CHIARIFICAZIONI SUL SUFISMO

720 views
594 views

Published on

Published in: Spiritual
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
720
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
32
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

CHIARIFICAZIONI SUL SUFISMO

  1. 1. CHIARIFICAZIONISUL SUFISMOSelezione di Fatāwā dal sito Islam Q&ATraduzione e adattamento a cura di Muhammad Nur al Haqq
  2. 2. Il Sufismo fa parte dell’Islam?Lode ad Allāh.La parola “Sufismo” non era conosciuta al tempo delMessaggero o dei Sahābah o dei Tābi’īn. Essa spuntònel tempo in cui emerse un gruppo di asceti cheindossavano della lana (sūf), e fu dato loro questonome. E’ stato anche detto che il nome fu preso dallaparola “sūfiya” (sophia) che in greco significa“saggezza”. La parola non deriva da as-safa’(purezza), come alcuni di loro sostengono, perchél’aggettivo derivato da safa’ è safā’i, non sūfi (sufi).L’emergere di questo nuovo nome e il gruppo cui èapplicato esacerbarono le divisioni tra i Musulmani. Iprimi Sufi si differenziano dai Sufi che sono venutidopo, i quali diffondono bid’ah (innovazione) inmisura maggiore e compiono shirk in entrambe leforme, sia minore che maggiore, comuni tra la gente,così come innovazioni rispetto alle quali il
  3. 3. Messaggero (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) ci mise inguardia quando disse: “Guardatevi dalle cose appenainventate, perché ogni cosa appena inventata èun’innovazione e ogni innovazione è sviamento.”(Riportato da at-Tirmidhī, il quale disse che è sahīhhasan).Di seguito è riportata una comparazione tra lecredenze e i rituali del Sufismo e l’Islam che si basasul Qur’ān e la Sunnah.Il Sufismo ha numerose branche o tarīqah, come laTījaniyyah, la Qādiriyyah, la Naqshbandiyyah, laShādhiliyyah, la Rifā’iyyah, eccetera, i cui seguaciaffermano tutti che la propria particolare tarīqah èsulla via della verità, mentre le altre stanno seguendola menzogna. L’Islam proibisce tale settarismo.Allāh dice:... ‫وال‬‫تكونوا‬‫من‬‫المشركين‬(13)‫من‬‫الذين‬‫قوا‬ّ‫فر‬‫دينهم‬‫وكانوا‬‫شيعا‬‫كل‬‫حزب‬‫بما‬‫لديهم‬‫فرحون‬“Ritornate a Lui, temeteLo, assolvetel’orazione e non siate mushrikūn (miscredentinell’Unicità di Allāh, politeisti, idolatri, eccetera). E
  4. 4. neppure [siate tra] coloro che hanno scisso laloro religione e hanno formato sette [cioè,coloro che inventarono cose nuove nella religione(bid’ah) e seguirono i loro vani desideri], ognunadelle quali è tronfia di quello che afferma.”[Ar-Rūm, 31-32]I Sufi adorano altri all’infuori di Allāh, come i Profetie gli “awliyā’”, vivi o morti. Dicono, “Yā Jīlāni”, “YāRifā’i” (chiedendo ai loro awliyā’), oppure “OMessaggero di Allāh, aiutaci e salvaci” o anche “OMessaggero di Allāh, facciamo affidamento su di te”,eccetera.Ma Allāh ci proibisce di fare appello a chiunqueall’infuori di Lui nelle questioni che vanno oltre lecapacità della persona. Se una persona fa questo,Allāh lo conta come un mushrīk, come Egli dice:‫وال‬‫تدع‬‫من‬‫دون‬‫هللا‬‫ما‬‫ال‬‫ينفعك‬‫وال‬‫يضرك‬‫فإن‬‫فعلت‬‫فإنك‬‫من‬‫الظالمين‬“E non invocare, all’infuori di Allāh, chi non tireca né beneficio né danno. Se lo facessi,saresti uno degli zālimūn (politeisti etrasgressori).” [Yūnus, 106]
  5. 5. I Sufi credono che ci siano abdāl, aqtāb e awliyā’ (unasorta di “santi”), ai quali Allāh ha dato il potere digestire gli affari dell’universo. Allāh ci dice aproposito dei mushrikīn:‫ومن‬‫يدبر‬‫األمر‬‫فسيقولون‬‫هللا‬“Dì (O Muhammad): «…E chi governa ognicosa?». Risponderanno: «Allāh».” [Yūnus, 31]I mushrikīn arabi sapevano di più su Allāh di questiSufi!I Sufi si rivolgono ad altri all’infuori di Allāh quandola calamità colpisce, ma Allāh dice:‫وإن‬‫يمسسك‬‫هللا‬‫بضر‬‫فال‬‫كاشف‬‫له‬‫إال‬‫هو‬‫وإن‬‫يمسسك‬‫بخير‬‫فهو‬‫على‬‫كل‬‫شيء‬‫قدير‬“E se Allāh ti tocca con un’afflizione, solo Luipotrà sollevartene. Se ti concede il meglio,sappi che Egli è Onnipotente.” [Al-‘An`ām, 17]Alcuni Sufi credono nella wahdat al-wujūd (unitàdell’esistente). Non hanno l’idea di un Creatore e
  6. 6. della Sua creazione, piuttosto dicono che ogni cosa ècreazione e che ogni cosa è dio.I Sufi promuovono l’ascetismo estremo, l’inerzia el’abbandono del Jihād, ma Allāh dice:‫وابتغ‬‫فيما‬‫آتاك‬‫هللا‬‫الدار‬‫اآلخرة‬‫وال‬‫تنس‬‫نصيبك‬‫من‬‫الدنيا‬“Ma cerca, con i beni che Allāh ti ha concesso,la Dimora Ultima. Non trascurare i tuoidoveri in questo mondo…” [Al-Qaşaş, 77]‫وأعدوا‬‫لهم‬‫ما‬‫استطعتم‬‫من‬‫قوة‬“Preparate, contro di loro, tutte le forze chepotrete [raccogliere]…” [Al-‘Anfāl, 60]I Sufi rivolgono l’idea della ihsān ai loro shuyūkh edicono ai loro seguaci di avere un’immagine del loroshaykh nella mente quando ricordano Allāh e anchequando stanno pregando. Alcuni di loro mettonoanche una foto del loro shaykh di fronte a se stessiquando stanno pregando. Il Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam) disse: “L’Ihsān è che tu adori Allāhcome se lo vedessi, e anche se non puoi vederLo, Luipuò vederti.” (Riportato da Muslim).
  7. 7. I Sufi permettono la danza, i tamburi e gli strumentimusicali, e alzano la voce quando fanno il dhikr, maAllāh dice:‫إنما‬‫المؤمنون‬‫الذين‬‫إذا‬‫ذكر‬‫هللا‬‫وجلت‬‫قلوبهم‬“In verità i [veri] credenti sono quelli i cuicuori tremano quando viene menzionatoAllāh …” [Al-‘Anfāl, 2]Inoltre, potete vedere alcuni di loro fare il dhikrpronunciando soltanto il Nome di Allāh, dicendo:“Allāh, Allāh, Allāh.” Questa è bid’ah e non ha alcunsignificato nell’Islam. Essi giungono addiritturaall’estremo del dire: “Ah, Ah” oppure “Hu, Hu.” LaSunnah per il Musulmano è ricordare il suo Signorecon parole che hanno un vero significato per il qualeegli sarà ricompensato, come dicendo Subhāna Allāhwa-l-hamdulillāh wa Lā ilāha illa Allāh wa AllāhuAkbar, e così via.I Sufi, nei loro incontri del dhikr, recitano poesied’amore menzionanti i nomi di donne e di ragazzi, eripetono parole come “amore”, “passione”,“desiderio” e così via, come se fossero in un incontrodove la gente balla e beve vino e applaudisce e grida.
  8. 8. Tutto questo ha a che fare con i costumi e gli atti diculto dei mushrikīn.Allāh dice:‫وما‬‫كان‬‫صالتهم‬‫عند‬‫البيت‬‫إال‬‫مكاء‬‫وتصدية‬“La loro salāh (preghiera) presso la Casa (diAllāh, vale a dire la Ka’bah a Makkah), non è altroche sibili e battimani…” [Al-‘Anfāl, 35]Alcuni Sufi si perforano con aste di ferro, dicendo: “Ononno mio!” Così gli shayātīn vanno da loro e liaiutano, perché essi stanno cercando l’aiuto diqualcuno oltre ad Allāh.Allāh dice:‫ومن‬‫يعش‬‫عن‬‫ذكر‬‫الرحمن‬‫نقيض‬‫له‬‫شيطانا‬‫فهو‬‫له‬‫قرين‬“Assegneremo la compagnia inseparabile diuno shaytān a chi si distoglie dal Monito delCompassionevole.” [Az-Zukhruf, 36]I Sufi affermano di possedere la gnosi e la conoscenzadell’invisibile, ma il Qur’ān mostra il loro esserebugiardi.
  9. 9. Allāh dice:‫قل‬‫ال‬‫يعلم‬‫من‬‫في‬‫السماوات‬‫واألرض‬‫الغيب‬‫إال‬‫هللا‬“Dì: «Nessuno di coloro che sono nei cieli esulla terra conosce il ghayb (inconoscibile),eccetto Allāh…” [An-Naml, 65]I Sufi affermano che Allāh ha creato il mondo peramore di Muhammad (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam),ma il Qur’ān mostra il loro essere bugiardi.Allāh dice:‫وما‬‫خلقت‬‫الجن‬‫واإلنس‬‫إال‬‫ليعبدون‬“E’ solo perché Mi adorassero che Io hocreato i jinn e gli uomini.” [Adh-Dhāriyāt, 56]Allāh, che Sia Glorificato e Magnificato, si è rivolto alSuo Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) con leParole:‫واعبد‬‫ربك‬‫حتى‬‫يأتيك‬‫اليقين‬
  10. 10. “E adora il tuo Signore fin che non ti giungal’ultima certezza (cioè la morte).” [Al-Ĥijr, 99]I Sufi affermano di poter vedere Allāh in questa vita,ma il Qur’ān mostra il loro essere bugiardi.Allāh dice:‫رب‬‫أرني‬‫أنظر‬‫إليك‬‫قال‬‫لن‬‫تراني‬“[Mūsa] disse: «O Signor mio, mostraTi a me,affinché io Ti guardi». Allāh rispose: «No, tunon Mi vedrai…” [Al-‘A`rāf, 143]I Sufi affermano di attingere la conoscenzadirettamente da Allāh, senza la mediazione delProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) e in uno statocosciente (invece di sognare). Allora essi sonomigliori dei Sahābah?I Sufi affermano di attingere la conoscenzadirettamente da Allāh, senza la mediazione delProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam). Dicono:“Haddathani qalbi ‘an Rabbi (Il mio cuore mi haparlato dal mio Signore).”I Sufi celebrano il Mawlid e tengono riunioni perinviare benedizioni sul Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa
  11. 11. sallam), ma vanno contro i suoi insegnamentialzando la loro voce nel dhikr e negli anāshīd (cantireligiosi) e nelle qasā’id (poesie) che contengonoshirk manifesto. Il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wasallam) festeggiava il suo compleanno? Forse AbuBakr, ‘Umar, ‘Uthmān, ‘Alī, i quattro A’imma ochiunque altro festeggiava il suo compleanno? Chiconosce di più ed è più corretto nel culto, il Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) e i Salaf, oppure i Sufi?I Sufi viaggiano per visitare le tombe e cercare lebenedizioni dei loro occupanti o per fare il tawāf(circo-ambulazione rituale) intorno ad esse ocompiere dei sacrifici in questi siti, ognuno dei qualiva contro gli insegnamenti del Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam): “Non spronate i cavalli per alcunluogo, se non per tre moschee: al-Masjid al-Harām(a Makkah), questa mia moschea (a Madinah) e al-Masjid al-Aqsa (ad Al-Quds).” (Concordato)I Sufi sono ciecamente fedeli ai loro shuyūkh, anchequando con ciò vanno contro le parole di Allāh e delSuo Messaggero. Ma Allāh, sia Egli Magnificato, dice:‫يا‬‫أيها‬‫الذين‬‫آمنوا‬‫ال‬‫تقدموا‬‫بين‬‫يدي‬‫هللا‬‫ورسوله‬
  12. 12. “O credenti, non anticipate Allāh e il SuoMessaggero…” [Al-Ĥujurāt, 1]I Sufi usano talismani, lettere e numeri per prenderedecisioni e per fabbricare amuleti e portafortuna ecosì via.I Sufi non si limitano alle specifiche benedizioni sulProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) che sono statenarrate da lui. Hanno inventato nuove formule cheimplicano il cercare le sue benedizioni e altri tipi dishirk manifesto che sono inaccettabili per colui alquale stanno inviando benedizioni. Inoltre, ilcontatto degli shuyūkh Sufi è diretto agli shayātīn,non ad Allāh, così essi si ispirano ingannevolmentegli uni con gli altri delle parole abbellite, come Allāhdice:‫وكذلك‬‫جعلنا‬‫لكل‬‫نبي‬‫ا‬ ّ‫عدو‬‫شياطين‬‫اإلنس‬‫والجن‬‫يوحي‬‫بعضهم‬‫إلى‬‫بعض‬‫زخرف‬‫القول‬‫غرورا‬‫ولو‬‫شاء‬‫ربك‬‫ما‬‫فعلوه‬“A ogni profeta assegnammo un nemico:shayātīn tra gli uomini e jinn che sisuggeriscono a vicenda discorsi fatui eingannevoli. Se il tuo Signore avesse voluto,non l’avrebbero fatto.” [Al-‘An`ām, 112]
  13. 13. E Allāh dice:‫وإن‬‫الشياطين‬‫ليوحون‬‫إلى‬‫أوليائهم‬“E certamente gli shayātīn ispirano i loroamici (tra gli uomini)…” [Al-‘An`ām, 121]‫هل‬‫أنبئكم‬‫على‬‫من‬‫تنزل‬‫الشياطين‬‫تنزل‬‫على‬‫كل‬‫أفاك‬‫أثيم‬“Vi informo su coloro sui quali scendono glishayātīn? Scendono su ogni mentitorepeccaminoso.” [Ash-Shu`arā’, 221-222]Questo è il contatto reale, non il contatto che essifalsamente affermano di avere con Allāh. Che Allāhsia Magnificato al di sopra di ciò. (Vedere Mu’jam al-Bida’h, 346 -359).Quando alcuni di questi shuyūkh Sufi scompaionoimprovvisamente dalla vista dei loro seguaci, ciò è ilrisultato del loro contatto con gli shayātīn, che puòaddirittura portarli in un luogo lontano e riportarliindietro nello stesso giorno o di notte, per sviare iloro seguaci umani.
  14. 14. Così la regola importante qui non è quella digiudicare le persone dalle gesta straordinarie chepossono compiere: dovremmo invece giudicarli dacome strettamente o in altro modo essi aderiscono alQur’ān e alla Sunnah. I veri amici di Allāh (awliyā’)non sono necessariamente conosciuti per ilcompimento di gesta sbalorditive. Al contrario, sonoquelli che adorano Allāh nella maniera che Egli haprescritto, e non compiendo atti di bid’ah. I veriawliyā’, o amici di Allāh, sono coloro che il nostroSignore ha descritto nell’hadīth Qudsi narrato da al-Bukhārī nel suo Sahīh (5/2384) da Abu Hurayrah,che disse: Il Messaggero di Allāh (sallAllāhu ‘aleyhiwa sallam) disse: “Allāh, sia Egli Onorato eMagnificato, ha detto: «Chi è ostile a un Miowalī’, gli dichiarerò guerra, e il Mio servonon si avvicina a Me con nulla che Mi sia piùamato di ciò che gli ho prescritto. E il Mioservo continua ad avvicinarsi a Me con lenāfil (opere supererogatorie) fino a che lo amo;e quando lo amo, sono il suo udito con cuiode, e la sua vista con cui vede, e la sua manocon cui afferra, e il suo piede con cui
  15. 15. cammina; e se Mi domanda, gli darò, e se Michiede protezione, gli darò protezione».”E Allāh è la Fonte della Forza e la Guida per la RettaVia.Shaykh Muhammed Salih Al-MunajjidFatwā n. 4983
  16. 16. Le turuq Sufi e la sentenza sull’unirsi a esseNelle turuq Sufi ci sono termini come syari’a, tarīqah,haqīqa e ma’rīfah. Questi termini furono veramenteinsegnati dal Profeta Muhammad (sallAllāhu ‘aleyhiwa sallam) ai suoi Compagni secondo la definizioneche le turuq danno a esse stesse?Lode ad Allāh.Dobbiamo comprendere che la parola as-sūfiyyah(Sufismo) si riferisce all’indossare abiti di lana (laparola Araba sūf significa lana) e a nient’altro.Shaykh al-Islam Ibn Taymiyah (rahimahullāh) disse:“La parola as-sūfiyyah (Sufismo) si riferisceall’indossare abiti di lana; questo è il correttosignificato. E’ stato detto che proviene dalla parolasafwat al-fuqahā’ (il gruppo scelto dei fuqahā’) o daSūfah ibn Add ibn Tānijah, una tribù araba che eraconosciuta per il suo ascetismo, o da Ahl as-Suffah(Musulmani poveri di Madinah al tempo del Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), che erano solitidimorare nella moschea), o da Aṣ-Ṣafā (la montagna
  17. 17. a Makkah), o dalla parola as-safwah (intendendogruppo scelto), o dalla frase as-saff al-muqaddambayna yaday Allāh (il più importante rango dinnanziad Allāh). Tutte queste opinioni sono deboli (da’īf), ese qualcuna di esse fosse vera, allora la parolasarebbe saffi o safā’i o safawi, non sufi.”Majmū’ al-Fatāwa, 11/195Il Sufismo (tasawwuf) non apparve se non dopo leprime tre generazioni che il Messaggero di Allāh(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) lodò quando disse, “Imigliori degli uomini sono la mia generazione, poiquelli che verranno dopo di loro, poi quelli cheverranno dopo di loro...” (narrato da al-Bukhārī,2652, Muslim, 2533; dall’hadīth di Ibn Mas’ūd).Shaykh al-Islam Ibn Taymiyah (rahimahullāh) disse:“Per quanto riguarda la parola sūfiyyah (Sufismo),non era conosciuta durante le prime tre generazioni,ma si conobbe dopo.”Majmū’ al-Fatāwa, 11/5Questa tarīqah e le sue simili sono tra i metodiinnovati che vanno contro il Qur’ān e la Sunnah equello seguito dalle migliori generazioni. Tutti gli
  18. 18. shuyūkh di queste turuq hanno inventato le proprieparole (frasi da pronunciare come dhikr), hizb (libridi du’ā’ da leggere ogni giorno dai loro seguaci) emodi di culto attraverso i quali ciascuno di essi puòessere distinto dagli altri e questo va contro laSharī’ah e divide la Ummah.Allāh ha benedetto questa Ummah perfezionando lasua religione e completando il Suo Favore su di essa,così chiunque venga fuori con un atto di culto o unmetodo che non è stato portato dalla Sharī’ah sta difatto rigettando ciò che Allāh ha detto, accusando ilProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) di tradire lafiducia.Insieme a questa innovazione delle loro, essi possonoanche mentire affermando di aver ricevuto la lorotarīqah dal Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), oche stanno seguendo il sentiero e la guida dei CaliffiBen Guidati (al-Khulafā’u r-Rāshidūn).Ai sapienti della Commissione Permanente è statochiesto:C’è nell’Islam qualcosa di simile alle numerose turuqcome la Shādhilyyah, Khalwatiyyah, eccetera? Se c’è
  19. 19. una cosa del genere, qual è la prova per questo? Qualè il significato dei versetti in cui Allāh dice:‫ن‬َ‫أ‬ َ‫و‬‫ا‬َ‫َذ‬‫ه‬‫ي‬ ِ‫اط‬َ‫ر‬ ِ‫ص‬‫ِيما‬‫ق‬َ‫ت‬ْ‫س‬ُ‫م‬ُ‫ه‬‫و‬ُ‫ع‬ِ‫ب‬‫ات‬َ‫ف‬‫ال‬ َ‫و‬‫وا‬ُ‫ع‬ِ‫ب‬‫ت‬َ‫ت‬َ‫ل‬ُ‫ب‬ُّ‫س‬‫ال‬َ‫ق‬‫ر‬َ‫ف‬َ‫ت‬َ‫ف‬ْ‫م‬ُ‫ك‬ِ‫ب‬ْ‫ن‬َ‫ع‬ِ‫ه‬ِ‫ل‬‫ي‬ِ‫ب‬َ‫س‬ْ‫م‬ُ‫ك‬ِ‫ل‬َ‫ذ‬ْ‫م‬ُ‫ك‬‫ا‬‫ص‬ َ‫و‬ِ‫ه‬ِ‫ب‬ْ‫م‬ُ‫ك‬‫ل‬َ‫ع‬َ‫ل‬َ‫ون‬ُ‫ق‬‫ت‬َ‫ت‬“In verità questa è la Mia retta via: seguitela enon seguite i sentieri che vi allontanerebberodal Suo sentiero. Ecco cosa vi comanda,affinché siate Muttaqūn (timorati).” [Al-‘An`ām,153]َ‫ل‬َ‫ع‬ َ‫و‬‫ى‬ِ‫هللا‬ُ‫د‬ْ‫ص‬َ‫ق‬ِ‫يل‬ِ‫ب‬‫الس‬‫ا‬َ‫ه‬ْ‫ن‬ِ‫م‬ َ‫و‬‫ِر‬‫ئ‬‫ا‬َ‫ج‬ْ‫و‬َ‫ل‬ َ‫و‬َ‫اء‬َ‫ش‬ْ‫م‬ُ‫ك‬‫ا‬َ‫د‬َ‫ه‬َ‫ل‬َ‫ِين‬‫ع‬َ‫م‬ْ‫ج‬َ‫أ‬“Guidarvi sulla retta via è prerogativa diAllāh, poiché altre [vie] se ne allontanano(come il Paganesimo, il Giudaismo, il Cristianesimo).Se volesse vi guiderebbe tutti.” [An-Naĥl, 9]Quali sono le vie che separano la gente dal sentiero diAllāh, e qual è il sentiero di Allāh? Qual è ilsignificato dell’hadīth narrato da Ibn Mas’ūd,secondo il quale il Messaggero (sallAllāhu ‘aleyhi wasallam) tracciò una linea e disse: “Questo è il sentierodella guida”, poi tracciò delle linee alla sua destra e
  20. 20. altre alla sua sinistra e disse: “Questi sono altrisentieri e su ogni sentiero c’è un diavolo a cuichiama la gente”?Essi hanno risposto:Non vi è nulla nell’Islam come le turuq che haimenzionato, o qualsiasi altra cosa simile ad esse.Quello che c’è nell’Islam è ciò che è indicato dai dueversetti e dall’hadīth che hai citato, e ciò che è statoindicato dall’hadīth in cui il Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam) disse: “Gli Ebrei si divisero insettantuno sette, e i Cristiani si divisero insettantadue sette. La mia Ummah si dividerà insettantatré sette, ognuna delle quali sarà all’Inferno,tranne una.” Gli fu chiesto, “Chi sono (i salvati), OMessaggero di Allāh?” Egli disse: “Coloro cheseguono lo stesso sentiero su cui siamo oggi io e imiei Compagni.” Ed egli (sallAllāhu ‘aleyhi wasallam) disse: “Un gruppo nella mia Ummahcontinuerà a seguire la verità e ad essere vittorioso,ed essi non saranno danneggiati da coloro che liabbandoneranno o gli si opporranno, fino a quandol’ordine di Allāh verrà eseguito.”
  21. 21. La verità sta nel seguire il Qur’ān e il sahīh, la chiaraSunnah del Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam).Questo è il sentiero di Allāh, questa è la Retta Via.Questa è la linea retta menzionata nell’hadīth di IbnMas’ūd, e questo è ciò che fu seguito dai Compagnidel Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) (che Allāhsia soddisfatto di loro e dei loro seguaci tra le primegenerazioni (Salaf) di questa Ummah, e di coloro cheseguono il loro sentiero). Tutte le altre ṭuruq o gruppisono i sentieri menzionati nel versetto:‫ال‬ َ‫و‬‫وا‬ُ‫ع‬ِ‫ب‬‫ت‬َ‫ت‬َ‫ل‬ُ‫ب‬ُّ‫س‬‫ال‬َ‫ق‬‫ر‬َ‫ف‬َ‫ت‬َ‫ف‬ْ‫م‬ُ‫ك‬ِ‫ب‬ْ‫ن‬َ‫ع‬ِ‫ه‬ِ‫ل‬‫ي‬ِ‫ب‬َ‫س‬“…e non seguite (altri) sentieri che viallontanerebbero dal Suo sentiero...” [Al-‘An`ām, 153]Fatāwa al-Lajnah al-Dā’imah, 2/283, 284E Allāh ne sa di più.Islam Q&AFatwā n. 20375
  22. 22. Alcune persone affermano che c’è una āyahche avvalora il SufismoSalām, può spiegare la āyah 69 di Sūrat An-Nisā’:alcune persone dicono che questo è ciò che rendeconsentito il Sufismo. Ho letto la sua risposta sulSufismo e concordo, ma la invito a spiegare questoversetto?Lode ad Allāh.Il versetto di cui stai chiedendo è l’āyah:‫ومن‬‫يطع‬‫هللا‬‫والرسول‬‫فأولئك‬‫مع‬‫الذين‬‫أنعم‬‫هللا‬‫عليهم‬‫من‬‫النبيين‬‫والصديقين‬‫والشهداء‬‫والصالحين‬‫وحسن‬‫أولئك‬‫رفيقا‬“Coloro che obbediscono ad Allāh e al SuoMessaggero saranno tra coloro che Allāh hacolmato della Sua grazia: Profeti, Siddīqūn(quei seguaci del Profeta che furono i primi e imigliori a credere in lui, come Abu Bakr As-Siddīq),martiri, gente del bene; che ottimacompagnia!” [An-Nisā’, 69]
  23. 23. Ibn Kathīr (rahimahullāh) disse nel suo Tafsīr:Questo significa che, chiunque agisce in conformitàcon i comandi di Allāh e del Suo Messaggero, e sitiene lontano da ciò che Allāh e il Suo Messaggeroproibiscono, allora Allāh gli darà una casa nelladimora della Sua generosità, e farà si che egli sarà incompagnia dei Profeti e di coloro che vengono dopodi essi nello status, i Siddīqūn, poi i martiri, poi ilresto dei credenti, che sono i virtuosi che compiono ilbene in segreto e apertamente. Poi Allāh li loda, comeEgli dice:‫وحسن‬‫أولئك‬‫رفيقا‬“…che ottima compagnia!” [An-Nisā’, 69]Al-Bukhāri narrò che ‘Ā’ishah (radiAllāhu ‘anha)disse: Ho sentito il Messaggero di Allāh (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam) dire: “Non c’è stato Profeta che si èammalato, senza che Allāh gli abbia dato la sceltatra questo mondo e l’Aldilà.” Quando lui si ammalòcon la sua ultima malattia, la sua voce divenne moltorauca, e lo sentii dire, ‘in compagnia di coloro cheAllāh ha colmato della Sua grazia: Profeti, Siddīqūn(quei seguaci del Profeta che furono i primi e i
  24. 24. migliori a credere in loro, come Abu Bakr As-Siddīq),martiri e gente del bene.’ Allora capii che gli era statadata la scelta.” (Tafsīr Ibn Kathīr).Poi (Ibn Kathīr - rahimahullāh) disse qualcosariguardo alla ragione per cui fu rivelato questoversetto. Quindi disse: Più grande di tutto ciò è labuona novella riportata nei libri del Sahīh e delMusnad, eccetera, attraverso sanād mutawātir da uncerto numero di Sahābah: che al Messaggero di Allāh(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) fu chiesto su un uomoche ama alcune persone ma non può raggiungerle -vale a dire non può raggiungere lo stesso loro livellonel compiere opere pie. Egli (sallAllāhu ‘aleyhi wasallam) disse: “Un uomo sarà con coloro che ama.”Anas ibn Mālik (radiAllāhu ‘anuhu) disse: “Mai iMusulmani gioirono tanto quanto fecero sentendoquesto hadīth. Io amo il Messaggero di Allāh(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), e amo Abu Bakr e‘Umar (radiAllāhu ‘anuhum), e spero che Allāh mifaccia risorgere con loro anche se non ho fatto quelloche essi fecero.”Quindi, come potete vedere, non c’è nulla in questoversetto che giustifica i Sufi e il loro madh’hab.
  25. 25. Se i Sufi fossero sinceri, allora che obbediscano adAllāh e al Suo Messaggero e aderiscano alla SuaSharī’ah - come prescritto in questa āyah – così chepossano essere tra i vittoriosi. Quanto alla loroaffermazione secondo la quale gli awliyā’ (“santi”)avrebbero conoscenza dell’Invisibile (al-ghayb), chenessuno conosce all’infuori di Allāh, ed essi fanno ilTawāf intorno alle tombe e pregano per i morti comemezzo di adorazione e avvicinamento ad Allāh - tuttoquesto in realtà significa che stanno cercando l’aiutodi qualcuno diverso da Allāh e questo è kufr e shirk.Essi dicono, ‘Allāh ci ispira con delle cose che Egligetta nei nostri cuori in aggiunta a quello che è nelQur’ān e nella Sunnah’, e dicono che i “prescelti” nonhanno bisogno di aderire alla Sharī’ah dell’Islam, cheè obbligatoria per le “masse”, e si inventano adhkār(frasi in ricordo di Allāh), che ripetono regolarmentee che non sono nel Qur’ān o nella Sunnah del Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)... e dopo tutto questo,vogliono essere tra i vittoriosi, con i Profeti e iSiddīqūn.Al contrario, essi saranno con gli shayātīn (diavoli) e imushrikīn. Chiediamo ad Allāh di mantenerci sani esalvi. Che Allāh benedica noi e voi con l’amore per il
  26. 26. Suo Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) e conl’amore per i suoi nobili Compagni, e ci riunisca conloro nel posto d’onore insieme a Lui, perché Egli è ilSovrano, Colui che è in grado di fare ogni cosa.Shaykh Muhammed Salih Al-MunajjidFatwā n. 5638
  27. 27. Ahādīth deboli e fabbricati narrati dai Sufi“Il Mio cielo e la Mia terra non possono contenerMi,ma il cuore del Mio servo credente Mi contiene”: èsahīh questo hadīth citato dai Sufi?Lode ad Allāh.Allo Shaykh al-Islam Ibn Taymiyah fu chiesto aproposito delle parole che furono narrate dal Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), “Il Mio cielo e la Miaterra non possono contenerMi, ma il cuore del Mioservo credente Mi contiene.”Egli rispose:Lode ad Allāh.Ciò che è stato menzionato proviene dalle Isrā’īliyyāt[resoconti narrati da fonti Ebraiche], nessuna isnād ènota come proveniente dal Profeta (sallAllāhu ‘aleyhiwa sallam). Quel che significa è che Allāh ponel’amore e la conoscenza di Se Stesso nel cuore del Suoservo.
  28. 28. Il resoconto, “Il cuore è la casa del Signore” è come ilprimo. Il cuore è la casa o la sede della fede in Allāh edella conoscenza e dell’amore per Lui.Essi riportano le parole: “Ero un tesoro sconosciuto evolevo che Mi si conoscesse, così ho creato gli esseriumani e gli ho insegnato su di Me affinché miconoscessero.” Queste non sono le parole del Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), e so che non c’è isnādper questo, sia sahīh (autentica) che da’īf (debole).Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Allāh creò la ragione e gli disse: «Vieni qua»,ed essa venne. Gli disse: «Vai lì», ed essa andò. Glidisse: «Per la Mia Gloria e Maestà, non ho creatoniente di più nobile di te. Ricompenserò e punirò acausa tua».” Questo hadīth è bātil (falso) e mawdū’(fabbricato) secondo il consenso dei sapientidell’Hadīth.Narrano le parole: “L’amore di questo mondo è laradice di ogni male.” Questo è noto comeproveniente da Jundub ibn ‘Abd-Allāh al-Bajali, manon c’è isnād conosciuta proveniente dal Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam).
  29. 29. Riportano le parole: “Questo mondo è soltanto unpasso per l’uomo che crede.” Questo non è noto comeproveniente dal Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)o dai Salaf di questa Ummah o dai suoi A’imma.Riportano le parole: “Chi è benedetto con una cosa,lasciate che vi si attacchi” e “Chi si impegna inqualcosa, lasciate che vi si attacchi.” Il primoresoconto fu narrato da uno dei Salaf. Il secondoresoconto è bātil (falso), perché chi si impegna inqualcosa può attaccarsi a essa oppure no, inconformità a ciò che Allāh e il Suo Messaggero hannocomandato.Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Fai dei favori ai poveri, perché un giorno essiavranno autorità, e quale autorità!” e, “La povertà èil mio orgoglio ed io mi vanto per esso.” Entrambesono menzogne e non sono conosciute in alcun modonei ben noti libri dei Musulmani.Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Io sono la città della conoscenza e ‘Alī è la suaporta.” Questo hadīth è da’īf (debole), addirittura èmawdū’ (fabbricato) secondo i sapienti dell’Hadīth.
  30. 30. Fu narrato da at-Tirmidhī e altri, ma è unamenzogna.Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “I poveri siederanno nel Giorno dellaResurrezione, e [Allāh] dirà: «Per la Mia Gloria eMaestà, non vi ho privato delle cose terrene perchésiete insignificanti. Piuttosto volevo accrescere ilvostro status in questo Giorno. Andate nel luogodove le persone sono in piedi, e chi di loro vi ha datoun pezzo di pane, o acqua da bere, o vestiti daindossare, portatelo in Paradiso».” Lo Shaykh disse:Questo resoconto è una menzogna che non fu narratada nessuno dei sapienti dell’Hadīth. E’ bātil (falso) eva contro il Qur’ān e la Sunnah e il consensoaccademico (ijmā’).Riportano che quando il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhiwa sallam) arrivò a Madinah, le figlie di al-Najjāruscirono con i daff (tamburelli) e cantarono “Tala’aal-Badru ‘alayna min thaniyyat al-Widā”, e ilMessaggero di Allāh (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse loro: “Battete i vostri tamburelli, che Allāh vibenedica.” L’hadīth sulle donne che battono il daffnelle occasioni gioiose è sahīh, e questo si faceva altempo del Messaggero di Allāh (sallAllāhu ‘aleyhi wa
  31. 31. sallam), ma non è noto che egli abbia detto, “Battete ivostri tamburelli.”Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “O Allāh, Tu mi hai fatto uscire dal luogo cheio amo di più, allora fammi dimorare nel luogo cheTu ami di più.” Anche questo hadīth è bātil (falso),anche se fu narrato da at-Tirmidhī e altri. Piuttostoegli (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) disse a Makkah:“Tu sei la parte della terra di Allāh che più amo.” Edisse: “Tu sei la terra più amata ad Allāh.”Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Chiunque visiti me e mio padre Ibrāhīm nellostesso anno, entrerà in Paradiso.” Questa è unamenzogna fabbricata che non fu narrata da nessunodei sapienti dell’Hadīth.Riportano che un beduino pregò (in fretta), beccando(come un uccello), nella sua preghiera. ‘Alī(radiAllāhu ‘anuhu) disse: “Non beccare nella tuapreghiera.” Il beduino disse, “O ‘Alī, se tuo padreavesse beccato in preghiera non sarebbe entratonell’Inferno.” Questa è una menzogna.Riportano che ‘Umar uccise suo padre. Questa è unamenzogna, perché suo padre morì prima che la
  32. 32. missione del Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)ebbe inizio.Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Ero un Profeta quando Adam era tra l’acquae l’argilla. Ero un Profeta quando Adam non era néacqua né terra.” Questa formulazione è falsa.Riportano le parole: “Il letto dello scapolo è il fuoco.Misero è l’uomo che non ha donna e la donna chenon ha uomo.” Queste non sono le parole del Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam).Fu narrato che, quando Ibrāhīm (‘aleyhis-salām)costruì la Ka’bah, pregò mille rakaʿāt in ogni angolo,allora Allāh gli rivelò, “O Ibrāhīm, questo non è comenutrire un affamato o vestire un uomo che non puòcoprire la sua ‘awrah.” Si tratta ovviamente di unamenzogna, e non è nota nei libri dei Musulmani.Raccontano le parole: “Non disprezzate lasofferenza, perché ciò mieterà gli ipocriti.” Questeparole non sono note come provenienti dal Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam).Raccontano le parole: “Chi insegna a suo fratello unaāyah dal Libro di Allāh, diventa il suo maestro.”
  33. 33. Questa è una menzogna che non è affatto nota neilibri dei sapienti.Raccontano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wasallam) disse: “Ho visto i peccati della mia Ummah enon ho trovato alcun peccato più grande di quello diuno che apprende una āyah e poi lo dimentica.” Sequesto hadīth fosse sahīh, ciò che si intende condimenticare è nel senso di non recitare. Laformulazione dell’hadīth è: “Tra i peccati della miaUmmah vi è quello di un uomo al quale Allāh hadato una āyah del Qur’ān, ma l’ha trascurata fino adimenticarla.” Questo dimenticare significaallontanarsi dal Qur’ān e non credere in esso o agiresu di esso. Quanto al trascurare di studiarlo fino adimenticarlo, questo è un peccato.Riportano le parole: “Una āyah del Qur’ān è megliodi Muhammad e della famiglia di Muhammad. IlQur’ān è la Parola di Allāh, rivelata e non creata, enon c’è nulla di simile.” Questa formulazione non furiportata dal Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam).Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Chi impara qualcosa di benefico e lanasconde ai Musulmani, Allāh lo imbriglierà con
  34. 34. briglie di fuoco nel Giorno della Resurrezione.” Unsignificato simile è stato trovato nelle Sunan: ilProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) disse:“Chiunque viene interrogato su una materia dellaconoscenza [islamica] che conosce, ma la nasconde,Allāh lo imbriglierà con briglie di fuoco nel Giornodella Resurrezione.”Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Quando parlate delle dispute che hannoavuto luogo tra i miei compagni, state in silenzio.Quando parlate della volontà Divina e del decreto(al-qadā’ wa’l-qadar), non dite niente.” Questo furiportato con sanād munqati’ (rotte o interrotte).Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse a Salmān al-Farsi, quando egli stava mangiandodell’uva: “Du, Du”, che significa mangiare a due adue. Queste non sono le parole del Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam), questo è bātil (falso).Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Chiunque commette zinā (fornicazione) conuna donna e lei dà alla luce una bambina, ilfornicatore può sposare la figlia che è nata comeconseguenza della zinā.” Questo fu detto da coloro
  35. 35. che non erano tra i compagni di ash-Shāfa’i. Alcuni diloro lo attribuirono ad ash-Shāfa’i, e alcuni deicompagni di ash-Shāfa’i negarono che egli lo disse.Dissero che egli non affermò che ciò è permesso, masostenne che ciò è permesso in caso di radā’ah(allattamento al seno), se uno è allattato con il latte diuna donna che è rimasta incinta a seguito di zinā. Lamaggior parte dei sapienti, come Ahmad, AbuHanīfah e altri, sono d’accordo che ciò è harām, equesta è la più forte delle due opinioni narrate nelmadh’hab di Mālik.Riportano le parole: “La cosa più meritevole per cuisi è pagati è il Libro di Allāh.” Sì, è dimostrato che (ilProfeta sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) disse: “La cosapiù meritevole per cui si è pagati è il Libro di Allāh”,ma ciò è nell’hadīth relativo alla ruqiyya (recitare ilQur’ān e la du’ā allo scopo di guarire), e laricompensa è per il recupero di quella personamalata, non per la recitazione.Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Chiunque maltratta un dhimmi (un Ebreo oun Cristiano che vive sotto il governo Islamico), Allāhsarà suo avversario nel Giorno della Resurrezione”oppure “Io sarò il suo avversario nel Giorno della
  36. 36. Resurrezione.” Questo è da’īf (debole). Ciò che siconosce come proveniente da lui è che egli (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam) disse: “Chiunque uccida unmu’āhid (membro di una nazione kāfir che ha untrattato di pace con i Musulmani) senza alcunaragione lecita, non sentirà il profumo del Paradiso.”Riportano che il Profeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam)disse: “Chiunque accende una lampada nellamoschea, gli angeli e i portatori del Trono nonsmetteranno di pregare per il suo perdono fintantoche la luce di quella lampada risplenderà nellamoschea.” Non sono a conoscenza di isnād perquesto come proveniente dal Profeta (sallAllāhu‘aleyhi wa sallam).”Al-Fatāwa al-Kubra, 5/88-93Islam Q&AFatwā n. 14017
  37. 37. Pregare dietro ad un imām SufiAbbiamo un imām sufi. E’ valido pregare dietro dilui?Lode ad Allāh.Tra le parole, le azioni e le credenze che sonoesclusive dei Sufi e che non hanno alcun fondamentonel Libro di Allāh e nella Sunnah del Suo Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam), alcune sono bidāt(innovazioni) che costituiscono kufr, e altre sonobidāt che non costituiscono kufr. Se questo imāmsegue bidāt che costituiscono kufr, non si devepregare dietro di lui. Se egli segue bidāt che noncostituiscono kufr, allora è permesso pregare dietrodi lui, anche se qualcun altro che è un seguace di Ahlus-Sunnah sarebbe indubbiamente migliore.Allo Shaykh ‘Abd al-‘Azīz ibn Bāz (rahimahullāh) fudomandato:Se vado in un villaggio dove l’imām è un Sufi che nontiene una mano sopra l’altra quando prega, e che non
  38. 38. va giù sulle proprie ginocchia prima delle sue maniquando si prosterna, è lecito pregare con lui?Lo Shaykh rispose:“Se egli è conosciuto per il suo credere nel Tawhīd enon nello shirk, ed è soltanto un po’ ignorante osegue alcune idee del Sufismo (tasawwuf), ma è uncredente nel Tawhīd e un Musulmano che adoraAllāh solo e non adora uno Shaykh o qualsiasi altroessere creato come Shaykh ‘Abd al-Qādir eccetera, el’unico problema è che non tiene una mano sopral’altra quando prega, allora non c’è ragione per nonpregare dietro di lui, perché questo è qualcosa che faparte delle Sunan, e non è obbligatorio. Tenere unamano sopra l’altra significa mettere la mano destrasopra la mano sinistra, polso e avambraccio sul pettoquando si sta in preghiera. Colui che lascia pendere lesue braccia sui propri fianchi non sta facendo nulla dimale e la sua preghiera è valida.”Fatāwa al-Shaykh Ibn Bāz (12/120, 121).Allo Shaykh ‘Abd al-‘Azīz ibn Bāz (rahimahullāh) fuanche chiesto:Qual è la sentenza sul pregare dietro qualcuno che sireca presso le tombe dei pii a cercare la loro
  39. 39. benedizione e che recita il Qur’ān nei Mawālid e inaltre occasioni dietro pagamento?Egli rispose:“Questo è oggetto di ulteriore discussione. Se eglicelebra solo il Mawlid senza alcun shirk implicato,allora è un innovatore e non dovrebbe essere unimām, perché è dimostrato nell’hadīth sahīh che ilProfeta (sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) disse: “Attentialle materie inventate di recente, perché ogni nuovamateria inventata di recente è una innovazione(bid’ah) e ogni innovazione è sviamento.” Narrato daAbu Dāwūd (3991). E celebrare il Mawlid(compleanno del Profeta) è una innovazione. Ma seegli prega per i morti e cerca aiuto da loro o dai jinn oda altri esseri creati, e dice “O Messaggero di Allāhaiutami o guarisci il mio male” o dice “Yā Sayyidi al-Husayn” o “Yā Sayyidi al-Badawi” o fa appello aqualsiasi altra persona morta, o prega per coseinanimate come gli idoli, dicendo “al-madad al-madad (aiuto, aiuto)”, allora è un mushrīk che ècolpevole di shirk maggiore, e non si deve pregaredietro di lui e il suo guidare le preghiere non è valido.Chiediamo ad Allāh di mantenerci sani e salvi. Ma selui commette bidāt come partecipare al Mawlid, ma
  40. 40. non compie alcun atto di shirk, o legge il Qur’ānaccanto alle tombe, o prega in prossimità di essesenza compiere alcun atto di shirk, allora egli haintrodotto innovazioni nella religione, quindidovrebbe essere istruito e diretto verso ciò che èbuono, ma la sua preghiera è valida se non pregavicino le tombe. Per quanto riguarda le sue preghierenel cimitero, non sono valide, perché il Profeta(sallAllāhu ‘aleyhi wa sallam) disse: “Che Allāhmaledica gli Ebrei e i Cristiani, che hanno preso letombe dei loro Profeti come luoghi di culto.”Concordato.”Fatāwa al-Shaykh Ibn Bāz (9/373, 374 e 12/108,109).Fine.Islam Q&AFatwā n. 93150
  41. 41. Sentenza sul pregare nelle moschee SufiNel quartiere dove abito c’è una moschea cheappartiene ai Sufi e anche un’altra più piccolaappartiene a loro. E’ permesso pregarvi?Lode ad Allāh.Non pregare con questi Sufi nelle loro zawāyāh, e faiattenzione allo stare in compagnia e al mescolarti conessi, affinché tu non sia colpito da ciò che li ha colpiti.Prova a pregare nella moschea di una congregazionedi coloro che cercano di seguire la Sunnah e che sonodesiderosi di farlo. E Allāh è la Fonte della forza. CheAllāh invii le benedizioni e la pace sul nostro ProfetaMuhammad e sulla sua Famiglia e i Compagni. Finecitazione.Fatāwa al-Lajnah al-Dā’imah, 3/18Islam Q&AFatwā n. 121576
  42. 42. Sentenza sullo sposare una donna SufiE’ permesso per un Musulmano sposare una donnaSufi? Qual è la visione Islamica su uno che ha sposatouna donna Sufi ma non era a conoscenza che lei eraun seguace della via Sufi fino a quando non l’hasposata?Lode ad Allāh.In primo luogo:I Sufi sono di diversi tipi con varie scuole di pensiero,molti dei quali seguono l’innovazione e metodidevianti di vario genere. Alcuni di loro eccedono igiusti limiti fino al punto di associare altri ad Allāh,sia Egli Magnificato, come ad esempio pregare imorti, rivolgersi ad essi per alleviare il dolore escongiurare le calamità. Alcuni di loro seguono ungran quantità di innovazioni nei loro atti, nel dhikr enell’adorazione. Vedi la domanda n. 4983 perulteriori informazioni su alcune deviazioni dei Sufi, ela domanda n. 34817 per informazioni sullo shirk e isuoi tipi.
  43. 43. E’ detto in Fatāwa al-Lajnah al-Dā’imah:“La maggior parte di coloro che oggigiorno sonochiamati Sufi, seguono innovazioni di shirk, cosìcome altre innovazioni, come ad esempio ciò chedicono alcuni di loro, “Madad yā sayyid (Aiutaci, OMaestro)” e il loro invocare l’aqtāb (il più alto rangodi awliyā’ o “santi”), recitando dhikr all’unisono einvocando Allāh con nomi con cui Egli non si èchiamato, come “Huwa - Huwa (He, He)” e “Ah, Ah(una contrazione del nome di Allāh)”. Chiunque leggai loro libri noterà un sacco di loro innovazioni dishirk così come altre malvagità.” Fine citazione.In secondo luogo:Il matrimonio con una donna Sufi è soggetto aulteriori discussioni.1 - Se lei è una di quelle che commette shirk nel credoo nelle azioni, come uno che crede che gli awliyā’(“santi”) conoscano l’Invisibile e abbiano il controllosull’universo, o crede nell’incarnazione del divino onell’unità di tutte le cose, o dedica l’adorazione aqualcosa di diverso da Allāh, come du’ā’, ricerca diaiuto, sacrifici o voti, allora non è lecito sposare tale
  44. 44. donna, perché ella ha commesso shirk maggiore -Allāh non voglia.2 - Se lei non è caduta nello shirk, ma compie alcuniatti di innovazione, come celebrare il Mawlid(compleanno del Profeta) o forme inventate di dhikr,o recitare un certo numero di aḏkār per i quali nonesiste alcuna base, o una certa maniera di dhikr chenon è provata nella Sharī’ah, allora è meglio nonsposare tal donna, perché il pericolo dell’innovazioneè grande, e il danno causato da essa è grave. Ciò è piùcaro a Iblīs del peccato, perché uno può pentirsi delpeccato, a differenza dell’innovazione, dato che chi lacompie la considera parte della religione per mezzodella quale può avvicinarsi ad Allāh, allora come puòrinunciarvi?Inoltre, il matrimonio con una donna che segue labid’ah rappresenta un pericolo per i bambini e pertutta la famiglia, specialmente se la donna parla beneo ha un buon atteggiamento, così altri possono essereingannati da lei.Imām Mālik (rahimahullāh) disse: “Non sposate lagente dell’innovazione, e non dategli le vostre donne
  45. 45. in matrimonio, e non date loro il salām...” al-Mudawwanah (1/84).In terzo luogo:Se lui non sapeva che la donna era una seguace delSufismo fin quando non l’ha sposata, e se lei è delprimo tipo che commette shirk con le parole, le azionie il credo, egli dovrebbe chiamarla (alla corretta via) econsigliarla e spiegarle. Se lei risponde, allora lode adAllāh, altrimenti è obbligatorio separarsi da lei,perché non è lecito sposare una donna mushrīk orimanere in un tale matrimonio, perché Allāh dice:َ‫ال‬ َ‫و‬‫وا‬ُ‫ح‬ِ‫ك‬ْ‫ن‬َ‫ت‬ِ‫ت‬‫ا‬َ‫ك‬ ِ‫ر‬ْ‫ش‬ُ‫م‬ْ‫ل‬‫ا‬‫ى‬‫ت‬َ‫ح‬‫ِن‬‫م‬ ْ‫ؤ‬ُ‫ي‬“E non sposate le Mushrikāt (associatrici)finché non avranno creduto (adorando Allāhsoltanto).” [Al-Baqarah, 221]Ma se lei è del secondo tipo, che ha innovato alcuneazioni che non raggiungono il grado di kufr, alloraogni caso dovrebbe essere esaminato a parte - fino ache punto la donna aderisce o no all’innovazione incui crede, e che effetto avrà questo sulla famiglia e ifigli?
  46. 46. Egli dovrebbe anche esaminare le conseguenze deldivorziare da lei, e in ogni caso dovrebbe fare ciò cheè nell’interesse dell’Islam, e quale danno scongiurerào ridurrà il più possibile.Che Allāh ci aiuti tutti a fare ciò che Egli ama e di cuisi compiace.E Allāh ne sa di più.Islam Q&AFatwā n. 85370

×