Cartesio

1,711 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,711
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
5
Actions
Shares
0
Downloads
31
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Cartesio

  1. 1. Cartesio e la nascita della filosofia moderna Malebranche, Pascal, Bayle
  2. 2. La linea del tempo • 1628 Cartesio inizia il trattato Regole per la guida dell’intelligenza • 1630-1633 Cartesio scrive Il Mondo o Trattato sulla luce, ma interrompe l’opera a causa della condanna di Galileo • 1637 Viene pubblicato anonimo, a Leida, il Discorso sul metodo di Cartesio • 1641 Escono le Meditazioni metafisiche di Cartesio • 1644 Escono I principi della filosofia di Cartesio • 1649 Vengono pubblicate Le passioni dell’anima di Cartesio • 1669 Vengono pubblicati i Pensieri di Pascal • 1675 Esce La ricerca della verità di Malebranche • 1696 Esce il Dizionario storico-critico di Bayle
  3. 3. Cartesio e il suo tempo
  4. 4. Il nuovo metodo scientifico NUOVO MODO DI AFFRONTARE I FENOMENI FISICI • applicazione della matematica allo studio dei fenomeni fisici • utilizzo dei soli parametri di estensione e movimento (meccanicismo) • unificazione di matematica e geometria (geometria analitica) F. Hals, Ritratto di Cartesio, 1649
  5. 5. La geometria cartesiana
  6. 6. La nuova scienza • • • • • abbandono del finalismo e dell’essenzialismo aristotelici spiegazione genetica: trovare le condizioni del prodursi del fenomeno utilizzazione solo dei parametri trattabili matematicamente: estensione e moto matematizzazione dello spazio fisico ricerca delle leggi dei fenomeni J. B. Weenix, Ritratto di Cartesio, 1647
  7. 7. La favola del mondo
  8. 8. L’uomo come macchina DUALISMO • l’uomo è composto da due sostanze: res cogitans (sostanza pensante) res extensa (sostanza estesa) • il corpo umano è un sistema meccanico-idraulico governato dalle leggi del meccanicismo • l’unione tra corpo e spirito avviene nella ghiandola pineale
  9. 9. Idee come rappresentazioni IDEE = • • contenuti immateriali della mente umana che “stanno per” una cosa o un suo modo a seconda della loro origine si dividono in: innate fattizie avventizie
  10. 10. L’ontologia cartesiana
  11. 11. I principi del metodo cartesiano
  12. 12. Il dubbio e il cogito CERTEZZE MESSE IN DISCUSSIONE DAL DUBBIO • • le verità dei sensi • l’esistenza del mio corpo l’esistenza delle qualità e delle essenze matematiche L’IO DUBITA DI TUTTO PERCHÉ POTREBBE ESSERE INGANNATO DA UN GENIO MALIGNO • • • ma se lui mi inganna, allora io sono qualcosa, esisto che cosa di me esiste al di là di ogni possibile dubbio? il fatto di pensare (cogitare), quindi PENSO, DUNQUE SONO
  13. 13. L’esistenza di Dio PRIMA PROVA: dal cogitare all’esistenza di Dio (io ho l’idea di un ente ontologicamente superiore a me, quindi questo ente esiste) SECONDA PROVA: dal sum all’esistenza di Dio (io esisto come sostanza pensante con l’idea di Dio, quindi solo Dio può essere causa di un ente come me) TERZA PROVA: la prova ontologica (io ho l’idea di un Ente perfetto, la cui essenza implica l’esistenza) A. Mantegna, Cristo morto, 1500 ca.
  14. 14. L’origine degli errori
  15. 15. L’esistenza delle cose esterne DUBBIO METODICO • • cogito= certezza di esistere • io esisto e ho delle idee, tra cui quella di Dio la veridicità divina garantisce la conoscenza certa, le essenze matematiche e l’esistenza delle cose esterne F.Floris, La Geometria, 1557
  16. 16. Pensieri, azioni e passioni
  17. 17. La filosofia di Malebranche
  18. 18. Pascal: la ragione e il cuore DUE ATTEGGIAMENTI CONOSCITIVI • spirito di geometria = è legato alla ragione; si applica alla scienza; procede per deduzioni e dimostrazioni; è adatto ad affrontare questioni semplici • spirito di geometria = è una sorta distinto; procede attraverso il sentimento e il giudizio; si applica al gusto e alla vita morale; affronta questioni complesse Caravaggio, La vocazione di san Matteo, 1599-1600 ca.
  19. 19. Il Dio nascosto e la scommessa Per l’uomo si pongono due alternative: • • Dio esiste Dio non esiste Non si può trovare una soluzione razionale, dunque l’uomo deve scommettere su una delle due ipotesi: • • se Dio non esiste e crediamo in lui = non perdiamo nulla se Dio esiste e non crediamo in lui = perdiamo la beatitudine eterna CONVIENE SCOMMETTERE SULL’ESISTENZA DI DIO Caravaggio, Martirio di San Pietro, 1601
  20. 20. Pascal: miseria e grandezza dell’uomo DUPLICITÀ DELL’UOMO • miseria dell’uomo = l’uomo è segnato dal peccato, è fragile, fugge continuamente da sé stesso • grandezza dell’uomo = grazie al pensiero è consapevole della propria piccolezza e di ciò che gli sta intorno Rembrandt (1606-1669), Autoritratto
  21. 21. I temi della filosofia di Pascal
  22. 22. Bayle e l’ateismo
  23. 23. Bayle, il problema del male MALE = QUALCOSA DI REALE, NON SEMPLICE PRIVAZIONE Dio cristiano = contraddizione tra la sua potenza e bontà infinite e l’esistenza del male nel mondo ipotesi manichea = esistono due principi contrapposti, il bene e il male, in perenne lotta tra loro = più razionale della teologia cristiana A. Dürer, Adamo ed Eva, 1507
  24. 24. Il giusnaturalismo

×