• Save
SCHIAVITU’ DEI CUORI
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

SCHIAVITU’ DEI CUORI

on

  • 284 views

 

Statistics

Views

Total Views
284
Views on SlideShare
284
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

SCHIAVITU’ DEI CUORI SCHIAVITU’ DEI CUORI Document Transcript

  • SCHIAVITU’ DEI CUORIShaykh Sulaymān as-SulaymīTraduzione e adattamento a cura di Muhammad Nur al Haqq
  • 1La vera libertàSenza dubbio, tutti noi odiamo la schiavitù e lasottomissione che vediamo oggi sulla terra. E’ lasottomissione degli uomini sugli uomini, nella qualealcuni sottomettono altri, li umiliano e li calpestano.Questo è davvero odioso. Tuttavia, ciò di cui parleremooggi è diverso da questo. E’ come Rabī’ ibn ‘Āmir(radiAllāhu ‘anhu) disse, “Allāh ci ha inviato per salvarechi sceglie, dal culto degli uomini, alla ‘ubūdiyyah(adorazione e schiavitù) ad Allāh. E dalla limitatezza diquesto mondo, alla vastità di questo mondo edell’Aldilà. E dalla tirannia e dall’oppressione delle(false) religioni, alla giustizia dell’Islām.” [1]La ‘ubūdiyyah (sottomissione e adorazione) quimenzionata è la ‘ubūdiyyah ad Allāh, il che rende unapersona la più nobile di tutta la creazione sulla terra.Uno dei Salaf disse in una strofa:
  • 2“Ciò che mi ha reso nobile e prezioso,E che Tu, O Allāh,Mi hai fatto entrare nella Tua sottomissione,E mi hai reso uno dei seguaci,Del Tuo Profeta, MuhammadPace e benedizioni di Allāh su di lui.”Questa ‘ubūdiyyah - questa sottomissione, adorazione eschiavitù - è ciò cui Allāh si riferisce nel Suo Libro:‫ا‬َ‫م‬ َ‫و‬‫ت‬ْ‫ق‬َ‫ل‬َ‫خ‬‫ن‬ِ‫ج‬ْ‫ل‬‫ا‬َ‫س‬ْ‫ن‬ِ ْ‫اْل‬ َ‫و‬‫ّل‬ِ‫إ‬ِ‫ون‬‫د‬‫ب‬ْ‫ع‬َ‫ي‬ِ‫ل‬“E’ solo perché Mi adorassero che ho creato idemoni gli uomini.” [2]In un altro versetto, Allāh dice:‫ا‬َ‫ي‬‫ا‬َ‫ه‬ُّ‫ي‬َ‫أ‬‫اس‬‫الن‬‫وا‬‫ق‬‫ات‬‫م‬‫ك‬‫ب‬َ‫ر‬‫ِي‬‫ذ‬‫ال‬ْ‫م‬‫ك‬َ‫ق‬َ‫ل‬َ‫خ‬ْ‫ِن‬‫م‬‫س‬ْ‫ف‬َ‫ن‬‫ة‬َ‫ِد‬‫ح‬‫ا‬ َ‫و‬“Uomini, temete il vostro Signore che vi hacreati da un solo essere.” [3]Ma come possiamo definire questa ‘ubūdiyyah? Questa‘ubūdiyyah è tutto ciò che Allāh ama e di cui si View slide
  • 3compiace, che si tratti di un’azione della lingua, delcuore, o degli arti. [4] Noi tuttavia, discuteremospecificamente la ‘ubūdiyyah del cuore. [5]Schiavitù del CuoreAllāh - l’Altissimo - ha posto in ognuno di noi ciò cheEgli ha creato, un cuore che deve essere riempito: o conla sottomissione e la schiavitù ad Allāh, o con lasottomissione e la schiavitù ad altri che ad Allāh. Ognisingolo cuore ha sentimenti, desideri e inclinazioni. Ladomanda è: questi sentimenti, desideri e inclinazionisaranno diretti ad Allāh Solo, o saranno diretti ad altriche Allāh?Soltanto le prime contano essendo la vera sottomissionee schiavitù ad Allāh. La ‘ubūdiyyah del cuore ad altrecose oltre ad Allāh sono molte. A volte è lasottomissione e la schiavitù al denaro, a volte al potere ealla posizione, a volte alle donne e ad altre cose delgenere che le persone bramano assai. Tuttavia, ciò cheessi bramano può diminuire la loro schiavitù eadorazione di Allāh, o annullarla completamente! View slide
  • 4Essere Schiavo della RicchezzaQualcuno potrebbe chiedere: qual è la prova del fattoche alcune persone si sottomettono al denaro e ad altrecose del genere? La prova è nel hadīth del Profetadove egli disse:“Misero è l’adoratore del dirham, misero è l’adoratoredel dīnār...” [6]Qualcuno potrebbe chiedere: come fa questa schiavitùal denaro manifestarsi e qual è la sua natura? E’ quandoil cuore diventa così nell’amore per il denaro, che locopre, o soffoca l’amore per Allāh. Anche nella misurain cui le persone cercano di ottenere la ricchezza conogni mezzo possibile - senza curarsi se tale ricchezzaarriva attraverso mezzi leciti, nell’obbedienza ad Allāh eal Suo Messaggero o con mezzi che sono illeciti eproibiti nella Religione.Capire dalla riflessione, che ogni singolo cuore in tuttele cose create ha sentimenti, desideri e inclinazioni. Hail desiderio di amare, di ottenere le cose buone e utiliper sé; può sentire paura, terrore, e può anchesottomettersi e arrendersi. Quando i suoi sentimenti,desideri e inclinazioni sono tutti diretti verso Allāh,
  • 5allora è un cuore che adora e serve Allāh Solo. Pertanto,teme soltanto Allāh, cerca e desidera soltanto lamisericordia di Allāh, ama Allāh e ciò che Egli ama; e siarrende e si sottomette soltanto ad Allāh. Tuttavia,quando questi desideri, sentimenti e inclinazioni sonodiretti ad altri oltre che Allāh, allora si tratta di un cuoreche adora e serve quell’oggetto che l’ha catturato eschiavizzato.Essere Schiavo della RicchezzaLa proibizione del cuore di sottomettersi ad altri che adAllāh non deve essere fraintesa nel senso che iMusulmani debbano abbandonare il mondo e ilrelazionarsi con esso. Piuttosto, la vera posizione di unMusulmano è quella che fu dei Sahābah (radiAllāhu‘anhum). Essi tennero la ricchezza nelle loro mani, manulla di tutto ciò era nei loro cuori. [7]L’attenzione deve essere posta sul fatto che non stiamocercando di chiamare la gente all’opinione di alcuni deiSūfī, i quali credono che sia proibito per un Musulmanopossedere ricchezza e prendere parte a qualsiasi
  • 6transazione terrena. Piuttosto, è obbligatorio per iMusulmani essere le più ricche delle persone in modoche possano utilizzare questa ricchezza come un mezzoper aiutare la gente e adorare Allāh – l’Unico esente daogni imperfezione.Un’altra forma di sottomissione e dell’essere schiavi adaltri che ad Allāh è quando le persone si sottomettono eassoggettano i loro cuori al potere e alla leadership. Essisono disposti all’umiliazione per consolidarleabbandonando i loro scrupoli, al fine di guadagnare votidurante le elezioni, o altre questioni simili. Sono prontia umiliarsi davanti alle altre persone, facendo qualsiasicosa è loro necessario fare al fine di convincere le altrepersone a favorirli e guadagnare così quella posizione.Si tratta allora di un’altra forma di sottomissione di uncuore ad altro che ad Allāh.La Grandezza del TawhīdAll’opposto di tutto ciò, la vera ’ubūdiyya ad Allāh, lavera sottomissione e resa di quel cuore ad Allāh, è lastessa di quando diciamo: Tawhīd - scegliendo Allāh
  • 7Solo per l’adorazione. Quando la persona ha questa’ubūdiyyah, egli adora Allāh Solo, teme Allāh Solo, amaAllāh e tutte le sue inclinazioni e desideri sono rivoltisoltanto ad Allāh. Per questo motivo, il Tawhīd è la piùgrande azione che una persona possa eseguire e la piùbenefica azione che una persona possiede per se stessonel Giorno del Giudizio. Per questo il Profeta disse:“Chiunque attesti: Lā ʾilāha ʾillà l-Lāh [8],sinceramente, dal suo cuore, entrerà in Paradiso.” [9]Che significa, egli ha realizzato il Tawhīd nella sua vita.Allo stesso modo, sulla base di questo, ci rendiamoconto che ogni atto di culto, ogni buona azione opiacevole caratteristica - quando non è accompagnatada questo Tawhīd - non sarà accettata da Allāh nelGiorno del Giudizio, non importa di quale valoreapparentemente fosse.Ciò che ti mostra la grandezza di questa sottomissione eadorazione di Allāh nel cuore, è l’avvenimento riportatoin Sahīh al-Bukhārī (56/688) in cui il Profeta disse:“Un uomo era abituato a compiere azioni peccaminose,e quando arrivò la morte, disse ai suoi figli: “Dopo lamia morte, bruciatemi e schiacciatemi e spargete lemie ceneri nell’aria, perché per Allāh, se il mio Signores’impossessa di me, Mi punirà in un modo in cui Egli
  • 8non ha mai punito nessun altro.” Alla sua morte i figlifecero così. Allora Allāh ordinò alla terra: “Raccogliciò che contieni delle sue particelle.” E così fece,ed ecco! Allāh chiese lui: “Che cosa ti ha indotto afare quello che hai fatto?” Egli rispose: “O mioSignore, avevo paura di te.” Così Allāh lo perdonò perquesto.”Questo ci mostra la grandezza della khashyah (paura),poiché questa paura che egli aveva era uno deisignificati inclusi nella ‘ubūdiyyah - la schiavitù adAllāh.È per questo che tutte le azioni - anche se dovesseroriempire il cielo e la terra - non saranno accettate daAllāh, a meno che tali azioni sono germogliate da unapersona che ha pura sottomissione, culto e schiavitù adAllāh, adorando Allāh Solo e non associando alcunpartner insieme a Lui in questo culto - senza caderenello Shirk [10].Allāh - l’Unico esente da ogni imperfezione - dice:‫ن‬ِ‫إ‬َ‫ّللا‬َ‫ّل‬‫ِر‬‫ف‬ْ‫غ‬َ‫ي‬‫ن‬َ‫أ‬َ‫ك‬َ‫ر‬ْ‫ش‬‫ي‬ِ‫ه‬ِ‫ب‬‫ِر‬‫ف‬ْ‫غ‬َ‫ي‬ َ‫و‬‫ا‬َ‫م‬َ‫ون‬‫د‬َ‫ك‬ِ‫ل‬ ََٰ‫ذ‬‫ن‬َ‫م‬ِ‫ل‬‫اء‬َ‫ش‬َ‫ي‬ۚ‫ن‬َ‫م‬ َ‫و‬ْ‫ك‬ِ‫ر‬ْ‫ش‬‫ي‬ِ‫اّلل‬ِ‫ب‬ِ‫د‬َ‫ق‬َ‫ف‬َٰ‫ى‬َ‫ر‬َ‫ت‬ْ‫ف‬‫ا‬‫ا‬ً‫م‬ْ‫ث‬ِ‫إ‬‫ا‬ً‫م‬‫ي‬ ِ‫ظ‬َ‫ع‬
  • 9“In verità Allāh non perdona che Gli si associalcunché; ma, all’infuori di ciò, Egli perdona chivuole. Ma chi attribuisce consimili ad Allāh,commette un peccato immenso.” [11]Allāh - l’Unico esente da ogni imperfezione - dice anche:‫ا‬َ‫ن‬ْ‫ِم‬‫د‬َ‫ق‬ َ‫و‬‫ى‬َ‫ل‬ِ‫إ‬‫ا‬َ‫م‬‫وا‬‫ِل‬‫م‬َ‫ع‬ْ‫ِن‬‫م‬‫ل‬َ‫م‬َ‫ع‬‫اه‬َ‫ن‬ْ‫ل‬َ‫ع‬َ‫ج‬َ‫ف‬ً‫ء‬‫ا‬َ‫ب‬َ‫ه‬‫ا‬ً‫ور‬‫ث‬ْ‫ن‬َ‫م‬“Abbiamo giudicato le loro opere e ne abbiamofatto polvere dispersa.” [12]Ciò che ci mostra la grandezza del Tawhīd è anchequesto secondo avvenimento: un ragazzo ebreo che erasolito servire il Profeta si ammalò. Così il Profetaandò a trovarlo e si adagiò sulla sua testa e disse:“Accetta l’Islām (che significa: Lā ʾilāha ʾillà l-Lāh,Muhammad Rasūlu l-Lāh).” Il ragazzo guardò il padre,che era con lui. Allora suo padre gli disse: ‘Obbedisci adAbūl-Qāsim (cioè il Profeta )’. Così egli accettòl’Islām. Quando il Profeta se ne stava andando, disse:“Ogni lode è per Allāh che ha salvato questo ragazzodal Fuoco.” [13]Che significa, anche se questa persona non aveva avutobuone azioni, a causa del suo pronunciarequest’affermazione in modo puro e sinceramente dal
  • 10cuore, ciò gli è stato sufficiente per salvarsi dalla Fuocodell’Inferno, e indurlo a entrare in Paradiso.I Frutti del TawhīdCosì come questo Tawhīd si rafforza nel cuore,diventando più forte, solido e meglio radicato, alloracome conseguenza, le proprie azioni si moltiplicherannoallo stesso modo e la sua adorazione di Allāh diventeràpiù grande e più solida. Dal momento che, se unapersona realizza con ihklās (sincerità) e yaqīn (certezza)nel suo cuore [14] che Allāh - l’Altissimo - è colui chel’ha creato, allora sa che dovrebbe adorare soltantoAllāh - l’Unico esente da ogni imperfezione. Come ciòdiventa più solido nel suo cuore, le buone azionidiventano più evidenti e si moltiplicano nel numero.Riflettete sulla grande Saggezza di Allāh, che quandocreò il Fuoco dell’Inferno, lo creò con diversi livelli egradi. Essendo il livello più alto quello che contiene inesso la minor punizione e tormento - che è per quellepersone che avevano il Tawhīd, eppure avevano moltipeccati. Anche se essi saranno puniti in questo livello,
  • 11fino a quando non sono purificati dai loro peccati - acausa di questo Tawhīd e ’ubūdiyyah ad Allāh Solo neiloro cuori - essi alla fine saranno salvati dal Fuoco eammessi in Paradiso. Questo livello di Fuocodell’Inferno non avrà quindi abitanti che vi rimarrannoin perpetuo. Questo dimostra la grandezza e la virtù delTawhīd e dell’adorazione di Allāh, a causa delle qualialla fine essi saranno salvati dal Fuoco dell’Inferno, nonessendo eternamente condannati in esso.Il Metodo ProfeticoCiò che anche mostra l’importanza del Tawhīd è la vita el’esempio del Profeta . Può essere diviso in due fasi: laprima fase è quando egli era a Makkah. La secondafase quando era a Madīnah. A Makkah il suo messaggiofu solo insegnare una cosa, l’adorazione di Allāh Solo,senza alcun associato - Tawhīd o ‘ubūdiyyah soltanto adAllāh. Il Profeta non chiamò la gente a lasciarequalunque altro peccato, o a fare qualsiasi altra buonaazione. Durante questo periodo egli chiamò la gente a
  • 12scegliere Allāh nel culto, dal momento che questo è ilfondamento su cui è costruito tutto il resto.Dobbiamo comprendere che una volta che una personaha veramente sottomesso il suo cuore al culto di AllāhSolo, inizierà ad adempiere a tutti gli obblighi che Allāhha posto su di lui al meglio delle sue capacità. Ciò è resoevidente dalla dichiarazione di ʿĀʾisha’h (radiAllāhu’anhā) che disse:“La prima parte (del Qur’ān) ad essere stata rivelata fuuna sūrah che forniva un dettagliato resoconto delParadiso e dell’Inferno. Poi, quando la gente entrò inseno all’Islām, venne la rivelazione di ciò che era halāl(lecito) e harām (illecito). Se la prima rivelazione fossestata, ‘Non bere vino’, avrebbero detto: ‘Nonrinunceremo mai al vino.’ Se la prima rivelazione fossestata, ‘Non commettere adulterio e fornicazione’, essiavrebbero detto: Non rinunceremo mai all’adulterio ealla fornicazione’.” [15]Così questo è il fondamento per il quale, se una personalo accetta, egli allora accetta e desidera abbandonaretutti gli altri peccati e atti di disobbedienza.Fu solo dopo che il Tawhīd, il culto di Allāh Solo e lavolontà di sottomettersi a Lui, furono compresi daicompagni (radiAllāhu ’anhum) e ciò si stabilì nei loro
  • 13cuori, che Allāh - l’Unico esente da ogni imperfezione -cominciò a ordinare con i vari comandi.Fu allora che venne rivelato il comando di stabilire laSalāh, pagare la Zakāt, digiunare in Ramadhān, poil’ordine di eseguire l’Hajj, e così via fino a quando tutti icomandi con i quali Allāh - l’Altissimo - voleva ordinaree proibire furono dati, passo dopo passo, uno ad uno…Una volta che questo culto per Allāh, e la sottomissionea Lui si sono insediati nei cuori, spetta anche alMusulmano lasciare, abbandonare ed evitare quello cheAllāh e il Suo Messaggero hanno proibito.Il Principio della FacilitàVi è un principio molto importante qui che dimostra lagrandezza della Religione dell’Islām e della Sharī’ah intermini di proibizioni; che vennero mediante il Qur’ān odalla lingua del Messaggero . E’ richiesto alMusulmano di rinunciare a tutto ciò che Allāh e il SuoMessaggero hanno proibito, senza compromessi odistinzioni. Per quanto riguarda gli ordini di Allāh, sianel Qur’ān o dal Profeta , il Musulmano è tenuto a
  • 14eseguirli al meglio delle sue capacità. Questo perché èuna Religione di facilità. Ad esempio, riguardo alcomando di eseguire l’Hajj, Allāh ha rivelato nel SuoLibro:ِ ِ‫ّلل‬ َ‫و‬‫ى‬َ‫ل‬َ‫ع‬ِ‫اس‬‫الن‬ُّ‫ِج‬‫ح‬ِ‫ت‬ْ‫ي‬َ‫ب‬ْ‫ل‬‫ا‬ِ‫ن‬َ‫م‬َ‫اع‬َ‫ط‬َ‫ت‬ْ‫اس‬ِ‫ه‬ْ‫ي‬َ‫ل‬ِ‫إ‬ً‫يل‬ِ‫ب‬َ‫س‬“Spetta agli uomini che ne hanno la possibilitàdi andare, per Allāh, in pellegrinaggio allaCasa.” [16]Che significa, il comando deve essere eseguito se si è ingrado di farlo, al meglio delle proprie capacità. Dalmomento che nessun Musulmano - uomo o donna - puòeseguire tutti i comandi di Allāh, sia che si tratti diquelli obbligatori che di quelli raccomandati. Quanto aquegli affari che Allāh e il Suo Messaggero hannoproibito, allora devono essere completamente evitati,senza alcun indebolimento nella determinazione. [17]Questo messaggio di ‘ubūdiyyah ad Allāh - L’unicoesente da ogni imperfezione - e lo scegliere Lui Solo peril culto, è il messaggio comune di tutti i Profeti eMessaggeri (‘alayhimus-salām). Ogni singolo Profeta eMessaggero è venuto al suo popolo dicendo:
  • 15‫ا‬َ‫ي‬ِ‫م‬ ْ‫و‬َ‫ق‬‫وا‬‫د‬‫ب‬ْ‫اع‬َ‫ّللا‬‫ا‬َ‫م‬ْ‫م‬‫ك‬َ‫ل‬ْ‫ِن‬‫م‬‫ه‬َ‫ل‬ِ‫إ‬‫ه‬‫ر‬ْ‫ي‬َ‫غ‬“O popol mio, adorate Allāh! Nessun altro cheLui ha il diritto di essere adorato.” [18]Questo è stato il messaggio del Profeta Nūh, ‘Ibrāhīm,Mūsā, ‘Īsā Ibn Maryam (‘alayhimus-salām); e del sigilloe dell’ultimo dei Profeti, Muhammad . Essi sono tuttivenuti con questo stesso messaggio.
  • 16Note:L’opera è ricavata da un discorso tenuto dall’onorabileShaykh – hafidhahullāh - alla Conferenza Jam’iyyatul-Qur’ān was-Sunnah, 1994 U.S.A.1. Al-Bidāyah wan-Nihāyah (7/40) di Ibn Kathīr.2. Sūrat Adh-Dhāriyāt 51:563. Sūrat An-Nisā’ 4:14. Imām al-Maqrīzī dice in Tajrīdut-Tawhīdil-Mufīd (pag. 82): “Esappiate che al-‘Ibādah (adorazione) ha quattro principi, e sono, [i]accertare quello che Allāh e il Suo Messaggero amano e di cui sicompiacciono, stabilendolo con [ii] il cuore, [iii], la lingua e [iv] gliarti. Così al-‘ubūdiyyah è un termine generale per tutte questequattro fasi.”5. Per quanto riguarda l’importanza del cuore, il Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam) disse: “Invero, c’è un pezzo di carne nel corpo, se èsano, tutto il corpo è sano, e se è corrotto, tutto il corpo è corrotto.Invero questo è il cuore.” Riportato da al-Bukhārī (1/126) e Muslim(n. 1599) da an-Nu’mān Ibn Bashīr (radiAllāhu ’anhu).6. Riportato da al-Bukhārī (n. 6435) e Ibn Mājah (n. 4132) da AbūHurayrah (radiAllāhu ’anhu).7. Ibn Taymiyyah dice in Wasiyyatus-Sughrā (pag. 55): “Eglidovrebbe considerare la ricchezza come considera la toilette. Ne habisogno, ma non ha posto nel suo cuore e lui ricorre ad essa soloquando è necessario.”
  • 178. Lā ʾilāha ʾillà l-Lāh: Nessuno ha il diritto di essere adorato eccettoAllāh.9. Sahīh: Riportato da Ibn Hibbān (n. 4) e Ahmad (5/236) da Mu’ādh(radiAllāhu ’anhu). E’ stato autenticato da Shaykh al-Albānī in as-Sahīhah (n. 2355).1o. Shirk: E’ l’associare partners ad Allāh in quelle materie che sonospecifiche per Lui.11. Sūrat An-Nisā’ 4:4812. Sūrat Al-Furqān, 2313. Riportato da al-Bukhārī e Ahmad, da Anas (radiAllāhu ’anhu).14. Ikhlās (purezza e sincerità) e yaqīn (certezza), essendo queste duedelle sette condizioni per lo stabilimento e l’accettabilità di Lā ʾilāhaʾillà l-Lāh. Il significato, le virtù e le condizioni di questa kalimahsaranno discusse ulteriormente nel prossimo numero - se Allāhvuole.15. Riportato da al-Bukhārī - da Yūsuf ibn Mālik.16. Sūrat ‘Āli `Imrān 3:9717. Questo principio è tratto dal hadīth del Profeta (sallAllāhu ‘alayhiwa sallam): “Qualunque cosa vi ho proibito, allora evitatela perquanto potete. Qualunque cosa vi ho ordinato di fare, allora fatelaper quanto ne siete in grado.” Riportato da al-Bukhārī (n. 7288) eMuslim (n. 1337)18. Sūrat Al-‘A`rāf 7:59