OpenCoesione: l’iniziativa di Open Government sulle politiche di coesione

130 views
86 views

Published on

Riunione dei Centri di informazione Europe Direct, Roma 5 giugno 2014

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
130
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

OpenCoesione: l’iniziativa di Open Government sulle politiche di coesione

  1. 1. www.opencoesione.gov.it OPENCOESIONE: L’INIZIATIVA DI OPEN GOVERNMENT SULLE POLITICHE DI COESIONE Carlo Amati, Simona De Luca, Luigi Reggi Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica Riunione dei Centri di informazione Europe Direct Roma, 4-5 giugno 2014
  2. 2. Per open government si intende una prassi di amministrazione del bene pubblico trasparente e accessibile, perseguita rispondendo agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni, utilizzando nuovi strumenti e tecnologie della comunicazione per aumentare il grado di apertura e accessibilità dell’operato delle Amministrazioni nei confronti dei cittadini, tanto in termini informativi quanto di partecipazione al processo decisionale. Open government Cosa significa? POLICY
  3. 3. “My Administration is committed to creating an unprecedented level of openness in Government. We will work together to ensure the public trust and establish a system of transparency, public participation, and collaboration. Openness will strengthen our democracy and promote efficiency and effectiveness in Government.” Memorandum on transparency and open government (21.01.2009) Alcuni promotori dell’open government “We are sending a strong signal to administrations today. Your data is worth more if you give it away. So start releasing it now: Taxpayers have already paid for this information, the least we can do is give it back to those who want to use it in new ways that help people and create jobs and growth.” Open Data Strategy for Europe (12.12.2011)
  4. 4. Il paradigma dell’open government Cosa sono?
  5. 5. Principali iniziative internazionali I leader del G8 hanno sottoscritto l’Open Data Charter il 18 giugno 2013 in cui si definiscono alcuni principi strategici come la produzione di tutti i dati amministrativi in formato aperto (open data by default), l’aumento della qualità e la facilità di riuso dei dati con gli obiettivi fondamentali di migliorare l'azione amministrativa e promuovere l'innovazione. L’OGP è stata avviata nel 2011 come piattaforma internazionale per supportare i vari Paesi aderenti nel rendere le amministrazioni più aperte, responsabili e rispondenti ai bisogni dei cittadini. I piani d’azione nazionali prevedono che i governi e la società civile lavorino insieme per realizzare significativi processi di sviluppo nell’ambito dell’open government. A luglio 2014 prima edizione OGP Awards con candidatura italiana per l’iniziativa OpenCoesione a seguito di selezione pubblica (82% dei consensi) La direttiva europea sul riutilizzo dell'informazione del settore pubblico (2013) prevede che l’accesso ai dati pubblici sia: - più semplice, con l’introduzione di diritti automatici di riuso - più economico, con la massima applicazione dei costi marginali - più ampio, in quanto esteso a biblioteche, musei, archivi, ecc.
  6. 6. Il contesto italiano ed europeo Il Regolamento generale sui Fondi Strutturali 2007-2013 (n.1083/2006 art. 69) richiede alle Autorità di Gestione dei Programmi di pubblicare un set minimo di informazioni sui beneficiari dei fondi, sulle operazioni finanziate e il relativo importo Il DL Trasparenza (n.33/2013) prevede il diritto al riuso gratuito dei dati pubblici, senza alcun ulteriore obbligo che la citazione della fonte ed il rispetto dell’integrità. Il Piano d’Azione per la Coesione (2012) include l’obbligo di il rilascio in formato aperto di uno specifico set di informazioni sui singoli interventi finanziati. Il Regolamento generale sui Fondi Strutturali 2014-2020 (n. 1303/2013 art. 115) richiede alle Autorità di Gestione dei Programmi di pubblicare le informazioni sui beneficiari in formato aperto (con licenza di riuso e metadati) ed elenca il livello minimo di informazioni da pubblicare (Annex VI) con maggiori dettagli rispetto al 2007-2013.
  7. 7. La strategia di open government sulle politiche di coesione è volta a: • promuovere una maggiore trasparenza nell’uso delle risorse • migliorare i processi decisionali e la pianificazione delle politiche • agevolare la creazione di nuove applicazioni e servizi per i cittadini • aumentare il coinvolgimento degli stakeholder per assicurare un utilizzo efficiente ed efficace dei fondi l’Europa è pronta? Open data sull’uso di risorse pubbliche Le politiche di coesione
  8. 8. Senza OpenCoesione Machine-readable format Trasparenza sui beneficari dei Fondi Strutturali Con OpenCoesione Dati Nov 2013
  9. 9. Senza OpenCoesione Dettaglio del contenuto Trasparenza sui beneficari dei Fondi Strutturali Con OpenCoesione Dati Nov 2013
  10. 10. Circa 100 miliardi di euro nel 2007- 2013 Risorse aggiuntive a quelle ordinarie “Dall’ago al reattore” Progetti in tutta Italia, maggiori risorse nel Mezzogiorno, in settori diversi, di dimensione micro e macro Le politiche di coesione Cosa finanziano e quanto valgono in Italia?
  11. 11. Progetti in attuazioneAssegnazioni di risorse Quindi molti strumenti e con evoluzione nel tempo. Inoltre, ci sono risorse nazionali “liberate” per progetti rendicontati su programmi comunitari ma originariamente finanziati su fonti diverse e che finanziano altri progetti. I progetti delle politiche di coesione Fondi e cicli di programmazione diversi
  12. 12. www.opencoesione.gov.it
  13. 13. OpenCoesione • Per garantire trasparenza sull’utilizzo delle risorse pubbliche • Per favorire una più ampia partecipazione della cittadinanza nel controllo e nella sollecitazione dei risultati • Per migliorare la qualità dell’intervento pubblico e migliorare dati e informazioni che raccontano la politica di sviluppo • Si rivolge a cittadini singoli e organizzati, amministratori, tecnici e imprenditori dell’innovazione, ricercatori e giornalisti Trasparenza, partecipazione, sviluppo
  14. 14. Totale dei progetti e delle risorse nel complesso o nell’ambito della selezione effettuata Grafici interattivi per l’immediata visualizzazione della distribuzione delle risorse e del numero di progetti per tema e per natura dell’intervento Sintetica panoramica della distribuzione delle risorse per tema e per natura dell’intervento Ricerca diretta delle Amministrazioni responsabili dei progetti e degli altri soggetti coinvolti nella realizzazione Accesso diretto alle localizzazioni (regioni, province, comuni) tramite mappe interattive e ricerca per trovare il numero di progetti, l’ammontare degli investimenti e la lista dei singoli interventi Progetti col maggiore finanziamento sono evidenziati in home page Contenuti del portale OpenCoesione: homepage Quadro dei principali dati disponibili
  15. 15. Per ogni tema sintetico ( 13 raggruppamenti delle categorie di spesa UE 2007-13) è disponibile una selezione di indicatori territoriali che consente di leggere i dati sui progetti insieme a proxy statistiche dei risultati generali delle politiche di coesione. Gli indicatori selezionati garantiscono la comparabilità delle informazioni nel tempo tra le regioni e con la media nazionale. Indicatori territoriali Oltre i dati sui progetti
  16. 16. Il valore della trasparenza • Valore in sé, reso tangibile con le azioni di apertura di dati e informazioni • Le Amministrazioni trasparenti non sono necessariamente le migliori ma diventano più brave • Dentro e fuori l’Amministrazione si utilizzano gli stessi dati per prendere le decisioni: la valutazione pubblica aperta nel lungo termine porta ad un miglioramento dei risultati • Utile per ricercatori e giornalisti, ma anche per le stesse Amministrazioni (maggiore consapevolezza, miglior coordinamento tra diversi livelli di governo) • Dati come materia prima fondamentale (nuovo petrolio) per un’economia basata sull’informazione (possibilità sviluppo nuove applicazioni e servizi, ecc.) • La trasparenza conviene, anche economicamente Quali vantaggi?
  17. 17. Sistema gestito dalla Ragioneria Generale dello Stato (IGRUE) Il portale web OpenCoesione visualizza le informazioni disponibili inserite dalle Amministrazioni Condizioni alla base: Sistema di monitoraggio unitario Alimentato dalle Amministrazioni secondo un tracciato standard Banca  dati  unitaria Regione  Emilia  Romagna Regione  Veneto Regione  Sicilia … MIUR Ministero  Interno MISE …
  18. 18. Licenza CC BY-SA: è possibile riprodurre, distribuire e comunicare al pubblico dati e analisi; modificarli e adattarli; usarli per fini commerciali riportando sempre la fonte indicata e distribuendo qualsiasi riuso dei dati con una licenza identica o equivalente. Metadati con informazioni sulle singole variabili per un uso corretto dei dati (struttura dei dataset, descrizione dei campi, note esplicative). Condizioni al contorno: Licenza e metadati Premesse formali e sostanziali per il riutilizzo
  19. 19. Dalla trasparenza al riuso Analisi / valutazione / ricerca Partecipazione / “monitoraggio civico” Interesse per - Effetti “macro” - Categorizzazioni / tipologie - Valori “totali” delle politiche Datajournalism Interesse per - Effetti “micro” / singolo progetto - Geo-localizzazione - Leve e strumenti di tipo “wiki” e “crowdsourcing” Finalità “civiche” Cosa fare con gli open data?
  20. 20. Esperienze di riuso dei dati • Ifel • Banca d’Italia • LUISS • ----
  21. 21. www.monithon.it Mailing list dedicata alle iniziative di monitoraggio civico pubblica e aperta a tutti monithon@googlegroups.com
  22. 22. Grazie per l’attenzione www.opencoesione.gov.it opencoesione@dps.gov.it

×