PRODUZIONE e LOGISTICA    La funzione produzione:    pianifica e realizza il processo di trasformazione fisica dei materi...
GESTIONE PRODUZIONE e MAGAZZINI (PUSH-PULL)A    previsione       (PUSH):    ogni    A fabbisogno (PULL): …operazione      ...
GESTIONE SU PREVISIONE - PUSHVantaggi principali:•   Garanzia delle q.tà previste    (entro i limiti)•   Rispetto tempi di...
GESTIONE A FABBISOGNO - PULLVantaggi principali:•   Scorte finalizzate nelle quantità e nei tempi    in funzione dell’ordi...
GESTIONE MISTA•   Magazzini dei semilavorati idonei a gestione a fabbisogno (l’azienda ha il completo    controllo in entr...
PRODUZIONE SU COMMESSA O IN SERIE  (in funzione della tecnologia di produzione e all’organizzazione del lavoro)Produzione ...
PRODUZIONE in CONTOLAVORO           Difficile la pianificazione a breve e medio termine.           Input                Vi...
IL FLUSSO DEI MATERIALI E DELLE                      INFORMAZIONI                         AZIENDAFORNITORI                ...
Il cliente finale è il punto iniziale e di arrivo di tutti i processi; quindi bisognacreare valore per il cliente agendo s...
La gestione della produzione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

La gestione della produzione

3,140

Published on

Introduzione ai concetti di pianificazione della produzione e delle tecniche di gestione del magazzino.

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
3,140
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "La gestione della produzione"

  1. 1. PRODUZIONE e LOGISTICA La funzione produzione: pianifica e realizza il processo di trasformazione fisica dei materiali o di erogazione del servizio La funzione logistica gestisce i flussi ed i magazzini: è preposta alla movimentazione ed allo stazionamento dei materiali.
  2. 2. GESTIONE PRODUZIONE e MAGAZZINI (PUSH-PULL)A previsione (PUSH): ogni A fabbisogno (PULL): …operazione di acquisto o in base alla certezza delproduzione è programmata in successivo utilizzo.base alla previsione delsuccessivo utilizzo (incertezza).Produzione e vendita sono Gestione trainata dallacondizionate dalla presenza di domanda, giàmagazzini a monte che devono concretizzata in ordine delfronteggiare anche eventuali cliente finale. I magazzinierrori di previsione. contengono quantità finalizzate, prenotate per l’operazione di produzione o venduta successiva.
  3. 3. GESTIONE SU PREVISIONE - PUSHVantaggi principali:• Garanzia delle q.tà previste (entro i limiti)• Rispetto tempi di consegna al cliente finale. Limiti principali: • Scorte di sicurezza (costo aziendale) • In caso di estensione della gamma di prodotti, minore affidabilità delle previsioni.
  4. 4. GESTIONE A FABBISOGNO - PULLVantaggi principali:• Scorte finalizzate nelle quantità e nei tempi in funzione dell’ordine cliente o dei programmi di produzione precedenti• Non esistono scorte di sicurezza• Ampliamento della gamma di prodotti senza problemi. Limiti principali: • Non sono possibili consegne a pronto.
  5. 5. GESTIONE MISTA• Magazzini dei semilavorati idonei a gestione a fabbisogno (l’azienda ha il completo controllo in entrata e in uscita).• Magazzino materia prima gestito su previsione.• Magazzino prodotti finiti gestito su previsione.
  6. 6. PRODUZIONE SU COMMESSA O IN SERIE (in funzione della tecnologia di produzione e all’organizzazione del lavoro)Produzione in serie •Continua •Grandi quantità •Macchinari poco flessibili •Manodopera con compiti definiti. Produzione su commessa •Produzione attivata da ordine cliente •Piccole quantità •Macchinari flessibili •Manodopera polivalente.
  7. 7. PRODUZIONE in CONTOLAVORO Difficile la pianificazione a breve e medio termine. Input Vincoli Output • commesse dal • risorse a disposizione • prodotto finito mercato (clienti) (materiali, personale, consegnato al impianti) cliente nel rispetto di tempi e quantitàSoluzione mista: materia prima a magazzino (costo) in funzione dellespecifiche dei principali clienti + produzione in base agli ordini acquisiti delcliente.
  8. 8. IL FLUSSO DEI MATERIALI E DELLE INFORMAZIONI AZIENDAFORNITORI CLIENTI materie prime; prodotti componenti magazzino magazzino mat.pr./com prod.finiti p. Distribuzione fisica Gestione materiali gestione programmaz. gestione acquisizione scorte produzione scorte distribuzione scorte scorte materiali semilav./prod.in corso prodotti finiti
  9. 9. Il cliente finale è il punto iniziale e di arrivo di tutti i processi; quindi bisognacreare valore per il cliente agendo su : Velocità: risposta istantanea e precisa alle richieste Qualità: Esigenza di standard qualitativi crescenti Personalizzazione: prodotti adattati ad esigenze specifiche del consumatore finale

×