Fase 1 “Percorso conoscitivo” INFORMAZIONI I Testi storici: I segni della memoria/appartenenza/origine
Fase 1 “Percorso conoscitivo” INFORMAZIONI Gli artisti: Il paesaggio rurale e la tematica contadina  … . un immenso deposi...
Fase 2 “Rappresentazione cartografica dei valori considerati” La carta è estesa all’intero territorio comunale.  La carta ...
Percorso B L’immaginario paesaggistico “Sapere comune” <ul><li>Obiettivi: </li></ul><ul><li>Ricostruire la percezione loca...
<ul><li>Temi indagati </li></ul>Percorso B L’immaginario paesaggistico “Sapere comune” <ul><li>Definizione di paesaggio </...
<ul><li>Definizione di paesaggio </li></ul>Se lei mi dice paesaggio a me viene in mente …… “ Scorci da cui uno può guardar...
<ul><li>Il paesaggio locale </li></ul>“ Da noi sovrasta l’ambiente” “ Prevale la natura, i cieli, i prati, i boschi, è un ...
<ul><li>Elementi identitari </li></ul><ul><li>dei paesaggi locali </li></ul>Il Castello di Montecuccolo Valle dello Scolte...
<ul><li>Evoluzione del paesaggio </li></ul>“ Bisogna seguire la vocazione del posto” “ Nel tempo si è modificato, ma non s...
<ul><li>Paesaggio e </li></ul><ul><li>intervento intenzionale </li></ul>“ Già adesso il piano paesistico dà delle indicazi...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

De Luca(2parte)

407 views
350 views

Published on

Published in: Education, Art & Photos
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
407
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

De Luca(2parte)

  1. 1. Fase 1 “Percorso conoscitivo” INFORMAZIONI I Testi storici: I segni della memoria/appartenenza/origine
  2. 2. Fase 1 “Percorso conoscitivo” INFORMAZIONI Gli artisti: Il paesaggio rurale e la tematica contadina … . un immenso deposito di fatiche (C. Cattaneo) Paesaggio (Covili) Paesaggio (Giusti)
  3. 3. Fase 2 “Rappresentazione cartografica dei valori considerati” La carta è estesa all’intero territorio comunale. La carta come tavola di sintesi. Il linguaggio: semplice e comprensibile
  4. 4. Percorso B L’immaginario paesaggistico “Sapere comune” <ul><li>Obiettivi: </li></ul><ul><li>Ricostruire la percezione locale intesa come specificità e identità del luogo </li></ul><ul><li>Metodo: </li></ul><ul><li>Interviste semi-strutturate a </li></ul><ul><li>informatori esperti della società civile </li></ul><ul><li>Focus group </li></ul>
  5. 5. <ul><li>Temi indagati </li></ul>Percorso B L’immaginario paesaggistico “Sapere comune” <ul><li>Definizione di paesaggio </li></ul><ul><li>Il paesaggio locale </li></ul><ul><li>Elementi identitari dei paesaggi locali </li></ul><ul><li>Evoluzione del paesaggio </li></ul><ul><li>Paesaggio e intervento intenzionale </li></ul>
  6. 6. <ul><li>Definizione di paesaggio </li></ul>Se lei mi dice paesaggio a me viene in mente …… “ Scorci da cui uno può guardare qualcosa” “ Aree naturali ma anche cultura materiale, beni culturali” “ Il paesaggio è il comportamento della gente, diventa paesaggio anche una festa, il folklore” “ L’insieme dell’ambiente” “ Il paesaggio è qualcosa che si respira” “ Il paesaggio è nella sensibilità di chi lo abita, di chi lo fruisce”
  7. 7. <ul><li>Il paesaggio locale </li></ul>“ Da noi sovrasta l’ambiente” “ Prevale la natura, i cieli, i prati, i boschi, è un paesaggio prevalentemente naturalistico” “ L’antica viabilità, le siepi disegnano il paesaggio, i borghi antichi. Compenetrazione con la natura …” “… la tradizione, le difficoltà, certi modi di costruire ….” “ Per paesaggio si intende senz’altro quello che uno vede, ma quello che … uno da dove viene, le radici, uno sente di più perché è nato lì. Dietro ogni cosa che uno vede ci sono anni di tradizioni di cultura, di gente che è andata via e però poi ritorna per questo richiamo…”
  8. 8. <ul><li>Elementi identitari </li></ul><ul><li>dei paesaggi locali </li></ul>Il Castello di Montecuccolo Valle dello Scoltenna Le torri I Boschi di Monzone Sassoguidano Il Monte Cimone
  9. 9. <ul><li>Evoluzione del paesaggio </li></ul>“ Bisogna seguire la vocazione del posto” “ Nel tempo si è modificato, ma non solo per la costruzione di edifici, anche per le coltivazioni diverse. Dieci anni fa non si coltivava più il grano, quindi non aravi o rarissimamente. Ora hanno ripreso …” “ E’ evidente che può essere bello anche qualcosa di nuovo o diverso, ma va proposto in zone che non disturbino ….” “ Ad esempio lo stallone, non è che non bisogna farlo, ma invece che farlo sulla cresta della collina che si vede da 5000 metri lo si fa leggermente più in là, le mucche stanno bene lo stesso”
  10. 10. <ul><li>Paesaggio e </li></ul><ul><li>intervento intenzionale </li></ul>“ Già adesso il piano paesistico dà delle indicazioni che bisogna rispettare. Spetta agli enti locali avere la possibilità di non prendere decisioni che deturpino il paesaggio” “ Più che intervenire sul paesaggio, bisogna rispettarlo” “ Io non sono per uno sviluppo settoriale, delle case. Però devo adattare le costruzioni nuove a quello che ho vicino. Adattare le nuove e quelle vecchie, non mettere un grattacielo dove ci sono case basse. Fare in modo che le nuove stiano bene accanto alle vecchie. E lì dipende dal piano regolatore”

×