Convenzione enel comune della spezia_firma_01 lug 2013

348 views
274 views

Published on

Convenzione socio economica tra Comune di Spezia ed Enel Spa che accompagnerà la nuova AIA della centrale termoelettrica - bozza luglio 2013

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
348
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Convenzione enel comune della spezia_firma_01 lug 2013

  1. 1. 1 CONVENZIONE ENEL S.p.A. - COMUNE DELLA SPEZIA L’anno ___________ nel mese di ______________ il giorno_________________ TRA Il Comune della Spezia (P.I. 00211160114), di seguito denominato Comune, in persona del dott. Massimo Federici, nato Chateauroux (Fr) il 13.8.1956, domiciliato per la carica in La Spezia Piazza Europa, 1 che agisce nella sua qualità di Sindaco del Comune della Spezia e in esecuzione della delibera del Consiglio Comunale n._____________ del ______________con la quale è stata approvata la presente convenzione E L’Enel Produzione S.p.A. (P.I. 0561784001), di seguito denominata Enel, in persona dell’ing. _________________________________ domiciliato per la carica in Roma, viale R. Margherita 125, in qualità di Procuratore Speciale di Enel Produzione S.p.A. PREMESSO CHE a. nel Comune della Spezia, Enel ha in esercizio una centrale con un gruppo di generazione a carbone da 600 MW e due gruppi turbogas a ciclo combinato con potenza complessiva da 700 MW; b. tra il 1999 e il 2010 Enel ha provveduto ad assumere significative iniziative mirate a contenere l’impatto ambientale dell’impianto, tra cui: sistemi di abbattimento delle sostanze inquinanti presenti nei fumi di scarico (desolforatori, denitrificatori e potenziamento precipitatori elettrostatici); impianti di evaporazione-cristallizzazione dedicati ad ottimizzare l’utilizzo delle acque dei processi produttivi, interventi sul pontile e sui sistemi di scarico del carbone nonché particolari metodologie gestionali che hanno consentito di acquisire la certificazione di qualità ISO 14001 e la certificazione ambientale EMAS; Enel sta attualmente realizzando altri interventi migliorativi; i suddetti investimenti hanno consentito un continuo miglioramento delle emissioni in atmosfera; c. nel 2008 Regione Liguria ed Enel hanno sottoscritto una protocollo d’intesa per lo sviluppo della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili; d. presso il Ministero dell’Ambiente è tutt’ora in corso la procedura per il rilascio del decreto di Autorizzazione Integrata Ambientale della Centrale e che nell’ambito di tale iter Enel, Comune di La
  2. 2. 2 Spezia, Comune di Arcola, Provincia di La Spezia e Regione Liguria stanno confrontandosi attorno ad un programma di interventi atti a contenere ulteriormente l’impatto grazie all’adozione di soluzioni tecnologiche appropriate, che tengano conto delle finalità dell’amministrazione e delle condizioni di esercizio della centrale; e. è tutt’ora vigente la convenzione stipulata nel 2002 fra Comune dellaSpezia ed Enel ove sono previste alcune iniziative a carico di Enel rimaste temporaneamente in sospeso per reciproco accordo; f. lo sviluppo e la ricerca tecnologica dell’ultimo decennio offrono opportunità di migliorare l’inserimento ambientale della centrale nel territorio e di collaborare a progetti di particolare valore nell’ambito della sostenibilità ambientale; g. Il Comune della Spezia ha avviato in questi anni una rigorosa politica ambientale predisponendo anche il Piano energetico Comunale contenente misure e indicazioni significative per l’avvio di azioni di sostenibilità ambientale , di risparmio, e di produzione energetica da fonti rinnovabili, crescita imprenditoriale, innovazione e servizi ad alto valore aggiunto; h. l’Amministrazione comunale ha attuato in questi anni politiche di rigenerazione e riqualificazione ambientale nel proprio territorio coinvolgendo anche gli insediamenti produttivi chiamandoli ad un ruolo sinergico, a favorire lo sviluppo ed intervenire sulla qualità urbana coniugando sempre più ambiente ed economia; i. Enel, in data 13 dicembre 2012, ha sottoscritto con Comune, Provincia e ARPAL un protocollo di intesa per la cessione in comodato d’uso gratuito ad ARPAL dell’intera Rete Qualità dell’Aria presente sul territorio spezzino. tutto ciò premesso, le Parti concordano quanto segue ART. 1 Le premesse fanno parte integrante del presente atto ART. 2 Le Parti hanno maturato la decisione addivenire ad una nuova e più ampia convenzione che ponga le basi per una maggiore integrazione tra le attività di Enel e quelle del Comune, sulla base di principi ispiratori condivisi che tendono allo sviluppo di una Città sostenibile, innovativa e solidale:
  3. 3. 3 Sostenibile: in quanto si distingue per la capacità di saper coniugare nel proprio sviluppo produzione e ambiente, valorizzando le proprie ricchezze ambientali, storiche e culturali; Innovativa: in quanto tende a preservare, recuperare ed attualizzare la propria vocazione di “città di mare” attraverso la qualità ambientale e l’innovazione espresse da realtà di eccellenza quali il Distretto delle Tecnologie Marine e l’Università; Solidale: in quanto consapevole del proprio ruolo verso le persone che la vivono e le imprese che la rendono laboriosa e ricca di cultura; Tali obiettivi possono essere conseguiti e ulteriormente sviluppati sia attraverso la presente convenzione sia mediante il rinnovo dell’Autorizzazione Integrata Ambientale. Congiuntamente intese, tali iniziative tendono infatti a perseguire l’interesse ambientale e socio economico della Città. La presente convenzione definisce pertanto quegli interventi dedicati dalle Parti alla riqualificazione dell’ambiente e del territorio, all’innovazione tecnologica, lo sviluppo ed efficienza energetica, rimandando all’Autorizzazione Integrata Ambientale la definizione delle idonee tecnologie per migliorare ulteriormente i parametri ambientali di esercizio della centrale. ART. 3 Con la sottoscrizione della presente convenzione le Parti considerano adempiuti tutti gli impegni precedentemente assunti con le Convenzioni sottoscritte nel 1997 e nel 2002 che pertanto sono integralmente sostituite dalla presente convenzione la quale rappresenta in tale ambito l’esclusiva regolamentazione dei rapporti tra le parti. ART. 4 Fonti energetiche rinnovabili ed efficienza energetica Le Parti riconoscono l’importanza di promuovere la produzione di energia elettrica anche da fonti rinnovabili nonché intraprendere iniziative volte alla valorizzazione dell’efficientamento energetico. Per tali attività, da realizzarsi tra il 2013 e il 2017, le Parti convengono di dedicare risorse adeguate, e di valore non superiore a €. 3 ML Euro (tremilioni), equamente distribuiti sulle attività di seguito indicate: • produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili mediante un programma di adeguamenti strutturali, installazione di impianti fotovoltaici e/o impianti di efficientamento energetico sugli edifici pubblici comunali. Enel provvederà a suddette installazioni attraverso proprie Società del
  4. 4. 4 Gruppo e/o relativi installatori. Gli impianti e la produzione conseguente diverranno di proprietà dell’amministrazione Comunale; • efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione e della viabilità di proprietà del Comune attraverso il rinnovo degli impianti esistenti con l’utilizzo di corpi illuminanti con sistemi a LED (Light Emission Diode) o vapori di sodio e sistemi di regolazione dell’illuminazione in funzione degli orari o delle necessità della collettività; Enel provvederà a suddette attività di progettazione e realizzazione degli impianti attraverso Società del gruppo Enel.. ; Le Parti promuoveranno altresì un progetto per la realizzazione di una rete di teleriscaldamento nel territorio del Comune della Spezia. A tale fine verrà costituito un apposito gruppo di lavoro che, definiti tutti i contenuti tecnico economici relativi all’infrastruttura, ne valuti la fattibilità e proponga soluzioni economicamente sostenibili per le parti coinvolte a seguito dello spillamento di vapore dal ciclo di produzione della Centrale, stabilendo i relativi costi di investimento e del valore del calore ceduto da parte di Enel, favorendo la promozione e la diffusione del sistema al fine di conseguire un ulteriore miglioramento ambientale sul territorio. In caso di esito positivo della verifica di fattibilità tecnica ed economica delle Parti coinvolte, Enel si impegna ad adeguare i propri impianti per porli in grado di fornire il vapore necessario per l’alimentazione della rete, la cui progettazione e realizzazione della stessa sarà a carico degli utilizzatori.. Le parti convengono che tali studi dovranno essere definiti entro 1 anno dalla sottoscrizione del presente accordo. ART. 5 Imprenditoria locale e sicurezza sul lavoro Enel, relativamente alle forniture di beni e servizi e per le attività di esercizio e manutenzione della Centrale, con particolare riferimento ai lavori di adeguamento alle migliori pratiche di ambientalizzazione previste dal decreto AIA, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale e dei propri regolamenti interni, si impegna ad attuare iniziative che possano favorire il massimo coinvolgimento consentito dell’imprenditoria locale alla partecipazione alle gare. A tal fine Enel promuoverà collaborazioni con le associazioni imprenditoriali locali per favorire percorsi di sviluppo, specializzazione e qualificazione delle aziende nell’ambito di attività del settore energetico.
  5. 5. 5 Enel si impegna altresì a promuovere iniziative di diffusione delle migliori metodologie, già sperimentate in ambito aziendale, nel campo della sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolgendo le ,istituzioni del territorio , le Imprese, le Organizzazioni Sindacali. ART. 6 Formazione, ricerca e progetti culturali Enel si impegna a: a) partecipare allo sviluppo della nuova società di gestione del “Distretto delle Tecnologie navali e marine”, attraverso un contributo “una tantum” economico di €. 50.000.= Euro (cinquantamila) e attraverso l’individuazione di specifiche attività rivolte allo studio, sperimentazione ed ottimizzazione di tecnologie volte allo sviluppo delle energie da fonti rinnovabili, all’efficientamento del rendimento energetico delle centrali, allo sfruttamento delle risorse energetiche connesse ai progetti produttivi delle stesse e all’utilizzo di combustibile fossile (carbone pulito). Per tali attività di studio, sperimentazione e ottimizzazione delle tecnologie, a fronte di progetti condivisi tra le Parti, potranno essere individuate nel corso della convenzione ulteriori finanziamenti, da attingersi nell’ambito degli importi riconosciuti all’art. 10; b) sostenere, con un importo massimo di €. 100.000.= Euro (centomila) le attività sperimentali legate alla mitilicultura, di cui €. 50.000.= Euro (cinquantamila), da corrispondere “una tantum” al Comune per dette attività e €. 50.000.= Euro (cinquantamila), destinate da Enel alle attività sperimentali per l’utilizzo di tecniche innovative per il contenimento del “fouling marino”. c) sostenere programmi di carattere socio-culturale preventivamente condivisi con il Comune con un contributo annuo di €. 50.000.= Euro (cinquantamila), per tutta la durata della presente convenzione; d) collaborare con la Fondazione “Università della Spezia” attraverso il suo diretto ingresso nel nuovo organismo e tramite il riconoscimento di un finanziamento determinato in misura forfettaria in €. 200.000.= Euro (duecentomila), da corrispondere nelle seguenti modalità : - 2013: €. 100.000.= Euro (centomila) ; - 2014 – 2017: €. 25.000.= Euro (venticinquemila) annui;
  6. 6. 6 e) rinnovare il proprio sostegno per consentire le ulteriori fasi dello studio epidemiologico in corso, affidando all’ASL n. 5 del territorio e/o ad Enti scientifici nazionali di riconosciuta oggettività la sua redazione, corrispondendo l’importo forfettario di €. 150.000.= Euro (centocinquantamila), da corrispondere con quote annuali di €. 25.000.= Euro (venticenquemila) nel periodo 2013- 2018; f) attivare azioni formative rivolte ai diplomati degli Istituti Tecnici e Professionali del territorio, finalizzati a possibili assunzioni future; g) sviluppare, localmente, la ricerca di applicazioni e/o metodologie innovative legate alla produzione di energia elettrica ed al suo utilizzo; Le somme di cui al presente art. 6, lett. a) e b) saranno versate da Enel nel corso dell’anno di sottoscrizione della presente convenzione. ART 7 Miglioramenti impiantistici e gestionali Nell’ambito del processo di miglioramento continuo dei propri standard gestionali ed ambientali, ferme restando le prescrizioni contenute nel decreto A.I.A in corso di rilascio, Enel si impegna a: a) installare i filtri a maniche in sostituzione degli attuali precipitatori elettrostatici così da contribuire ulteriormente all’abbattimento delle emissioni delle polveri in atmosfera ed in particolare di quelle sottili; b) individuare tutti i possibili miglioramenti nel processo di scarico del carbone, nell’ambito delle tecnologie installate, oggi in uso; c) istituire un tavolo tecnico permanente con le Isituzioni Locali atto alla valutazione delle prestazioni ambientali della centrale e degli eventuali interventi di miglioramento. ART. 8 Riqualificazione ambientale e urbanistica Le Parti, nel ritenere fondamentale il conseguimento di una migliore qualità della vita, si impegnano a contribuire allo sviluppo e alla riqualificazione ambientale e urbanistica della città, ed in particolare dei quartieri del levante.
  7. 7. 7 Tali interventi saranno realizzati attraverso i contributi di cui all’art. 10 della presente convenzione, al netto delle somme già impegnate all’art. 4. Detti interventi dovranno essere ricompresi di norma all’interno dell’area individuata nella cartografia allegata alla presente Convenzione (all. A). Il Comune invierà ad ENEL l’elenco degli interventi che saranno realizzati indicandone i costi e promuovendo periodicamente (almeno una volta all’anno) un tavolo per monitorare la loro realizzazione secondo i tempi e le modalità previste. Gli interventi programmati potranno essere sostituiti, previa comunicazione da parte dell’Amministrazione, con altre opere pubbliche, fermo restando l’ammontare dei contributi definiti, purchè ricadenti all’interno dell’area perimetrata e rispondenti alle finalità concordate. Le parti riconoscono che per il miglior inserimento della Centrale nel territorio hanno concordato di realizzare solo parte del progetto di mitigazione ambientale nelle aree e nelle vie di comunicazione in prossimità della Centrale, progetto precedentemente condiviso e approvato tra le parti nella Convenzione 2002 (all.B). A seguito di tale valutazione Enel realizzerà, fino ad un valore massimo di €. 300.000.= Euro (trecentomila), parte del progetto di cui sopra , mentre dichiara di aver corrisposto al Comune, che ne da atto, € 1.200.000.= Euro (unmilioneduecentomila) per effettuare interventi di riqualificazione urbana o ambientale nei quartieri limitrofi alla Centrale e in opere di risparmio energetico. Sostenibilità Al fine di migliorare le condizioni ambientali della città e, in particolare, dell’area portuale e dei quartieri limitrofi a questo, Enel si impegna a elaborare con il Comune un piano di interventi a favore della sostenibilità, così come previsto al successivo art. 9). Cessione aree Enel, considerato che la Convenzione del 2002 è totalmente adempiuta ad eccezione della cessione delle aree dei Bacini Ceneri, allo stato interessate da uno specifico progetto di bonifica in quanto ricadenti nel SIN, ora SIR Pitelli, si impegna a cedere gratuitamente al Comune, in sostituzione di queste, nello stato di fatto, le aree di cui all’Allegato C). Inoltre, quale ulteriore opportunità per una migliore pianificazione dello sviluppo di una città sostenibile, le Parti convengono di istituire un Tavolo tecnico finalizzato alla promozione di progetti per la valorizzazione
  8. 8. 8 delle aree Bacini Ceneri, di cui all’Allegato D). Nel caso dell’impossibilità di valorizzare e cedere dette aree, il tavolo tecnico potrà ricercare le più adeguate forme di compensazione per un importo complessivo non superiore ad € 2.000.000. = Euro (duemilioni). Nelle more della formalizzazione degli atti di cessione delle aree suddette, Enel si impegna a partecipare ai piani urbanistici operativi, all’approvazione dei progetti relativi delle aree in questione e/o ad altre soluzioni che consentano l’utilizzo delle aree nell’interesse della collettività. Qualora intervengano necessità di parziali bonifiche conseguenti alle ulteriori caratterizzazioni da eseguirsi, le aree cedute al Comune saranno comunque rese da Enel idonee per un utilizzo industriale ai sensi del D.Leg. 152/06 e s.m., prima della stipula del contratto di cessione al Comune e nel rispetto dei tempi sopraddetti, fatte salve eventuali proroghe o ritardi dovuti all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle competenti autorità. Strumenti Urbanistici Il Comune si impegna, nella gestione degli strumenti urbanistici di sua competenza, a salvaguardare le attuali condizioni di operatività dell’Enel, definendo per le aree già cedute e/o in corso di cessione da parte di Enel ipotesi di valorizzazione urbanistica compatibili con la presenza degli impianti necessari all’esercizio della Centrale. ART. 9 Progetto ENEL – SPEZIA SMART Nell’ambito del progetto comunale “Spezia Smart” Enel e Comune di Spezia si impegnano a costituire un tavolo di lavoro denominato “Progetto Spezia Smart” mirato ad attuare le iniziative a favore della qualità del servizio elettrico, per la promozione dell’efficienza energetica per cittadini ed imprese, la mobilità elettrica, lo smart lighting e altre eventuali interventi nell’ambito della sostenibilità energetica ed ambientale contenute nell’Allegato E). Per la realizzazione delle attività indicate nel Progetto Spezia, le risorse saranno reperite da Enel con un ulteriore contributo non superiore ad € 800.000. = Euro (ottocentomila), per attività da svolgersi da parte delle Società del Gruppo Enel, nonché attraverso fonti di finanziamento esterne, sia pubbliche che private. Art. 10 Impegni economici per Enel
  9. 9. 9 Enel, in aggiunta a quanto previsto all’art. 4, all’art. 6, lett. a), b), c), d), e), nonché al valore delle attività svolte dalla medesima in forma diretta all’ art. 8 e alle azioni previste all’art. 9, si impegna a versare al Comune della Spezia, un ulteriore contributo economico di €. 4.200.000.= Euro (quattromilioniduecentomila), nel corso del periodo di validità della presente convenzione (2013 – 2022), , annualmente così ripartito: 2013 - €. 600.000.= Euro (seicentomila); 2014 - €. 1.500.000.= Euro (unmiliomecentomila); 2015 - €. 700.000.= Euro (settecentomila); 2016 - €. 400.000.= Euro (quattrocentomila); 2017 - €. 300.000.= Euro (trecentomila); 2018 - €. 200.000.= Euro (duecentomila); 2019 - €. 200.000.= Euro (duecentomila); 2020 - €. 100.000.= Euro (centomila); 2021 - € 100.000.= Euro (centomila); 2022 - € 100.000 .= Euro (centomila). Art. 11 Validità La validità del presente accordo è subordinata all’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione di Enel e del Consiglio Comunale della Spezia. Art. 12 Adempimenti ed efficacia dell’accordo Le Parti si danno atto che il presente accordo ha durata decennale a decorrere dalla maturazione dei requisiti di cui all’art. 11 e che l’efficacia degli impegni ivi contenuti è condizionata all’effettivo esercizio della centrale nel suo attuale assetto, così come previsto dalle specifiche normative, concessioni ed autorizzazioni di settore. Le parti si danno inoltre atto che la presente convenzione disciplina, regolamenta ed esaurisce i reciproci rapporti connessi o derivati dall’esercizio della Centrale. Allegati: A) Cartografia aree oggetto di interventi di riqualificazione ambientale (art. 8);
  10. 10. 10 B) Interventi residui di mitigazione ambientale visiva (art. 8); C) Aree cedibili e relative planimetrie con mappali (Campoferro e altre aree - art. 8); D) Aree Bacini ceneri (art. 8); E) Progetto Spezia – Smart (art. 9); Comune della Spezia Enel s.p.a

×