Schema di sintesi ii guerra mondiale

  • 4,594 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
4,594
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
33
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. SCHEMA DI SINTESI LA SECONDA GUERRA MONDIALE CAUSE  Politica aggressiva del fascismo. Desiderio di rivincita di alcuni stati.  Crisi economica e sociale degli anni tren  EVENTI         1° settembre 1939: la Germania attacca la Polonia. Inghilterra e Francia sono al fianco della Polonia, l’Italia è al fianco della Germania. Luglio 1943: sbarco delle truppe angloamericane in Italia e arresto di Mussolini. 1943: nasce la RESISTENZA italiana ad opera dei partigiani. 1944: sbarco degli angloamericani in Normandia (FRANCIA) e liberazione del territorio francese. 25 aprile 1945: LIBERAZIONE dell’Italia dai Tedeschi. I partigiani uccidono Mussolini. Gli Usa distruggono con le bombe atomiche Hiroshima e Nagasaki. 1° settembre 1945: fine della guerra. CONSEGUENZE  L’Italia perde molti uomini. Molti morti in tutti i paesi coinvolti.  I bombardamenti distruggono le città.  Le fabbriche sono danneggiate e mancano gli alimenti.  L’Italia è libera. 
  • 2. La seconda guerra mondiale 1939 -1945 HITLER OCCUPA ALCUNI STATI EUROPEI Alla Conferenza di Pace di Parigi, gli stati decidono che la Germania deve ridurre l’esercito e la flotta (= le navi). Invece Hitler, che è diventato dittatore, rafforza l’esercito e la flotta, perchè vuole ingrandire la Germania e conquistare tutta l’Europa. Lui si allea con l’Italia di Mussolini e con il Giappone ed inizia una politica di aggressione contro gli stati dell’Europa: SCHIERAMENTI ALLEATI POTENZE DELL’ASSE Inghilterra Germania Francia Italia Russia Giappone Stati Uniti Marzo 1936 - occupa la Renania ( al confine tra Germania e Francia) Marzo 1938 - invade e conquista l’ AUSTRIA Marzo 1939 - conquista la CECOSLOVACCHIA 1 Settembre 1939 - invade la POLONIA L’INIZIO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE (1 Settembre 1939 ) Quando Hitler invade la Polonia, inizia la Seconda Guerra Mondiale, perchè la Francia e l’Inghilterra vogliono fermare le aggressioni di Hitler e liberare la Polonia. Così, loro dichiarano guerra alla Germania. Dalla parte della Germania ci sono il Giappone e l’Italia (Germania, Italia e Giappone sono dittature e durante la guerra si chiamano “Potenze dell’Asse” ). Insieme alla Francia e Inghilterra, più tardi anche la Russia entra in guerra. Più tardi anche gli Stati Uniti entrano in guerra (Francia, Inghilterra, Russia, Stati Uniti sono stati democratici e durante la guerra si chiamano “Alleati” ).
  • 3. Quindi la Seconda Guerra Mondiale è una guerra degli stati democratici contro le dittature. Come nella Prima Guerra Mondiale, la Germania decide di fare una “guerra lampo” e questa volta ci riesce: da Settembre 1939 a Maggio 1940 Hitler conquista anche altri stati: Danimarca, Norvegia, Olanda, Belgio, Francia settentrionale. L’ITALIA ENTRA IN GUERRA A questo punto Mussolini pensa che la Germania in poco tempo può vincere la guerra. Lui pensa che se l’Italia entra in guerra potrà ottenere qualcosa. Così il 10 Giugno 1940 decide di entrare in guerra a fianco della Germania, anche se l’Italia non è pronta per entrare in guerra. LA GUERRA E LE AGGRESSIONI DI HITLER CONTINUANO La Germania di Hitler continua le aggressioni contro gli stati dell’Europa : - da luglio a settembre 1940 cerca di invadere l’Inghilterra, ma non ci riesce. - nell’aprile 1941 invade la Penisola Balcanica e conquista la Jugoslavia e la Grecia. - nel Giugno 1941 invade la Russia. I russi, però, fanno “terra bruciata”, cioè bruciano tutte le città, e si ritirano verso Mosca. Quando i soldati tedeschi e i soldati italiani arrivano a Mosca, è già inverno. L’inverno russo è freddissimo e i russi scelgono proprio l’inverno per attaccare. L’esercito russo attacca e nel 1942 sconfigge tedeschi e italiani nella città russa di Stalingrado. I soldati tedeschi e italiani devono ritirarsi e molti muoiono anche per il freddo. GLI U.S.A. ENTRANO IN GUERRA Gli U.S.A. entrano in guerra nel Dicembre 1941 insieme a Inghilterra, Francia e Russia. Loro entrano in guerra perchè il Giappone, che combatte insieme a Germania e Italia, attacca improvvisamente la flotta degli U.S.A. nel porto di PEARL HARBOUR nelle Isole Haway . GLI ALLEATI COMINCIANO A VINCERE La fallita invasione dell’Inghilterra (1940 ), l’entrata in guerra degli U.S.A. (1941 ) e la sconfitta subita in Russia ( 1942 ) fermano i successi delle potenze dell’Asse. Inizia la rivincita degli alleati. Nel 1943 inglesi e statunitensi conquistano tutto il Nord Africa. Da lì sbarcano in Sicilia e cominciano a risalire l’Italia. IN ITALIA IL FASCISMO FINISCE E I PARTIGIANI COMBATTONO LA RESISTENZA Il 25 Luglio 1943 in Italia finisce il Fascismo e Mussolini viene fatto prigioniero. L’8 Settembre 1943 il Governo italiano firma l’armistizio (= si arrende) e si impegna a non combattere più insieme ai tedeschi. La mattina dopo, la famiglia reale dei Savoia
  • 4. scappa a Brindisi, dove sono arrivati gli Alleati, e lascia l’esercito italiano senza ordini. I tedeschi sono in Italia, ma ora sono diventati nemici degli italiani. Molti soldati italiani sono uccisi o sono presi dai tedeschi, invece molti altri scappano sulle montagne. Qui loro iniziano la RESISTENZA, cioè la lotta per liberare l’Italia dai tedeschi e dai fascisti. Intanto i tedeschi liberano Mussolini ed i fascisti riprendono il potere. Loro formano una nuova Repubblica, che si chiama Repubblica di Salò, combattono insieme ai tedeschi contro gli Alleati e chiamano i giovani a combattere con loro. Ma molti giovani, che hanno ormai capito che cosa è il fascismo, si rifiutano di combattere con loro e scappano sulle montagne. Insieme ai soldati che già sono sulle montagne loro formano un esercito di liberazione, che alla fine è di 20.000 uomini . Non è un esercito come gli altri, non ci sono solo soldati, ma anche operai, contadini, studenti e anche donne e ragazzi : loro si chiamano PARTIGIANI. La Resistenza non è una guerra come le altre. Non c’è il fronte, ma i Partigiani combattono sulle montagne e nelle città: loro fanno attentati, loro attaccano i trasporti dei tedeschi, loro buttano bombe sui depositi di armi. I Partigiani combattono insieme agli Alleati per liberare l’Italia dai tedeschi e dai fascisti. Però non tutti gli italiani combattono per liberare l’Italia: ci sono anche italiani che stanno dalla parte dei fascisti e dei tedeschi. Così la guerra di liberazione o Resistenza diventa anche una guerra civile, cioè di italiani contro italiani. GLI ALLEATI VINCONO Il 6 Giugno 1944 migliaia di soldati, trasportati da 4000 navi e protetti da 13.000 aerei, arrivano sulla costa della Normandia, in Francia. Si chiama SBARCO IN NORMANDIA. In tre mesi, con l’aiuto dei partigiani francesi, liberano la Francia dai tedeschi. Il 25 Aprile 1945 gli Alleati e i partigiani liberano l’Italia e costringono i tedeschi a ritirarsi. Ecco perché il 25 Aprile in Italia è un giorno di festa: si chiama Festa della Liberazione. Ormai la Germania è accerchiata: gli eserciti alleati arrivano dalla Francia, dalla Russia, dall’Italia e il 7 Maggio 1945 la Germania si arrende. GLI U.S.A. LANCIANO LE BOMBE ATOMICHE Anche se la Germania si è arresa, i giapponesi continuano a resistere. Così gli statunitensi decidono di colpire la città di Hiroshima e la città di Nagasaki in Giappone con la bomba atomica. Le due bombe distruggono completamente le due città e ci sono migliaia e migliaia di morti subito e molti altri più tardi a causa delle radiazioni. Il 2 Settembre 1945 il Giappone è costretto ad arrendersi. Finisce così la Seconda Guerra Mondiale: in Europa, Asia, Africa ci sono più di 50 milioni di morti. Nei campi di concentramento ci sono stati 6 milioni di Ebrei morti. LA REPUBBLICA ITALIANA NASCE Dopo la fine della guerra e la caduta del Fascismo, in Italia c’è ancora il re d’Italia Vittorio Emanuele III. Lui ha permesso al Fascismo di prendere il potere e non ha
  • 5. fatto niente per convincere Mussolini a non entrare in guerra. Lui è anche scappato dopo l’armistizio e ha lasciato l’esercito senza ordini. Lui lascia il trono a suo figlio Umberto. Ma gli Italiani non si fidano più del re, così nel 1946 si fa il REFERENDUM ( cioèuna votazione) per scegliere tra monarchia e repubblica. In questo referendum per la prima volta anche le donne votano. La repubblica vince e nasce così la REPUBBLICA ITALIANA. Ecco perché in Italia il 2 giugno è un giorno di festa: è la festa della Repubblica. Il 1° Gennaio 1948 diventa valida la COSTITUZIONE italiana.
  • 6. fatto niente per convincere Mussolini a non entrare in guerra. Lui è anche scappato dopo l’armistizio e ha lasciato l’esercito senza ordini. Lui lascia il trono a suo figlio Umberto. Ma gli Italiani non si fidano più del re, così nel 1946 si fa il REFERENDUM ( cioèuna votazione) per scegliere tra monarchia e repubblica. In questo referendum per la prima volta anche le donne votano. La repubblica vince e nasce così la REPUBBLICA ITALIANA. Ecco perché in Italia il 2 giugno è un giorno di festa: è la festa della Repubblica. Il 1° Gennaio 1948 diventa valida la COSTITUZIONE italiana.