Fundraising 2.0
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Fundraising 2.0

on

  • 9,560 views

Il fundraising 2.0: come cambia la raccolta fondi grazie agli strumenti del web 2.0? Quali i nuovi mezzi? Quali gli scenari futuri?

Il fundraising 2.0: come cambia la raccolta fondi grazie agli strumenti del web 2.0? Quali i nuovi mezzi? Quali gli scenari futuri?

Statistics

Views

Total Views
9,560
Views on SlideShare
8,519
Embed Views
1,041

Actions

Likes
11
Downloads
190
Comments
0

6 Embeds 1,041

http://captadores.wordpress.com 576
http://fundraisingnow.wordpress.com 450
http://www.slideshare.net 7
http://www.linkedin.com 4
url_unknown 2
https://fundraisingnow.wordpress.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Fundraising 2.0 Fundraising 2.0 Presentation Transcript

  • Dal fundraising 1.0 al fundraising 2.0
  • Cos’è il web 2.0 Web 2.0 is the network as platform, spanning all connected devices; Web 2.0 applications are those that make the most of the intrinsic advantages of that platform: delivering software as a continually-updated service that gets better the more people use it, consuming and remixing data from multiple sources, including individual users, while providing their own data and services in a form that allows remixing by others, creating network effects through an "architecture of participation," and going beyond the page metaphor of Web 1.0 to deliver rich user experiences. Tim O'Reilly, “Web 2.0: Compact Definition?” Web 2.0 is a set of economic, social, and technology trends that collectively form the basis for the next generation of the Internet a more mature, distinctive medium characterized by user participation, openness, and network effects. Paolo Ferrara 2 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Paolo Ferrara 3 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • L’utente è al centro Paolo Ferrara 4 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Il web 2.0 sei tu! • Diffusione della banda larga • Una generazione di “web natives” 1982 • Creare, non solo “usare” • Condivisione dei dati • Long Tail • Successo dei web services • Gli utenti arricchiscono i dati 2006 • Intelligenza collettiva, revisioni e consigli, Social Bookmarking, Folksonomies, Social Shopping Paolo Ferrara 5 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Il fundraising 2.0 sei tu Il Fundraising 1.0 1. trovare le persone giuste; 2. raccontargli una storia capace di strapparne l’applauso; 3. mostragli come possono fare la differenza; 4. mostrargli cosa accadrebbe se non si attivassero; 5. rendergli il più semplice possibile attivarsi. Il Fundraising 2.0 Tutto questo, mettendo al centro le persone: non più solo utenti, ma costruttori di senso Paolo Ferrara 6 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Il volto umano del web Paolo Ferrara 7 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • 10 idee per entrare nel web 2.0 1. Create una pagina su MySpace.com: i vostri donatori sono sempre più giovani o, almeno, si comportano come tali… perciò dovreste esserlo anche voi… 2. Entrate nel mondo di Second Life 3. Condividete i vostri video su YouTube.com: … alle persone piaciono altre persone, perciò saranno contentissime di vedervi online 4. Condividete le vostre fotografie su Flickr.com: una foto vale migliaia di parole… 5. Aprite il vostro blog: i vostri donatori lo stanno già facendo, le organizzazioni sotto casa lo stanno facendo, forse anche i vostri figli… Paolo Ferrara 8 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • 10 idee per entrare nel web 2.0 6. Archiviate la vostra organizzazione su Wikipedia.com 7. Partite con il vostro Podcast: un’intervista con i membri del vostro consiglio direttivo o con i vostri donatori è un bel modo di condividere la vostra missione con i vostri visitatori 8. Condividete i vostri link con Del.icio.us 9. Aprite un account su Linkedin.com 10. Portate il Social Web sul vostro sito o nella vostra comunicazione online: è più facile di quanto pensiate. Basta una discussione, un blog, qualcosa che permetta ai vostri visitatori di partecipare. Andate oltre e avviate anche una squadra di fundraiser online e date loro uno strumento per impegnarsi e condividere la vostra mission con il mondo Paolo Ferrara 9 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Tutti possono diventare fundraiser Paolo Ferrara 10 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Diventa anche tu un fundraiserfunPerson dra al isin g Paolo Ferrara 11 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • I sei passi + 1 di Beth Pe fun rsona dra l isin Partire da poche e semplici domande: g - a quale causa è indirizzata la vostra campagna? - a chi vanno i soldi raccolti? - a chi posso chiedere un supporto finanziario? http://www.widgetfundraising.org - entro quando devo raggiungere i miei obiettivi? - come posso convincere la gente? 1° PASSO sentite i visitatori del vostro blog 2° PASSO definite gli obiettivi della campagna (secondo la regola S.M.A.R.T. - Specifici, Misurabili, Raggiungibili - achievable -, Realistici e Temporalmente definiti) 3° PASSO definite la domanda, ossia - il perché - e il call to action (legato a una persona,Leng Sopharat secondo la regola aurea che “le persone donano ad altre persone”). Paolo Ferrara 12 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • I sei passi + 1 di Beth Pe fun rsona dra l isin g 4° PASSO la definizione dei prospects attraverso: - face-to-face virtuale coinvolgendo i contatti maturati attraverso i canali del Social Network: Skype, Flickr, LinkedIn, MyBlogLog, http://www.widgetfundraising.org YouTube (ma anche la rubrica dei contatti di Outlook!) 5° PASSO i materiali, ossia: il widget di ChipIn il blog della campagna i due blog personali messaggi email foto video 6° PASSO la fase di implementazione (a ogni fase, il primo must di ogni buon fundraiser è dire GRAZIE) Risultati: oltre 53.000 Dollari raccolti Paolo Ferrara 13 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • NfG: la piazza del fundraising 2.0 Cos'è?: Network for good è il più grande portale dedicato alle ONP degli Stati Uniti. Mission: mettere in relazione diretta i donatori e i volontari con le organizzazioni che ne abbiano bisogno, arrivando ad offrire un servizio di accounting on-line per ogni ONP iscritta. Quanto costa?: NFG richiede un fee alle organizzazioni e trattiene un commissione su ogni donazione. Risultati: oltre 1 milione di charity hanno scelto di iscriversi al portale; oltre 430.000 donatori dal 2001 hanno donato circa $ 100.000.000; 232,555 persone, grazie a NFG, hanno trovato occasioni di volontariato presso le organizzazioni presenti sul portale. Paolo Ferrara 14 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • I blog 1. aggiornarli è facile e non costa; 2. migliorano la vs. posizione sui motori di ricerca 3. vi aiutano a diventare una fonte credibile; 4. vi aiutano a costruire un marchio forte 5. dicono che non avete nulla da nascondere 6. vi aiutano a comunicare con voce più umana; 7. vi aiutano a coinvolgere i sostenitori nella conversazione e a costruire relazioni durature; 8. l’ordine cronologico invertito consente ai vostri lettori di sapere sempre cosa c’è di nuovo; 9. si possono usare una marea di media, in un blog 10. aiutano a capire quello che si dice di voi in giro 11. aiutano la vostra comunicazione interna 12. aiutano a gestire i momenti di crisi 13. la somma è più del valore delle singole parti Paolo Ferrara 15 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • 10 modi per usare un blog 1. Per avere un riscontro dopo un evento 2. Per coinvolgere lo staff 3. Per coinvolgere i volontari 4. Per offrire risorse e informazioni utili ai beneficiari 5. Per permettere ai membri della vostra organizzazione di condividere informazioni o risorse 6. Per dare voce ai membri della vostra organizzazione 7. Per dare un sostegno ai vostri beneficiari 8. Per ottenere una buona copertura sui media 9. Per dare ai propri sostenitori gli strumenti per attivarsi a favore di una campagna 10. Per raggiungere nuovi potenziali donatori Paolo Ferrara 16 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • I lettori dei blog spendono di più … La blogosfera è enorme e i suoi lettori spendono molto più tempo e più soldi online • negli USA il lettore medio dei blog legge il 77% di pagine in più di qualsiasi altro navigatore e ci passa più tempo (23 ore a settimana contro 13) • ha l’11% in più di probabilità di avere un reddito medio alto • il 51% fa acquisti in rete (vs. il 40 dei navigatori tradizionali) con una spesa media superiore del 6% • la crescita dei blog negli USA è ben superiore al 100% annuo Paolo Ferrara 17 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • …e si fidano dei blog nel processo d’acquisto • la fiducia nei blog tocca il record del 65% per gli Italiani che spendono più di 145 euro al mese online • il 27% degli Italiani online non ha comprato un prodotto perché ne ha letto dir male in rete, ovvero 5 milioni di persone • il 40% degli Italiani online ha comprato, influenzato da giudizi positivi online Paolo Ferrara 18 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Il blog è conversazione Ma quali sono i consigli per tenere viva una conversazione? 1. Non siate artificiali. 2. I refusi non sono una calamità. Fregatevene. Lasciate che la conversazione prosegua. 3. Le controversie non sono un problema… Anzi, è un buon segno che c’è qualcosa di cui vale la pena discutere. 4. Anche gli errori sono accettabili: l’importante è confessarli e scusarvene. E cosa bisogna evitare in una conversazione? 1. La mancanza di genuinità. 2. Essere noiosi. 3. Essere arroganti con i vostri sostenitori (o cercare di educarli). 4. Dare l’impressione di essere una commissione giudicante Paolo Ferrara 19 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Trasmissione vs. conversazione Web Blogging Organizzato Caotico Prevedibile Imprevedibile Trova Naviga Completo ma superficiale Incompleto ma profondo Di massa Nicchia Lento Istantaneo Freddo Caldo Trasmissione Conversazione Luogo Comunità Anonimo Personale Azienda Persone Contenuto Espressione Chiuso Partecipativo Senza risposta Ringrazia By Andy Lark Paolo Ferrara 20 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Blog: perché sì, perché no Ragioni per cui non lanciare un blog • non sono in molte le persone che leggono un blog. • aggiornare un blog in modo ottimale porta via molto tempo. Se ne avete poco, forse è meglio che vi dedichiate ad attività che hanno ritorni più consistenti, come il direct mail; • se non siete in grado di conoscere e comprendere la vostra audience, come capita alla maggior parte delle non profit, il vostro blog rischia di uscirne con le ossa rotte. Ragioni per cui dovreste tuttavia lanciare un blog • i blog, o qualcosa di molto simile, alla fine diventeranno di moda e saranno conosciuti praticamente da tutti. E allora perché non partire ora? Partire ora significa acquisire esperienza e l’esperienza è un valore fondamentale nella competizione; • gestire un blog cambierà la vostra organizzazione attraverso una relazione più forte con i vostri sostenitori. Li vedrete in maniera differente e interagirete con loro in modo differente Paolo Ferrara 21 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Partecipazione 2.0 Paolo Ferrara 22 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Second life per il non profit Perché Second Life? • perché potrebbe essere il nuovo volto della rete ed è meglio imparare a usarlo • perché è un ottimo terreno dove effettuare test a prezzi economici • perché vi permette una libertà di espressione unica • perché ogni cosa che accade su Second Life fa ancora notizia • perché potete usarla per incontrare i vostri volontari • gli utenti online sono pochi Attenzione • gli italiani ancor meno • i costi sono in ascesa Paolo Ferrara 23 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Flickr Perché Flickr? • Vi permette di condividere le foto di un evento, di una manifestazione • permette ai vostri sostenitori di aderire alle vostre campagna in modo creativo • vi permette una relazione più calda con i vostri sostenitori: mettendoci la faccia • fornisce contenuti fotografici per le vostre PR • è un media in forte ascesa e con un target alto Paolo Ferrara 24 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • MySpace Perché MySpace? • è l’icona del social networking •150 milioni di utenti e 40 milioni di pagine viste al mese • il target più giovane della rete • massima informalità • massimo coinvolgimento • la possibilità di crearsi un network mondiale di affinità e non solo • la possibilità di integrare con facilità tutti i media Paolo Ferrara 25 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • la rivoluzione del fundraising 2.0 Perché Igo? • perché nasce dal social network • da spazio agli utenti in libertà • costruisce insieme al loro un senso dando spazio alla creatività oltre 170 video prodotti e messi online su Youtube, e vere e proprie serie Paolo Ferrara 26 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Modelli di fundraising decentrato • crea il tuo spazio • pubblica le tue foto • raccogli fondi e mostra i tuoi progressi • organizza gli eventi • usa Internet come un caffè in cui incontrare gli amici del tuo gruppo • sii creativo Paolo Ferrara 27 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Integrate la vostra comunicazione Oxfam trailwalker Be the full stop Red nose day Paolo Ferrara 28 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Integrate la vostra comunicazione Attorno all’email catching Oxfam ha costruito il proprio sito: • un claim coinvolgente, centrato sull’utente; • un form centrato sull’usabilità (poche e chiare informazioni); • lì dove l’utente potrà trovarlo più facilmente • e sostenuto da una comunicazione calda, appoggiata da vari testimonial; Paolo Ferrara 29 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Integrate la vostra comunicazione Email 2.0? Email catcher 2.0 Paolo Ferrara 30 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Integrate la vostra comunicazione La mappa è la nuova icona del web 2.0 Be the full stop - Mostra il radicamento sul territorio - fa condividere identità - mette ordine nella complessità della rete - permette di mettere in competizione territori distanti Google for Darfour Paolo Ferrara 31 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • La mappa come icona del web 2.0 Paolo Ferrara 32 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Alcune delle incognite? • Come misuriamo il web 2.0? • Come adattiamo la nostra organizzazione al mondo che cambia? • Come integriamo la nostra comunicazione? • Di che competenze abbiamo bisogno? • Come controlliamo i feedback? • Sarà solo una bolla? Paolo Ferrara 33 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • UCG AdSense Toolbar Peer to Peer Net Tv Podcast Game L’universo del fundraising 2.0 Vlogging Second life Ad Words Newsgroup Siti Internet Widget Mail Mailing list Forum Digg IM Banner Blog Vod:pod YouTube Squidoo Map Skype Slideshare Linkedin Metacafe IPTV RSS Technorati Yahoo Answers …
  • e per finire … eBay non era un Hobby. E non era un business. Era, ed è, una comunità: un’organica, in continua evoluzione e auto- organizzata ragnatela di relazioni individuali, formatesi attorno a interessi condivisi. Pierre Omidyar, fondatore di eBay Paolo Ferrara 35 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0
  • Contatti Paolo Ferrara Slides www.slideshare.net/PaoloFerrara Responsabile Comunicazione e raccolta fondi Terre des hommes Italia www.terredeshommes.it Email fundraisingnow.wordpress.com fundraisingnow@gmail.com campagnesociali.wordpress.com M +39 347/3050752 Skype jambeeitalia Paolo Ferrara 36 Dal Fundraising 1.0 al Fundraising 2.0