"Quello che le aziende non osano fare… " - Giuliano Noci, Politecnico di Milano

3,372 views
3,210 views

Published on

Presentazione Politecnico di Milano al convegno "Osservatorio Multicanalità 2013: è il momento di osare"

Published in: Marketing
0 Comments
6 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
3,372
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
301
Actions
Shares
0
Downloads
242
Comments
0
Likes
6
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

"Quello che le aziende non osano fare… " - Giuliano Noci, Politecnico di Milano

  1. 1. Quello che le aziende non osano fare Giuliano Noci, Politecnico di Milano Sponsor
  2. 2. Le imprese italiane e la multicanalità Il primo passo è stato fatto: la CONSAPEVOLEZZA Dell’importanza e imprescindibilità del tema Delle conseguenze organizzative Degli impatti sul modello di business 2
  3. 3. Imparare a camminare Dalla consapevolezza al COMPORTAMENTO: da un atteggiamento passivo a un atteggiamento attivo 3
  4. 4. I passi più difficili 1. Conoscere il consumatore come persona e non come “target di consumo” o “target media” 4
  5. 5. I passi più difficili 2. Segmentare in maniera dinamica i propri consumatori introducendo nuove chiavi di lettura come i contesti di vita 5
  6. 6. I passi più difficili 3. Mettersi nei panni dei propri consumatori e vedere quali sono i loro reali customer journey attuali e le loro aree di frustrazione 6
  7. 7. I passi più difficili 4. Progettare una value proposition in cui i differenziali competitivi si basino soprattutto sul sistema di interazione multicanale 7
  8. 8. I passi più difficili 5. Deliziare i propri consumatori, specialmente gli Hyper Reloaded 8
  9. 9. I passi più difficili 6. Partire dai valori e dall’esperienza che la propria marca vuole co-creare con i consumatori nella progettazione della value proposition 9
  10. 10. I passi più difficili 7. Ricordarsi che il contenuto non è un optional e occorre investire in contenuti nativamente multicanale (e non di adattamento…) 10
  11. 11. I passi più difficili 8. Misurare non solo l’efficacia e l’efficienza della singola campagna o del punto di contatto ma ricondurre il tutto a KPI di business 11
  12. 12. I passi più difficili 9. Superare i silos organizzativi e coinvolgere i giusti attori ai tavoli di lavoro 12
  13. 13. I passi più difficili 10. Imparare a sbagliare consapevolmente 13
  14. 14. Pronti a osare? 14
  15. 15. Grazie! Giuliano Noci, Politecnico di Milano Sponsor

×