• Save
SEGUIRE LA FALSITA’: LA GENTE DELL’INFELICITA’
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

SEGUIRE LA FALSITA’: LA GENTE DELL’INFELICITA’

on

  • 215 views

 

Statistics

Views

Total Views
215
Views on SlideShare
215
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

SEGUIRE LA FALSITA’: LA GENTE DELL’INFELICITA’ SEGUIRE LA FALSITA’: LA GENTE DELL’INFELICITA’ Document Transcript

  • SEGUIRE LA FALSITA’: LA GENTE DELL’INFELICITA’ Imām Ibn Qayyim al-Jawziyyah (rahīmahullāh) “Ar-Risālatu’t-Tabukiyyah” Traduzione e adattamento a cura di Muhammad Nur al Haqq
  • Deviare dal Messaggero Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) ha detto rivolgendosi al Suo Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam): َ ُ ۡ‫قُ ۡۡإِنۡضللتُۡۡفإِنمۡۡأَضِ ۡۡعل ۡۡنفسِ ۡۡوإِنِۡۡٱهتدَ يتُۡۡفبماۡيوح ۡۡإِلىَّۡۡرب ۡۡإِن ۡۡۥ‬ ‫َ ِ َ ُ ِى َ َ ِّ ى َّ ه‬ ‫ل‬ َ ‫َ َ َ َّ َ ا ل َ َى َ ى‬ ‫َ ِيع َ ِ يب‬ ۡ ‫سم ۡۡقر‬ “Dì: «Se mi perdo, è solo contro me stesso che mi perdo; se mi mantengo sulla Retta via, è grazie a quello che il mio Signore mi ha rivelato. In verità Egli è Colui che ascolta, Colui che è vicino».” [Saba’, 50] Questo reca una chiara prova che la guida del Messaggero avviene solo attraverso il Waḥy (rivelazione); com’è sorprendente allora trovare uomini con menti confuse e opinioni contrastanti che sostengono di essere guidati! Come li raggiunge questa guida? Invero: 1
  • َ َ ‫َ َ ٱّلل َ ُو ُ َ َ َ ُ ِل‬ ُ ‫منۡيہدِۡۡ َُّۡۡفه َۡۡٱلمهتدِۡۡومنۡيضل ۡۡفلنۡ َتجدَۡۡل ۡۡۥۡولِياۡمرشِ دا‬ َ ‫ِ َه‬ “Colui che Allāh guida è ben guidato, ma per colui che Egli svia non troverai patrono alcuno che lo diriga.” [Al-Kahf, 17] Quale sviamento è peggiore di quello di chi sostiene che la guida non avviene attraverso il Waḥy!?! Egli preferirebbe riferire le questioni alle opinioni di questa e di quella persona! Grande davvero è la grazia di Allāh nei confronti di colui che si è guardato da una deviazione così grave e da un così grande disastro. La lode spetta ad Allāh, Signore dei Mondi. Seguire le falsità Inoltre, Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) ha detto: ُ ‫َ ِ َ َ ج ِّ ه‬ ُ َ ‫ِ َ ب ِ ل َ َل‬ ُ ِ ُ ‫ِ َ َى‬ -َۡۡ‫كتـ ۡۡأُنز َۡۡإِليكَۡۡف َ ۡۡيكنۡفِىۡصدركَۡۡحر ۡۡمن ۡۡلِتنذِرَۡۡبهِۦۡوذِكر ۡۡلِلمؤمنِين‬ ِِ َۡ‫ٱتبع ۡۡمۡۡأُنز َۡۡإِليكمۡمنۡربك ۡۡو َ ۡۡتتبع ۡۡمِنۡدُونهۦۤۡأَولِياءَۡۡقل ۡۡماۡتذكرون‬ ‫َّ ِ ُ وا َ ا ِ ل َ ُ ِّ َّ ِّ ُ م َ ل َ َّ ِ ُ وا‬ ُ َّ َ َ َّ ‫َ َ ِيل‬ “E’ un Libro che è stato fatto scendere su di te, non sia a causa sua alcuna oppressione sul tuo petto, ché con esso tu ammonisca (la gente) e sia un monito per i credenti. Seguite quello che vi è stato rivelato dal vostro Signore e non abbiate 2
  • altri patroni che Lui. Quanto poco ve ne ricordate (dell’ammonimento)!” [Al-‘A`rāf, 2-3] Qui Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) comanda alla gente di seguire ciò che Egli ha rivelato al Suo Messaggero, e proibisce di seguire altri. Uno può sia seguire la Rivelazione che seguire gli altri, come alleati; Allāh non dà altro che queste due alternative. Quindi, chiunque non segue il Waḥy, sta in effetti seguendo la falsità e altri alleati al posto di Allāh. Per grazia di Allāh, questo dovrebbe essere chiaro ed evidente. Gli amici intimi E Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) ha detto: َ َّ َ َ َ ‫َ َ م َ َ ض َّ م َ َى َ ه َ ل‬ ِ ۡۡ ‫ويو ۡۡيع ۡۡٱلظالِ ۡۡعل ۡۡيدَ ي ۡۡيقُو ۡ ُۡيـليتنِىۡٱتخذتُۡۡمعَۡۡٱلرسولِۡۡسب ۡ - يـويلت‬ ‫َ ِيل َ َ َ َ ى‬ ُ َّ َ ُ َ ِّ َ ‫َ َ َم َّ ِذ‬ َ َ َ َ ‫َ ذ‬ َۡۡ‫ليتنِىۡل ۡۡأَتخ ۡۡفُلناۡخل ۡۡ- لَّق ۡۡأَضلَّنِىۡعنِۡۡٱلذڪرِۡۡبعدَۡۡإِ ۡۡجاءنِىۡوڪان‬ َ َ ‫َ ِيل َ د‬ َ َّ ‫َ ُ ول‬ ۡ ‫ٱلشيطـنُۡۡلِۡلنسـنِۡۡخذ‬ َ ِ “Il Giorno in cui l’ingiusto si morderà le mani (dalla disperazione) e dirà: «Me disgraziato! Ah, se avessi seguito la via con il Messaggero! Guai a me, me disgraziato! Se non avessi scelto il tale per intimo amico! Sicuramente mi ha sviato dal Monito (di Allāh) dopo che mi giunse». In verità 3
  • Shaytān è il traditore degli uomini.” [Al-Furqān, 27-29] Chiunque segue una persona diversa dal Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam), abbandonando la sua guida in nome delle parole o delle opinioni di quella persona, sicuramente dirà queste stesse cose. Questo è il motivo per cui qui Allāh si riferisce all’intimo amico come “il tale”, che è un termine generico che potrebbe applicarsi a qualsiasi persona presa come intimo amico al posto di Allāh. Questo vale poi per gli intimi amici la cui amicizia si basa su qualcosa di diverso dall’obbedienza al Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam); la loro amicizia alla fine si trasformerà in inimicizia e accuse, come ha detto Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala): َّ ُ ‫َّ ء َ َ ِ َ ُ ُم َ ض َ ُو إل‬ َۡ‫ٱۡلَخِل ۡۡيومٮذِۡۡبعضه ۡۡلِبع ۡۡعد ِۡۡۡ َّ ۡۡٱلمتقِين‬ ُ “In quel Giorno gli intimi amici saranno nemici gli uni degli altri, eccetto i timorati.” [Az-Zukhruf, 67] 4
  • I seguaci e il seguìto Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) descrive la situazione dei seguaci e di coloro che essi hanno seguito in diversi posti del Suo Libro. Egli per esempio dice: ۡۡ ُ‫يو ۡۡتقلَّبُۡۡوجوهه ۡۡفِىۡٱلنارِۡۡيقُولُونَۡۡيـليتنۡۡأَطعناۡ َّۡۡوأَطعناۡٱلرس َ ۡۡ- وقال‬ ‫َ َ َ َ ا َ َ ٱّلل َ َ َ َّ ُ ول َ َ وا‬ ‫َ م ُ َ ُ ُ ُ ُم‬ َ َّ َ َ َ َ ‫ٱل‬ َ َ َ َ َ َ َ َ ُ َ َ َ َ َ َ ‫َ َّ َ ا َّ ا‬ ِۡۡ‫ربنۡۡإِنۡۡأَطعناۡسادَ تناۡوكبراءناۡفأَضلوناۡٱلسب َ ۡۡ- ربنۡۡءاتِہ ۡۡضِ عفينِۡۡمِنَۡۡ ۡعذاب‬ ‫َّ ِيل َ َّ َ ا َ ِ م‬ ‫وٱلعنہ ۡۡلعناۡكبيرا‬ ِ َ َ ‫َ َ ُم‬ “Il Giorno in cui i loro volti saranno rivoltati nel Fuoco, diranno: «Ahinoi! Se avessimo obbedito ad Allāh, se avessimo obbedito al Messaggero!» E diranno: «Nostro Signore, noi abbiamo obbedito ai nostri capi e ai nostri notabili. Sono loro che ci hanno sviato dalla [retta] via. Signor nostro, dà loro doppio castigo e maledicili della maledizione più grande».” [Al-‘Aĥzāb, 66-68] Quelle persone desidereranno aver obbedito ad Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) e al Suo Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam). Ma lo faranno in un tempo in cui ciò che desiderano non gli sarà di alcun vantaggio. Essi confesseranno di aver obbedito ai loro capi e guide e disobbedito al Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam), riconoscendo che non avevano alcuna scusa per farlo. 5
  • Questa presa di coscienza li porterà a chiedere il doppio della punizione e le maledizioni per quelle guide. Ciò implica un’importante lezione e un utile monito per un uomo che possiede la ragione; davvero, l’assistenza (nel vedere la verità) proviene da Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) soltanto. Soci nella deviazione Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) ha detto: َۡۡ‫فم ۡۡأَظل ۡۡمِ منِۡۡٱفتر ۡۡعلىۡ َّۡۡكذِباۡأَ ۡۡكذبَۡۡبـَايـته ۡۤۡأُولـٮكَۡۡينالُه ۡۡنصِ يبہمۡ ۡن‬ ‫َ َ ى َ َ ٱّلل َ و َ َّ ِ َ ِ ِۦ َ ِ َ َ ُم َ ُ ُ م‬ ِ ِّ َّ ‫َ َ ن َم‬ ُ ِ َّۡۡ ‫ٱلكتـ ۡۡحت ۡۡإذاۡجاءتہ ۡۡرسل َُناۡيتوفونہ ۡۡقالُوۡۡأَينَۡۡماۡكنت ۡۡتدعونَۡۡمِنۡدُونِۡۡٱ‬ ‫ّلل‬ ‫ِ َ ب َ َّ ى ِ َ َ َ ُ م ُ ُ َ َ َ َّ َ ُ م َ ا‬ ِ ُ َ ‫َ ُ ُم‬ ۡۡ ‫قالُ ۡۡضل ۡۡعناۡوشہد ۡۡعل ۡۡأَنفُسِ ہ ۡۡأَنہ ۡۡكان ۡۡكـفِرينَۡۡ- قا َۡۡٱدخلُ ۡۡف ۡۡأُم ۡۡق‬ ‫َ ل ُ وا ِى َ م َ د‬ ‫َ وا َ وا َ َّ َ َ ِ ُوا َ َى‬ ِ َ ‫ِ م َّ ُ م َ ُوا‬ َ ۡ‫خل ۡۡمِنۡقبلِڪُمۡمنَۡۡٱلجنِّۡۡوٱۡلِنسِۡۡفِىۡٱلنارِۡۡكلَّماۡدَ خل ۡۡأُم ۡۡلَّعن ۡۡأُختہاۡحت ۡۡإِذَۡا‬ ‫َّ ُ َ َ َت َّ ة َ َ ت َ َ َ َّ ى‬ ‫َ َت‬ َ ِ ِّ َ َ ‫َ َ َ ِم‬ َ َّ َ ‫َ َت َ ُم َ م‬ ۡ‫ٱدَّارڪ ۡۡفِيہاۡجمِيعاۡقال ۡۡأُخرٮه ۡۡ ِۡلُولٮهُ ۡۡربناۡهَـؤُ َلءِۡۡأَضلوناۡفـَاتِہ ۡۡعذابا‬ َ َ ‫َ ُ وا‬ ۡ‫ضِ عفاۡمنَۡۡٱلنارِۡۡقا َۡۡلِك ۡۡضِ ع ۡۡولـكِنۡ َّ ۡۡتعلمونَۡۡ- وقال ۡۡأُولٮه ۡۡ ِۡلُخرٮه ۡۡفما‬ ‫َ َ َت َ ُم‬ َ َ ‫َ ُم‬ ُ َ َ ‫َّ َ ل ُ ل ف َ َ ل‬ ِّ َ َ ‫َ ل َ ُ وا‬ َ َ َ ‫َ َ ُم‬ َۡ‫كانَۡۡلك ۡۡعليناۡمِنۡفض ۡۡفذوقُ ۡۡٱلعذابَۡۡبماۡكنت ۡۡتكسِ بون‬ ُ َ ‫ِ َ ُ ُم‬ “Chi è peggior ingiusto di colui che inventa menzogne contro Allāh e considera bugia i Suoi segni? Avranno quanto è prestabilito; poi verranno i Nostri Angeli (della morte), li faranno morire e diranno: «Dove sono quelli che avevate l’abitudine di invocare al posto di Allāh?». Diranno: «Loro ci hanno 6 abbandonati» e
  • testimonieranno contro loro stessi della loro miscredenza. «Entrate nel Fuoco, dirà Allāh, assieme ai demoni e agli uomini delle comunità che vi precedettero». Ogni comunità che vi entrerà maledirà sua sorella. Quando poi vi s’incontreranno tutte, l’ultima dirà della prima: «O nostro Signore! Ecco quelli che ci hanno traviati, dà loro un doppio castigo di fuoco». Lui dirà: «Il doppio per tutti quanti, ma voi non sapete». E la prima dirà all’ultima: «Non avete nessun merito su di noi! Gustate il castigo per quello che avete commesso».” [Al-‘A`rāf, 37-39] Una persona di buon senso dovrebbe riflettere su queste Āyāt, e sulle lezioni che recano. La prima Āyah (cioè, Al‘A`rāf, 37) menziona le due categorie di malvagi: Coloro che promuovono false credenze, stabiliscono ingiustizia, e vi chiamano la gente. Così essi distorcono la verità e promuovono la falsità. Coloro che rigettano o negano la verità Ogni malvagio appartiene ad una di queste due categorie. Se, in aggiunta a ciò, invita la gente alla sua malvagità e l’allontana dalla verità, allora egli merita una doppia 7
  • punizione a causa della sua miscredenza e malvagità. Per questo motivo Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) dice: ََ َ َ َ ‫َ َ ُ وا َ َ وا َ َ ِ ٱّلل ِ َ ُم‬ ۡۡ ‫ٱلَّذِينَۡۡكفر ۡۡوصد ۡۡعنۡسبيلِۡۡ َّۡۡزدنـه ۡۡعذاباۡفوقَۡۡٱلعذابِۡۡبماۡڪان‬ ‫ِ َ َ ُوا‬ ِ َۡ‫يفسِ دُون‬ ُ “Quanto ai miscredenti che distolgono le genti dal sentiero di Allāh, aggiungeremo loro castigo su castigo, per la corruzione che hanno sparso.” [An-Naĥl, 88] Essi meritano una doppia punizione a causa del loro doppio male. Invece, quanto a coloro che commettono Kufr (miscredenza), senza persuadere gli altri verso di esso, Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) non li minaccia con una sofferenza raddoppiata: ‫َ َ اب ِيم‬ ۡ ‫ولِلكـفِرينَۡۡعذ ۡۡأَل‬ ِ َ َ “I miscredenti avranno un doloroso castigo.” [AlMujādalah, 4] Nelle Āyāt di cui sopra (cioè, Al-‘A`rāf, 37-99), Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) informa che quello che è decretato per i malvagi nella loro prima esistenza li raggiunge, come la durata della loro vita, il sostentamento, eccetera. Poi, quando li coglie la morte, 8
  • essi si separano dalle loro vecchie affermazioni, riconoscono la loro falsità, e diventano testimoni contro sé stessi. Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) comanda loro di entrare nel Fuoco, dove molti dei popoli venuti prima di loro li hanno preceduti. Ogni volta che un nuovo popolo vi entra, i suoi membri maledicono i loro antenati che li hanno preceduti nel Fuoco. Quando sono tutti in esso, le nazioni successive chiedono punizioni raddoppiate per quelle precedenti, perché esse li fuorviarono e li allontanarono dall’obbedienza ai Messaggeri di Allāh. Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) risponde che la punizione sarà raddoppiata sia per i “seguaci” sia per i “seguiti”, secondo la loro deviazione e miscredenza, e che una generazione non sa cosa meritano le altre generazioni di sofferenza raddoppiata. La prima generazione allora racconta alla successiva: “Voi non avete alcun vantaggio su di noi. Avete avuto i vostri Messaggeri che vi hanno mostrato la verità, messo in guardia contro la nostra deviazione, e che vi hanno proibito di seguirci o imitarci. Eppure li avete rifiutati e avete insistito nel seguirci e imitarci, e nell’abbandonare la guida dei Messaggeri. Allora che vantaggio avete su di noi, quando vi siete allontanati proprio come abbiamo fatto noi, e quando avete rinunciato alla verità, proprio 9
  • come noi? Vi siete smarriti a causa nostra, proprio come noi ci siamo smarriti a causa di altre persone. Non potete rivendicare alcun vantaggio su di noi, e quindi dovete gustare la sofferenza a causa di quello che voi stessi vi siete guadagnati.” Per Allāh, questo è davvero un forte monito e un eloquente consiglio per ogni cuore vivente! Queste e altre Āyāt simili potrebbero risvegliare i cuori di coloro che emigrano verso Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala). Ma, quanto alle persone pigre, non hanno alcun effetto su di loro. Falsi seguaci La discussione di cui sopra si occupa dei seguaci che condividono la deviazione con coloro che seguono. Un altro caso è quello dei seguaci che si allontanano da ciò che essi affermano di seguire, prendendo un corso diverso dal loro, pur mantenendo false dichiarazioni di reale compiacenza. Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) menziona queste persone: َ َ ‫َّ َ ُ وا َ َ َ ُ ا‬ -ُۡۡ‫إِ ۡۡتبرَۡۡٱلَّذِينَۡۡٱتبع ۡۡمِنَۡۡٱلَّذِينَۡۡٱتبع ۡۡورأوۡۡٱلعذابَۡۡوتقطع ۡۡبه ۡۡٱۡلَسباب‬ ‫َ َ َ َّ َ ت ِ ِ م‬ ‫ِ ُ وا‬ ‫ذ َ َ َّ أ‬ َ ُ َ َ َّ ِ ‫َ َ َ َّ ة َ َ َ َ َّ أ ُ م َ َ َ َ َّ ُ وا‬ َُّۡۡ ‫وقا َۡۡٱلَّذِينَۡۡٱتبع ۡۡل ۡۡأَنَّۡۡلناۡكر ۡۡفنتبرَۡۡمِ نہ ۡۡكماۡتبرء ۡۡمناۡكذٲلِكَۡۡيريه ۡۡٱ‬ ‫ُ ِ ِ م ّلل‬ ‫َّ َ ُ وا َو‬ ‫َ َل‬ ُ َّ ِۡ‫أَعمـله ۡۡحسر ۡۡعليہ ۡۡوماۡهُمۡبخـرجينَۡۡمِنَۡۡٱلنار‬ َ َ ‫َ َ ُم َ َ َ ٲت َ َ ِ م‬ ِ ِ َِ 10
  • “Quando, alla vista del castigo, i seguiti sconfesseranno i loro seguaci, quando ogni legame sarà spezzato, diranno i seguaci: «Ah, se avessimo la possibilità di tornare indietro! Li abbandoneremmo nel modo in cui ci hanno abbandonati!». Così Allāh li metterà di fronte alle loro azioni affinché si rammarichino. Non usciranno dal Fuoco.” [Al-Baqarah, 166-167] I loro “seguaci” affermano di aderire ad essi, in realtà, seguono una via e una guida diverse. Sostengono di amarli, presumendo che questo amore gli gioverebbe nonostante la loro deviazione. Ma scopriranno nel Giorno del Giudizio che saranno da essi rinnegati. Li prendono come alleati al posto di Allāh, immaginando che questo gli giovi! Grande infatti è la deviazione di una persona che prende altri che (SubhānaHu wa Tā’ala) e il Suo Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam) per alleati e intimi amici, facendo la pace o l’ostilità in loro nome, ed essendo soddisfatto o infuriato per la loro causa. Indipendentemente da quanto numerose siano le sue opere, o da quanto sforzo e fatica gli metta in esse, esse saranno inutili nel Giorno del Giudizio, e si sommeranno soltanto alla sua infelicità e rimpianto. 11
  • La sua lealtà e inimicizia, amore e odio, soddisfazione e rabbia, e così via, non sono sinceramente mantenute per Allāh e il Suo Messaggero; a causa di questo, Allāh distruggerà le sue opere e reciderà i suoi rapporti. L’unico legame non spezzato Così, nel Giorno della Resurrezione, tutti i rapporti e le alleanze che non sono state per Allāh verranno spezzate, lasciando solo un legame: quello che collega un “Abd (servo)” al suo Signore. Questo legame è mantenuto da: Emigrare continuamente verso Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) e il Suo Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam); Purificare continuamente i propri atti di culto per Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala). Questo include amore, odio, dare, impedire, prendere come alleati o nemici, e simili. Purificare continuamente la propria adesione al Messaggero (sallAllāhu ‘alayhi wa sallam). Questo include l’abbandono delle altrui opinioni per ciò che egli dice, scartare tutto ciò che non è in accordo con la sua guida, e non associare nessuno con lui in questa adesione. Questo è il solo legame che non sarà spezzato. E’ la vera relazione tra un “Abd” e il suo Signore: la relazione di 12
  • pura ‘Ubudiyyah (servitù). È l’unica cosa che egli continua ad agognare, non importa quanto lontano si distanzi da essa. E’ come ciò che un poeta una volta disse: Lascia vagare il tuo cuore in storie d’amore come vuoi: Il vero amore sarà solo per il primo innamorato. A quante case si abitua un uomo! Ma egli agognerà sempre la sua prima casa. Questa relazione (con Allāh) è l’unica che giova all’uomo. Nient’altro lo avvantaggerà in nessuna delle sue tre vite: la prima, il Barzakh (l’intermedia), e la vita eterna finale. Egli non può sopportare o vivere o essere felice e avere successo senza questa relazione. Un poeta una volta disse: Quando i legami (di condivisione) verranno troncati (tra amanti), Il vincolo dei veri innamorati (di Allāh) non sarà possibile troncare, E quando la loro unione si frantuma, L’unione dei veri innamorati (di Allāh) sarà impossibile scheggiare. 13
  • Conclusione In conclusione, nel Giorno del Giudizio, Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) reciderà tutti i rapporti e i legami che ci sono tra le persone in questa vita, risparmiando solo i legami tra Lui e loro, i legami che riflettono la pura ‘Ubudiyyah, che può essere realizzata solo attraverso la vera adesione ai Messaggeri. Allāh (SubhānaHu wa Tā’ala) ha detto: ُ َّ ‫َ َ َ ا َى َ َ ِ وا ِن َ َ ل َ َ َ َ ه َ َ ء‬ ُ ‫وقدِمنۡۡإِل ۡۡماۡعملُ ۡۡم ۡۡعم ۡۡفجعلنـ ۡۡهبا ۡۡمنثورا‬ “Abbiamo giudicato le loro opere (nella prima vita) e ne abbiamo fatto polvere dispersa.” [Al-Furqān, 23] Così tutte le opere della prima vita confliggenti con la via e la guida dei Messaggeri di Allāh, e con le quali è stato desiderato qualcosa di diverso dal Volto di Allāh, saranno trasformate da Allāh (nel Giorno del Giudizio) in polvere dispersa, senza che esse avvantaggino in nulla i loro possessori. Questa è davvero una delle più grandi infelicità nel Giorno del Giudizio: trovare tutto quello che si aveva, completamente perso e senza valore, nel momento in cui uno sarà nella più grande necessità di ogni buona azione. 14