Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per  contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di Sassari
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di Sassari

  • 903 views
Published

UnissMobile si propone di ideare e progettare un servizio di m-learning in grado di potenziare la …

UnissMobile si propone di ideare e progettare un servizio di m-learning in grado di potenziare la
comunicazione pubblica dell‟Ateneo di Sassari e prevenire/ridurre il drop out universitario.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
903
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. UnissMobile. Ideazione e progettazione di un servizio di m-learning per contrastare la dispersione universitaria dell’Università degli Studi di SassariRelatore:Prof. Antonio Calvani Candidate: Paola Cherosu Valeria Sechi Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 2. ScenarioLa diffusione di smartphone e tablet ha aperto nuovi scenariper l’apprendimento, permettendo la fruibilità di informazionie contenuti anytime e anywhere.“Questi dispositivi tecnologici possono potenziare la comunicazione istituzionale e aiutare aridurre la dispersione universitaria?” Obiettivo progettuale UnissMobile si propone di ideare e progettare un servizio di m-learning in grado di potenziare la comunicazione pubblica dell’Ateneo di Sassari e prevenire/ridurre il drop out universitario. Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 3. Step progettuali:1. Analisi del contesto (normativa universitaria e riferimenti legislativi europei contro ladispersione)2. Raccolta dei dati sulla dispersione universitaria3. Analisi dei servizi mobile offerti nel panorama universitario nazionale e internazionale4. Realizzazione e somministrazione di un questionario esplorativo per conoscere eanalizzare il target di riferimento5. Ideazione e allestimento della pagina Moodle per le comunicazioni6. Creazione dei messaggi tematici da inviare agli studenti7. Raccolta feedback da parte degli studenti Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 4. La dispersione universitaria: il caso studio dellUniversità di Sassari• Negli ultimi tre anni accademici (2008/2009, 2009/2010, 2010/2011), il tasso diabbandono universitario a livello di Ateneo è oscillato tra il 33% e il 35%.• La percentuale più alta di dispersione universitaria risulta essere nei corsi di laureatriennale, dove si è passati da un tasso di abbandono del 25% nell’a.a 2008/2009 ad untasso di abbandono del 44% nell’a.a. 2009/2010, per poi diminuire al 39% nell’a.a.2010/2011. Progettazione di una strategia di comunicazione atta a prevenire o ridurre il fenomeno della dispersione universitaria, soprattutto durante i primi anni di iscrizione ai corsi di laurea triennale . Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 5. Mobile Learning: stato dellarte• Macroaree individuate nel benchmarking:1) Servizi mobile erogati attraverso i siti web istituzionali e fruibili dai dispositivi mobile degli utenti2) Apps dedicate e diffuse attraverso i principali Store Apple e Android• 20 Atenei italiani già adottano servizi mobile Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 6. Mobile Learning: stato dellarte• 8 tipologie di servizi m-learning:1) erogazione di materiale didattico2) comunicazioni3) contatti strutture/persone4) mappa strutture5) eventi e news6) Prenotazione esami online7) consultazione libretto8) Apps Prevalente l’aspetto di comunicazione-informazione istituzionale (Università italiane) ma è meno presente la possibilità di accedere a risorse didattiche multimediali e ai corsi in modalità e-learning Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 7. Questionario esplorativo con gli studenti• Campo di indagine:1. Caratteristiche socio-demografiche2. Dati della carriera universitaria3. Utilizzo dei dispositivi tecnologici4. Utilizzo dei social network5. Servizio “UnissMobile” Strategia di comunicazione basata sulla progettazione di contenuti via mail su aspetti relativi ai servizi universitari e informazioni riguardanti l’orientamento. Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 8. Attività pratica progettuale• Vincoli progettuali:- preferenza da parte degli studenti a ricevere comunicazioni via e-mail o SMS- necessità di sperimentare e creare un servizio a costo zero, con risorse materiali e di personale giàdisponibili• Apertura pagina sperimentale sulla piattaforma e-learning della Facoltà di ScienzePolitiche:- 10 blocchi/argomenti tematici di informazioni generali e particolari (Comunicazioni iniziali: Test di accesso aicorsi di laurea, Presentazione della facoltà: scadenze, Assegnazione dei tutor per le matricole (A-L) (M-Z), Self-studenti: daticarriera, Servizio Tirocini, Progetto Erasmus, Servizio Orientamento, Vita da studente, Come fare per laurearti)-Strumenti di comunicazione utilizzati: Forum e Quickmail-10 Macroaree per un totale di 51 messaggi elaborati (generici e personalizzati) Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 9. Esempi di comunicazione via e-mail personalizzata per gli studenti attraverso la piattaforma MoodleMaster in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011
  • 10. Conclusioni e sviluppi futuri• Feedback positivo da parte degli studenti coinvolti• Risultati maggiori potranno essere raccolti nel lungo periodo dopo una attenta attivitàdi monitoraggio delle carriere studenti e un eventuale confronto tra i tassi diabbandono nei due o tre anni successivi alla sperimentazione• Implemento di apposite applicazioni moodle-based per l’invio di alert dallapiattaforma e-learning una volta attivato il networking di Ateneo• App istituzionale per gli studenti che possiedono uno smartphone o un tablet Master in Metodologie e Tecnologie per l’e-learning A.A. 2010-2011