Hair Salon - Liv.Base: Finanziario
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Hair Salon - Liv.Base: Finanziario

on

  • 684 views

Lavorare per Obiettivi. Creare i Budget di Ricavo e Spesa.

Lavorare per Obiettivi. Creare i Budget di Ricavo e Spesa.

Statistics

Views

Total Views
684
Views on SlideShare
684
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Hair Salon - Liv.Base: Finanziario Hair Salon - Liv.Base: Finanziario Presentation Transcript

    • PRESENTATION NAME FINANZIARIO AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE GESTIONE FINANZIARIA• Quale salone vogliamo realizzare?.• I tre pilastri della solidità Aziendale.• Quello che ogni imprenditore deve capire… : l’obiettivo è il PROFITTO non il CHASH.• Perché costruire una riserva di liquidità.• Strategie del servizio e ricavo.• Creare un previsionale a 12 e a 3 mesi di budgeting.• Il tuo nuovo capo … il Budgeting previsionale. A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE QUALE SALONE VOGLIAMO REALIZZARE?Definire quali sono gli obiettivi aziendali: – Mission. – Vision. – Valori. – Posizionamento. – Servizi / ASA A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE I TRE PILASTRI DELLA SOLIDITÀ AZIENDALE• Proiezione dei Ricavi e dei Costi.• Conto economico.• Stato patrimoniale. A cura di Massimo Saresin
    • PROIEZIONE DEI RICAVI E SPESE Questa è una proiezione e viene usata come strumento di pianificazione per prevedere il risultato dei ricavi e delle future esigenze di spesa. È il tuo "piano dazione", sia per la tua visione a lungo termine che per le tue azioni a breve. Ogni azienda deve averne uno. Considerando il "principio del denaro contante", o la rimanenza dal periodo precedente (settimana o mese) e aggiunto alla tue vendite attuali, vi fornisce il totale delle vendite (flussi di cassa) per il periodo. Sottraendo alla cassa del periodo, i flussi finanziari in uscita (spese), derivanti dalla vendita totale, ti dà o un avanzo di cassa o una deficienza di cassa, e vi indica se il denaro contante è sufficiente per soddisfare le vostre esigenze e gli obiettivi di spesa per tale periodo. Questo foglio di lavoro è lunico strumento che abbiamo in grado di dire se dovremmo tagliare o limitare le spese oppure se abbiamo spazio per gli investimenti. È molto utile confrontare le tue proiezioni e i risultati effettivi, in modo da ottenere un maggiore livello diAREA: FINANZIARIO accuratezza nella previsione del business futuro.PERCORSO: BASE A cura di Massimo Saresin
    • CONTO ECONOMICO Questa scheda ci permette di valutare entrate e spese al fine di comprendere analizzare la vostra redditività. I componenti che costituiscono il conto economico sono: Entrate (vendite), Spese (costo del venduto) e Utile lordo (Entrate - Spese = Utile Lordo), e dopo le tasse, l’Utile Netto. I valori del conto economico: • Ricavi. • Costi. • Ammortamenti. • Utile netto. Il conto economico nella tua auto rappresenta la "misurazione delle performance aziendali", il tachimetro, contagiri e contachilometri. Stai andando 90, ma ancora in seconda marcia?AREA: FINANZIARIOPERCORSO: BASE A cura di Massimo Saresin
    • STATO PATRIMONIALE Questo scheda presenta il valore, (Attività) e l’indebitamento, (Passività) del salone in una data specifica. Spiega quali sono gli investimenti della società, gli obblighi, le risorse, gli importi, la tempistica e i futuri flussi finanziari. Lo stato patrimoniale è la "salute del tuo business", QUANTO VALE LA TUA AZIENDA???. Questa scheda rappresenta, sul quadro strumenti di un’auto, la temperatura del motore e la pressione dellolio. Grazie alla capacità di analisi semplice di questa scheda è possibile valutare se le azioni svolte nell’ultimo anno, in termini di ricavi e investimenti stanno aumentando il valore dell’azienda o stanno semplicemente aumentando il suo indebitamento. Alla domanda "Voglio aggiungere valore o aumentare il debito?" questa scheda ci da la possibilità di valutare l’efficacia delle nostre azioni e strategie.AREA: FINANZIARIOPERCORSO: BASE A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIOPERCORSO: BASE A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE PROFITTO NON CHASH“Lazienda è il complesso dei beni organizzati dallimprenditore per lesercizio dellimpresa” recitalarticolo 2555 del Codice Civile.Labilità dellimprenditore nellorganizzazione di tali beni e servizi consente di ottenere un valorecomplessivo maggiore rispetto al valore di ogni bene considerato singolarmente. Ciò che assegnavalore aggiunto allazienda, rispetto alla somma algebrica delle sue attività e passività, è la capacitàdi generare profitto.Tutto questo sembra abbastanza semplice, se non addirittura ovvio. Che sia ovvio che unaziendaabbia valore in quanto capace di produrre reddito è un dato di fatto. Diverso invece è la capacità dipoter gestire la propria attività in modo tale che questo si realizzi.La capacità di fare dei ricavi non è l’unica necessaria per poter definire un’attività sana e redditizia.È sicuramente un punto di partenza. Il ricavo deve successivamente essere speso/reinvestito al finedi creare sviluppo aziendale e utile per il titolare.La ricchezza di un’azienda non è solo quella legata alla sua capacità di accumulare denaro ma anchequella di cresce come valore patrimoniale e reddituale. A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE PERCHÉ COSTRUIRE UNA RISERVA DI LIQUIDITÀLe attività di servizi ha la peculiarità di avere un incisività dei costi fissi molto alta. Perquesto motivo se, durante lo svolgimento dell’attività si manifestassero dei probleminelle vendite o nell’erogazione del servizio stesso l’azienda si troverebbe in difficoltà nelfar fronte ai costi fissi costringendo il titolare ad esporsi con il proprio capitale o a doverrichiedere un finanziamento alle banche. Nel secondo caso, la situazione che sipresenterebbe sarebbe non solo quella di aver perso dei ricavi ma ci si trova con unaumento di spese dovute al costo del denaro richiesto.Onde evitare questo tipo di problematiche viene accantonato nel conto bancario o inaltre modalità un cifra pari mediamente ad 1 mensilità media dei costi aziendali. Questoaccantonamento è una riserva di emergenza, un cuscinetto che può essere usato neimomenti di emergenza. A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE STRATEGIE DEL SERVIZIO E RICAVOCome e con quali servizi si raggiungerà l’obiettivo di ricavo mensile / annuale?L’analisi dei costi aziendali e la capacità di misurare e valutare la capacità produttivapermette all’imprenditore di poter guardare alla propria attività in modi sempre nuovicapaciti di ispirarlo nella crescita del suo core business o per lo sviluppo di businessintegrativi o complementari.Per questo motivo l’analisi del piano P&L permette non solo di valutare redditività epotenzialità del core business ma anche di definire le politiche di listino più vantaggioseper il raggiungimento dei budget aziendali.Quindi dalla definizione del obbiettivo economico aziendale, la definizione dellatipologia di servizi, il suo processo produttivo, il suo costo, in conclusione dal suoposizionamento si arriva alla costruzione di un listino e le sue strategie. A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE BUDGETING A 12 E A 3 MESILavorare a preventivo o a consuntivo?La differenza tra i due approcci è semplice. Il lavoro a preventivo necessità di costruireuna budgettizzazione dei ricavi, delle spese, e il controllo periodico dello sviluppo dellestesse. Inoltre il lavoro a preventivo conduce ad un’inevitabile necessità di progettare eprogrammare i metodi e mezzi per il raggiungimento dei ricavi e il contenimento deicosti e quindi per potersi garantire il raggiungimento degli utili. A cura di Massimo Saresin
    • AREA: FINANZIARIO PERCORSO: BASE IL TUO NUOVO CAPO … … IL BUDGETINGGestire la propria azienda a preventivo, con il metodo della budgettizzazione, mettel’imprenditore stesso in una nuova posizione. Ora il suo nuovo capo è il budget, il suoraggiungimento gli riconosce capacità ed impegni giusti, il suo mancato raggiungimentofa emergere limiti ed individua necessità di miglioramento.Questo vale anche per i collaboratori che devono confrontarsi non solo con le lorocompetenze ma come esse sono in grado di incidere direttamente o indirettamente suiricavi aziendali. A cura di Massimo Saresin