• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Scegliere la tecnologia RFID
 

Scegliere la tecnologia RFID

on

  • 526 views

Abbiamo identificato 5 casi in cui scegliere la tecnologia RFID con profitto: ...

Abbiamo identificato 5 casi in cui scegliere la tecnologia RFID con profitto:
1. tracking beni aziendali 2. carico/scarico pallet centri distribuzione 3. gestione beni aziendali 4. inventario negozio 5. tracciabilità alimentare

Statistics

Views

Total Views
526
Views on SlideShare
526
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Scegliere la tecnologia RFID Scegliere la tecnologia RFID Document Transcript

    • UN APPROCCIO PRAGMATICO ALLATECNOLOGIA RFID : 5 TIPOLOGIE DIAPPLICAZIONI per UN PERFETTORITORNO SULL’ INVESTIMENTO Sintesi 1 Cresce l’interesse del mercato per la tecnologia RFID... La tecnologia RFID, cioè l’utilizzo di tag in radiofrequenza per processi di identificazione, tracking e tracing, si è diffusa per l’identificazione degli animali da compagnia, il pagamento dei pedaggi autostradali, il controllo dell’accesso nelle stazioni ferroviarie, il controllo qualità dei prodotti alimentari e molto altro. La tecnologia RFID ha raggiunto la maturità in numerosi campi di applicazione ed è stata molto pubblicizzata negli ultimi anni. Per questo molte aziende si sono proposte per offrire soluzioni RFID, senza però riuscire a soddisfare veramente le aspettative. Infatti le possibilità di applicazione della tecnologia RFID sono infinite: cambiando il tipo di radiofrequenze e di tag utilizzati, le potenzialità di ogni singola soluzione RFID possono variare significativamente in termini di distanza di lettura, di tipo e quantità di informazioni immagazzinate o di costi di realizzazione. Per ottenere il massimo in termini di tracciabilità ed efficienza è imperativo saper scegliere il giusto materiale e la corretta applicazione RFID. Sempre più soluzioni di tecnologia RFID si rivolgono a mercati di nicchia, dove è più facile definire i requisiti e visualizzare i vantaggi.ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • ... senza emergere veramente. La tecnologia RFID si sta facendo strada ma non è ancora diffusa all’interno della supply chain per molteplici ragioni. Abbiamo condotto un sondaggio sulla tecnologia RFID che ha rivelato che, pur consapevoli dei principali benefici (tracciabilità, automazione dei processi e migliore accuratezza), molte aziende non sono ancora convinte della sua necessità: i costi rimangono il principale ostacolo per la realizzazione. In effetti, nonostante le numerose possibilità offerte dall’utilizzo di un tag RFID, spesso questo può apparire costoso rispetto al prodotto da rintracciare o identificare. Pur conoscendo possibilità e vantaggi, alcuni considerano la tecnologia RFID solo un mezzo per potenziare lo scambio di informazioni con fornitori e clienti. In passato così è stato per molte nuove tecnologie; per esempioLa tecnologia RFID è quando i primi apparecchi fax sono apparsi sul mercato, ci si chiedeva: perutilizzata in numeroseapplicazioni all’interno quale motivo acquistarne uno se i miei contatti non lo usano a loro volta?della supply chain, Oggi molti grandi distributori hanno adottato la tecnologia RFID e chiedonosenza però diffondersi: ai loro fornitori di fare altrettanto. Per i primi ci vuole sempre un certoeppure può generare tempo prima che si generi un ritorno sull’investimento (ROI).un eccellente ROI innumerosi processi di Non sorprende che il 12% dei partecipanti al nostro sondaggio abbianoattività. dichiarato di essere interessati alla tecnologia RFID ma di essere in attesa di un convincente progetto realizzato: attenti agli sviluppi in questo campo, 2 aspettano con grande interesse di vedere che possa fare per loro la tecnologia RFID. Abbiamo ha identificato 5 casi che dimostrano come l’attuazione di un progetto RFID può generare un significativo ritorno dell’investimento.ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • Generare ROI: 5 diversi casi ne danno prova con chiarezza 1. Tracking di beni recuperabili La perdita di beni recuperabili (pallet, carrelli, casse di plastica, ecc.) rappresenta per molte aziende uno spreco di denaro. Identificando tali beni con un tag RFID, è possibile rintracciarli e sapere esattamente che cosa è stato inviato ad un determinato cliente, quante unità dovrebbero trovarsi in sede in un determinato momento, ecc. I tag sugli articoli che entrano o escono dai magazzini vengono letti automaticamente ogni volta che un camion viene caricato o scaricato. Il ROI generato da una simile applicazione è evidente: la tecnologia RFID per le aziende che non vogliono più perdere migliaia di articoli ogni anno, basti pensare al costo di un singolo carrello a gabbia (400 euro). 2. Carico e scarico di pallet nei centri di distribuzione La tecnologia RFID contribuisce a ridurre i tempi di carico e scarico dei camion. Infatti utilizzando la tecnologia RFID per l’identificazione delle merci trasportate e installando un cancello RFID presso la piattaforma di 3 carico/scarico, le informazioni sono lette automaticamente in entrata ed in uscita dal centro di distribuzione. La tecnologia RFID fa risparmiare tempo e la percentuale di errori è considerevolmente ridotta: i prodotti caricati sul camion sbagliato, o scaricati erroneamente, sono rilevati immediatamente. Anche in questo caso il ROI è evidente, visto che il costo della incorretta o inappropriata movimentazione dei prodotti (trasporti, mano d’opera, ecc.) è elevato e riduce significativamente i margini di guadagno sulle vendite di un’azienda. Ultima considerazione, ma non meno importante: il ricorso alla tecnologia RFID per queste attività comporta una maggiore sicurezza sul luogo di lavoro per gli operatori, che non devono più eseguire movimenti potenzialmente pericolosi per passare lo scanner su ogni singolo codice a barre di ogni pallet movimentato. 3. Gestione dei beni aziendali Per molte organizzazioni è importante conoscere l’esatta ubicazione dei loro beni e sapere in che modo sono utilizzati. L’applicazione di un tag permetterebbe una migliore gestione di questi beni “sul campo”. Negli ospedali ad esempio, capita che il personale medico perda tempo alla ricerca di un macchinario che potrebbe essere in uso in un altro reparto: a volte si acquistano costosi apparecchi senza pensare che si potrebbe lavorare inZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • modo efficiente anche con un numero minore di unità. Con una soluzione RFID per la gestione dei beni aziendali è anche possibile immagazzinare le informazioni sulla manutenzione degli apparati sulla macchina stessa, senza ricorrere a un programma informatico o a supporti cartacei. La gestione degli inventari diventa molto semplice. 4. Inventari nei negozi Molti negozi dedicano un tempo notevole agli inventari. Per far questo sono costretti a chiudere, con un alto rischio di fare errori durante il conteggio. La tecnologia RFID può rendere questa procedura rapida e snella. Per un ritorno sull’investimento elevato è buona cosa applicare tag RFID solo su articoli il cui valore ne giustifica l’uso, come potrebbe essere il caso di capi di abbigliamento, apparecchi elettronici, gioielli. L’inventario diventa più rapido e le informazioni sugli articoli inventariati sono trasmesse direttamente al sistema centrale con maggiore precisione. L’applicazione RFID permette di identificare rapidamente gli articoli più venduti ai fini della ricostituzione delle scorte. 5. Tracciabilità alimentare Nel settore dei freschi, l’uso di un tag RFID attivo permette di verificare il rispetto della catena del freddo per lintera supply chain. Un sensore 4 applicato in ogni contenitore di cibo deperibile facilita l’esatta identificazione dei contenitori, identificando quelli esposti a problemi di temperatura, eliminando solo questi senza compromettere l’intera spedizione. La stessa applicazione può essere utilizzata nel settore che si occupa della raccolta del sangue per trasfusioni, grazie alla possibilità di controllare sia la temperatura che il contenuto e l’ubicazione di una sacca.ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • Cosa rende un progetto RFID un successo commerciale? I casi che abbiamo descritto sono, secondo noi, quelli che daranno luogo al migliore ritorno sull’investimento (ROI). Tuttavia, perché un progetto RFID abbia successo occorre tenere conto di molti altri parametri. Comprendere le potenzialità della tecnologia e adottare un approccio pragmatico In passato, chi ha adottato la tecnologia RFID nell’interesse della tecnologia stessa a volte non ha valutato con una profonda riflessione né una valida prova a sostegno della decisione di investire. Un esempio il prezzo di un tag,È importante fornireun esempio concreto che può essere troppo elevato rispetto al prodotto da identificare oa sostegno della tracciare. Un altro problema tipico è legato all’incarico da svolgere. Se èdecisione di investire. vero che la tecnologia RFID permette una certa creatività, per certi processiLa soluzione RFID l’implementazione potrebbe essere complicata rispetto ad altre tecnologie.concretizza un ROI Occorre poi tenere conto degli aspetti ambientali: dato che la tecnologiamigliore anche RFID è basata sulle radiofrequenze, certi materiali o altri elementiaccompagnata da dell’ambiente di lavoro potrebbero pregiudicare la trasmissione delle 5altre tecnologie. informazioni. Quindi la tecnologia RFID per certi progetti potrebbe essere affiancata da tecnologie che utilizzano il riconoscimento vocale o i codici a barre, ottenendo risultati migliori a un prezzo inferiore. La tecnologia RFID non è una tecnologia “a sé stante”, spesso consegue un migliore ROI in combinazione con altre tecnologie, come appunto il riconoscimento vocale e i codici a barre. Esempi di integrazione multitecnologica con RFID: Riconoscimento vocale con localizzazione confermata attraverso un tag RFID Prova di avvenuta consegna mediante smartcard per registrare la transazione e tag RFID per localizzare e identificare i prodotti RFID al ricevimento dei pallet e codici a barre per la conferma dell’ubicazione in magazzino Sistema ottico di lettura codice a barre per la ricezione di gabbie di plastica in grandi quantità ma RFID per singola gabbia RFID combinata con soluzioni di etichettatura per scrivere leZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • informazioni sulle tag RFID e applicarle agli articoli Il primo passo per realizzare un progetto RFID di successo è essere capaci di analizzare in maniera approfondita le tematiche aziendali e appurare se RFID sia in effetti la tecnologia più appropriata. Previsione del rumore e qualificazione dei dati La tecnologia RFID è basata sulle radiofrequenze e di conseguenza è necessario prendere in considerazione un certo numero di criteri prima di mettere in cantiere una soluzione. È fondamentale identificare i fattori che potrebbero provocare rumore e disturbi nella trasmissione dei dati perché a volte tali fattori rendono impossibile il ricorso alla RFID. Inoltre, un’azienda che decida di adottare la tecnologia RFID per uno o più processi, deve definire con la massima chiarezza quali informazioni debbano essere lette da ciascun tag. Per esempio, un operatore potrebbe indossare indumenti che contengono un tag RFID, ma tali informazioni non interessano certo l’azienda: per questo è necessario definire chiaramente leLo operazioni da operazioni corrispondenti ai processi operativi da migliorare. Questoeseguire devono complesso di parametri combinati che aiutano a raccogliere le giuste 6essere definite informazioni è detto “qualificazione dei dati”.chiaramente.È necessaria un’analisi Un altro punto da valutare è che la semplice lettura delle informazioni delapprofondita delle tag può non fornire l’informazione richiesta. Per esempio il carico e scaricoesigenze e di un camion: si tratta di merci in spedizione o di merci in arrivo? E chedell’ambientecircostante al fine di succede se in un magazzino un tag si trova alla portata di due antenne ed èevitare interferenze. letta da ambedue? La soluzione di questo tipo di problema si chiama “virtualizzazione dell’ubicazione (Location virtualization)”: diverse antenne posizionate sullo stesso cancello che definiscono distinte zone di lettura. Per garantire una buona soluzione è necessaria un’analisi completa. Gli esempi che abbiamo fatto non sono esaustivi. Ogni attività e ogni azienda ha le sue specificità. Se prima di mettere in atto qualsiasi soluzione è necessaria un’analisi dettagliata delle esigenze e dell’ambiente di applicazione, questo è particolarmente vero per la tecnologia RFID.ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • Trarre il massimo dalla soluzione individuata Uno dei vantaggi della tecnologia RFID è che non richiede di per sé un’implementazione su vasta scala. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la messa in opera di una soluzione RFID non deve necessariamente coinvolgere tutti i prodotti o i processi nello stesso momento. L’attuazione può avvenire per flussi di lavoro, per fornitore e per cliente, senza necessariamente dare adito a un ‘Big Bang”. Se progettata correttamente, una soluzione RFID, anche nei casi in cui ne era previsto il funzionamento “a circuito chiuso”, può eventualmente funzionare in ambiente aperto, rendendo accessibili anche a terzi tutte o parte delle informazioni trasmesse. A questo proposito, gli standard EPCIS sanciti nel 2007 svolgono un ruolo importante. Si tratta di una serie di metodi standard in base aiLa tecnologia RFID quali i dati EPC provenienti da RFID o da altre tecnologie possono esserenon richiede di per sé captati, trattati, formattati e condivisi. Si adatta ad applicazioni diversificateun’implementazione come quelle menzionate più sopra, e la sua enorme importanza sta nelsu vasta scala. fatto che permette a partner commerciali di condividere senza interruzione,Tuttavia è necessario in modo sicuro e in tempo reale i dati della supply chain. In questatenere conto delle condivisione dei dati sta il reale potenziale della RFID nel quadro di unapossibili evoluzionidell’azienda. Una supply chain a visibilità integrata.soluzione RFID deve Per questo è indispensabile tenere conto delle possibili evoluzioni future diessere una soluzione. Una soluzione RFID deve essere dunque ridimensionabile. Il 7ridimensionabile, successo di un progetto RFID dipende anche dalla scelta degli strumentifacilmente giusti (tag, antenne, lettori, ecc.). Questo vale anche per lo strumento diaggiornabile e di facile integrazione, che deve permettere di operare aggiornamenti emanutenzione. manutenzioni con facilità. Il giusto strumento di integrazione dovrà aiutare a prevenire futuri problemi, ad esempio qualora si rendesse necessario ampliare la soluzione esistente aggiungendo nuovi flussi di lavoro o nuove operazioni. E deve essere una soluzione aperta, in grado di assimilare nuove tecnologie (nuovi tag o lettori, per esempio).ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com
    • Conclusione RFID dovrebbe essere considerata una “nuova” tecnologia che favorisce nuove soluzioni e apre le porte alla creatività, senza pensare che possa essere una panacea, in grado di risolvere ogni problema di tracking o localizzazione. È vero che l’RFID ha reso possibili nuove applicazioni, ma è altrettanto vero che non sempre è la tecnologia che può dare i migliori risultati o il migliore ritorno sull’investimento. Pertanto è necessario adottare un approccio pragmatico e affidarsi a un consulente professionale per un’analisi approfondita dell’ambiente, dei bisogni e degli obiettivi strategici in modo da determinare se la tecnologia RFID sia la più adatta per ottimizzare i processi aziendali. Senza dimenticare che spesso il modo più efficiente di utilizzare la tecnologia RFID consiste nel combinarla ad altre tecnologie:in questo modo può aprire la strada al completamento e potenziamento di una soluzione esistente. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’implementazione della tecnologia RFID non comporta una rivoluzione dei processi operativi: può essere integrata assai facilmente con le tecnologie esistenti e lavorare in parallelo con altre soluzioni. 8 Da ultimo, al momento di implementare la tecnologia RFID, le aziende dovrebbero prendere in considerazione il loro sviluppo futuro. Da una parte, esplorare in che modo la soluzione potrà evolvere all’interno dell’azienda, lasciando la possibilità di ampliare l’ambito operativo; dall’altra , tenere conto del fatto che l’RFID è una tecnologia in costante evoluzione, che produce nuovi prodotti ogni mese. Di conseguenza è necessario selezionare uno strumento di integrazione aperto che non costringa a ripensare l’intera soluzione nel momento in cui si renderà disponibile un prodotto migliore.ZETES S.r.l. - Partita IVA 05074800961Sede Legale, Amministrazione e Logistica : Lungobisagno Dalmazia 71/16 - 16141 GenovaTel. +39 010 8380845 / 8604257 Fax. +39 178 6085955Filiale Commerciale: Milanofiori, Strada 4, Palazzo Q7 – 20089 Rozzano - Milano - Tel. +39 027530748www.zetes.it ; info@it.zetes.com