L'esperienza di Brain 2 Brain (raccontata a +Blog 2008)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

L'esperienza di Brain 2 Brain (raccontata a +Blog 2008)

  • 986 views
Uploaded on

Le slides che ho presentato alla Fiera della Piccola e media editoria a Roma il 7 dicembre 2008.

Le slides che ho presentato alla Fiera della Piccola e media editoria a Roma il 7 dicembre 2008.

More in: Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
986
On Slideshare
981
From Embeds
5
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 5

http://valoriprimilab.blogspot.com 5

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L’esperienza di BRAIN 2 BRAIN di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Breve racconto della nascita di un “ piccolo” Club Culturale fatto da avatar e “pionieri” del Metaverso di Second Life “ Il messaggio di un medium o di una tecnologia è nel mutamento di proporzioni e di schemi che introduce nei rapporti umani.” Marshall McLuhan
  • 2. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) “ Il “consumo comune del mezzo digitale” equivale ad un’ esperienza comune? Ciò che in Internet si scambia è pur sempre una realtà personale e non una realtà condivisa” (…) Umberto Galimberti
    • Nascita del Brain 2 Brain Creative Cultural Club
    • Finalità (perché un club culturale su Second Life?)
    • Esperienza sociale e culturale
    • Conclusioni
  • 3. “ Mi pare davvero che la nostra attuale condizione sia quella NEOTOTEMICA, quella di uno stretto isomorfismo tra il mondo e l’essere umano”. Derrick de Kerkhove L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) 8 giugno 2008 : Inaugurazione del Club con la partecipazione di Federico Casalegno, Direttore del MIT Media Lab di Boston … si è parlato di Umanesimo Digitale e di Neo Tribalismo
  • 4. “ L’eliminazione della magia (…) ha il carattere della magia”. Ludwig Wittgenstein L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger)
    • Altri incontri:
    • Singolarità Tecnologica (David Orban)
    • Web TV (Stefano Lazzari, Lorenzo Guerra)
    • Arte ed Estetica (Mario Gerosa)
    • Complessità (Luca Comello)
    • Senso e sensi di SL (Fabio D’Andrea)
    • Letture interattive dei membri del Club
    • mini-corsi di software (JOOMLA)
    “ L’uomo è l’animale non ancora stabilizzato”. Friederich Nietzsche
  • 5. “ Conoscerai come la Necessità, guidando la volta celeste, costringe gli astri a tenere i confini”. Parmenide L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Cosa è Brain 2 Brain? Brain 2 Brain è un’ idea prima di essere qualsiasi altra cosa. Un'idea che parte dal web con un sito ( www.brain2brain.net ) ed un social network ( www.brain2brain. ning . com ) e si dipana in Second Life attraverso un club culturale “fatto da avatar”.
  • 6. “ Agli uomini rimane celato ciò che fanno da svegli , allo stesso modo che non sono coscienti di ciò che fanno dormendo” Eraclito L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) L'idea è quella che in una società iper - specializzata, culturalmente frammentata, socialmente atomizzata, tribalizzata ed iper-tecnologica abbiamo perso (del tutto, definitivamente?…) una visione globale del mondo in cui viviamo e quindi la capacità di comprenderne e conoscerne la natura complessa. Segue Cosa è Brain 2 Brain?
  • 7. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Segue Cosa è Brain 2 Brain? La possibile soluzione a questa "dispersione" di energie mentali e cognitive è molto probabilmente la connessione ed il dialogo fra provenienze culturali diverse in modo da acquisire una rinnovata consapevolezza di sé e del mondo e poter “agire” (e non soltanto “fare”) di conseguenza. “ Il problema è comprendere cosa significa comprendere” H. Von Foerster PENSIERO COMPLESSO
  • 8. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) “ Là dove c’è il pericolo cresce anche ciò che salva” Martin Heidegger L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Conclusioni
  • 9. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger)
    • Umanesimo Digitale (centralità dell’uomo, riappropriazione del medium tecnologico)
    • Approccio Interdisciplinare (in
    • antitesi alla iper - specializzazione ed alla parcellizzazione della conoscenza)
    • 3. Funzione Rizomatica (Jung, Deleuze, Guattari; connessioni acentriche e non gerarchiche, “serendipity”, non linearità, circolarità, complessità)
    • 4. Creatività ed Innovazione Culturale (da spettatori ad attori, “user generated contents”)
    “ Il mistero sbalorditivo del fenomeno umano appare sullo sfondo del mistero sbalorditivo della vita, che si affaccia sullo sfondo del mistero sbalorditivo del cosmo; e tutti questi sbalordimenti rinviano gli uni agli altri per rinforzarsi” Jean Tellez
  • 10. “ E’ il paradosso del pensiero, voler scoprire qualcosa che esso non può pensare” Soran Kierkegaard L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger)
    • Esperienza “sul campo”
    • Voglia di partecipazione e di dialogo degli “avatar”, di uscire fuori dalla logica della comunicazione mono - direzionale dei mass media
    • Si creano relazioni cyber-sociali di tipo “debole”, ma che poi non di rado si consolidano in “real life”
    • I partecipanti sono motivati a non essere solo “spettatori”, ma ad interagire attivamente con curiosità e creatività
    “ La vita è un’organizzazione enantiomorfa (enantiosis, opposizione, contrarietà), essa include cioè nella sua unità complessa ciò che ad un tempo minaccia e tiene in piedi questa unità” Edgar Morin
  • 11. “ Più radicalmente la poesia vissuta e l’estetica ci fanno vivere un grande patto con il reale, il patto sur-reale che trasfigura il reale senza negarlo” Edgar Morin L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger)
    • Dimensione Ludica (la maschera ci smaschera…Homo Ludens)
    • Dimensione Socio - Culturale (complessità, auto(eco)organizzazione, emergenza dal basso, superamento di visioni “riduzionistiche” e/o “olistiche”, confronto ed incontro di culture diverse e paradigmi differenti)
    • Dimensione Etico - Estetica
    • 4. Dimensione (multi) Identitaria (manifestazione della multi-personalità, il “teatro della coscienza”, Sapiens - Demens)
    “ Chiamiamo dislivello prometeico la asincronizzazione ogni giorno crescente tra l’uomo e il mondo dei suoi prodotti, la distanza che si fa ogni giorno più grande” Gunther Anders MULTIDIMENSIONALITA’
  • 12. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) “ Là dove c’è il pericolo cresce anche ciò che salva” Martin Heidegger L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Conclusioni
  • 13. “ Là dove c’è il pericolo cresce anche ciò che salva” Friedrich Holderlin L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger)
    • Conclusioni
    • Esperienza innovativa sotto il profilo:
    • Sociale (cyber-socialità - “C - Lines”- , “passione”, “dionisiaco”)
    • Culturale (approccio dialogico multi-disciplinare, “produzione non commerciale”)
    • Etico - Estetico (un “sentire comune” ridisegnato dall’ambiente digitale, tentativo di rigenerazione dell’etica sociale e comunitaria)
    “ I nuovi non sono sempre i meglio informati e spacciano vecchi indirizzi per scoperte originali” Jean-Didier Vincent
  • 14. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) 4. Ludico (giocando ci si “evolve”, conoscendosi, “mascherandosi”) 5. Cross - Mediale (World Wide Web, Web Tv, Social Network) “ La natura mortale cerca, per quanto possibile, di essere eterna e immortale. Ma lo può fare solo a questo modo, con la generazione, in quanto lascia sempre dietro di sé, in luogo del vecchio, qualcos’altro di giovane. Con questo artificio ciò che è mortale partecipa all’immortalità.” Platone VITA “FISICA” VITA “DIGITALE” L’anello ricorsivo Segue Conclusioni Non c’è dicotomia Reale - Digitale Yang Yin
  • 15. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Egocentrismo della vita quotidiana Alla ricerca di una nuova Etica (?) Altruismo dell’ immaginario digitale Etica della comprensione Etica della solidarietà - responsabilità Etica della “resistenza” Etica della relianza Etica planetaria (?) “ Non è tanto (per quanto possa apparire) dalla quantità delle nostre riserve economiche, ma piuttosto dalla cresciuta intensità delle nostre potenze riflessive e affettive che dipendono, in fin dei conti, il successo o il fallimento dell’umanità” P. Teilhard de Chardin Segue Conclusioni
  • 16. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Le 4 “vie rigeneratrici” di E. Morin Segue Conclusioni
    • Per riformare l’etica, però, occorre :
    • Riformare la MENTE con l’ EDUCAZIONE
    • Riformare la VITA
    • Riformare la SOCIETA’ e la POLITICA
    • Riformare la SCIENZA
    Tenendo presente che sono collegate ad anello ricorsivo (causalità circolare) “ La creatività è il mistero supremo della vita” Nikolaj A. Berdjaev “ Ciò che non si rigenera degenera” Edgar Morin
  • 17. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Infatti, occorre considerare che: Segue Conclusioni NON E’ CON LA SOLA RIFORMA DEL SISTEMA TECNICO ECONOMICO CHE SI POTRA’ REALIZZARE DAVVERO UNA RIFORMA GLOBALE Umanizzare l’Umanità “ La tecnologia provvede ad una razionalizzazione egregia della non-libertà dell’uomo e dimostra l’impossibilità tecnica di essere autonomi, di decidere personalmente della propria vita” Herbert Marcuse
  • 18. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Segue Conclusioni And the Future?… Difficile da prevedere… ma una cosa è certa: SECOND LIFE ed in generale i mondi tridimensionali digitali sono una REALTA’ e saranno utili al processo di presa di coscienza e consapevolezza del genere umano. “ Siamo fatti della stessa stoffa dei sogni” Shakespeare “ Sospesa sull’abisso la vita degli abitanti di Ottavia era meno incerta che in altre città. Sanno che più di tanto la rete non regge”. Italo Calvino
  • 19. L’esperienza di Brain 2 Brain di Mario Esposito (aka Zygmunt Ballinger) Conclusioni THE END Innovazione Culturale 2.0