• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
MICHAEL: una rete di portali per promuovere l’accesso online alla cultura europea di Giuliana De Francesco. Workshop "MICHAEL nelle Marche" (Fermo, 12 dicembre 2007)
 

MICHAEL: una rete di portali per promuovere l’accesso online alla cultura europea di Giuliana De Francesco. Workshop "MICHAEL nelle Marche" (Fermo, 12 dicembre 2007)

on

  • 1,010 views

Visione d'insieme del progetto europeo MICHAEL, delle attività e dei risultati.

Visione d'insieme del progetto europeo MICHAEL, delle attività e dei risultati.

Statistics

Views

Total Views
1,010
Views on SlideShare
1,010
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial LicenseCC Attribution-NonCommercial License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • MICHAEL builds on work by the MINERVA working group on “ Inventories, discovery of digitised content, multilingualism issues ”
  • MICHAEL builds on work by the MINERVA working group on “ Inventories, discovery of digitised content, multilingualism issues ”
  • This presentation is designed to equip you with an understanding of

MICHAEL: una rete di portali per promuovere l’accesso online alla cultura europea di Giuliana De Francesco. Workshop "MICHAEL nelle Marche" (Fermo, 12 dicembre 2007) MICHAEL: una rete di portali per promuovere l’accesso online alla cultura europea di Giuliana De Francesco. Workshop "MICHAEL nelle Marche" (Fermo, 12 dicembre 2007) Presentation Transcript

  • MICHAEL: una rete di portali per promuovere l’accesso online alla cultura europea Giuliana De Francesco Ministero per i beni e le attività culturali Direzione generale per l’innovazione tecnologica e la promozione [email_address] Workshop MICHAEL nelle Marche Fermo, 12 dicembre 2007
  • MICHAEL
    • Obiettivo:
    • Lanciare un servizio in linea che promuova il patrimonio culturale europeo presso il pubblico di tutto il mondo
    Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe
  • Digitalizzazione Dagli anni ’90 in tutta Europa si investe nella digitalizzazione di collezioni culturali e scientifiche di ogni settore, coinvolgendo nei progetti migliaia di istituzioni culturali e organizzazioni private Occorreva agevolare il reperimento delle collezioni digitali, promuovendo l’accesso alla ricchezza e varietà del patrimonio europeo
  • La funzione di MICHAEL Mettere in contatto le persone con le collezioni di musei, biblioteche, archivi e altre istituzioni culturali e scientifiche di tutta Europa Susan insegna musica in una scuola elementare St John’s College Cambridge: Manuscript collection Play burmese musical instruments online: Museums Open Learning Initiative
  • Approccio trasversale (cross domain)
    • Un approccio trasversale a tutti i settori della scienza e della cultura:
    • Archivi, Biblioteche, Musei, Uffici tutela e catalogo, Archivi audiovisivi, Ricerca e patrimonio scientifico, Formazione…
    • coinvolgere istituzioni di ogni genere e dimensione
    • Nazionali, Regionali, Locali, Pubbliche e private, Grandi, medie e piccole
  • Il progetto
    • Finanziato dal programma eTen della CE (deployment)
    • MICHAEL (UK, FR, IT) inizia a giugno 2004
    • MICHAELplus inizia a giugno 2006
      • + 11 paesi: Repubblica Ceca, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Portogallo, Svezia
    • Le attività terminano alla fine di maggio 2008
    • Altri paesi europei stanno avviando il servizio MICHAEL investendo fondi nazionali:
      • Belgio (Comunità fiamminga), Bulgaria, Estonia
      • Slovacchia
    • Totale: 18 paesi, oltre 40 partner
  • Il progetto
    • Nasce da una costola del progetto MINERVA .
    • Si basa infatti su:
      • Linee guida prodotte dai gruppi di lavoro MINERVA WP3, Inventari, scoperta di contenuti digitali e multilinguismo, e WP4, Interoperabilità e servizi online
      • La piattaforma software open source sviluppata per il francese Catalogue des fonds culturels numérisés
  • Il sito web del progetto http://www.mic hael- c ulture.eu
  • http://www.michael-culture.org/ Il portale europeo MICHAEL è stato inaugurato a dicembre 2006
  • http://www.michael-culture.fr/ Tre portali nazionali in linea Tre portali nazionali in linea Tre portali nazionali in linea Tre portali nazionali in linea
  • http://www.michael-culture.org.uk/ Tre portali nazionali in linea
  • http://www.michael-culture.it/ Tre portali nazionali in linea
  • http://www.michael-culture.pl/ http://www.michael-portal.de/ Altri portali in costruzione
  • http://www.michael-culture.gr/ http://www.michael-culture.nl/ Altri portali in costruzione
  • 18 +1 portali MICHAEL
  • INTERNET MICHAEL NATIONAL INSTANCE MICHAEL NATIONAL INSTANCE MICHAEL NATIONAL iNSTANCE 18 +1 portali MICHAEL CONTENUTI CONTENUTI utente MICHAEL European portal CONTENUTI CONTENUTI
  • Gli utenti di MICHAEL
    • Molte comunità di utenti diverse tra loro:
      • Formazione
      • Ricerca
      • Turismo culturale
      • Amministrazione
      • Servizi culturali
      • Imprese creative
      • Pubblico generico e semplici curiosi
      • tutti i settori della società
  • I vantaggi…
    • … per ministeri ed enti locali
    • MICHAEL è un valido strumento per:
    • Delineare il quadro generale della digitalizzazione del patrimonio culturale
    • Pianificare e monitorare le iniziative nel campo della digitalizzazione gestite o finanziate
    • Promuovere sinergie fra progetti e istituzioni diverse
  • I vantaggi...
    • … per le istituzioni culturali
    • Attraverso MICHAEL una istituzione culturale o scientifica può:
    • Raggiungere un pubblico più ampio, naizonale e internazionale
    • Informare gli utenti e promuovere l’accesso alle proprie collezioni
    • Incrementare il proprio profilo in rete
    • Gestire collezioni e gruppi di oggetti digitali
    • Pianificare ulteriori attività di digitalizzazione
  • I vantaggi...
    • … per gli utenti
    • MICHAEL permette di reperire informazioni sul patrimonio culturale digitale provenienti da:
      • Tutti i settori del patrimonio culturale
      • Istituzioni culturali di ogni tipo
      • Tramite una semplice interfaccia di ricerca, su base multilingue
      • Per tema, periodo, area geografica, tipo di istituzione, testo livbero etc.
  • I vantaggi...
    • … per gli utenti
    • E’ possibile accedere al patrimonio culturale digitale
      • A casa
      • A scuola o all’università
      • In biblioteca o in un internet point
  • Le collezioni digitali
    • Cos’è una collezione digitale?
    Definizione d collezione data da Dublin Core: “ The term 'collection' can be applied to any aggregation of physical or digital items ”
    • Una collezione digitale è una aggregazione di oggetti digitali:
    • Collezioni di rappresentazioni digitali di oggetti fisici
    • Collezioni di oggetti originariamente digitali
    • Cataloghi o inventari digitali di entrambe le categorie di oggetti
    • Una collezione digitale può essere composta da:
    • Aggregazioni di immagini, testi, audio, video, oggetti 3D digitali, anche miste
    • Collezioni di risorse web
    • Directory Internet e subject gateways
    • Database
    • Inventari e cataloghi digitali
    • Etc…
    Le collezioni digitali
  • Standard internazionali
    • Metadati per la descrizione delle collezioni
      • RSLP, Dublin Core Collections AP
    • Il modello dei dati MICHAEL è concepito per descrivere collezioni digitali appartenenti a ogni settore del patrimonio culturale e scientifico e per registrare le relative informazioni di contesto:
      • Istituzioni (crea, possiede, conserva, gestisce)
      • Progetti / programmi (finanzia)
      • Servizi / prodotti (dà accesso)
      • Collezioni fisiche ( rappresenta in tutto o in parte)
    • E’ disponibile un profilo di applicazione MICHAEL- Dublin Core
  • MINERVA model
    • WP3 Specifications for inventories of digitised content
    Project Digital Collection Institution makes Service / Product n n n n n n creates access Programme Physical Collection
  • Entità e relazioni Digital Collection is responsible for – is under the responsibility of is the location of - is located at creates – is created by is representation / is source of (part of all) makes available (part of) one or more - is made available via creates – is created in the context of is responsible for – is under the responsibility of contributes to – is contributed by is responsible for – is under the responsibility of creates – is created by Institution is part of Physical collection is part of Digital Collection is part of creates – is created by is responsible for – is under the responsibility of creates – is created by is part of / funds Programme Project Service / Product Institution Physical Collection
  • Standard internazionali
    • Terminologie
    • ISO: Language (ISO 639); Spatial coverage ( ISO 3166 Countries )
    • DCMI: Digital type (DCMI Type)
    • UNESCO thesaurus: Subject (UNESCO)
    • W3C/WAI: WAI (WAI/MICHAEL)
    • MINERVA e MICHAEL
      • Digital format (MINERVA/MICHAEL)
      • Period (MICHAEL)
      • Institution type (MINERVA/MICHAEL)
      • Access type (MINERVA/MICHAEL)
      • Access conditions (MICHAEL)
      • Audience (MINERVA/MICHAEL)
  • Standard internazionali
    • Tecnologia
    • XML per la rappresentazione dei dati
    • OAI-PMH per la cattura automatica dei metadati:
    • I database nazionali mettono i record XML a disposizione dell’harvester del portale europeo tramite il protocollo OAI-PMH
    • Il servizio europeo non ha contenuto proprio, si compone dei record di metadati creati e aggiornati da ogni paese partner
    • Il repository OAI del servizio europeo MICHAEL cattura via internet i metadati messi a disposizione dai database nazionali
  • Standard internazionali
    • Diritti
    • I metadati MICHAEL sono messi a disposizione del pubblico sotto licenza Creative Commons ‘Attribution Non-commercial’ (by-nc).
    • Significa che tutti possono copiare, distribuire e reimpiegare I metadati per fini non commerciali, a condizione che ne citino la fonte
  • Software open source
    • La piattaforma software usata da MICHAEL si compone di due moduli che interagiscono fra loro:
      • Un modulo di produzione (ad accesso ristretto) per la creazione, modifica, gestione, esportazione dei record attraverso maschere web
      • Un modulo di pubblicazione per l’attivazione di una interfaccia utente che consenta l’accesso ai dati via Internet mettendo a disposizione varie funzioni di ricerca
    • I due moduli girano su componenti software open source molto diffusi, quali ad esempio:
      • Apache Cocoon
      • eXist
      • Xdepo
      • SDX
      • Apache Lucene
  • La piattaforma software MICHAEL è pubblicata su Sourceforge.net
  •  
  • UK IT FR http://www.michael-culture.org
    • Traduzione delle pagine statiche e dei contenuti editoriali
    • Tutte le lingue dei paesi partner
    • L’utente sceglie la lingua in cui navigare attraverso il portale
    Accesso multilingue
  • Accesso multilingue
    • Traduzione delle terminologie standard
    • Le terminologie locali sono correlate a quelle europee
  • Accesso multilingue Campi a testo libero offerti in lingua originale
  • Accesso multilingue Campi supportati da terminologie offerti nella lingua scelta per la navigazione
  • Accesso multilingue Strumento per la traduzione automatica
  • Accesso multilingue
  • La sostenibilità
    • Per garantire la sostenibilità del servizio e l’aggiornamento dei dati a lungo termine, i partner di MICHAEL hanno fondato (luglio 2007) una associazione internazionale senza scopo di lucro di diritto belga (AISBL), MICHAEL Culture
      • Fondatori: MCC (FR); MiBAC (IT); Dédale; Amitié
      • Hanno già aderito: MLA (UK); SPK (GE)
      • Sono in corso altre adesioni
  • MICHAEL e la European Digital Library
    • EC Communication : i2010: Digital Libraries
    • (30 Settembre 2005)
      • a common multilingual access point to Europe’s distributed digital cultural and scientific heritage
      • all types of cultural material
      • held in different places by different organisations
      • targeted at delivering rapidly a critical mass of resources to the users
    • Bruxelles, 13 th November 2006
    • Ministerial conclusions on “ Digitisation and Online Accessibility of Cultural Material, and Digital Preservation ”.
    • In order to build the European Digital Library, two are the main building blocks:
      • The European Library” (TEL) as a gateway to the collective resources of national libraries across Europe
      • MICHAEL-MICHAELplus and the work ongoing in describing and linking digital collections of museums, libraries and archives from different Member States and providing access to these collections
    MICHAEL e la European Digital Library
    • MICHAEL partecipa al processo di costruzione della European digital library :
    • Partner di MICHAEL / MICHAEL Plus partecipano al progetto EDLNet (eContent+ / 2007-2009) e guidano il wp ‘human and political interoperability’
    • Partner di MICHAEL / MICHAELplus partecipano all’ Interoperability Working Group istituito dalla Commissione
    • L’AISBL MICHAEL Culture è membro fondatore della EDL Foundation, dove rappresenta i Ministeri e gli interessi trans-settoriali
    MICHAEL e la European Digital Library
    • MICHAEL offre un catalogo delle collezioni digitali, che copre ogni settore e tendenzialmente tutta Europa
    • MICHAEL individua le collezioni culturali europee da rendere accessibili tramite la European Digital Library
    • MICHAEL archivia informazioni tecniche necessarie per consentire servizi machine-to-machine:
      • informazioni sui protocolli per l’interoperabilità supportati dai diversi database
      • informazioni sulle terminologie e gli standard descrittivi adottati dai diversi database
    MICHAEL e la European Digital Library
  • MICHAEL e la European Digital Library
    • MICHAEL ha creato una rete di migliaia di organizzazioni culturali e scientifiche europee :
    • Grandi, medie e piccole dimensioni
    • Nazionali, regionali o locali
    • Pubbliche e private
    • Di ogni settore (Musei, Biblioteche, Archivi, Uffici tutela e catalogo, Formazione, Ricerca etc…)
    • La rete ha sperimentato con successo collaborazione e metodi di lavoro
  • MICHAEL e la European Digital Library European Digital Library Collections Items MICHAEL TEL Diagram developed at TEL / MICHAEL meeting, Frankfurt, March 2006 National Library collections National Libraries National & Regional Museums, Audio-Visual, Archives and Libraries
    • Strategia
    • Massimo coinvolgimento istituzionale possibile
    • Tutto il territorio nazionale
    • Tutti i settori del patrimonio culturale
    • Partecipazione attiva degli uffici MiBAC centrali e periferici
    • Accordi bilaterali: Regioni, CRUI, BEIC
    • Integrazione con il Portale CulturaItalia e con altre iniziative locali
    MICHAEL in Italia
    • Organizzazione
    • Coordinamento del MiBAC
    • Partecipazione attiva degli uffici MiBAC centrali e periferici
    • Coordinamento decentralizzato sul territorio: le Regioni lavorano in collaborazione con le rispettive Direzioni Regionali del MiBAC
    • Coordinamenti di settore: Archivi di Stato, Biblioteche statali, Università
    • CRUI e BEIC coordinano il censimento delle collezioni digitali di biblioteche, musei, dipartimenti delle 77 università italiane
    MICHAEL in Italia
  • MICHAEL in Italia
    • Modalità cooperative: i workspace
    • Gruppi di istituzioni che operano in modo coordinato (su base territoriale, amministrativa, di settore etc.) hanno a disposizione un proprio ‘workspace’
    • Gestione autonoma dei dati
    • Cartella riservata in cui archiviare i record
    • Possibilità di vedere, ma non modificare, i record inseriti in tutti gli altri workspace e di collegarvi i propri
    • Possibilità di importare ed esportare i propri dati localmente
    • Descritti ad oggi nel sistema:
    • Ca. 2800 collezioni digitali
    • Ca. 1500 istituzioni
    • Ca. 1500 servizi/prodotti
    • Ca. 1700 collezioni fisiche
    • Ca. 500 progetti/programmi
    MICHAEL in Italia
    • GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONE!
    • Giuliana De Francesco
    • [email_address]