Agostino

757 views
600 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
757
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
32
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • {}
  • Agostino

    1. 1. Cristianesimo e filosofia dai Vangeli ad Agostino
    2. 2. La linea del tempo • 38 d.C. conversione di Paolo • 65-85 d.C vengono redatti i Vangeli di Matteo, Marco e Luca • 90-99 d.C. viene redatto il Vangelo di Giovanni e l’Apocalisse • 354 d.C. Agostino nasce a Tagaste • 384 d.C. conversione di Agostino • 397 d.C. Agostino incomincia la stesura delle Confessioni • 412-27 d.C. Agostino scrive la Città di Dio • 430 d.C. morte di Agostino
    3. 3. Cristianesimo e filosofia • a partire dal II secolo d.C. il cristianesimo inizia a utilizzare sistematicamente gli strumenti metodologici della filosofia antica per sistematizzare la propria dottrina teologica
    4. 4. La Bibbia ebraica CONTENUTI FONDAMENTALI • il monoteismo = Dio è unico, ingenerato, incommensurabile • le creazione = Dio ha creato il mondo dal nulla • l’alleanza di Dio con il popolo eletto = patto di fedeltà reciproca tra Dio e il popolo d’Israele • la Legge = i Dieci comandamenti dettati da Dio a Mosè sul monte Sinai Rembrandt, Mosè con le Tavole della Legge, 1659
    5. 5. Il Nuovo Testamento CONTENUTI FONDAMENTALI • il cristianesimo trae origine dall’insegnamento di Gesù di Nazareth • messaggio basato sulla sincerità, la non-violenza e l’amore • Gesù predica l’imminenza del “regno di Dio” • messaggio innovativo rivolto anche alle classi più marginali della società Gesù Cristo e la Maddalena, collezione di A. Ivanov
    6. 6. Le fonti scritte del cristianesimo la trasmissione del messaggio di Cristo è affidata a una serie di scritti composti in greco entro il I secolo e raccolti nel Nuovo Testamento: • i quattro Vangeli (Matteo, Marco, Luca e Giovanni) • gli Atti degli Apostoli (Luca) • le Lettere (alcune di Paolo di Tarso) • l’Apocalisse E. Tzanes, San Marco Evangelista, 1657
    7. 7. Paolo e il peccato originale • ciò che “rende giusto” il credente agli occhi di Dio è la fede nella morte e risurrezione di Gesù Cristo, il cui sacrificio offre salvezza a tutti i peccatori
    8. 8. La teologia del Lògos di Giovanni
    9. 9. I padri della Chiesa PADRI APOSTOLICI • sono i prosecutori degli apostoli nelle prime comunità • danno una prima impostazione dottrinale al cristianesimo PADRI APOLOGISTI • intellettuali pagani convertiti spesso al cristianesimo • giustificano e difendono il cristianesimo anche con argomenti di implicazione filosofica C. Saraceni (1579-1620), San Gregorio Magno scrive ispirato dallo Spirito
    10. 10. I significati della Bibbia in Origene
    11. 11. Eresie e decisioni dei Concili
    12. 12. Agostino di Ippona • tra il IV e il V secolo Agostino elabora una potente sintesi di cristianesimo e neoplatonismo • Agostino ha una vicenda personale e intellettuale molto travagliata, che racconta nelle Confessioni • inizia la sua carriera da retore, poi all’età di trent’anni si converte alla fede cristiana che difenderà con innumerevoli opere fino alla fine della sua esistenza Botticelli, Sant’Agostino nello studio, 1480 ca
    13. 13. I tre periodi della vita di Agostino • periodo giovanile = si forma su autori latini per diventare giurista o funzionario pubblico; si dedica poi alla filosofia e abbraccia le tesi del manicheismo; si avvicina allo scetticismo • conversione = a Milano incontra il vescovo Ambrogio, legge la Bibbia in modo allegorico e si converte • l’episcopato = torna in Africa, diventa vescovo di Ippona e combatte contro le eresie (manichei, donatisti, pelagiani) Antonello da Messina, Sant’Agostino, XV sec.
    14. 14. Credere e sapere RAPPORTO FEDE/RAGIONE = • fede e ragione si implicano vicendevolmente • “capisci per credere” e “credi per capire” • comprensione intellettuale delle ragioni della fede è importante per il cristiano L. Seitz (1844-1908), La Fede e la Ragione
    15. 15. L’ordine del creato
    16. 16. Il male • il male non è una sostanza, è privazione (“privazione di bene”, “assenza di bene”) • il male fisico appartiene alle creature in quanto il loro essere non è pieno e perfetto • il male morale deriva dall’instabilità dell’anima che si volge ai beni mutevoli ed è legato al libero arbitrio • la felicità si raggiunge con la virtù e la contemplazione di Dio M. Pacher, Sant’Agostino e il diavolo, 1471-75
    17. 17. Conoscenza e illuminazione • il fondamento ultimo della conoscenza e della verità risiede nell’illuminazione divina • la conoscenza degli archetipi è attivata dalla luce divina che irradia nelle nostre anime • chi vuole cogliere la verità deve raccogliersi in sé, nella propria interiorità, in cui si coglie la presenza di Dio
    18. 18. La concezione del tempo • dimensione divina = eternità, eterno presente • dimensione umana = tempo che scorre, mutevolezza • natura psicologica del tempo umano = il prima, il dopo, l’adesso sono registrati dall’anima, non hanno una realtà oggettiva • • • passato = ricordo presente = attenzione futuro = attesa A. Gentileschi, Santa Cecilia suona il liuto, XVII sec.
    19. 19. Città terrena e città divina • città terrena = vi fanno parte coloro che sono presi dall’amore per se stessi • città divina = vi appartengono coloro che offrono il loro amore a Dio, seguendo il suo disegno Scuola di Rembrandt, Agostino medita sul mistero della Trinità, XVII sec.
    20. 20. Grazia e predestinazione • teoria della predestinazione = ciascuno di noi, non per meriti o colpe personali, è destinato da Dio alla salvezza o alla perdizione fin da prima della nascita; solo pochi eletti si salveranno, predestinati da un misterioso giudizio divino

    ×