Your SlideShare is downloading. ×
Turismo sostenibile: una sfida possibile
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Turismo sostenibile: una sfida possibile

163
views

Published on

Presentazione di Maria Laura Talamé, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, durante il convegno di Visso, il 27 ottobre, nuove forme di turismo. Maria Laura Talamé illustra come il concetto di turismo …

Presentazione di Maria Laura Talamé, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, durante il convegno di Visso, il 27 ottobre, nuove forme di turismo. Maria Laura Talamé illustra come il concetto di turismo sostenibile sia stato applicato al Parco Nazionale dei Monti Sibillini e quali siano le possibilità per gli utenti di fruire in maniera sostenibile delle risorse del Parco.


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
163
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il turismo sostenibileuna sfida possibile Bolognola 12 luglio 2009 Maria Laura Talamè
  • 2. LOVING THEM TO DEATH?
  • 3. TURISMO SOSTENIBILE “QUALSIASI FORMA DI SVILUPPO, PIANIFICAZIONE O ATTIVITA’ TURISTICA CHE RISPETTI E PRESERVI NEL LUNGO PERIODO LE RISORSE NATURALI CULTURALI E SOCIALI E CONTRIBUISCA IN MODO EQUO E POSITIVO ALLO SVILUPPO ECONOMICO E ALLA PIENA REALIZZAZIONE DELLE PERSONE CHE VIVONO, LAVORANO E SOGGIORNANO NELLE AREE PROTETTE”(Europarc Federation)
  • 4. L. 6 dicembre 1991, n. 394 Legge quadro sulle aree protetteTitolo I1.Finalità e ambito della legge. 1. La presente legge (…) detta princìpi fondamentali per listituzione e la gestione delle aree naturali protette, al fine di garantire e di promuovere, in forma coordinata, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale del paese.
  • 5. LA PIANIFICAZIONE Tutela dei valoriPiano per il Parco ambientaliPiano Pluriennale Promozione delleeconomico e sociale attività compatibili
  • 6. LA PIANIFICAZIONEPiano di interpreta- Organizzazione delzione ambientale sistema di fruizione del PNMS Strategia per lo sviluppo Piano di marketing turistico sostenibile nel territoriale PNMS (Carta Europea del Turismo sostenibile)
  • 7. ADERIRE ALLA CETS VUOL DIRE…PIANIFICAZIONE TURISTICA• Elaborare una rapporto diagnostico• Elaborare una strategiaLAVORARE IN PARTNERSHIP• Forum permanenteOPERARE COME “SISTEMA TURISTICO”• Attuare la strategia
  • 8. ADOTTARE UN PIANO DI INTERPRETAZIONE AMBIENTALE VUOL DIRE… garantire la progettazione integrata di infrastrutture, strutture, percorsi, attività (e materiali), fatta in funzione dell’accessibilità consentita, a sua volta determinata da:• la fragilità e vulnerabilità delle aree a cui si può accedere• gli obiettivi educativi e di tutela dell’area protetta• gli obiettivi di sviluppo socio economico dell’area
  • 9. CON L’OBIETTIVO PRIORITARIO DI…• Migliorare l’offerta turistica• Favorire la creazione/sviluppo di prodotti turistici in grado di soddisfare le esigenze dei visitatori e di chi vive e lavora nel Parco, tutelando al contempo le sue risorse ambientali.• Rafforzare nelle persone il senso di responsabilità nei confronti del contesto ambientale in cui soggiornano, vivono e lavorano.
  • 10. Le azioni
  • 11. Il sistema di fruizioneLe struttureLe risorse umane
  • 12. L’accoglienza I Centri visita e museiLe Case del ParcoI Centri di EA Le aree faunistiche
  • 13. LA RETE DEI CEA DEL PARCO8 CEA della rete InFEA RegioneMarche1 CEA della rete InFEA RegioneUmbria
  • 14. Le Guide del ParcoOrganizzazione diattività diinterpretazioneambientaleAttività dimonitoraggio dellearee critiche
  • 15. La Grande Viadel Parcoe 6 itinerari adanello
  • 16. I percorsi nei centri storici
  • 17. I sentieri natura
  • 18. Aree pic-nic e areesosta camper
  • 19. I percorsi inmountain bike
  • 20. 17 percorsiescursionistici
  • 21. Il Grande Anellodei Sibillini120 Km di percorso9 tappe8 rifugi escursionistici nei punti tappa
  • 22. Il Grande AnelloMountain Bike160 Km di percorso5 tappe con appoggio in rifugio
  • 23. L’Ippoviadei Sibillini
  • 24. L’accessibilità ai benimateriali e immateriali delParco
  • 25. La Comunicazione Il sito webLe pubblicazioni La promozione
  • 26. La Comunicazione Presenza sui media
  • 27. La Promozione Salon des Randoneés
  • 28. • Il turismo verde, in controtendenza con i dati nazionali è in costante aumento• Dal 2000 al 2009 il numero di presenze turistiche è passato da 500.000 a 690.000; il numero degli arrivi ha avuto un incremento del 12,8%, La percentuale di presenze di stranieri è passata dal 4% al 15%• È aumentato il numero di strutture ricettive (soprattutto agriturismo e B&B)• L’indagine diretta sul profilo del visitatore evidenzia che: -il 47% degli intervistati ha scelto questi luoghi proprio perché si tratta di un’area protetta - La maggior parte degli intervistati ha conosciuto il parco da pubblicazioni, media, web e gli uffici del Parco. - i principali fattori di attrazione del Parco risultano: la natura, il patrimonio culturale e la gastronomia di qualità
  • 29. La conservazionedell’ambiente: dalimite a opportunità
  • 30. Conservare il territorio evalorizzarlo seguendo i principidel turismo sostenibile è la “sfidapossibile” per garantire il futurodi questo straordinario territorio.

×