3 1 Individuazione Comprensorio “Romanini” - Vista da SudInquadramento territoriale Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 9 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  9. 9. Comprensorio “Romanini” Quartiere Oltetorrente SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO STATO DI FATTO N 1. R.S.A. “Romanini” 6 4 2. Casa Protetta “Gulli” e Centro diurno “Gulli” 3. Padiglione geriatria “Stuard” 4. Piazza Giacomo Matteotti 3 5. Teatro Pezzani 2 6. Chiesa di San Giuseppe 1  L’area del Comprensorio “Romanini” è delimitata da Via della Salute, Via don Giovanni Bosco, Via Rismondo e Via Tommaso Gulli. 5  Servizi di Vicinato Il Comprensorio “Romanini” è in aderenza con P.zza Matteotti e in stretta vicinanza con il Teatro Pezzani (Via Rismondo) e con la Chiesa di san Giuseppe (Via della Salute). N  Servizi di Quartiere 4 6 Ad una scala di servizi di quartiere, l’area è in prossimità di: Attrezzature Sanitarie (AUSL e ARPA di Via Spalato; Direzione Servizio Sanitario Regionale e Direzione AUSL di Parma in Strada del Quartiere; Croce Rossa in Via Riva; Casa Protetta “Villa Ester” in Via della Costituente; AUSL di Via Pintor; Assistenza Pubblica di Via Gorizia) 2 3 Attrezzature Scolastiche (dall’Asilo Nido alle Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado) 1 Attrezzature Collettive e Religiose (Teatro Pezzani, Chiesa di San Giuseppe; Chiesa di Santa Maria del Quartiere; Chiesa Ss. Annunziata) 5 Attrezzature di interesse comune (Forum Solidarietà - Coordinamento Volontariato Parmense) Spazi collettivi (Piazza Matteotti; Piazza Picelli) Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 10 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  10. 10. Comprensorio “Romanini” Quartiere Oltetorrente SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO COMPRENSORIO “ROMANINI” N 6 5.2 E SERVIZI DI VICINATO 3.1 Attrezzature sanitarie 1  “Romanini” 4.4  “Gulli” 4.3  “Stuard” 5.1 2.1 Attrezzature religiose  Chiesa di San Giuseppe 4.2 4.1 3.4 Attrezzature di interesse 3.3 2.2 Comune 2.1  Teatro Pezzani 2.3 Verde Pubblico Attrezzato 2.3  Piazza Matteotti SERVIZI DI QUARTIERE Attrezzature scolastiche 1 3.3 3.1. Scuola Primaria (Cocconi) 3.2. Scuole secondarie di primo grado (Parmigianino) 2.2 3.2 3.3. Scuole secondarie di secondo grado (ITC Melloni, ITG Rondani, Liceo Ulivi, 3.3 Liceo Romagnosi, Liceo Marconi) 3.4. Asilo Nido (La Trottola) Attrezzature sanitarie 3.3 4.1 Casa Protetta “Villa Ester” 4.2 AUSL di Parma, Direzione Servizio Sanitario Regionale 4.6 Generale, Clinica Psichiatrica 4.3 Croce Rossa 4.5 4.4 ARPA-AUSL 3.3 4.5 AUSL di Via Pintor 4.6 Assistenza Pubblica Parma Attrezzature religiose 5.1 Chiesa Santa Maria del QuartierePROPOSTA 5.2 Chiesa Ss. Annunziata Riqualificazione del “Romanini” per circa 60/70 ospiti e mantenimento del “Gulli” per circa 40 ospiti con Centro Diurno. Attrezzature di interesse Comune Vendita dell’ “ex Stuard”, anche con procedura di Project Financing. 6  Forum Solidarietà - Coordinamento La riqualificazione del “Romanini” si pone in un contesto di forte valenza pubblica che corrisponde ad un “Sistema integrato Volontariato Parmense di servizi” in cui sono presenti Spazi Pubblici (Piazze), Attrezzature Religiose e Collettive, Attrezzature Scolastiche di ogni Spazio Pubblico: Piazza Picelli ordine e grado, Attrezzature Sanitarie di livello anche comunale e regionale. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 11 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  11. 11. 3. CENTRO SERVIZI ANZIANI “SAN LEONARDO” Quartiere San Leonardo Via Ravenna n.2/A - 4 - 6, Parma N. Ospiti (Stato di Ipotesi di Struttura fatto al intervento 2009) Mantenimento Casa Protetta “Ines Ubaldi” 51 dell’esistente Totale 51 51 Mantenimento Centro diurno / dell’esistente Mantenimento Spazi per “Comitato Anziani” / dell’esistente Individuazione Centro Sevizi Anziani “San Leonardo” - Vista da Nord Quartiere San Leonardo Individuazione Centro Sevizi Anziani “San Leonardo”Inquadramento territoriale Dettaglio vista da Nord Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 12 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  12. 12. Centro Servizi Anziani “San Leonardo” Quartiere San Leonardo SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO STATO DI FATTO 1. Centro Servizi Anziani “San Leonardo” con N N  Casa Protetta “Ines Ubaldi”  Alloggi con Servizi  Centro diurno  Spazi per “Comitato Anziani”  Sede AVIS 2. Chiesa Cattolica Parrocchiale San Bernardo degli Uberti Renzo Pasquinelli 3.1. Istituto Comprensivo “Micheli” (Scuola Materna, 2 2 Primaria e Secondaria di primo grado) 1 1 3.2. Asilo Nido Comunale “Toscanini” e Centro Giochi 4 4. Parco Urbano 4  Il Centro Servizi Anziani “San Leonardo”, è compreso fra Via Ravenna (ex Via Camillo 3.2 Prampolini), Via Milano e Via Moletolo. 3.2 3.1  Servizi di Vicinato: Il Centro Servizi Anziani “San Leonardo” è in aderenza o in diretta prossimità con: Parco Urbano e Attrezzature scolastiche(Via Milano) e Parrocchia 3.1 di San Bernardo.  Servizi di Quartiere: L’intervento più importante previsto per il Quartiere San Leonardo è la riqualificazione dell’area ex Bormioli, che sarà occasione per una nuova centralità di Quartiere e nuovi Servizi. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 13 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  13. 13. Centro Servizi Anziani “San Leonardo” Quartiere San Leonardo SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO N CENTRO SERVIZI ANZIANI SAN LEONARDO E SERVIZI DI VICINATO * Centro Servizi Anziani “San Leonardo” Attrezzature religiose  Chiesa di San Bernardo EUROTORRI * Attrezzature scolastiche  Istituto Comprensivo “Micheli”  Asilo Nido “Toscanini” Verde Pubblico Attrezzato - Parco EX - BORMIOLI SERVIZI DI QUARTIERE Attrezzature scolastiche  Asilo “Spazio Bambini Eurotorri”PROPOSTA Area di Riqualificazione (ex - Bormioli) Mantenimento dell’attuale struttura e relativi servizi del Centro Servizi Anziani “San Leonardo”. La struttura è già inserita in un contesto di ampi servizi di vicinato (Attrezzature Religiose, Scolastiche e Parco). STRUTTURE COMMERCIALI Ad una scala di quartiere la riqualificazione di via Camillo Prampolini (pedonale-ciclabile-alberature) può meglio connettere le Attrezzature esistenti e lo stesso Servizi Anziani con l’area di riqualificazione ex-Bormioli e l’area Commerciale Eurotorri. Eurotorri Ipotesi di riqualificazione di Via Camillo Prampolini. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 14 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  14. 14. 4. CENTRO SERVIZI ANZIANI “SIDOLI” Quartiere Lubiana Via Giuseppe Del Campo n.12, Parma N. Ospiti (Stato di Ipotesi di Struttura fatto al intervento 2009) Mantenimento Casa Protetta “Sidoli” 60/70 dell’esistente Totale 60/70 60/70 Individuazione Centro Sevizi Anziani “Sidoli” - Vista da Ovest Quartiere LubianaInquadramento territoriale Individuazione Centro Sevizi Anziani “Sidoli” - Dettaglio vista da Ovest Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 15 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  15. 15. Centro Servizi Anziani “Sidoli” Quartiere Lubiana SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO STATO DI FATTO N N 1. Centro Servizi Anziani “Sidoli” con  Casa Protetta “Sidoli”  Servizio Domiciliare (Piano Terra)  Centro Disturbi cognitivi gestito da ASL e 2 Comune (Piano Primo) 1  Parco Alzheimer (Giardino) 2 2. Istituto Società Missionaria di Maria 1 3. Polo Socio-Sanitario di Progetto 4 4. Previsioni di RUE: Attrezzature Religiose 5. Previsioni di RUE: Attrezzature di interesse 4 comune (Proposta WCC del Comune di Parma) 3  Il Centro Servizi Anziani “Sidoli”, è compreso fra Via Giuseppe del Campo, Via Sidoli, Via Adriano 3 Piva e Via 24 maggio. 5  Servizi di Vicinato e di Quartiere: Il Centro Servizi Anziani “Sidoli” è in aderenza o in 5 prossimità con: Istituto Società Missionaria di Maria; Area in previsione di POC-RUE per Polo Socio- Sanitario (Via 24 Maggio); Area prevista dal RUE per Attrezzature Religiose (Via Sidoli); Ampia area (fra Via Sidoli e Via Budellungo) prevista dal PSC come area di Perequazione per Parco Territoriale e Urbano; questa area è oggetto della proposta del WCC del Comune di Parma posta in Bando in Project Financing; Centro Civico Via Oradour (Teatro Europa); Parrocchia della Trasfigurazione e Suore del Buon Pastore; Aree di Verde Pubblico Attrezzato. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 16 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  16. 16. Centro Servizi Anziani “Sidoli” Quartiere Lubiana SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO N e previsioni di PSC – POC – RUE CENTRO SERVIZI ANZIANI “SIDOLI” – CENTRO DIURNO E SERVIZI DI VICINATO Centro Servizi Anziani “San Leonardo” * Attrezzature religiose  Istituto Società Missionaria di Maria * * Attrezzature religiose: Previsioni di RUE * * Polo Socio-Sanitario di progetto * Attrezzature di interesse comune: Previsioni di RUE (Proposta WCC del Comune) SERVIZI DI QUARTIERE Verde Pubblico AttrezzatoPROPOSTA Mantenimento dell’attuale struttura e relativi servizi del Centro Servizi Anziani “Sidoli”. Attrezzature di interesse comune  Centro Civico Via Oradour Il Centro Servizi Anziani di Via Sidoli è inserito in un contesto di Attrezzature e Funzioni Pubbliche sia esistenti (Teatro Europa) (Attrezzature religiose), sia di previsioni di RUE quali Attrezzature di interesse comune a Sud di Via Sidoli* (area di Perequazione) e il Polo Socio-Sanitario di Via 24 maggio. Attrezzature religiose Ad una più ampia scala di quartiere il Centro Servizi Anziani “Sidoli” è in prossimità delle aree a Verde Pubblico e del  Parrocchia della Trasfigurazione e Centro Civico di Via Oradour nel PEEP Sidoli (accessibili con un sistema di percorsi ciclabili) e delle aree a Verde Pubblico Suore del Buon Pastore di Via Euclide, Via Bavagnoli, Via 24 maggio e Via Pizzetti. Percorso ciclabile-pedonale esistente* Tale area coincide con la previsione del WCC del Comune di Parma per “Case per la multiassistenza integrata”. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 17 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  17. 17. 5. NUOVO CENTRO SERVIZI ANZIANI Quartieri San Pancrazio - Pablo Località “Orti della Crocetta”, Parma Ipotesi di Struttura intervento NUOVO Casa Protetta CENTRO (60/70 Ospiti) Totale 60/70 NUOVO Centro diurno CENTRO Quartiere Pablo Quartiere San PancrazioInquadramento territoriale Individuazione area “Orti della Crocetta” - Vista da Sud Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 18 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  18. 18. Nuovo Centro Servizi Anziani – Località “Orti della Crocetta” Quartieri San Pancrazio - Pablo SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO 1. Ipotesi di ubicazione del Nuovo Centro Servizi N N Anziani definita “Area Orti della Crocetta” 2 STATO DI FATTO 2. Parco Urbano (Orti della Crocetta) 2 3. Scuola “Marchi” (Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia)  L’area “Orti della Crocetta”, pur se amministrativamente appartiene al Quartiere San 1 Pancrazio, può essere considerata come ambito urbano intermedio fra lo stesso Quartiere San Pancrazio e il Quartiere Pablo; l’area è classificata dal RUE Vigente a Verde Pubblico Attrezzato (esistente). 1  Servizi di Vicinato e di Quartiere: L’area dove viene ipotizzata la Nuova 3 Struttura a servizi per Anziani è adiacente agli attuali “Orti” e nelle immediate vicinanze, a Sud, è posta la Scuola “Marchi”. A scala più ampia sono presenti le strutture: 3  Attrezzature Socio-Sanitarie (Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, Alloggi per anziani con servizi e portineria sociale, Ospedali Civili);  Attrezzature Religiose (Chiesa del Buon Pastore su Via Emilia Ovest e Chiesa di Santa Maria della Pace su Piazzale Pablo);  Attrezzature scolastiche (Scuola Primaria Paolo Racagni);  Attrezzature di interesse comune (Sede Quartiere San Pancrazio);  Verde Pubblico Attrezzato (Piazzale Pablo). Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 19 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  19. 19. Nuovo Centro Servizi Anziani – Località “Orti della Crocetta” Quartieri San Pancrazio - Pablo SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO SERVIZI DI VICINATO N Verde Pubblico Attrezzato 2.1. Orti 2.2. Associazione “Il Tulipano” e area 2.3 giochi 2.3. Parcheggio Percorso Pedonale esistente 2.2 Attrezzature scolastiche  Scuola “Marchi” (Asilo Nido e Scuola dell’Infanzia) 8.1 2.1 SERVIZI DI QUARTIERE Attrezzature socio-sanitarie 4.1 Poliambulatorio Dalla Rosa Prati 7 4.2 Alloggi per anziani con servizi e portineria sociale 1 4.2 6.2 4.3 Ospedali Civili Attrezzature di interesse comune 3 8.2 5. Sede del Quartiere San Pancrazio Attrezzature religiose 6.1 Chiesa del Buon Pastore 5 6.2 Chiesa di Santa Maria della Pace 6.1 4.1 Attrezzature scolastiche 7. Scuola Primaria Paolo Racagni Verde Pubblico Attrezzato 8.1 Verde Pubblico Attrezzato 4.3 8.2 Piazzale PabloPROPOSTA Ipotesi di ubicazione del Nuovo Centro 1 Servizi Anziani definita area “Orti della L’area proposta si inserisce in un’ampia area (Verde Pubblico attrezzato) attualmente utilizzata per “Orti”, in cui è presente anche Crocetta” la sede dell’Associazione “Il Tulipano” e un’area giochi; inoltre in prossimità di tale area è localizzata la Scuola “Marchi”. Ipotesi di riqualificazione (pedonale – L’inserimento del Nuovo Centro Servizi per Anziani, può essere un’occasione per potenziare questa area di un ulteriore servizio e ciclabile – alberature) di Via Cerati e Via per innescare sia un processo di riqualificazione delle aree circostanti, sia un possibile “Sistema Urbano di Servizi” di connessione Renzo Bocchi con altre Aree e Attrezzature pubbliche esistenti nei Quartieri San Pancrazio e Pablo; a tal fine si propone anche la riqualificazione Ipotesi di riqualificazione del sottopasso di Via Cerati, del sottopasso fra Via Bernini e Via Buffolara (oggi molto congestionato) e di Via Bocchi. fra Via Bernini e Via Buffolara Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 20 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  20. 20. 6. NUOVO CENTRO SERVIZI ANZIANI Quartiere Montanara Area “Cinghio”, Parma Ipotesi di Struttura intervento NUOVO Casa Protetta CENTRO (60/70 Ospiti) PCC 39 * Totale 60/70 PCC 39 * NUOVO Centro diurno CENTRO PCC 39 PCC 39 * Individuazione Area Cinghio per Nuovo Centro Servizi Anziani Vista da Sud e Vista da Nord P P Quartiere Montanara PCC 39 * PCC 39Inquadramento territoriale * Individuazione Area Cinghio per Nuovo Centro Servizi Anziani Dettaglio vista da Sud Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 21 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  21. 21. Nuovo Centro Servizi Anziani – Area Cinghio Quartiere Montanara SISTEMA DEI SERVIZI DI VICINATO 1. Ipotesi di ubicazione del Nuovo Centro Servizi Anziani definita “Area Cinghio” N STATO DI FATTO 2. Verde Pubblico Attrezzato 2.1 Parco Urbano 2.2 Parco Urbano “8 Ottobre” 2.3 Campi da Rugby 2.4 Centro sportivo “Mario Pisaneschi” 2.6 (sede Parma Rugby, Bocciofila, Piazza, Ristorante) 2.5 Campi da Calcio 2.6 Palazzetto dello Sport “Ilario Toniolo” 2.2 3 3. Istituto scolastico Comprensivo “Salvo d’Acquisto” (Scuola Primaria e Secondaria di primo grado) 2.5 4. Centro Civico 2.5 5. Parcheggi 2.4 Percorso Pedonale esistente 4  L’area proposta è classificata dal RUE 5 (Approvato con Del. C.C. n.71 del 20/07/2010) a Verde Pubblico Attrezzato ed è compresa all’interno di un’area soggetta a Permesso di Costruire Convenzionato (PCC 39), destinata a 5 Residenziale (ZB5).  Servizi di Vicinato: “L’Area Cinghio” proposta si inserisce in un contesto urbano di ampie e molto frequentate 2.3 attrezzature pubbliche (Parchi, Campi PCC 39 sportivi, Circoli sportivi, Piazze, Attrezzature scolastiche).  Servizi di Quartiere: 2.1 Come servizio di Quartiere si segnala il Centro 1 Diurno “Montanara” su Via Langhirano. Inoltre ad una distanza di circa 400 ml dall’“Area Cinghio” sono ubicate la recente Struttura scolastica “G.B. La Salle” e la PCC 39 Chiesa Casa di Nazareth, poste in aderenza ad aree di Verde Pubblico Attrezzato di PSC. Pur essendo queste aree e queste Attrezzature separate del Torrente Cinghio, la previsione di una passerella ciclo-pedonale consentirebbe di mettere a “Sistema” tutte le aree e Attrezzature Pubbliche poste a riva sinistra e destra del Torrente Cinghio. Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 22 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma
  22. 22. Nuovo Centro Servizi Anziani – Area Cinghio Quartiere Montanara SISTEMA DEI SERVIZI DI QUARTIERE STATO DI FATTO N 8 SERVIZI DI VICINATO 2 Verde Pubblico Attrezzato 5 Parcheggi 6.1 Attrezzature scolastiche 1 3 Percorso ciclabile-  Istituto scolastico Comprensivo 2 pedonale esistente 2 “Salvo d’Acquisto” 3 4 Attrezzature di interesse comune  Centro Civico 2 SERVIZI DI QUARTIERE 4 2 5 Attrezzature scolastiche Attrezzature sanitarie 6.1 Scuola di infanzia “Locomotiva” 8  Centro Diurno 6.2 Istituto “G.B. La Salle” “Montanara” 2 PCC 39 Attrezzature religiose 7  Chiesa “Casa di Nazareth” 1 PREVISIONI DI RUE (Approvato con Del. C.C. n.71 del 20/07/2010) PCC 39 PCC 39 Permesso di Costruire Convenzionato a Residenziale (ZB5) PROPOSTA L’area Cinghio in cui si propone una Nuova Struttura di Servizi per Anziani con una capienza di 60/70 Ospiti, è ubicata a Sud di Via Zanguidi, ad Est dei campi da Rugby e in adiacenza a Via Cimabue. L’area proposta, che fa parte delle Dotazioni Territoriali da cedere relativamente al PCC 39, è inserita in un contesto di Attrezzature e Servizi Pubblici multifunzionali di ampie superfici e di Attrezzature Sportive (campi da Rugby e da Calcio), sedi sportive e Circoli ricreativi, Centro Civico, 7 Attrezzature Scolastiche (Istituto Comprensivo e Scuola d’Infanzia) 6.2 Attrezzature e spazi già collegati con percorsi pedonali-ciclabili. 1 Inoltre in prossimità dell’area proposta, pur se separata dal Torrente Cinghio, vi è la nuova Scuola “La Salle”; al fine di determinare un collegamento anche con questa struttura è stato ipotizzata una passerella ciclo-pedonale sul Torrente Cinghio in continuità con il ciclabile esistente. Ipotesi di ubicazione del Nuovo Centro Servizi Anziani definita “Area 1 Cinghio” Proposta di passerella ciclo-pedonale su Torrente Cinghio Coordinamento Provinciale e Coordinamento Comunale di Parma Pagina 23 di 33 GRUPPO CONSILIARE PD Comune di Parma

×