Golf
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Golf

on

  • 686 views

 

Statistics

Views

Total Views
686
Views on SlideShare
539
Embed Views
147

Actions

Likes
0
Downloads
4
Comments
0

5 Embeds 147

http://www.paololazzarin.blogspot.it 68
http://paololazzarin.blogspot.it 58
http://paololazzarin.blogspot.com 11
http://paololazzarin.blogspot.ru 9
http://paololazzarin.blogspot.com.ar 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Golf Golf Presentation Transcript

  • UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE SPORT A SCELTA: Golf“ Infortuni e Prevenzione nel Golf” ANNO ACCADEMICO :2010/2011 Daniele BORRI Matricola n° 771386
  • PREMESSADalle prime lezioni con il Professre NOME mi sono reso conto diquanto le mie conoscenze in merito a questa disciplina fosseroveramente scarse; la cosa che mi ha maggiormente sorpreso èstato comprendere che è il golf non è esclusivamente un gioco,ma una vera e propria disciplina sportiva.Sono rimasto particolarmente colpito quando il professore, nelleprime lezioni, ci ha parlato di alcuni possibili infortuni che sipossono manifestare durante la pratica del golf; così, in questoelaborato, ho deciso di effettuare una sintesi dei fattoribiomeccanici che stanno all’origine delle lesioni, delle lesioni edelle patologie più ricorrenti e delle strategie per prevenirle.Il livello di sforzo medio/basso di questo sport non deve trarre ininganno, perché la condizione fisica può avere grande rilevanzasui risultati agonistici e la prevenzione degli infortuni.
  • LE ORIGINI DEL GOLFL’esatta origine dello sport del golf non è del tutto chiara. La teoria più diffusa e accettata èche questo sport abbia avuto origine in Scozia nel tardo Medio Evo quando due contadini silanviavano una pietra con due bastoni. Un gioco simile al golf odierno è però riconducibilegià nel febbraio 1297 in Olanda, presso una città chiamata Loenen aan de Vecht.Il gioco così come pensato in Olanda era praticato con una stecca e una palla di cuoio. Chicolpiva la palla entro un bersaglio distante diverse centinaia di metri con il mionr numero dicolpi vinceva.Comunque il gioco del golf come lo concepiamo noi oggi è generalmente consideratoun’invenzione scozzese, tanto che il gioco del “golf” era già menzionato in due Atti delParlamento Scozzese nel XV secolo, che lo proibivano. Alcuni studiosi, comunque,ritengonoche tale proibizione si riferisse ad altri giochi più simili allo shinty o all’hurling, o al modernohokey su prato, piuttosto che al golf. Sempre gli studiosi sostengono che il gioco di mandareuna palla in buca del terreno usando una mazza da golf cominciò a essere giocato nel XVIIsecolo in Olanda e che poi questo sia stato trapiantato in Scozia.
  • La parola “golf” potrebbe essere infatti un’alterazione della parola olandese “Kolf” che significa“mazza”, “stecca”.Comunque queste prime forme di gioco sono giustamente viste come forme antenate delmoderno golf come lo interpretiamo oggi. Rimane il fatto che il golf si è originato e sviluppato inScozia: anche il primo campo permanente di golf è originario della Scozia , come anche laprima associazione. Le prime regole scritte hanno avuto origine qui e hanno stabilito il campo adiciotto buche.Il primo torneo si tenne tra varie città scozzesi. Inizialmente il golf ebbe diffusione tra la Scoziae l’Inghilterra e da lì al resto del mondo.il più antico campo da golf nel mondo è l’Old Links alMasselburgh Racecourse.Testimonianze hanno mostrato che il golf era giocato lì nel 1672,anche se Mary, regina diScozia, lo riteneva giocato già nel 1567.
  • DIFFUSIONE DEL GOLFLa diffusione del golf nel mondo è seconda solo al calcio: negliStati Uniti si contano 30 milioni di appassionati, in Europa 4milioni, mentre in Italia gli iscritti alla Federazione Italiana Golfsono 80.000.
  • GLI INFORTUNI NEL GOLF
  • INFORTUNILa letteratura scientifica riguardante gli infortuni e le patologie deigolfisti ha avuto un incremento significativo negli ultimi anni. Gli studiepidemiologici evidenziano che gli infortuni sono rilevanti. Si trattasoprattutto di patologie osteo-articolari di origine macro e microtraumatica.Nella prima categoria (macro) rientrano:- distrazioni muscolari- distorsioni capsulo legamentose- lussazioni- frattureNella seconda catecoria (micro) rientrano invece tutte le sindromida sovraccarico
  • MACRO INFORTUNI DISTRAZIONI MUSCOLARI : •Si ha lesione di alcune fibre muscolari senza danno al tessuto disupporto connettivale; •Alla palpazione si apprezza una zona muscolare dolente allapressione; •Tardivamente si ha la comparsa di tumefazione ed ecchimosi •La guarigione avviene spontaneamente ( in condizioni di riposo perqualche settimana) con l’ausilio, o meno, di un apparecchio gessato; •Alla ripresa dell’attività sportiva è necessario svolgere un lavoro dimuscolazione e stretching
  • DISTORSIONI CAPSULO LEGAMENTOSE :• Traumatismo che provoca un movimento dei capi articolari che va oltre i valori fisiologici;• Spesso causa lesione legamentosa e/o capsulare che può andare da una banale distrazione a una rottura dei legamenti;
  • LUSSAZIONI:• Perdita di contatto permanente tra i capi articolari;• Lesione molto grave, spesso accompagnata da una rottura a livello sia dei legamenti che della capsula articolare;• Esistono lussazioni localizzate a livello del gomito, delle dita e del ginocchio,ma generalmente le zone più colpite sono la spalla e l’anca;• A livello della spalla, le lussazioni possono avvenire senza determinare una frattura ossea, mentre per provocare una lussazione dell’anca è necessaria una forza traumatica notevole; per questo motivo le lussazioni dell’anca sono quasi sempre complicate da una frattura;• In caso di una lussazione occorre eseguire il riposizionamento dei capi articolari che si sono allontanati. Questa manovra deve essere eseguita da personale medico esperto dopo l’esecuzione di un esame radiografico, ha un duplice scopo: 1) ridurre la sintomatologia dolorosa 2) decomprimere le zone periarticolari , soprattutto i vasi e i nervi, e permettere un corretto inizio della fase riparatrice spontanea.
  • FRATTURE :• Una frattura è, in sostanza, una soluzione di continuità della struttura ossea;• Essendo il tessuto osseo una delle strutture più vascolarizzate del corpo, a una frattura si associa sempre una forte emorragia;
  • MICRO INFORTUNIPATOLOGIE DA SOVRACARICO:Patologie dovute all’esecuzione ripetitiva di gesti tecnici spesso erratieffettuati con intensità e/o frequenze superiori alla resistenza deitessuti o alla loro capacità di adattamento, all’uso di strumenti chetrasmettono vibrazioni (mazza) e all’adozione di posture scorrette.NB:si tratta quindi di microtraumatismi ripetuti che , consideratisingolarmente, non sarebbero in grado di causare una lesione, ma illoro ripetersi provoca nel tempo un sovraccarico funzionale capace diledere le strutture anatomiche.
  • DILETTANTI VS PROFESSIONISTIGli infortuni che noi possiamo prevenire, ovvero quelli imputabili direttamente al gioco, sonodistribuiti percentualmente in modo differente tra dilettanti e professionisti.DILETTANTI (preparazione atletica spesso assente!!)- 27% colonna vertebrale- 26% gomito- 16% polso/mano- 9% spalla- 7% ginocchioPROFESSIONISTI- 27% polso/mano- 24% colonna vertebrale- 9% spalla- 7% ginocchio- 7% gomito
  • BIOMECCANICA DELLO SWINGLa biomeccanica funzionale dello swing consente di comprenderel’eziologia degli infortuni, rendendo poi efficaci le strategie prestative,preventive e terapeutiche.Seguendo la tendenza più attuale lo swing può essere diviso in 4tempi:1) address2) backswing3) downswing4) follow - through
  • ZONE DEL COPRO A RISCHIO DURANTE LO SWING “adress” La flessione del busto deve avvenire lordozizzando la colonna lombare altrimenti si determina un sovraccarico dei dischi lombari
  • “Backswing”• L’impugnatura scorretta può causare patologieinfiammatorie a carico del polso e della mano;• una presa troppo stretta può sovraccaricare i muscoliepicondiloidei e quindi determinare una epicondilite .• L’elevazione eccessiva delle spalle può indurre unimpingement sub-acromiale;• il tratto lobare si trova in torsione e quindi se i soggettilombalgici può essere fonte di dolore acuto e improvviso;
  • EpicondiliteRientra tra le tendinopatie, in quanto è una infiammazione dei tendini. Viene dettainserzionale perchè interessa l’inserzione su una parte laterale dell’osso del gomito -chiamata epicondilo – dei muscoli epicondiloidei. Questi muscoli, estensoridell’avambraccio, consentono il sollevamento della mano e del polso e il piegamentoall’indietro delle dita. Poiché è l’articolazione del gomito interessata a tale patologia sitrova tra omero e radio, viene talora, anche definita radiale od omerale. A seconda deimuscoli interessati, poi, si parla di epicondilite laterale, mediale o posteriore.L’epicondilite è causata da movimenti eccessivamente ripetuti o effettuati con troppaintensità, frequente in coloro che praticano tennis o golf, viene spesso anche chiamata“gomito del tennista o del golfista”.
  • Impingement sub-acromialeL’impingement è comune sia negli sportivi sia nelle persone di mezza età, gli atleti che nesoffrono sono specialmente i nuotatori, i golfisti, i giocatori di baseball ed i tennisti; anchecoloro che si ritrovano a sollevare sopra la testa le loro braccia ripetitivamente tipoimbianchini, muratori etc. comunque il dolore può essere il risultato di microtraumi, nonevidenti, reiterati nel tempo.L’impingement sub-acromiale è il risultato della pressione sulla cuffia dei rotatori da unaparte della scapola quando il braccio viene alzato.Tale patologia è il preludio della, assai più grave,lacerazione della Cuffia dei Rotatori
  • “Downswing”• Distrazioni muscolari degli addominali possono verificarsi con una eccessiva rotazione del busto;• Lo spostamento del carico sulla gamba sx può creare patologie a carico dell’anca o del ginocchio;• Errori di impugnatura o di esecuzione del gesto tecnico possono causare l’epicondilite e/o l’epitrocleite;• Il polso e la mano possono essere sede di lesione nel caso si colpisca inavvertitamente il terreno o vi sia un’eccessiva flessione/estensione del polso;
  • EpitrocleitePatologia meno diffusa dell’epicondilite ( costituisce il 10% delletendinopatie del gomito). Gli sportivi colpiti sono i giocatori di golf, ilanciatori di giavellotto, gli schermitori.Il momento etiopatogenico è da ricercarsi nell’’esecuzione scorretta delgesto atletico specifico. Non esistono predisposizioni individualiconosciute.
  • “Follow – through”• La struttura capsulo – legamentosa della spalla e della cuffia dei rotatori sono sottoposti ad uno stress molto elevato:• Infortuni alle anche e alla regione lombare possono verificarsi durante una decelerazione troppo brusca del movimento;• Qualora il piede rimanga ancorato al suolo possono verificarsi traumi distorsivi al ginocchio sx sino alla possibile rottura del legamento crociato anteriore;
  • CURIOSITA’Golf cart: impennata deli infortuniSecondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine lacrescente popolarità dello sport di Tiger Woods ha fatto esplodere gli infortunisul campo legati alle quattro ruote. Sotto accusa i golf cart , piccole auto abatteria usate per spostarsi lungo il percorso di gioco.Secondo lo studio dal 1990 al 2006, negli Stati Uniti il tasso di infortuni èsalito di oltre il 130%. In questo periodo si sono registrati circa 150 milainfortuni collegati ai golf cart, con vittime che vanno dai 2 mesi ai 96 anni di età.Il problema è che queste macchinine sono diventate molto più veloci e piùpotenti, oltre che più diffuse, rispetto a dieci anni fa. E se nel 1990 siregistravano 5.772 casi di incidenti, nel 2006 la stima parla di 13.411 episodi.Gli studiosi raccomandano che per ridurre gli infortuni da golf cart , la primamisura è quella di scoraggiarne l’uso con bimbi a bordo, ma occorre ancherichiedere licenze di guida e stabilire decaloghi per la sicurezza.
  • PREVENZIONE DEGLI INFORTUNIIl rischio di infortunio, come in ogni altra attività sportiva, può essere ridotto dauna prevenzione mirata, utile per migliorare la prestazione agonistica.La preparazione atletica finalizzata al miglioramento della performance e allariduzione degli infortuni dei golfisti si basa su alcuni punti fondamentali:1) Propiocettività2) Flessibilità e miglioramento del tono muscolare4) Aerobico5) Core stability
  • 1) PropiocettivitàDai tendini, dai muscoli e dalle articolazioni partono continuamente informazioni che raggiungono il cervello e loinformano di come il corpo è disposto nello spazio.Gli organi deputati a questa funzione sono ad esempio:• i fusi neuromuscolari• gli organi tendinei del Golgi, ecc.Essi ci informano sullo stato delle tensioni muscolari , sulla direzione e posizione del corpo rispetto allo spazio e sullaposizione spaziale dei singoli segmenti del corpo.Tanto più questo sistema è sviluppato, tanto maggiori saranno le informazioni che giungeranno al cervello garantendoquindi una migliore organizzazione e precisione del movimento.Perché allenare il propiocettivo?• con l’utilizzo di attrezzi atti a favorire l’instabilità ( tavolette, meduse ecc..) permette di migliorare in poco tempo laforza, riducendo rispetto al lavoro di “forza classico” gli squilibri tra gli arti omologhi ( questo è importante in ottica diprevenzione degli infortuni).• allenando il propriocettivo si migliora anche la tecnica in quanto il soggetto avrà una maggior percezione del propriocorpo e maggior equilibrio.• allenare l’equilibrio è importante sia nel bambino che nell’adulto; nell’adulto affinare la propiocezione richiede tempipiù lunghi e ha uno scopo soprattutto preventivo.• studi dimostrano che l’allenamento propiocettivo può essere considerato un mezzo preventivo per i re-infortuni econseguentemente sulla prevenzione degli infortuni
  • 2) Flessibilità e miglioramento del tono muscolareLa flessibilità (costituita da mobilità articolare e elasticità muscolare) è essenziale permigliorare il gioco. Infatti nn si può effettuare un completo swing se il corpo non èabbastanza flessibile. Quindi migliorando la flessibilità nel giusto modo otterremo lagiusta postura e la rotazione del centro sarà più ampia generando più velocità e potenza.Quindi, per eseguire uno swing corretto è indispensabile avere una buona elasticitàmuscolare e una buona mobilità articolare.Questa esigenza non è necessaria solamente per migliorare la prestazione tecnica, maanche per prevenire gli infortuni durante la pratica.Flessibilità e forza muscolare devono essere sviluppati in sintonia in modo da creare uncorpo armonico.Si sa che la potenza è importante per tutti i golfisti ma se vi è una eccessiva rigiditàmuscolare o non si è flessibili non si è in grado di creare la giusta potenza checerchiamo.
  • 3) AerobicoIl golf non è uno sport aerobico, ma le richieste sul corpo sono uniche. Ladurata del gioco può portare a fatica, che a sua volta porta ad una cattivapostura e la mancanza di coordinamento.Scorretta postura e mancato corrdinamento sviluppano un terreno perfetto perl’infortunio!Nb: un lavoro aerobico consentirà in oltre di andare a ridurre la massa grassa;quindi eliminare quei kg di troppo che il golfista dovrebbe trascinarsi nel campogara riducendo cosi l’insorgenza della fatica e l’eccessivo carico a livello dellearticolazioni.
  • 4) Core stabilityPerché Core stability?In tutte le attività una ottimale “Core stability” permette all’atleta di applicare lesue forze in modo più efficace, riducendo il rischio di infortuni.I muscoli che sono coinvolti nella stabilizzazione del “Core” sonoprincipalmente:• trasverso dell’addome• obliqui esterni• obliqui interni• retto addominale• dorsali, ecc.
  • OGGI ANCHE GOLF LABCosa è Golf Lab?A tutti gli effetti un laboratorio itinerante, pensato e realizzato per analizzare laperformance del golfista direttamente sul campo. In collaborazione con istruttoriprofessionisti e le migliori tecnologie e strumentazioni d’analisi presenti sul mercatointernazionale,è in grado di fornire al praticante una documentazione completa dei fattoricritici sui quali dovrà lavorare con il proprio istruttore.In maniera semplice e approfondita vengono analizzati tutti gli aspetti tecnici e i proprimargini di miglioramento non solo dal punto di vista tecnico ma soprattutto fisico eposturale.In questo modo, agendo sugli aspetti tecnici e posturali sarà anche possibile ridurrel’insorgenza degli infortuni (prevenzione).
  • “Essendo golfista sei un Atleta e devi affrontare il golf come faresti con qualsiasi altro sport usando la preparazione fisica per migliorare il tuo gioco e prevenire l’infortunio”
  • Fine