• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
152
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide
  • Raccontarsi, raccontare le vicende della propria vita, sembra il gesto più naturale che qualsiasi narratore o autore possa compiere. L’uomo scrivendo appaga desideri frustrati dalla realtà, elabora affetti e angosce, reinterpreta e rivaluta l’esistenza scoprendo la sua unicità e identità. Si rendono più intense le emozioni liberate che svelano conscio e inconscio facendo affiorare cose mai pensate. Poi c'è il bisogno di raccontarsi per potersi sfogare, per mettere su un tavolo tutto il proprio mondo interno che altrimenti ci dà l'impresiione di essere sempre così nuvoloso e complicato
  • Target individuato  sono interessate a colmare le generazioni attraverso la condivisione, la creazione e la conservazione di un foto-storia dei momenti importanti e ricordi che formano la loro esperienza di vita. Naturalmente, ci sono molti giovani uomini e donne sul sito
  • genitori: condivisione di eventi e immagini con i loro figli; squadre sportive: condivisione di eventi e coordinazione di eventuali attività; aziende: tengono traccia degli eventi più importanti della loro storia o per coordinare attività. comunicazione flessibile = un sistema di comunicazione tra lettori e scrittori
  • inserimento di eventi/ricordi Creazione dell’evento: Inserimento DATA; Upload di una foto o video; Titolo dell’evento; Descrizione di esso; Inserimento della località, in modo tale che esso possa essere geolocalizzato (con Google Maps). scelta degli utenti con cui condividere il proprio gruppo e la propria storia gli utenti entrano a far parte del gruppo di condivisione mediante la ricezione e accettazione di un invito; Se segue risposta affermativa, si diventa MEMBRI DEL GRUPPO e si è autorizzati a vedere tutti gli inserimenti passati e futuri; Questa AUTORIZZAZIONE permette il rispetto della privacy e riservatezza dell’utente.
  • le attività, le foto, i video e i luoghi visitati da quando si è iscritti al social network vengono visualizzate in ordine cronologico e di rilevanza.
  • Ecco ora le differenze grafiche tra il vecchio profilo facebook e la nuova timeline:
  • Non tutti hanno la fortuna di avere e di poter abilitare la timeline di facebook sul proprio profilio, perché vi chiederete? La timeline è stata presentata il 22 settembre 2011 alla famosa conferenza Facebook F8 di San Francisco Timelines.com , società con sede nella città di Chicago e creatrice di Lifesnapz, ha mosso un'azione legale (29 settembre 2011) contro il colosso dei social network, per l'utilizzo del termine "Timeline" per il nuovo layout dei profili, senza richiedere loro alcuna autorizzazione. Per ora facebook ha rilasciato in versione beta la timeline solo ad alcuni utenti, verrà rilasciata ufficialmente quando finirà la controversia legale
  • Parlare dello strapotere di facebook e magari ricollegarsi velocemente a timelines.com che ha fatto causa per il “nome” ma in realtà era un modo come un altro per cercare di andare contro facebook che vuole inglobare la quasi totalità dell’utenza sfavorendo siti minori costretti spesso a vendere i loro domini e a chiudere oppure bloccando la strada a siti emergenti (vedi google+). Anche l’accesso ai due siti descritti precedentemente è calato notevolmente da quando gli utenti del web hanno iniziato ad usare in modo massiccio i social network che permettono (anche se in maniera differente) di condividere lo stesso momenti della propria vita e tenersi in contatto con persone lontane e non… (sono mie conclusioni queste, da sistemare in forma di slide e da discuterne insieme csì da tirare fuori qlc cs di brillante..)
  • Il capitale sociale è un concetto relativamente recente della sociologia contemporanea. Semplificando brutalmente vuol dire che le persone nel loro processo di socializzazione (amici, famiglia, lavoro) acquisiscono un insieme consistente di contatti e legami con le persone che costituiscono il cosiddetto capitale sociale. Facebook in quanto sito per la connessione sociale, rappresenta un ottimo strumento non solo per mantenere costantemente i contatti con le persone che si frequentano , ma consente anche di ricostruire (quando possibile) il capitale sociale pre-esistente (vecchi compagni di scuola, conoscenze episodiche poi perse di vista ecc.). In pratica Facebook consente la manutenzione e la gestione delle proprie relazioni sociali Motivo 2. Economia del dono: rinsaldare legami soci ali Un elemento interessante per comprendere il successo di Facebook è anche quella che viene chiamata l’economia del dono. Secondo questa interpretazione il rituale dello scambio dei doni (istituzionalizzato in occasioni particolari: compleanni, Natale, occasioni importanti) è uno strumento attraverso cui noi rinsaldiamo o costruiamo legami e rapporti con le persone. Fate mente locale: quanto sono complessi i significati sociali che attribuiamo allo scambio dei regali a Natale? Regali “veri” da fare a chi vogliamo bene, regali “formali” per mantenere rapporti di rispetto e buona educazione con persone con cui vogliamo mantenere un contatto sociale anche se non fa parte della cerchia dei rapporti profondi ecc. ecc. Facebook declina questo meccanismo attraverso un armamentario che prende la forma di test inutili, poking (l’uso della funzione “poke“) ed anche l’invio di fittizi regalini virtuali (per gli utenti: vi capita mai nella funzione di “scrivi sulla bacheca” di fare caso al tasto “manda un regalo a X”?). In pratica Facebook consente di rinsaldare i legami sociali (o costruirne di nuovi: perché no?) Secondo una teoria delle relazioni sociali tanto affascinante quanto complessa, il mondo sociale può essere descritto come un palcoscenico dove noi interpretiamo uno specifico ruolo. La nostra casa e altri luoghi particolari è come se fossero un retroscena dove noi prepariamo accuratamente la nostra presenza sociale (ricordate la scena di Moretti in “Ecce bombo” quando si chiede: “mi si nota di più se vengo o se non vengo…?“). Questa ipotesi si chiama prospettiva drammaturgica dei ruoli o costruzione del sé ed è l’idea che accomuna sia William Shakespeare che il grande sociologo Erving Goffman. Facebook è un enorme palcoscenico (digitale) dove noi costruiamo il nostro ruolo sociale in maniera assolutamente minuziosa: scelta della foto del profilo, scelta degli interessi da inserire nel profilo, scelta delle applicazioni da usare, scelta del criterio con cui accettare inviti da amici o estranei, scelta del linguaggio da adottare e così via dicendo.
  • Attività di blogging: nei blog le voci vengono presentate nell'ordine in cui sono state scritte Privacy: Pochi blog consentono di controllare chi può vedere cosa: i blog sono in genere scritti pubblicamente visibile. Collaborazione: Ourstory: le persone che si conoscono possono aggiungere direttamente elementi alla foto-storia, non solo commentare Condivisione: Ourstory: le timelines possono essere esportate (tramite widget, Facebook o email)
  • Attività di blogging: nei blog le voci vengono presentate nell'ordine in cui sono state scritte Privacy: Pochi blog consentono di controllare chi può vedere cosa: i blog sono in genere scritti pubblicamente visibile. Collaborazione: Ourstory: le persone che si conoscono possono aggiungere direttamente elementi alla foto-storia, non solo commentare Condivisione: Ourstory: le timelines possono essere esportate (tramite widget, Facebook o email)
  • Attività di blogging: nei blog le voci vengono presentate nell'ordine in cui sono state scritte Privacy: Pochi blog consentono di controllare chi può vedere cosa: i blog sono in genere scritti pubblicamente visibile. Collaborazione: Ourstory: le persone che si conoscono possono aggiungere direttamente elementi alla foto-storia, non solo commentare Condivisione: Ourstory: le timelines possono essere esportate (tramite widget, Facebook o email)
  • Attività di blogging: nei blog le voci vengono presentate nell'ordine in cui sono state scritte Privacy: Pochi blog consentono di controllare chi può vedere cosa: i blog sono in genere scritti pubblicamente visibile. Collaborazione: Ourstory: le persone che si conoscono possono aggiungere direttamente elementi alla foto-storia, non solo commentare Condivisione: Ourstory: le timelines possono essere esportate (tramite widget, Facebook o email)

Transcript

  • 1.  
  • 2. La timeline..che cos'è?
    • racconto degli eventi storici o personali in base alla loro successione nel tempo
  • 3. Auto-raccontarsi
    • la narrazione è un modo di dare forma alle esperienze passate
      • appagare desideri frustrati dalla realtà
      • 4. elaborare affetti e angosce
      • 5. reinterpretare e rivalutare l’esistenza scoprendo la sua unicità e
    identità
  • 6. Auto-raccontarsi - perché?
      • Aumento consapevolezza, riconoscimento della similarità con altre persone.
      • 7. Essere spettatori della vita degli altri + feedback
      • 8. Gestione migliore dei propri ricordi (nero su bianco, seguono una timeline): SI RAZIONALIZZA UN'ESPERIENZA CONFRONTANDOLA CON ALTRE.
      • 9. Auto racconto espediente utile a interrompere il normale flusso di pensieri.
  • 10. Auto-raccontarsi – la memoria
    • memoria individuale
      • capacità di conservare tracce della propria esperienza passata e di servirsene per gli eventi futuri
    • ha capacità limitata
      • funzione selettiva: i ricordi vengono selezionati sulla base del valore che il soggetto attribuisce loro
    • oblio = fenomeno normale che descrive la fase discendente di un ogni processo mnemonico
      • c’è un decadimento spontaneo: il ricordo si deteriora con il tempo
    e la ritenzione di notizie diminuisce
  • 11. Auto-raccontarsi – come?
    • l’organizzazione assicura la conservazione e la condivisione delle informazioni immagazzinate nella memoria
      • con il supporto di strumenti per lo scrapbooking
  • 12. Lo scrapbook.. “ method for preserving personal and family history in the form of a scrapbook. Typical memorabilia include photographs, printed media, and artwork. Scrapbook albums are often decorated and frequently contain extensive journaling.” da Wikipedia [http://en.wikipedia.org/wiki/Scrapbooking]
  • 13. ..digitale
    • attraverso l’utilizzo di piattaforme tecnologiche
      • condividere con “persone nella propria cerchia”
      • 14. aggiungere altri elementi (es. video)
  • 15. L'autoraccontarsi nel Web 2.0
    • blog e siti di scrapbooking
      • postare video, foto, testi, descrizioni di eventi
    • commistione fra scena e retroscena (Goffman)
      • vengono pubblicate cose che normalmente non condivideremmo con sconosciuti
  • 16.
    • sito di social networking che permette agli utenti di condividere le loro storie, video e foto con amici e familiari
    "Our special purpose is collecting the great stories of our lives.. We have a timeline that lets you collect stories and share them with everyone around you, illustrate them and archive them so it accumulates into the story of your life“ Andy Halliday, fondatore
  • 17. Ourstory – cos’è?
    • fondato nel giugno 2005
    • target[1]: donne, età 35 anni, con figli e spesso con genitori anziani
    • la collaborazione rappresenta un punto chiave del sistema
      • gli utenti possono facilmente raccogliere commenti e foto da altri utenti, anche tramite mail
    • classico di freemium , vengono offerte due versioni dello stesso servizio:
      • gratuita e limitata nell'uso
      • 18. a pagamento e completa
    [1] www.ourstory.com/doc/interview.html
  • 19. Ourstory – panoramica generale
    • inserimento di eventi/ricordi
      • upload di foto e/o video
      • 20. interviste predefinite aiutano gli utenti ad organizzare il contenuto e a rievocare ricordi di determinati avvenimenti
    • scelta degli utenti con cui condividere il proprio gruppo e la propria storia
      • questo permette il pieno rispetto della privacy e della riservatezza dell’utente
    • possibilità di condivisione della proprio storia al di fuori del sito
  • 21. Ourstory.com - DEMO
  • 22.
    • sito gratuito, facile ed intuitivo che permette di registrare e condividere tappe, eventi o ricordi della propria vita
    “ LifeSnapz is a free, easy and secure way for people to record and organize important events, milestones and memories in their lives. Our vision is a site where users and groups can keep their memories alive and vibrant so that they can be relived for many years thereafter.”
  • 23.
    • nasce nel febbraio 2007 dal sito www.timelines.com
    • target: genitori, squadre sportive, aziende
    • crea un sistema di comunicazione flessibile
      • permette agli utenti autorizzati di commentare un’esperienza comune e di comunicare in via pubblica o privata con lo scrittore
    • servizio completamente gratuito e supplementare a Timelines.com:
      • quest’ultimo richiede agli utenti un’ iscrizione gratuita e un’estensione delle funzioni dell’account base a pagamento ( freemium ).
    Lifesnapz – cos’è? permette di scoprire, registrare e diffondere la storia con il resto del mondo
  • 24. Lifesnapz – panoramica generale
    • inserimento di eventi/ricordi
      • upload di foto e video
      • 25. inserimento della località con Google Maps
    • scelta degli utenti con cui condividere il proprio gruppo e la propria storia
      • gli utenti entrano a far parte del gruppo di condivisione mediante la ricezione e accettazione di un invito oppure di mail se non sono già registrati al sito;
      • 26. questo permette il pieno rispetto della privacy e della riservatezza dell’utente
      • 27. I contenuti degli eventi creati non possono essere condivisi con il mondo esterno ma solo tra conoscenti della stessa “cerchia”, o meglio gruppo, di lifesnapz
  • 28. Lifesnapz.com - DEMO
  • 29.
    • nuovo layout per il profilo di Facebook
      • le attività, le foto, i video e i luoghi visitati vengono visualizzate in ordine cronologico e di rilevanza
    "Il tuo nuovo diario. La storia della tua vita, raccontata con un profilo tutto nuovo.“ ..e Facebook? La Timeline di Facebook
  • 30. La Timeline di Facebook – differenze
  • 31. La Timeline di Facebook – quando
    • presentata il 22 settembre 2011
    http://www.youtube.com/watch?v=hzPEPfJHfKU
  • 32. Perché non ho la Timeline di Facebook ? “ Se Facebook lancerà Timeline ci eliminerà dal mercato perché creerà grande confusione con il nostro marchio, che sembrerà inevitabilmente affiliato a Facebook” Portavoce di Timelines.com
    • verrà rilasciata ufficialmente quando avrà fine la controversia legale
  • 33. Facebook Timelines - DEMO
  • 34. Le differenze con gli altri social network
    • presentare un'immagine di se stessi che è chiaramente progettata per far risaltare la persona
      • fare nuove conoscenze
    • progettati per essere sempre connessi con le persone che sono già nella vostra vita, ovvero amici e parenti
      • possibilità di tenersi in contatto con maggiore frequenza ed essere sempre informati sulle vicende dei nostri cari
  • 35. Da Alexa.com risulta che…
  • 36. Da Compete.com risulta che…
  • 37. Ourstory vs. Lifesnapz Ourstory Lifesnapz Blogging organizzano le voci come storia personale in ordine cronologico Privacy eventi pubblici o privati eventi privati Collaborazione ogni partecipante può aggiungere dettagli Condivisione widget, album cartaceo, dvd interna al sito di Lifesnapz Multimedia video (Youtube), foto (Yahoo Images, Flickr) video (Youtube, Vimeo), foto (Flickr, Picasa), collocazione geografica tramite Google Maps Eventi interviste di supporto uno stesso evento in timelines diverse
  • 38. In conclusione
    • Facebook vuole inglobale la quasi totalità degli utenti e dei servizi
  • 39. In conclusione (2)
    • l'accesso ai siti descritti è calato notevolmente con la comparsa dei social networks
  • 40. Perché si preferiscono i social networks?
    • rappresentano un’ottimo strumento per gestire le proprie relazioni sociali
      • mantenere costantemente i contatti con le persone che si frequentano
      • 41. ricostruire le relazioni con persone del proprio passato
      • 42. rinsaldare i legami sociali
      • 43. costruire minuziosamente la propria immagine sociale
  • 44. Risorse e link
    • Ourstory: www.ourstory.com
      • www.youtube.com/watch?v=wZBIS-v_Aa8
      • 45. www.youtube.com/watch?v=zIcsk8uf_Bg
      • 46. www.facebook.com/pages/OurStorycom/129180647111744
      • 47. [1] www.ourstory.com/doc/interview.html
      • 48. www.slideshare.net/digitalmaverick/a-guide-to-using-ourstory
    • Lifesnapz: www.lifesnapzcom
      • video: lifesnapz.com/photo_sharing_plus_more
      • 49. www.g4tv.com/videos/29072/lifesnapscom/
    • Timeline di Facebook:
      • https://www.facebook.com/about/timeline
      • 50. www.timelines.com/trademark (riferimento alla controversia con timelines.com)
      • 51. http://www.scribd.com/doc/66937001/Timelines-v-Facebook
  • 52.
  • 53. Attività di blogging
    • entrambi i siti permettono l’attività di blogging sulle esperienze passate e organizzano le voci come storia personale in ordine cronologico, difficile da realizzare in un blog
  • 54. Privacy
    • OurStory:
      • ogni elemento che si aggiunge può essere reso pubblico o reso limitato alla visione da parte solo delle persone scelte
    • Lifesnapz:
      • ogni evento creato può essere reso visibile solo a persone scelte
  • 55. Collaborazione
    • in entrambi i siti è possibile realizzare una timeline condivisa e chiunque venga invitato può aggiungere dettagli, ovvero testi, foto e video
  • 56. Condivisione
    • Ourstory:
      • è possibile esportare la timeline come widget oppure realizzare un album cartaceo o un DVD per l'archiviazione e la riproduzione
    • Lifesnapz:
      • le timelines sono visibili esclusivamente all’interno del sito tra persone conosciute
  • 57. Multimedia
    • Ourstory:
      • con l’account Free è possibile aggiungere al massimo un video e tre foto (usando anche Yahoo Image)
    • Lifesnapz:
      • non ci sono vincoli nell’aggiunta di video (connessione con youtube o vimeo) e foto (flickr o picasa); la collocazione geografica degli eventi avviene tramite Google Maps
  • 58. Eventi
    • Ourstory:
      • per aggiungere gli eventi alla propria timeline, sono presenti delle interviste di supporto a cui rispondere
    • Lifesnapz:
      • è possibile condividere uno stesso evento su diverse timelines