Il ritorno dell'aura e nuove forme di partecipazione

  • 142 views
Uploaded on

 

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
142
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Il ritorno dellaura e nuove forme di partecipazione
  • 2. 1. Laura e il suo ritorno
  • 3. Crisi della tradizione L’avvento e la diffusione della riproducibilità tecnica segnano, per la prima volta, la possibilità di emancipare l’arte rispetto all’ambito del rituale.
  • 4. Decadenza dellauraIn Lopera darte nellepoca della sua riproducibilitàtecnica [1935-6] di Walter Benjamin-> decadenza dellaurail qui e ora, la presenza dell’opera d’arte, irriproducibile dainuovi mezzi tecnici.
  • 5. Mutamento dellopera 1) ridimensionamento dell’autorità dell’opera d’arte 2) una riproduzione tecnica non conserva la proprietà che è alla base dell’originalità: il qui e ora, la materialità, ossia lAURA 3) tuttavia, sebbene la copia sia solo una replica dell’ apparenza dell’originale, essa disturba la materialità, la presenza dell’opera originale
  • 6. Mediatezza e Democratizzazione● La rappresentazione cinematografica come scomposizione e ricomposizione● Larte a disposizione di "molti"
  • 7. Ritorno dellAura
  • 8. 2. Illusione digitalizzata
  • 9. InBazin’s [1946–1957] vision, the history of film could beseen as a progressive movement toward an ultimate goal: “the myth of total cinema” as “a total and completerepresentation of reality . . . the reconstruction of a perfectillusion of the outside world in sound, color, and relief . . .an integral realism, a recreation of the world in its ownimage, an image unburdened by the freedom ofinterpretation of the artist or the irreversibility of time”.
  • 10. Per chiarire analogico e digitale:● tecnologia elettronica digitale per la realizzazione, distribuzione e quindi la proiezione● rivoluzione non solo tecnologica -> no grana, sfocatura, rigatura, opacità● ma anche differente esperienza filmica
  • 11. Per Metz il cinema è:● significante immaginario● specchioLeffetto cinematografico è trasferire lo spettatorefuori dalla realtà ed inserirlo nelleffetto di realtàdello scenario immaginario che gli viene presentato.
  • 12. Audio-visual goes digital1. The digital presents the potential to better reconstruct the reality-effectthat cinema has cultivated. Digitalization of the image permits itsmanipulation for even greater kind of illusion.2. New media with their forms of interactivity represent a challenge to theconventions of film. Coursing through the film industry blood lines is that itsentertainment must attempt to produce the simulation of interactivity tocompete with newer media forms.3. Narrative is diminishing in importance while diegesis, the imaginary worldscreated by films, become more significant. Even the film time is marked as anexperience of a sequence of visual and auditory shocks, rather than unfoldingplot.
  • 13. LillusioneIllusione come condizione intermedia tra abbandonoe presenza di sè, tra adesione e distacco.Laudiovisivo mostra la realtà → la costruisce → ela fa costruire.“inventare ciò che esiste" (Serge Daney)... e far esistere ciò che si inventa
  • 14. Ogni testo illusivo è un DISCORSO SUL MONDO● Coerente per essere accettato● trasparenza del medium● attua un allineamento e immedesimazione dello spettatoreLa digitalizzazione permette di volgere a :-> immaginazione senza realtà-> realtà senza immaginazione CREDERE MALGRADO TUTTO
  • 15. 3. Caso di studio: King Kong
  • 16. Differenze King Kong 33 - 05● Più umano possibile ● Più Gorilla possibile● Togliere tutti gli ● Aggiungere tutti i elementi non focused dettagli possibili● Far vivere un ● Far vivere i sentimenti avventura● Narrazione al centro ● Effetti speciali al centro
  • 17. 4. Digitalizzazione e partecipazione
  • 18. Caratteristiche digitale VS analogico:Il prodotto digitale si differenzia per● manipolabilità: i contenuti sono facilmente modificabili;● omogeneità: una volta realizzato, il prodotto si presenta come omogeneo, quindi facilmente archiviabile e trasportabile
  • 19. Parole chiave della digitalizzazione1. Multimedialità: integrazione di diversi codici in un unico ambiente informativo digitale2. Interattività: possibilità di usufruire in modo rapido e diretto dei materiali digitali.Facoltà dellutente di esercitare uninfluenzasui contenuti e sulla comunicazione mediata
  • 20. Digitalizzazione dei mediaSi evidenzia sia dal punto di vista della produzione che daquello della fruizione, articolandosi in 2 fenomeni:1. lavvento del digitale porta al riconoscimento del computer come medium, cui conseguono la produzione di prodotti interattivi e multimediali;2. la convergenza produttiva e distributiva tra le tradizionali industrie dei media e il settore delle telecomunicazioni, la personalizzazione del consumo e processi di ibridazione
  • 21. La PERSONALIZZAZIONEEvidenzia la relazione con il prodotto mediale e lemodalità di fruizione articolandosi nei seguenti punti:● adattabilità dei prodotti alle scelte dellutente;● flessibilità di tempi e spazi al consumo mediale;● sviluppo di azioni di manipolazione sui prodotti stessi (tecniche di appropriazione dal basso dei prodotti mediali)
  • 22. Il nuovo utente del prodotto mediale Dallo spettatore passivo al prosumer:partecipa alla creazione e allampliamento dei contenuti che fruisce (es. scrittura creativa, gruppi fandom)
  • 23. Jenkins e la cultura partecipativa Il primo a teorizzare il termine fan e le pratiche produttive che lo caratterizzano e che assumono visibilità grazie alla digitalizzazione Parole chiave: CO-CREAZIONE ARTICOLAZIONE INNOVAZIONE
  • 24. Un esempio: King Kong LEGO Come viene riletto e riprodotto il mito del film: intramontabilità della storia e percezione del limite https://www.youtube.com/watch? v=QkEJZ215JpY&feature=plcp
  • 25. Seminario di Culture dellAudiovisivo2012-13- Eleonora Lai- Sara Cesaro- Eliana Bugini- Francesco Villa
  • 26. BIBLIOGRAFIA1. ● Walter Benjamin, “L’’opera d’’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica”, a c.di Claudia Bianco, <http://www. filosofico.net/esteticabenjaminnnn.htm>. ● Walter Benjamin, "Perdita dellaura." <http://www.liceogioia. it/EspDidattiche/Multimedia/postmodernoLATINAipertesto_/perdita_aura.htm> ● Storey John, “ Teoria culturale e cultura popolare” Armando editore, Roma, 2006 ● Menduni, Enrico. "Perdita E Ritorno Dellaura." Lecture. Seminario Benjamin. Roma Tre, Roma. 3 June 2010. Mediastudies.it. Web. <http://www.mediastudies.it/spip.php?article173>.2. ● Di Chio, Federico. Lillusione Difficile. Cinema E Serie TV Nelletà Della Disillusione. N.p.: Bompiani, 2011. ● Marshall, P. David. "Rejuvenation: Film in the Digital World." New Media Cultures. London: Arnold, 2004. ● Mastroddi, Enrico Maria. "Il Cinema Digitale in Europa. Analisi Delle Potenzialità Del Digitale Nel Settore Cinematografico." Spettacolodalvivo.beniculturali.it. MIBAC Osservatorio Dello Spettacolo. ● Metz, Christian. Cinema E Psicanalisi. Venezia: Marsilio, 2006. ● Shaviro, Steven. "Emotion Capture." Projections 1.2 (2007): 63-82. Berghahn Journals.
  • 27. 3. ● Layton, Julia. "How King Kong Works" HowStuffWorks.com, letto il 13/11/2012. <http://entertainment. howstuffworks.com/king-kong.htm>. ● Erb, Chynthia Marie. Tracking King Kong:A Hollywood Icon in World Culture, Wayne State University Press, 2009. ● Morton, Ray. King Kong:The History of a Movie Icon from Fay Wray to Peter Jackson, Hal Leonard Corporation, 2005. ● Pellitteri, Marco. "King Kong, I Miti Contemporanei E Limmaginario Collettivo", Komix.it, letto il 13/11/2012. <http://www.komix.it/page.php?idArt=4937>.4. ● Jenkins, Henry. Convergence Culture: Where Old and New Media Collide. New York: New York UP, 2008. ● F. Pasquali, I nuovi media, Carocci, Roma, 2003.