Your SlideShare is downloading. ×
0
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Seminario 22 marzo 2011: Professioniste del terzo millennio

802

Published on

Donne e tecnologia

Donne e tecnologia

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
802
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Solo Malta fa peggio con il 56,6 per cento.
  • Transcript

    • 1. Donne e tecnologia : ossimoro, necessità o opportunità? Monica B. M. Pontiroli Consulente di Management: Leadership, Marketing, Comunicazione di Impresa Professioniste del terzo millennio Chi sono, cosa fanno, come conciliano lavoro e famiglia. E quali difficoltà ancora incontrano
    • 2. lo scenario
      • Cresce l’occupazione femminile, ma non cambia lo svantaggio delle donne: nelle opportunità, nella retribuzione, nella carriera…
      • Continua la resistenza culturale alla valorizzazione delle diversità, anche di genere
      • Sono ancora limitate le flessibilità e le agevolazioni nei contratti di lavoro dipendenti per il mondo femminile
      • Permane l’(auto)reclusione in ambiti formativi e occupazionali tradizionali, diversi dai nuovi percorsi ad alta crescita
      Molta teoria sulla donna, soggetto sociale che ha dimostrato la propria parità, ma che necessita ancora di un supporto conoscitivo, normativo e formativo per consolidare il proprio obiettivo di uguaglianza
    • 3. Qualche dato italiano
      • tasso di occupazione femminile:
        • occupazione totale: 46,4% (72° posto)
        • senza figli, tra i 25 e i 54 anni: 63,9% (  Ue 75,8)
        • con un figlio: 59% (  Ue 71,3 %)
        • con 2+ figli: 54,1 % (  Ue 69,2 %)
      • managerializzazione femminile:
        • dirigenti e manager : 11,9% (  Ue 30%)
        • rappresentanza in CDA: 3,2% (  Ue 11,4%)
        • donne imprenditrici: 23,4% (  Ue 33%)
      • preparazione e accesso universitario:
        • iscrizioni femminile alle Facoltà tecnico-scientifiche: mai oltre il 15-20%
      Fonte: eurostat Settore Chimico-farmaceutico : le laureate superano i laureati (66% vs 34%). Il voto è di media 102,5 contro 100 dei maschi. Settore Scientifico: le donne si laureano con la stessa media dei maschi (104), ma con un anno di vantaggio. Settore Geo-biologico: le laureate sono il 65%. Il voto di laurea è mediamente di 105,6 Agraria: le donne si laureano con una media più alta (105 vs 104) e con un certo anticipo (7,6 anni vs 8.2). Ingegneria: solo il 19% sono donne. Esse mostrano però risultati migliori dei colleghi maschi (103,5 contro 101) e una maggiore velocità nel laurearsi. Medicina: le laureate superano i laureati per numero (57%), media di laurea (108 vs 106) ed età di laurea (27 anni invece di 28).
    • 4. L’autoesclusione Fonte: Istat
      • segregazione formativa
        • Gruppo insegnamento: 89,7% sono donne
        • Gruppo linguistico: 81,8% sono donne
        • Gruppo psicologico: 78,9% sono donne
        • Gruppo scientifico: 24,6% sono donne
        • Gruppo ingegneria: 18,4% sono donne
        • Difesa e sicurezza: 16,5% sono donne
      • segregazione verticale
        • Su 100 dirigenti: 23 sono donne
        • Su 100 direttivi-quadri: 36,6 sono donne
      • AMBITO UNIVERSITARIO:
        • Su 100 docenti ordinari: 15,9 sono donne
        • Su 100 docenti associati: 31,2 sono donne
        • Su 100 ricercatori: 42,9 sono donne
    • 5. Stereotipi
    • 6. Siamo meno brillanti?
    • 7. E il nostro cervello?
    • 8. Chi assume
      • Terziario avanzato:
        • Servizi
        • Commercio ed export
      • Industria:
        • Nuove ingegnerie:
          • Biologiche
          • Sociali
          • Economiche e finanziarie
          • Industriali
        • Nuove tecnologie:
          • Nano tecnologie
          • Internet services
          • System integration
      • Pubblico:
        • Nuove scienze biologiche
        • Nuove ingegnerie
    • 9. E per domani?
    • 10. La tecnologia
      • È uno strumento:
      • di qualificazione professionale
      • di apertura su nuove prospettive occupazionali
      • di disegno di nuove strade formative
      • di formazione
      • di aggiornamento e informazione
      • di comunicazione e socialità
      • di conciliazione
    • 11. Grazie! [email_address]

    ×