Congresso genova 15 marzo 2009

1,502 views
1,359 views

Published on

Alimentazione "Zona" al Congresso AMEB di genova

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,502
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Congresso genova 15 marzo 2009

  1. 1. “ Zona” ed evoluzione alimentare Dott. Michele Boano Medico Chirurgo Nutrizionista “Consultant Zone Certified” Master Universitario in “Chirurgia e medicina Estetica” Michele Boano www.zonaestetica.it Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  2. 2. “ Corriere Mercantile” 22 Gennaio 2009 E’ preferibile educare a livello alimentare Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  3. 3. “ Parente povero” della Medicina e della Farmacologia Chi prescriveva farmaci Padrone potente dell’universo <ul><li>Risultato di questa mentalità: </li></ul><ul><li>Sistema sanitario al collasso </li></ul><ul><li>Spesa sanitaria fuori controllo </li></ul><ul><li>Aumento di molte patologie </li></ul>Nutrizione Chiave di volta: Dare più importanza a ciò che mangiamo Michele Boano www.zonaestetica.it
  4. 4. Coinvolgere il paziente e farlo diventare protagonista. <ul><li>Attivare: </li></ul><ul><li>comportamenti positivi che portino ad un maggior controllo alimentare </li></ul><ul><li>rinforzare la motivazione al cambiamento </li></ul><ul><li>uscire dai vecchi schemi dietologici </li></ul><ul><li>dieta no come privazione, ma come “Diaita” </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  5. 5. Michele Boano www.zonaestetica.it “ Lasciate che il cibo sia la vostra medicina, la medicina sarà il vostro cibo” Ippocrate (460-377 a. C) Siamo il prodotto di ciò che mangiamo e del nostro stile di vita Lin Yutang (1895-1976) “ Le nostre vite non sono nelle mani degli dei ma in quelle dei nostri cuochi”
  6. 6. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  7. 7. Michele Boano www.zonaestetica.it S. Boyd Eaton (Emory University di Atlanta) nel 1995 pubblicò sul “ New England Journal of Medicine” lo studio “Paleolithic Nutrition” in cui asseriva che la dieta ideale era quella dell’età della pietra “ Molti cibi moderni sono in contrasto con la nostra costituzione genetica, che è fondamentalmente la stessa dei nostri antenati paleolitici. Ciò causa molte malattie diffuse nel mondo moderno” Loren Cordain
  8. 8. La rivoluzione agricola risale a circa 10000 anni fa. Fino a quel momento, 500 generazioni fa, gli esseri umani mangiavano. <ul><li>Dieta Paleolitica: </li></ul><ul><li>Carne </li></ul><ul><li>Pesce </li></ul><ul><li>Frutta </li></ul><ul><li>Verdura </li></ul><ul><li>Oggi: </li></ul><ul><li>Frutta e verdura conservate (celle frigorifere) </li></ul><ul><li>Cibi inscatolati, additivi alimentari </li></ul><ul><li>Sostanze tossiche (frittura e cottura alla brace) </li></ul><ul><li>Pesce inquinato </li></ul><ul><li>Coloranti </li></ul><ul><li>Conservanti </li></ul><ul><li>Dolcificanti </li></ul><ul><li>Ingredienti di carica </li></ul><ul><li>Umidificanti </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  9. 9. e carboidrati in modo particolare con aumento della glicemia <ul><li>Complicanze della glicemia: </li></ul><ul><li>Obesità </li></ul><ul><li>Diabete </li></ul><ul><li>Ipertensione </li></ul><ul><li>Tumori </li></ul><ul><li>Problemi cardiocircolatori </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  10. 10. Pancreas Insulina Ipoglicemia Fame Carboidrati Circolo vizioso della fame 1 4 3 2 5 Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  11. 11. Variazioni glicemiche (ipoglicemia) determinano disturbi del comportamento (bambini, adulti) <ul><li>Sintomi ipoglicemia: </li></ul><ul><li>Improvvisa stanchezza </li></ul><ul><li>Irritabilità </li></ul><ul><li>Svogliatezza </li></ul><ul><li>Stati mentali inclini al pessimismo </li></ul><ul><li>Depressione </li></ul><ul><li>Appetito incontrollabile verso dolci e carboidrati in modo particolare </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  12. 12. <ul><li>Dati ISTAT 2007: </li></ul><ul><li>34,2% degli italiani è in sovrappeso </li></ul><ul><li>9,8% della popolazione è obesa </li></ul><ul><li>Gli italiani tendono ad ingrassare con l’avanzare dell’età </li></ul><ul><li>Percentuali più alte nelle fasce più povere della popolazione </li></ul>La pubblicità d’altro canto promuove bibite gassate e zuccherate, snack, patatine determinando un triste primato: obesità infantile . Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  13. 13. Con 2 genitori obesi la probabilità che un bambino risulti obeso è dell’80% Con 1 solo genitore obeso la probabilità che un bambino risulti obeso è del 40% Il 7% dei bambini con genitori normopeso sviluppa obesità La ricerca scientifica ha messo in evidenza che i periodi critici sono tra i 5 e i 6 anni di età. In questo periodo i genitori sottovalutano il problema perché auspicano ad una risoluzione spontanea del problema e perché considerano la dieta una condizione punitiva per il loro figlio . <ul><li>Viene trattato il problema quando vi sono complicanze: </li></ul><ul><li>Metaboliche </li></ul><ul><li>Psicologiche </li></ul><ul><li>Ortopediche </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  14. 14. <ul><li>Ricordiamo che: </li></ul><ul><li>Dagli anni 60 ad oggi il consumo di latte nei bambini è diminuito del 16% !!! </li></ul><ul><li>Il consumo dei succhi di frutta e bevande gassate è aumentato del 280% !!! </li></ul><ul><li>Aggiungiamo poi il continuo mangiare nei fast food !!! </li></ul>Interventi educativi rivolti ai genitori in modo che il loro esempio possa incidere sullo stile di vita dei propri figli Educare prima genitori e nonni Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  15. 15. <ul><li>“ Alimentazione Zona” significa “Stile di vita” </li></ul><ul><li>Corretto rapporto di macronutrienti (40-30-30), in grado di modulare </li></ul><ul><li>i nostri ormoni (insulina, glucagone, eicosanoidi) </li></ul><ul><li>Carboidrati a basso indice e carico glicemico regoleranno la glicemia </li></ul><ul><li>Proteine provenienti da fonti magre </li></ul><ul><li>Grassi di tipo monoinsaturo </li></ul><ul><li>Aggiunta di omega3 </li></ul><ul><li>Attività fisica e controllo dello stress </li></ul><ul><li>Non rimanere più di 5 ore senza mangiare </li></ul><ul><li>Fare almeno 5 pasti al giorno (colazione, pranzo, cena, due spuntini) </li></ul><ul><li>Ogni pasto e spuntino deve contenere proteine-carboidrati-grassi </li></ul><ul><li>in proporzione 40-30-30 </li></ul><ul><li>Bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno. </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  16. 16. Carboidrati : determinano la produzione di insulina <ul><li>Preferire: </li></ul><ul><li>Tutti i tipi di verdura (tranne patata, zucca, barbabietola)* </li></ul><ul><li>Tutti i tipi di frutta (tranne banana, caco, anguria, melone, mango, papaia)* </li></ul><ul><li>Alcuni tipi di frutta essiccata ( tranne uvetta, datteri, fichi secchi) </li></ul><ul><li>Orzo e avena </li></ul><ul><li>* Se si è in sovrappeso in modo notevole </li></ul><ul><li>Limitare il consumo di : </li></ul><ul><li>Pane, grissini, crackers, fette biscottate, focacce </li></ul><ul><li>Pizza, biscotti, polenta, riso </li></ul><ul><li>Pasta, succhi di frutta </li></ul><ul><li>Evitare : </li></ul><ul><li>Bevande dolci (cola, aranciata, chinotto) </li></ul><ul><li>Torrone, merendine, brioches </li></ul><ul><li>Bevande alcoliche </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  17. 17. Michele Boano www.zonaestetica.it Proteine : determinano l’innalzamento del glucagone. <ul><li>Preferire: </li></ul><ul><li>Il pesce e i prodotti della pesca (crostacei e molluschi) </li></ul><ul><li>Pollo, tacchino, faraona, bresaola </li></ul><ul><li>Latticini meno grassi (latte parzialmente scremato, yogurt magro) </li></ul><ul><li>Parmigiano, padano, mozzarella, ricotta fresca, formaggi ligth </li></ul><ul><li>Tofu ed altri alimenti a base di soia </li></ul><ul><li>Speck, prosciutto cotto e crudo privati del grasso visibile </li></ul><ul><li>Carni bovine e suine magre </li></ul><ul><li>Coniglio </li></ul><ul><li>Limitare: </li></ul><ul><li>Frattaglie, pancetta, salame </li></ul><ul><li>Tuorlo d’uovo (contiene molto acido arachidonico) </li></ul><ul><li>Formaggi grassi, latte intero, yogurt intero </li></ul>
  18. 18. <ul><li>Sono da preferire: </li></ul><ul><li>Olio extravergine di oliva </li></ul><ul><li>Frutta oleosa (mandorle, pinoli, nocciole), avocado </li></ul><ul><li>Olio di pesce (integratore omega3) </li></ul>Grassi <ul><li>Limitare: </li></ul><ul><li>Le parti grasse delle carni </li></ul><ul><li>Lardo, strutto, burro, mascarpone, panna perché contengono grassi saturi </li></ul><ul><li>Margarina perché contiene grassi idrogenati </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  19. 19. Gli zuccheri metabolizzati a livello … passano … ed attraverso il recettore dell’insulina vengono portati a … Michele Boano www.zonaestetica.it Funzione dell’insulina nel trasporto degli zuccheri
  20. 20. Tipologie fisiche diverse in rapporto a massa magra e massa grassa Stesso peso struttura fisica diversa 3 2 1 3 2 1 Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009 La risposta insulinica non è uguale per tutti
  21. 21. Comportamento del recettore di membrana dell’insulina con due tipi di grassi Il recettore dell’insulina, a livello di membrana, è una proteina, inserita in un doppio strato lipidico. Bloccato in un contesto lipidico rigido sarà meno abile ad intercettare l’insulina MAGGIORE RESISTENZA INSULINICA IPERLAVORO PANCREAS Michele Boano www.zonaestetica.it
  22. 22. Acqua è fonte di vita : si può sopravvivere alcune settimane senza cibo, ma solo pochi giorni senza acqua. In mancanza di acidi grassi, le cellule non riescono a trattenere acqua e perdono turgore. Senza un adeguato apporto di acqua le cellule accumulano tossine, non ricevono ossigeno e nutrienti, si disidratano con formazione di rughe. Per avere pelle morbida e levigata è importante consumare alimenti ricchi di grassi essenziali e bere per avere una pelle sana, ben idratata, tonica e giovane. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  23. 23. Michele Boano www.zonaestetica.it assunzione di EPA controllo dell'asse insulina-glucagone eicosanoidi &quot;buoni&quot; prevenire &quot;cattivi&quot; (AA) controllo dell'enzima delta-5-desaturasi Il nucleo centrale della “Zona”
  24. 24. Obiettivo primo della “Zona”: i giusti equilibri ormonali INSULINA : ormone dell’accumulo GLUCAGONE : ormone che favorisce la mobilizzazione ed il consumo ALTI LIVELLI D’ INSULINA provocano innalzamento degli “ EICOSANOIDI CATTIVI” Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  25. 25. Eicosanoidi , ormoni che nascono dalle cellule, svolgono la loro funzione e muoiono nella frazione di secondi, per rinascere nuovamente. Poco conosciuti, scoperti nel 1929, premio Nobel 1982 per la Medicina. <ul><li>Eicosanoidi buoni </li></ul><ul><li>Inibiscono l’aggregazione piastrinica </li></ul><ul><li>Favoriscono la vasodilatazione </li></ul><ul><li>Attenuano il dolore </li></ul><ul><li>Inibiscono la proliferazione cellulare </li></ul><ul><li>Stimolano la risposta immunitaria </li></ul><ul><li>Migliorano l’efficienza mentale </li></ul><ul><li>Eicosanoidi cattivi </li></ul><ul><li>Favoriscono l’aggregazione piastrinica </li></ul><ul><li>Favoriscono la vasocostrizione </li></ul><ul><li>Accentuano il dolore </li></ul><ul><li>Favoriscono la proliferazione cellulare </li></ul><ul><li>Deprimono la risposta immunitaria </li></ul><ul><li>Peggiorano l’efficienza mentale </li></ul>Eicosanoidi “buoni” ed Eicosanoidi “cattivi” devono stare in EQUILIBRIO TRA LORO . Michele Boano www.zonaestetica.it
  26. 26. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009 Valori elevati di insulina provocano: <ul><li>Aumento del tessuto adiposo </li></ul><ul><li>Si depositano zuccheri sotto forma di trigliceridi </li></ul><ul><li>Aumento degli eicosanoidi cattivi, che: </li></ul><ul><li>Favoriscono l’aggregazione piastrinica </li></ul><ul><li>Sono vasocostrittori </li></ul><ul><li>Stimolano la proliferazione cellulare </li></ul><ul><li>Deprimono il sistema immunitario </li></ul><ul><li>Sono proinfiammatori </li></ul><ul><li>Favoriscono la replicazione virale </li></ul><ul><li>Aumentano la secrezione acida nello stomaco </li></ul><ul><li>Aumentano il broncospasmo </li></ul><ul><li>Aumento del rapporto AA/EPA: </li></ul><ul><li>Aumento della depressione </li></ul><ul><li>Diminuzione della concentrazione nei bambini </li></ul><ul><li>Diminuzione del rilascio dei neurotrasmettitori ad azione antidepressiva </li></ul><ul><li>Aumento degli attacchi di panico </li></ul><ul><li>Aumento dello stimolo del centro dell’apparato del cervello </li></ul>
  27. 27. Rapporto Omega 6 – Omega 3 100 anni fa era 2:1 Oggi 20:1 Acido Linoleico (LA) Acido Gamma – Linoleico (GLA) Acido Diomo - Gamma - Linoleico (DGLA) Acido Arachidonico (AA) Acido Alfa – Linoleico (ALA) Acido Eicosapentaenoico (EPA) Acido Docosaesaenoico Più pesce e più olio di fegato di merluzzo Meno pesce, più grassi saturi, più cibo “spazzatura” Michele Boano www.zonaestetica.it
  28. 28. <ul><li>È inattivato da: </li></ul><ul><li>Età, grassi idrogenati, infezioni virali, </li></ul><ul><li>Eccesso di carboidrati, </li></ul><ul><li>Ormoni dello stress (adrenalina, cortisolo) </li></ul>Ac. linoleico Delta-6-desaturasi Ac. Gamma linoleico (GLA) Ac. Gamma linoleico Elongasi Ac. Diomo-gamma-linoleico (DGLA) Acido grasso essenziale che si trova in tracce (avena, olio di ribes nero, semi di borragine). Ne è molto ricco il latte materno. Si riduce verso i 30 anni, perché si riduce l’attività dell’enzima delta-6-desaturasi. Acido Linoleico (LA) omega6 cibo, olio di soia, girasole, mais Originano gli eicosanoidi Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  29. 29. ACIDO-DIOMO-GAMMA-LINOLEICO(DGLA) (omega-6) DELTA-5-DESATURASI INIBITO DA EPA E GLUCAGONE ATTIVATO DA INSULINA EICOSANOIDI BUONI Michele Boano www.zonaestetica.it EICOSANOIDI CATTIVI
  30. 30. Favoriscono produzione insulina Inibiscono produzione insulina Attraverso Alimentazione “Zona” Olio di pesce Omega3 Controllo degli eicosanoidi Controllo dell’insulina Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  31. 31. <ul><li>Benefici degli omega 3: </li></ul><ul><li>Diminuiscono il rischio di arteriopatia coronarica </li></ul><ul><li>Riducono la pressione arteriosa </li></ul><ul><li>Esercitano un’azione antiaggregante piastrinica </li></ul><ul><li>Innalzano il colesterolo buono HDL </li></ul><ul><li>Abbassano il colesterolo cattivo LDL </li></ul><ul><li>Abbassano i trigliceridi </li></ul><ul><li>Sono utili nella prevenzione della depressione post-partum </li></ul><ul><li>Rinforzano il sistema immunitario </li></ul><ul><li>Hanno azione antinfiammatoria </li></ul><ul><li>Sono costituenti delle membrane cellulari </li></ul><ul><li>Introdotti con la dieta rimpiazzano i grassi saturi rendendo </li></ul><ul><li>le membrane cellulari più fluide, prevenendone l’irrigidimento ed il deterioramento </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  32. 32. L’olio di pesce deve la sua fama agli studi condotti sugli eschimesi dove l’incidenza di patologie cardiovascolari è la più bassa a livello mondiale Parkinson , in uno studio del 1994, mise in relazione la mancanza di patologie cardiovascolari all’elevata percentuale di acidi grassi presenti nella loro dieta Studio De Longeril , 1994, è riuscito a dimostrare come un supplemento dietetico di omega 3 sia in grado di ridurre, in modo significativo, la mortalità in soggetti che hanno già avuto un infarto. Questi risultati sono stati confermati dall’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri , pubblicato su Lancett nel 1999. Il lavoro ha interessato 11324 pazienti divisi in 4 gruppi, trattati per 3 anni e mezzo con placebo, Omega 3, solo con vitamina E e con l’associazione dei due composti. Anche in questo caso chi assumeva omega 3 riduceva significativamente episodi di patologie cardiovascolari dopo il primo infarto. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  33. 33. Infiammazione silente. Le cellule adipose sono potenti induttori di infiammazione silente, e tendono a sequestrare Acido arachidonico da cui originano gli eicosanoidi proinfiammatori, i quali a loro volta favoriscono la comparsa nelle cellule adipose di altre citochine proinfiammatorie quali la IL-6 e TNF . <ul><li>IL-6 e TNF, a differenza degli eicosanoidi proinfiammatori, </li></ul><ul><li>che non possono passare in circolo, </li></ul><ul><ul><li>lasciano il tessuto adiposo ed entrano nel flusso sanguigno </li></ul></ul><ul><ul><li>dando origine ad ulteriore infiammazione nell’organismo . </li></ul></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  34. 34. Gli eicosanoidi, quindi, controllano l’infiammazione, ma non entrando in circolo, non vi è esame che possa misurarli direttamente. Ma poiché essi sono sintetizzati da molecole di acido grasso che circolano nel sangue, misurando il rapporto ematico tra AA . (che costruisce gli eicosanoidi cattivi) e l’ EPA o acido eicosapentenoico (che costruisce gli eicosanoidi buoni) possiamo valutare il rapporto tra eicosanoidi buoni e cattivi ed avere una … indicazione precisa del grado di infiammazione Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  35. 35. Valutazione della percentuale di massa magra e massa grassa Indice di attività si evidenzia quota proteica Quota proteica diviso 7 si determinano i blocchi giornalieri Tabelle con nutrienti opportunamente grammate che si danno al paziente in modo che possa elaborare personalmente la propria dieta. Percentuale di grasso corporeo: uomo: 13%-15% donna: 19%-21% nell'età fertile 23%-25% dopo menopausa Rivalutazione del paziente dopo 4-6 settimane Michele Boano www.zonaestetica.it
  36. 36. 1 Mb C 1 Mb P 1 Mb G 1 Blocco Quantità di alimento che fornisce 9 grammi di carboidrati Quantità di alimento che fornisce 7 grammi di proteine Quantità di alimento che fornisce 3 grammi di grassi Nella strategia alimentare “Zona”,l'unità di misura è il ... “Blocco” + + Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  37. 37. Michele Boano www.zonaestetica.it Inizialmente pesare gli alimenti con bilancina utilizzando le tabelle nutrizionali per comporre i pasti sapendo che ad ogni alimento posto in tabella corrisponde 1 miniblocco Tabelle che sono distribuite al paziente
  38. 38. Metodo “ad occhio o della mano” Proteine quanto la grandezza e lo spessore del palmo della vostra mano escluso le dita Carboidrati quanto il pugno della vostra mano (favorevoli 2 pugni, sfavorevoli 1 pugno) Insalata condita con olio extravergine d’oliva Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  39. 39. Michele Boano www.zonaestetica.it Sostanze utili per combattere l’infiammazione <ul><li>Tè verde </li></ul><ul><li>Ricerche ( The Lancet e British Medical Journal) hanno dimostrato che </li></ul><ul><li>sono presenti 3 sostanze: </li></ul><ul><li>EPIGALLO-CATECHINA-3-GALLATO, rallenta e blocca la trasformazione </li></ul><ul><li>delle cellule sane in tumorali </li></ul><ul><li>FLAVONOIDI (antiossidanti), prevengono l’infarto, in quanto ostacolano i depositi </li></ul><ul><li>di trigliceridi e colesterolo sulle pareti delle arterie </li></ul><ul><li>CATECHINE, combattono radicali liberi. </li></ul>Curcuma Pianta utilizzata come ingrediente del curry indiano. Contiene curcumina , che inibisce L’enzima che produce AA. MCN (Mauritius Cane Extract) Integratore antiossidante estratto dalla canna da zucchero dell’Isola di Mauritius. Neuropsychobiology : azione contro radicali liberi, controllo dell’infiammazione regolando cortisolo e AA. OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA Contiene idrossitirosolo (inibisce enzimi che producono eicosanoidi proinfiammatori ZENZERO Contiene xantine che inibiscono Cox (producono prostaglandine) e Lox (producono Leucotrieni) entrambe sostanze proinfiammatorie.
  40. 40. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009 Attività fisica aerobica <ul><li>Corsa </li></ul><ul><li>Nuoto </li></ul><ul><li>Camminare </li></ul><ul><li>Sci di fondo </li></ul><ul><li>Bicicletta </li></ul><ul><li>Pattinaggio </li></ul><ul><li>Regola la glicemia </li></ul><ul><li>Riduce la P.A. </li></ul><ul><li>Libera endorfine </li></ul><ul><li>Riduce l’insulino-resistenza </li></ul><ul><li>Riduce il grasso viscerale </li></ul><ul><li>Rilascia il BDNF, ormone che ripara le cellule nervose </li></ul>Attività fisica anerobica <ul><li>Scatti </li></ul><ul><li>Corsa veloce </li></ul><ul><li>Sollevamento pesi </li></ul><ul><li>Aumenta la massa muscolare </li></ul><ul><li>Contrasta la fisiologica perdita di massa muscolare </li></ul><ul><li>Aumenta i livelli di glutammina </li></ul>
  41. 41. Okinawa <ul><li>Più longevità: 57 centenari/100000 abitanti </li></ul><ul><li>Meno malattie: cancro, malattie cardiovascolari, </li></ul><ul><li>osteoporosi, diabete, Alzheimer </li></ul><ul><li>Le loro arterie, da esami autoptici, </li></ul><ul><li>risultano prive di placche ateromatose </li></ul>Michele Boano www.zonaestetica.it
  42. 42. <ul><li>I seguenti termini spiegano il motivo per cui </li></ul><ul><li>questa popolazione sia così longeva: </li></ul><ul><li>ISHOKUDOGHEN : il cibo è una medicina </li></ul><ul><li>YUIMARU : sapere di essere ancora necessari nonostante l’età avanzata </li></ul><ul><li>Studiosi sostengono che il fattore determinante </li></ul><ul><li>sarebbe la dieta costituita da: </li></ul><ul><li>Frutta, verdura, soia, </li></ul><ul><li>Imo (patata locale) </li></ul><ul><li>Pesce in abbondanza </li></ul><ul><li>Alga kombu </li></ul><ul><li>Moderate quantità di carboidrati </li></ul><ul><li>Grandi quantità di tè verde con curcuma </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  43. 43. Michele Boano www.zonaestetica.it Studio effettuato nelle città di Akita, Naha, Ogimi è stato evidenziato che gli abitanti di Ogimi sono molto attivi fisicamente. Vivono una vita serena e solidale. Messaggio di benvenuto scolpito su una pietra a Ogimi: “ A 70 anni sei un bambino, a 80 un giovane. E se a 90 anni qualcuno dal paradiso ti invita a raggiungerlo, rispondi: Va via, torna quando avrò 100 anni, e poi possiamo incominciare a parlarne.”
  44. 44. La TUFTS MEDICAL SCHOOL ha somministrato a volontari la medesima quantità di acidi grassi a catena lunga (pesci ed alghe) assunte dai giapponesi. Nonostante retribuzione e pasti pronti, dopo tre giorni i volontari si rifiutarono di proseguire non sopportando l’enorme quantità di pesce nella loro dieta. Dal momento che i Giapponesi, mangiando molto pesce non hanno infiammazione silente , per stare bene in salute può essere opportuno ed intelligente assumere Omega3 purificati a livello molecolare (2,5 gr al giorno di Omega3 Rx). Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  45. 45. L’obesità è una forma di cancro (benigna o maligna) scatenata dall’infiammazione. Quanto più si diventa grassi, tanto più cresce il rischio che gli adipociti muoiano e si sfascino. Da essi fuoriesce il grasso e l’acido arachidonico, sostanze che vagano nella circolazione ematica causando danni irreparabili. B. Sears Michele Boano www.zonaestetica.it
  46. 46. “ Mangiate di meno e fate più moto …” Questa ricetta non funziona … per il semplice fatto che Finchè non affronteremo il problema della dieta infiammatoria e della produzione del “grasso tossico” l’obesità non potrà fare altro che estendersi !!! <ul><li>Ridurre quindi l’acido arachidonico attraverso: </li></ul><ul><li>Carboidrati a basso indice e carico glicemico </li></ul><ul><li>Riduzione di grassi saturi </li></ul><ul><li>Assunzione di olio di pesce per fornire EPA e DHA </li></ul>Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  47. 47. Michele Boano www.zonaestetica.it Valentina Vezzali Shevchenko Giovanni de Benedictis Fabio Cannavaro Nazionale Rugby Atleti in “Zona”
  48. 48. L’alimentazione “Zona” è importante non solo per risolvere la nostra salute, ma anche per ottenere un’estetica piacevole. Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009
  49. 49. “ Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, né in eccesso, né in difetto, avremmo trovato la strada per la salute” Ippocrate (460-377 a. C) “ Non basta insegnare la malattia e come si cura. Occorre insegnare la salute e come conservarla” Ippocrate (460-377 a. C) Michele Boano www.zonaestetica.it
  50. 50. Grazie per la vostra paziente attenzione Congresso AMEB 2009 Genova, Palazzo Ducale 15 Marzo 2009

×