"Chiudere cicli"
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

"Chiudere cicli"

on

  • 323 views

Lettera de La Jardinera, 10 ottobre 2012

Lettera de La Jardinera, 10 ottobre 2012

Statistics

Views

Total Views
323
Views on SlideShare
323
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

"Chiudere cicli" "Chiudere cicli" Document Transcript

  • La Montaña, 10 ottobre 2012 Chiudere cicli!Cari semi: Ancora una volta il pianeta Mercurio: comunicazione. E’ilmomento di trasmettere ogni informazione. Ho un amico che é un po’ come un “enterrador”, é sempretriste o “cenizo”, come dice lui, molte volte gliene ho chiesto ilmotivo e dice: “non ne ho nessuno, sono così”. Ha una compagnache è una dolcezza, amabile, gentile, lavoratrice, onesta,intelligente, ha tutte le qualità ed effettivamente si ricorda di leisolo quando ha bisogno e sa forse quando questa compagna habisogno di lui? No. Le persone che vivono per sé stesse non siricordano degli esseri amati che abbiamo intorno. Al mio Mimosín bisogna cambiare ogni giorno l’acqua dabere, dargli la sua bustina; qui in Europa comincia a fare freddocosì accendo per lui una stufa piccola piccola, vi ricordo che ha 14anni ed è chiaro che ciò di cui lui ha più bisogno é della dolcezzadi questo calore. Ci sono anche spose e amiche che aspettano una piccolaattenzione come un mazzetto di fiori, anche se sono di campo, undolce, qualche piccola sorpresa, animo mie stelle di Luce! Ogni
  • giorno o quando ve ne ricordate,anche se avete motivi per esserearrabbiate o arrabbiati, unapiccola nota, un dettaglio o unsms, dà moltissima allegria e se éil vostro giorno libero e andate ain palestra o a trasmettere LaEnseñanza, lasciate un bigliettinoai vostri figli “vengo presto, fateuna buona merenda, un bacio, stoaiutando tanta gente che ne habisogno”; vedrete, questi figliavranno sempre l’istinto diaiutare gli altri, l’albero ha moltirami, sono tutti diversi ma hanno la stessa linfa. Il mio amico mi dice spesso che “bisogna salvare la umanità”e ascoltandolo sono la più felice, magari la umanità lo accettasse.Por questo vi parlo degli uomini, se non terminiamo i nostrisospesi, responsabilità che abbiamo qui, non potremo realizzare lanostra Missione. Ieri stavo guardando un programma intelevisione che si chiama “ho una lettera per te”, c’erano duefratelli di 90 anni, il più giovane 75 anni, in tempo di guerra lamadre li aveva abbandonati lasciandoli in casa di “ricchi” comeservi. Un giorno la sorella parlò con loro dicendogli: “so che lamamma ha avuto altri figli quando nostro padre é morto, ma nonabbiamo saputo nulla di più, ci hanno detto che era morta” e hacominciato a cercare i nipoti, i figli, tutti, cercando in internet edato che le cose sono sempre ben fatte, ha trovato due fratelli,erano due bambine e anche loro erano state abbandonate dallamadre, una aveva 65 anni e l’altra 75, si seguivano tutti ma non sierano mai visti, quando il presentatore gli disse: “conoscete lepersone che sono qui?”, loro risposero “no, non le abbiamo maiviste”, allora il presentatore disse “siete fratelli” tre della stessamadre e la più giovane di un padre diverso. Si sono messi apiangere, è stato straordinario perché dopo si misero a piangeredalla felicità e si abbracciarono, per il tempo perduto, per questa
  • paura che a volte abbiamo nel sapere senza sapere “sento che hodei fratelli, sento che ho qualcuno al di fuori, ma non mi azzardoa cercare perché non si sa mai”. La sorella maggiore disse “io nonvoglio morire senza conoscere se è vero o no che ho altri fratelli, livoglio abbracciare” e così si sono incontrati. Perché vi spiegoquesta storia? Come questa ce ne sono migliaia nel mondo espiegai alle persone intorno a me, dicendo: guardate questasignora, è molto anziana, senza saperlo ha voluto chiudere il ciclodella sua vita. Miei semi, mi avete già sentito dire che andiamo aogni corso per chiudere cicli, in ogni paese, in ogni nazione, inogni luogo é chiudere cicli. Questa signora, lottando per conoscerei suoi fratelli e sapere se era vero, ha potuto abbracciarli eparlare e chiudere così il suo ciclo perché a 90 anni cosa siaspettava? E’così lei ha compiuto la Missione che è venuta a farequi sulla Terra e le mancava solamente chiudere il ciclo delriunire i fratelli e poter piangere la morte dei suoi genitori chenon erano sepolti dove le avevano detto, che non era così che erasuccesso e lottò affinché la sua storia fosse pulita e trasparente.Così si chiudono i cicli! Volevo condividerlo con voi. Adesso in Spagna c’è un grande scandalo perché più di 20 o30 anni fa sono stati rapiti molti bambini, li vendeva unareligiosa senza dichiararlo; la maggior parte di questi genitori é alcimitero e hanno constatato che ci sono pietre nella bara e moltifigli che stanno cercando i genitori e ne hanno ricavato anche un
  • film, questo è voler chiudere cicli. Cosa é chiudere un ciclo divita? E’andare facendo chiarezza, andare conoscendo, andareaffrontando, la paura si può affrontare solo viso a viso, affrontatee vedrete che sarete felici. Ciò che ha il mio amico è molta speranza e moltisiiiiiiiimafede, per questo lo amo e lo rispetto perché lavoreremo assieme pertrasmettere La Enseñanza al pianeta intero e possano cosìcompiersi i suoi cicli e la sua Missione. Miei semi, vi mando i raggi del sole, fiori colorati e l’amoreinfinito di questo luogo di pace, di armonia e serenità, locondivido con voi con tutto il mio amore, La Jardinera