• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Marketing Esterno e Marketing Interno: sincronizziamoli
 

Marketing Esterno e Marketing Interno: sincronizziamoli

on

  • 1,240 views

Come le strategie organizzative si adattano alle diverse esigenze del mercato"

Come le strategie organizzative si adattano alle diverse esigenze del mercato"

Statistics

Views

Total Views
1,240
Views on SlideShare
1,240
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Marketing Esterno e Marketing Interno: sincronizziamoli Marketing Esterno e Marketing Interno: sincronizziamoli Presentation Transcript

    • MARKETING ESTERNO E MARKETING INTERNO: SINCRONIZZIAMOLI! Come le strategie organizzative si adattano alle diverse esigenze del mercato
    • LA FABBRICA DEI CLIENTI
      • DIVERSO
        • Da uovo a clessidra, Nicchie mondiali, Alta qualità e basso prezzo
      • DIFFICILE
        • Marginalità decrescenti, Pagamenti critici
      • IMPREVEDIBILE
        • I cinesi che vogliono il 100% made in Italy
      • SENZA LE “TRADIZIONALI” SICUREZZE
        • Fine della pacca sulla schiena, Infedeltà:
        • si compra solo se si vende
      • VELOCE NEI CAMBIAMENTI
      PROVATE A GUARDARE IL MERCATO CON GLI SPECCHIETTI RETROVISORI!
    • LA PALLAVOLO NON E’ IL RUGBY
      • Mercato con una certa stabilità
        • Obiettivo: continuità
        • Valore guida: efficienza
      • Mercato competitivo
        • Obiettivo di spinta
        • Valore guida: risultato
      • Mercato con domanda sofisticata
        • Obiettivo di posizionamento
        • Valore guida: competenza
      • Mercato in evoluzione)
        • Obiettivo di amplificazione
        • Valore guida: innovazione
      • Mercato non più redditizio
        • Obiettivo di cambiamento
        • Valore guida: “niente come prima”
      UN’AZIENDA PATERNALISTICA NON E’ ADATTA PER UN MERCATO COMPETITIVO - L’UGUAGLIANZA UCCIDE I TALENTI – LICENZIARE PER COMUNICARE
    • Essere pronti a cambiare Migliorare continuamente Essere sempre informati e sul campo per cogliere tutte le opportunità possibili Avere cura delle persone Le persone hanno bisogno di comprensione e di prospettive almeno quanto hanno bisogno di lavoro ORGANIZZAZIONI LIQUIDE PER MERCATI LIQUIDI
    • DEFINIRE Contesto competitivo, obiettivi, offerta aziendale AGIRE SU Processi Valore guida Logica di scambio Logiche di segmentazione Politiche di remunerazione Politica di comunicazione interna Posizione e responsabilità del responsabile HR OPERATIVI SUBITO!
    • PER SPORCARSI UN PO’ LE MANI
      • Analisi SWOT dinamica
        • punti di forza, punti di debolezza, opportunità, minacce
      • CRM (Customer Relationship Management) e Business Intelligence
      • Autoanalisi Organizzativa
        • leadership, strategie e piani, risorse umane, processi, architettura organizzativa, risorse finanziarie, risorse tecnologiche
      • Formazione e autoformazione
      • Comunicazione interna
        • Brand employees: vendere l’azienda ai collaboratori
        • Carta dei valori e dei comportamenti
        • News letter e Intranet
      • Analisi di clima
      • Work-life Balance
    • Consigli esperienziali
      • Responsabile risorse umane e Responsabile Marketing in posizione di staff con amministratore delegato o direttore generale
      • Sistemi di reclutamento più efficaci e “delegati”
      • Sistemi di remunerazione diversificati in funzione dei risultati (ricavi, margini, soddisfazione clienti, risparmi, efficienza, produttività, etc.)
      • Forte utilizzo della comunicazione interna
      • Nuovi sistemi di scambio con i collaboratori (vs dipendenti)
      Ciò che vale per le multinazionali vale, con adattamenti, anche per le micro imprese