Loading…

Flash Player 9 (or above) is needed to view presentations.
We have detected that you do not have it on your computer. To install it, go here.

Like this presentation? Why not share!

Presentazione Laurea Specialistica

on

  • 892 views

 

Statistics

Views

Total Views
892
Views on SlideShare
886
Embed Views
6

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 6

http://www.linkedin.com 6

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Oggi vi parlerò dello studio geologico tecnico relativo ad una DGPV nel Nord delle Monashee Mountains in Bitish Columbia Canada.
  • Una deformazione gravitativa profonda di Versante (DGPV) è un fenomeno tuttora da comprendere completamente. Ci sono però caratteristiche particolari, definite da diversi autori, che lo definiscono in buona parte. Definizione base Zona di taglio
  • Obiettivi: meccanismo deformativo dell’area & Freccia in più con stage evolutivo (in italiano) Caratterizzazioni per defenirne un’evoluzine
  • Aggiungere carta Canada
  • Risistemare le sezioni con descrizione
  • Mettere scala e limiti DGPV Dimensioni area e volumi con descrizione + dettaglio della foto destra La DGPV qui osservabile mostra 1 trench di rilevante dimensione nella parte alta della DGPV (il principale è visibile nel dettaglio). Numerose contropendenze sono osservabili nella parte più alta in cui sono osservabili ulteriori facciate di roccia. Sono inoltre osservabili coni e falde detritiche (alimentati progressivamente), accumuli di frana e probabili vecchi accumuli glaciali. Sono inoltre visibili ulteriori scarpate poco più a valle del trench principale poco prima mostrato. Questa è la sezione creata con Gis che mostra una rilevante zona di bulging nella parte medio-bassa della DGPV e una evidente contropendenza di probabile natura glaciale. Sequenza stratigrafica
  • Assetto geologico
  • Forme osservabili in campagna ed in parte non accessibili A 1 dei trench B 2 sistemi ortogonali
  • Valori in m.
  • Aggiungere scala e dettaglio e frecce con caratterisitca e spaziatura sub-ortogonali che generano nelle zone più elevate una morfologia a gradini probabilmente responabile della deformazione profonda L’analsi da foto. Terrestre di porz. Accessibili della DGPV ha permesso identificare a piccola scala i sistemi frattur. che caratterizano lo stile deform dell’intera DGPV Non è stato possibile orientare il modello e quindi fare un lavoro di tipo quantitativo con ottenimento giaciture
  • Definire punti gialli stazioni geomeccaniche e rosse descrzioni puntuali Ribalmenti e possili rotture a cuneo che possono evolvere a crollo – fenomeni accessori Fenomeni accessori che non hanno niente a che fare con sistemi deformativi profondi
  • Resistenza a compressione uni. Valutazione del GSI
  • Figura di Doug con step failure!! Caratteristiche fisico-meccaniche Figura che definisce la coperura glaciale

Presentazione Laurea Specialistica Presentazione Laurea Specialistica Presentation Transcript

  • A Deep-seated Gravitational Slope Deformation in the northern Monashee Complex, Monashee Mountains, British Columbia, Canada Tesi di Laurea di: Danilo Moretti Relatrice: Prof.ssa Monica Ghirotti Correlatori: Prof. Marco Giardino Dott. Luigi Perotti Prof. Doug Stead Prof. John Clague
  • Che cos’è una Deformazione Gravitativa Profonda di Versante (DGPV)?
    • Estensione dell’area
    • “ Large landslides”: Stini, 1952
    • Spessore della porzione di versante coinvolto
    • “ Deep seated gravitational deformations”: Jahn, 1964
    • “ Deep-reaching gravitational deformations”: Neemcock, 1972
    • Intervallo di tempo di attività
    • “ Long term gravitational deformations”: Ghigira, 1992
    • Cause di movimento
    • “ Gravity tectonic phenomena”: Engelen, 1963
    • “ Glacial valley stress release”: Ferguson, 1967
    • Stili deformativi
    • “ Sackung”: Zishinsky, 1969;
    • “ Deep creep”: Ter-Stepanian , 1966;
    • “ Lateral spreading”: Nemcock and Rybar, 1968;
    • “ Large block sliding”: Zaruba and Mecl, 1969,
    • “ Gravitational spreading of ridges”, Varnes et al., 1989
    Bisci et al. (1996) Varnes (1978) Sackung Lateral spreading DGPV: movimento in massa estesamente caratterizzato da 1. dimensioni areali della massa in deformazione eccedente l’ordine di grandezza delle decine di metri, profondità di almeno diverse decine di metri. Il limite dimensionale superiore della categoria sfuma nella tettonica gravitazionale. 2. deformazioni piccole rispetto alle dimensioni del fenomeno . 3. velocità media di deformazione dell’ordine di grandezza dei mm/anno o cm/anno . 4. massa delimitata da una superficie di deformazione non necessariamente continua e da una fascia da associare a deformazioni duttili con dinamica assimilabile al creep . In diversi casi si è verificata la trasformazione della DGPV in frana. 5. due tipi di movimento in massa possono essere inclusi nella categoria delle DGPV: il sackung e lo spandimento laterale , 6. distribuzione territoriale controllata dalla energia del rilievo, dalla tettonica e dalla litologia.
  • Fasi del lavoro
    • Lo studio riguarda una Deformazione Gravitativa Profonda di Versante (DGPV)
    • nel Sud-Est del British Columbia (Canada) nel Nord delle Monashee Mountains.
    L’area di Blais Creek Scammel and Brown, 1989 http://lnx.montaltomarche.it/
  • La geologia di Blais Creek 5 km
  • Sezioni a Nord del Monashee Complex Journeay, 1973 J. Murray Journeay, 1986 Legend Da = marble Db = quartize Geological Survey of Canada, 1964
  • MD1 MD2 MD3 Principali Sistemi Deformativi a Blais Creek J. Murray Journeay, 1986
  • Caratterizzazione geologica e geomorfologica © Google 2009 1= gneiss, 2= scisti, 3= quarziti & quarzareniti, 4= calc-silicate, ?= contatto incerto tra gli scisti e le quarziti-quarzareniti. 1 km
  • Grotta carsica Scisto Marmo Grotta carsica
  • Elaborazione fotogrammetrica digitale
  • Modelli 3D di Blais Creek 1973 1992 2007 1:20000 Color (9, 10, 11) (33, 34, 35, 36, 37) 2007 15BCC07018 1:15000 Color (6,7,8,9) (61, 62, 63, 64) 1992 30BCC92065 1:60000 B/W (120, 121) 1982 15BC82021 1:15000 B/W (213, 214, 215) (232, 233, 234) 1973 30BC7535 1:20000 B/W (55, 56, 57) (oblique view) 1952 BC1603 1:60000 B/W (…, 27, …, 63, ) 1952 A13495 SCALE TYPE PHOTOGRAMS YEAR FLIGHT CODE
  • Punto di vista qualitativo 1973 1992 1973
  • Punto di vista quantitativo Differenze tra i punti “fissi” nella DGPV in metri Valori troppi alti, impossibile fare confronti reali tra i cambiamenti di volume della DGPV
  • Modelli da fotogrammetria terrestre
  • Caratterizzazione geomeccanica
  • Caratterizzazione geomeccanica Risultati medi ottenuti attraverso Point Load Test divisi per ubicazione Proprietà dei materiali derivati da dati di campagna ed ottenuti tramite RocLab. Possono essere utilizzati in analisi e modelizzazioni cinematiche future.
  • CONCLUSIONI
    • I DEMs, le ortofoto ed i modelli stereoscopici delle varie annate sono stati utilizzati in termini qualitativi (aspetti morfologici-strutturali) della DGPV e quantitativi (purtroppo non utilizzabili per il calcolo di variazioni volumetriche)
    • per valutare gli stage evolutivi della DGPV l’approccio multitemporale utilizzato ha evidenziato variazioni significative minime
    • Possibile movimento lungo una superficie di
    • deformazione a gradini che segue i 2 joint set
    • (foliazione + JS2 = step-path failure)
    • La DGPV a Blais Creek è probabilmente legata
    • ad un rilascio tensionale di tipo post-glaciale.
    E. Eberhardt, D. Stead, J.S. Coggan, 2003
  • Bibliografia Agliardi F, Crosta G, Zanchi A. 2001. Structural constraints on deep-seated slope deformation kinematics. Engineering Geology 59(1-2):83-102. Bovis MJ. 1982. Uphill-facing (antislope) scarps in the Coast Mountains, Southwest British Columbia. Geological Society of America Bulletin 93(8):804-812. Bovis MJ, Evans SG. 1996. Extensive deformations of rock slopes in the southern Coast Mountains, southwest British Columbia, Canada. Engineering Geology 44(1-4):163-182. Eberhardt E, Stead D., J.S. Coggan. Numerical analysis and progressive failure in natural rock slope – the 1991 Randa rockslide Giardino M, Giordan D, Ambrogio S. 2004. G.I.S. technologies for data collection, management and visualization of large slope instabilities: Two applications in the Western Italian Alps. Natural Hazards and Earth System Science 4(2):197-211. Holm K, Bovis M, Jakob M. 2004. The landslide response of alpine basins to post-Little Ice Age glacial thinning and retreat in southwestern British Columbia. Geomorphology 57(3-4):201-216. Jahn A. 1964 Slopes morphological features resulting from gravitation. Annals of Geomorphology 1964:59. Kinakin D. 2004. Occurrence and Genesis of Alpine Linears Due to Gravitational Deformation in South Western, British Columbia. MSc thesis, Simon Fraser University, Burnaby, BC. Monger JWH, Journeay JM. 1994. Geology of the Southern Coast and Intermontane Belt. Geological Survey of Canada, Open File 2490, map, scale 1:500,000 Nichol SL, Hungr O, Evans SG. 2002. Large-scale brittle and ductile toppling of rock slopes. Canadian Geotechnical Journal 39:773-788. Savage WZ, Varnes, DJ. 1987. Mechanics of gravitational spreading of steep-sided ridges. Bulletin of the International Association of Engineering Geology 35(1):31-36. Stepanek M. 1992. Gravitational deformations of mountain ridges in the Rocky Mountain foothills. Proceedings of the International Symposium on Landslides 6:231-236.
  • Prof.ssa Monica Ghirotti Prof. John Clague Prof. Doug Stead Prof. Marco Giardino Prof. Dan Gibson Dott. Luigi Perotti Abbiamo ospiti?!