• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Lundquist Social Media Awards 2012 - Piattaforme di file sharing
 

Lundquist Social Media Awards 2012 - Piattaforme di file sharing

on

  • 425 views

Results of the Lundquist Social Media Awards Italy 2012: file sharing platform. This research is conceived as a multi-platform, ongoing research project to better understand corporate use of social ...

Results of the Lundquist Social Media Awards Italy 2012: file sharing platform. This research is conceived as a multi-platform, ongoing research project to better understand corporate use of social media. The awards is an aggregation of individual studies focusing on specific channels or groups of channels, including generic social networks (Facebook), professional networking sites (LinkedIn), microblogging platforms like Twitter and content sharing websites (from YouTube to Slideshare and Pinterest).

Statistics

Views

Total Views
425
Views on SlideShare
425
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Lundquist Social Media Awards 2012 - Piattaforme di file sharing Lundquist Social Media Awards 2012 - Piattaforme di file sharing Document Transcript

    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s Lundquist Social Media Awards 2012 parte terza - piattaforme di file sharing 21 gennaio 2013Numeri chiave delle società Le aziende italiane non usano le immagini peritaliane sulle piattaforme disharing comunicare la propria immagine66 sulle 100 maggiori società in Italia Nell’anno delle infografiche e dell’acquisto milionario di Instagram,presentano un canale YouTube. Tra la nuova frontiera dei social media passa per le immagini. Per lequeste meno della metà ( 32) presenta aziende questo significa raccontarsi non solo attraverso paroleanche contenuti corporateLe 32 società hanno caricato un totale di ma anche immagini e, soprattutto, i video. YouTube è tra i social media maggiormente utilizzati dalle società italiane: sette su diecioltre 8.000 video, con mediamente hanno aperto un proprio canale, sebbene questo venga utilizzatooltre 1,5 milioni di visualizzazioni per principalmente come archivio. Largamente sottovalutati gli altricanale canali di file sharing come Flickr, Pinterest e Slideshare.8 società presentano canali avanzatialtamente personalizzati e molto attivi A prima vista, sembra che YouTube non sia stato trascurato dalle imprese Solo 17società presentano un come strumento per veicolare la propria storia, identità e prodotti. Secondoaccount su Slideshare con contenuti lo studio condotto da Lundquist, due terzi delle prime 100 società italiane hanno una presenza su questo canale.prevalentemente finanziari. 5 di questenon hanno pubblicato contenuti nel 2012 Tuttavia, buona parte di queste società utilizza YouTube come semplice14 società italiane hanno un profilo su archivio di materiale già esistente quali spot pubblicitari e il classico videoFlickr e 9 di queste presentano anche istituzionale. In questo modo le potenzialità “social” del canale (condivisionecontenuti istituzionali dei contenuti, acquisizione di follower) non vengono sfruttate: è come se le aziende usassero YouTube come semplice player della propria video gallery. 18 società hanno un profilosu Pinterest, con immaginiprevalentemente commerciali L’analisi condotta da Lundquist, società di consulenza in comunicazione, ha l’obiettivo di mappare la presenza delle 100 maggiori società italiane su YouTube e le altre piattaforme di condivisione di contenuti prettamente visuali come Slideshare, Pinterest e Flickr. L’analisi fa parte dei Lundquist Social Piattaforme di file sharing Media Awards, una serie di studi approfonditi e innovativi sulle modalità di YouTube è la principale utilizzo dei social media per la comunicazione corporate. Le precedenti piattaforma di visualizzazione due edizioni hanno esaminato Wikipedia e LinkedIn. di video. E’ il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Facebook. Dal 2006 è Ma anche se molte imprese fanno uso di YouTube, sono poche in Italia che proprietà di Google hanno alla base una strategia per il suo utilizzo collegato alla costruzione Slideshare è il principale dell’immagine corporate: solo un terzo del campione analizzato – 32 società sito di condivisione di - presenta contenuti non di tipo esclusivamente commerciale, come interviste presentazioni professionali. A al management, iniziative di responsabilità sociale, video di branding, ecc. marzo 2012 è stata acquisita da LinkedIn Otto società si distinguono in questo contesto presentando canali altamente Flickr è il più importante personalizzati con una molteplicità di contenuti video, che spaziano dal r sito per la condivisione di fotografie. Dal 2005 è di commerciale all’istituzionale, in modo da costituire una web tv aziendale. proprietà di Yahoo! Così su YouTube trasmettono un’immagine dell’azienda a tutto tondo, dove i fondato nel 2010, Pinterest, contenuti istituzionali rafforzano la reputazione e l’offerta commerciale. ha raggiunto i 10 milioni di utenti in soli due anni. Basato E sono i numeri a dare loro ragione. Queste otto società (Banca MPS, sull’idea di creare un catalogo on-line delle ispirazioni, Banca BNL, Banca Mediolanum, Edison, Enel, Eni, Siemens, UniCredit) Pinterest permette agli utenti ottengono mediamente l’85% in più di iscrizioni al canale rispetto alle altre di creare bacheche per gestire società monitorate. la raccolta di immagini in base a temi predefiniti o da loro generati LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 1
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s“Invece di chiedersi “Invece di chiedersi se è opportuno avere una presenza su un canale comese è opportuno YouTube o Pinterest, è corretto capire le loro dinamiche e come potrebbero aiutare a raggiungere obiettivi di comunicazione più ampi” sottolinea Joakimavere una presenza Lundquist, fondatore della società di consulenza milanese.su un canale comeYouTube o Pinterest, Gli altri canali di comunicazione visuale sono ancora meno utilizzati.è corretto capire le SlideShare, la più importante piattaforma di condivisione di presentazioniloro dinamiche e come viene utilizzata solo dal 17% delle società e dalla maggior parte di queste in modo improprio, offrendo principalmente documenti testuali invece chepotrebbero aiutare a vere e proprie presentazioni. Flickr riscuote ancora meno successo con soloraggiungere obiettivi il 14% delle società campione presenti e Pinterest, nonostante la sua rapidadi comunicazione più crescita, è ancora in fase di sperimentazione da parte delle società con soloampi” il 18% delle aziende con un profilo. “Questi canali presentano una complessità di gestione ridotta rispetto ad altri social media come Facebook e Twitter, ma permettono di condividere ed aumentare la diffusione di materiali (come fotografie ed infografiche) e informazioni (presentazioni di settore o dei manager) che altrimenti sarebbero scarsamente valorizzati” prosegue Giulia Dini, responsabile delle ricerche Social Media Awards di Lundquist. “Sebbene i canali di file sharing come Slideshare, Flickr e Pinterest abbiano una complessità di gestione ridotta, devono rientrare in una più ampia strategia”. La presente ricerca sulle piattaforme di file sharing fa parte dei Lundquist Social Media Awards, una serie di studi approfonditi e innovativi sulle modalità di utilizzo dei social media per la comunicazione corporate. Forte della sua esperienza e attività di ricerca, Lundquist affianca le aziende aiutandole a definire strategie di comunicazione digitale e a migliorare la propria comunicazione online, anche sui social media. Gli studi precedenti hanno analizzato: - La copertura da parte di Wikipedia delle maggiori aziende italiane, leggi la news qui - La presenza delle società sul più popolare social media professionale, LinkedIn, leggi la news qui LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 2
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s YouTube: il canale video più amato dalle YouTube società Italiane Anno di nascita: 2005 I due terzi delle 100 società incluse nella ricerca hanno una Proprietà: Google Inc. presenza su YouTube, ma la maggior parte lo usa principalmente Caratteristiche chiave: per pubblicare spot pubblicitari; solo un terzo presenta contenuti piattaforma di tipo social il cui corporate. fulcro sta nella pubblicazione e condivisione di file video Delle 66 società con una presenza, lo studio mette in luce quattro tipologie Rank Alexa: 3° nel mondo, 3° in Italia di utilizzo: Reason Why: La vostra web TV 10 società1 hanno un canale istituzionale, in cui si trovano video di presentazione della società e dei manager, oppure riguardanti le attività di responsabilità sociale o all’employer branding 34 società non hanno 32 società con un profilo nessuna presenza misto o istituzionale sono state prese in considerazione all’interno dell’analisi. La finalità della ricerca è, infatti, quella di studiare l’utilizzo da parte delle aziende dei social media a livello corporate 22 società hanno un 7 società hanno 2 profilo misto, vale una presenza solo a dire caratterizzato internazionale, sono dalla pubblicazione di società straniere con filiali video che raccontano in Italia che presentano un la realtà aziendale a canale con materiale video 360°, alternando video esclusivamente in inglese di presentazione dei e quindi non rivolto ad un prodotti a quelli legati a pubblico italiano tematiche corporate 27 società hanno un presidio a carattere prettamente commerciale, nel quale vengono Istituzionale pubblicati principalmente video su prodotti e spot pubblicitari Misto Commerciale Internazionale Nessuna presenza1 In queste 10 società non sono stati presi in considerazione canali corporate con l’ultimo aggiornamento risalente ad oltre un anno fa (Luxottica, Intesa Sanpaolo, BrunelloCuccinelli)2 I canali YouTube con contenuti esclusivamente pensato per un pubblico estero non sono state considerate all’interno dell’analisi. Queste società sono: ABB, Allianz,Gruppo Auchan, HP, Pfizer, Prysmian, STMicroelectronics LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 3
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s La ricerca YouTube in numeri YouTube: contenuti corporate ancora sottovalutati 32 canali su 66 presentano contenuti A prima vista sembrerebbe che l’utilizzo di YouTube sia piuttosto diffuso tra istituzionali le società italiane come strumento per veicolare storia, identità e prodotti. 24 su 32 società presentano una bio con le informazioni chiave, di cui la maggior parte in italiano Tuttavia dall’analisi emerge che l’utilizzo di YouTube che buona parte di queste società fa è di semplice archivio di materiale già esistente, come la Quasi tutte le società considerate (28 su 32) inseriscono il link al sito pubblicazione di spot pubblicitari e il classico video istituzionale. Inoltre solo corporate sul canale YouTube, 12 un terzo del campione presenta contenuti non di tipo esclusivamente segnalano la propria presenza su altri commerciale, come interviste al management, iniziative di responsabilità social media, mentre solo un terzo sociale, video di branding. lo utilizza come player del sito La maggioranza delle società (25 Molte società sottostimano il valore dei contenuti istituzionali nel rafforzare la su 32) presenta video organizzati in playlist. L’organizzazione dei video reputazione aziendale e conseguentemente l’offerta commerciale. “Emerge è importantissima perché migliora la l’esigenza di andare oltre la divisione tra dimensione corporate e commerciale: ricercabilità dei contenuti, specie per la comunicazione corporate inserita in ambito commerciale racconta una canali con un numero consistente di storia aziendale che conferisce valore al prodotto così come l’azienda vive video dei propri prodotti” sostiene Sara Rusconi, partner in Lundquist. Buona parte delle società considerate (23 su 32) scelgono di avere il wall aperto ai commenti Personalizzazione: costruire la propria web tv su YouTube e questo rappresenta un elemento importante di apertura da parte delle società che generalmente vedono Quello che hanno in comune i canali più efficaci è una presenza su YouTube nell’interazione con gli utenti la parte più con un flusso di comunicazione attivo e continuativo, composto da una rischiosa dell’approccio ai social media molteplicità di contenuti video, che spaziano dal commerciale all’istituzionale, creando una sorta di vera e propria web tv aziendale. In questo modo su YouTube trasmettono un’immagine dell’azienda a tutto tondo, dove i contenuti istituzionali rafforzano la reputazione e l’offerta commerciale. Otto società si distinguono per un calendario editoriale molto attivo, la“Emerge l’esigenza presentazione di contenuti commerciali e istituzionali e un canale altamente personalizzato: Banca MPS, Banca BNL, Banca Mediolanum, Edison,di andare oltre Enel, Eni, Siemens, UniCredit realizzano da sole il 58% dei 52 milionila divisione tra totali di visualizzazioni ottenute dalle 32 società che presentano contenutidimensione corporate non esclusivamente commerciali. Non a caso sono quelle che hanno une commerciale: calendario editoriale più attivo caricando il maggior numero di video (il 55%la comunicazione dei 8.370 video caricati dal campione valutato).corporate inserita in Queste otto società sono le uniche ad investire nella piattaforma con unambito commerciale canale di tipo avanzato, vale a dire un’interfaccia con look & feel in linea conracconta una storia l’immagine online della società e un livello massimo di personalizzazione.aziendale che conferisce Le restanti 24 società hanno tutte un canale di tipo basic, caratterizzatevalore al prodotto così da un livello di personalizzazione del profilo minima (logo e immagine di background) e con una media di iscrizione al canale che è circa la metàcome l’azienda vive dei rispetto a quella dei canali di tipo avanzato (640 iscrizioni contro la mediapropri prodotti” di 1183 dei canali avanzati). Queste sono anche molto meno attive nel pubblicare video e conseguentemente ottengono un minor numero di visualizzazioni. “I risultati ottenuti dalle società che possiedono canali avanzati, dimostrano che per sviluppare un’efficace presenza su YouTube è fondamentale avere una chiara strategia e la volontà di investire nel canale.” sostiene Giulia Dini “E’ infatti necessario avere un piano editoriale che metta insieme contenuti provenienti da diverse aree aziendali, una struttura interna che faciliti la cooperazione tra le diverse unità, un supporto media continuativo e la realizzazione cadenzata di video ad hoc”. LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 4
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s Banca BNL, Banca Mediolanum, Edison, Enel, Eni e Siemens integrano i feed social media all’interno del canale; Edison in particolare lo fa sia per Facebook sia per Twitter aggregando tutti gli account tematici - News, Sostenibilità, Change the Music e Sport. Il canale YouTube di Edison con l’integrazione dei feed social media dei quattro canali tematici su Facebook e Twitter. E’ possibile vedere gli aggior- namenti in tempo reale degli account Twitter e Facebook di Edison aggregati, oppure filtrati per canale. Eni, oltre a registrare un numero di visualizzazione del canale tra i più alti all’interno delle 32 società con profili misti e istituzionali, rappresenta un buon esempio di varietà della tipologia di video proposti: al suo interno si possono infatti trovare video di presentazione della strategia aziendale da parte del top management, oltre che interviste e conferenze stampa. Ci sono inoltre video legati alla storia, come materiale su sponsorizzazioni e spot TV. Molto interessante il sistema di filtri che aiuta a trovare i video in maniera agile. LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 5
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s Siemens rappresenta un caso interessante e unico tra le società incluse in questa ricerca. Il canale è gestito a livello internazionale, ma attraverso un menù di selezione dei contenuti è possibile filtrare i video per paese d’interesse (o per tematica specifica). Questa scelta permette all’azienda di riunire in un unico canale gli sforzi editoriali, evitando di avere diverse presenze, magari gestite differentemente tra loro e per l’utente, ottenere una visione globale della società che includa informazioni anche a livello internazionale. 5 elementi must have di un profilo sulle piattaforme di file sharing Lundquist ha identificato cinque elementi che dovrebbero essere presenti all’interno dei profili social media di file sharing Contenuti: Variare la tipologia dei contenuti aiuta a raggiungere un audience più ampio. Dalla ricerca emerge che i profili misti, che comunicano una più ampia tipologia di contenuti, riescono a dare una visione più ampia della società, riscuotendo anche un maggiore successo Continuità: Una volta creata una presenza online è importante avere un programma editoriale strutturato che consenta alla società di comunicare un flusso continuativo di informazioni. I profili aperti, attivi per un periodo determinato di tempo e poi abbandonati rischiano di rovinare l’immagine online della società. Le aziende devono imparare imparare ad eliminare tutti i profili ad esse collegati quando non vengono più utilizzati Engagement: I social media sono luoghi principalmente di dialogo e interazione, il primo elemento di engagement sui canali di file sharing rappresenta la giusta scelta dei contenuti da veicolare. Difficilmente qualcosa preso da un vecchio archivio e non pensato specificatamente per il canale riscuoterà grande successo su questi canali. Personalizzazione: E’ importante trovare sul profilo una presentazione sintetica di chi sia la società e cosa faccia. Essenziale inoltre la brandizzazione del canale, con logo e sfondo in linea con l’immagine online dell’azienda, in modo che gli utenti possano distinguere più facilmente i profili gestiti dalla società da quelli fake. YouTube è il canale di file sharing che permette una personalizzazione massima del proprio profilo, offrendo dei pacchetti di servizi che consentono di creare un layout anche molto simile a quello del proprio sito Integrazione: Uno degli elementi fondamentali perché i canali funzionino è l’integrazione e l’interconnessione tra tutte le piattaforme online della società. E’ importante segnalare su ogni canale social il link al sito istituzionale e viceversa, insieme all’indicazione di presenze su altri social media. Per YouTube e SlideShare è inoltre possibile integrarli direttamente all’interno del sito come player attraverso cui visualizzare video e presentazioni. YouTube nei profili avanzati consente di integrare all’interno della sua piattaforma anche i feed di Facebook e Twitter LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 6
    • lundquist. social media lundquist. measure . manage . changea w a r d s SlideShare: un’occasione mancata d’interazione SlideShare con la business community Soltanto 17 società su 100 hanno una presenza sulla più Anno di nascita: 2006 Proprietà: LinkedIn Corporation importante piattaforma di condivisione di presentazioni e 5 di Caratteristiche chiave: queste non presentano aggiornamenti nel corso del 2012. Nella piattaforma di tipo social il cui maggior parte dei casi Slideshare viene usato impropriamente fulcro sta nella pubblicazione e condivisione di presentazioni per condividere documenti testuali come bilanci e comunicati Rank Alexa: 188° nel mondo, 388° stampa. in Italia Reason Why: Occasione di Se YouTube rivela un’alta percentuale di società con una presenza, condivisione con la business SlideShare, che conta quasi 29 milioni di visitatori unici al mese3, è community sottovalutato dalla maggior parte delle società italiane. Rispetto ad altri social media SlideShare è un canale di facile gestione e contribuisce a diffondere i contenuti aziendali e a migliorarne il posizionamento all’interno dei motori di ricerca. La ricerca SlideShare in numeri La forte connessione tra la piattaforma di “presentation sharing” e il mondo 17 società su 100 hanno un profilo su SlideShare e presentano in media 35 file. dei professionisti è stato confermato anche dall’acquisto di Slideshare Solo un terzo di questi sono presentazioni da parte di LinkedIn, illustrato come una naturale fusione di due piattaforme 5 società non hanno aggiornato i loro rivolte principalmente alla business community. contenuti nel corso del 2012 Tutte le società inseriscono il logo Utilizzo improprio di Slideshare per condividere lunghi testi e all’interno del proprio account e non presentazioni quasi tutte presentano una bio con la presentazione sintetica di chi Dai dati emerge che in linea generale le società non hanno inteso la vera sia la società e cosa faccia, solo 4 aziende non offrono alcun tipo di natura di questo social media, sui profili delle maggior parte delle aziende informazione risulta sproporzionato il numero di pubblicazione di documenti testuali (come 14 su 17 aziende inseriscono il link comunicati stampa o bilanci) rispetto a quello di vere e proprie presentazioni; al sito corporate sul canale SlideShare, il numero di quest’ultime risulta infatti meno della metà rispetto a quella circa uno su tre segnala la propria degli altri documenti. presenza su altri social media. Solo Telecom Italia lo utilizza anche come player del sito. Il vero valore di SlideShare risiede invece nella condivisione di slide che, basandosi su una comunicazione visuale e per punti chiave, rappresentano una forma di comunicazione più adatta ai social media. Le presentazioni dovrebbero coprire diversi aspetti dell’azienda, quindi non solo i risultati finanziari, ma anche informazioni sul contesto competitivo, sulle iniziative di responsabilità sociale, presentazioni del management ad eventi esterni all’azienda, studi e ricerche ed ogni documento che possa contribuire alla costruzione della reputazione dell’azienda e che possa essere di interesse per un pubblico più ampio. Slideshare veicolo di contenuti prevalentemente finanziari I dati della ricerca rivelano che SlideShare è utilizzato prevalentemente per la condivisione di materiale di tipo finanziario (bilanci annuali, piani industriali, presentazione di risultati e strategia) seguiti da quelli relativi alla responsabilità sociale (bilanci sociali e comunicati). L’utilizzo di questo canale è comunque piuttosto limitato: mediamente le società mettono a disposizione circa 35 documenti e nella maggior parte dei casi gli account non seguono nessun altro utente (following) e di contro hanno pochissimi follower e quasi nessun commento ai documenti presentati. Finmeccanica è la società che presenta il maggior numero di documenti (188), sebbene siano quasi esclusivamente comunicati stampa.3 Fonte ComScore – marzo 2011 LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 7
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s Assicurazioni Generali, Telecom Italia, Pirelli, Piaggio,Terna sono le società con un rapporto di presentazioni più altro rispetto alla pubblicazione di documenti testuali. Le società che utilizzano il canale in modo più strutturato propongono diverse tipologie di contenuti (dalle presentazioni finanziarie a quelle sulla responsabilità sociale a quelle del management), presentano tutte una bio all’interno del loro profilo segnalando sia il sito corporate che la presenza su altri social media. Telecom Italia inoltre è l’unica società a utilizzare SlideShare integrato all’interno del proprio sito corporate. SlideShare: tipologia di presenza delle società italiane 2 1 Nessuna presenza 14 Istituzionale Commerciale Misto Internazionale 83 LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 8
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s F l i ck r e Pin te re s t : il v is u a l s to r y te lling Flickr r ch e ma n c a Anno di nascita: 2005 Nell’anno dell’esplosione delle infografiche e di Pinterest, Proprietà: Yahoo! Inc le società italiane non sfruttano le opportunità fornite dalle Caratteristiche chiave: piattaforme di condivisione di immagini per raccontare la propria piattaforma di tipo social il cui realtà aziendale. Solo 14 società su 100, infatti, sono presenti su fulcro sta nella pubblicazione e condivisione di foto Flickr e 18 su Pinterest. Rank Alexa: 58° nel mondo, 78° in Italia Immagini corporate su Flickr Reason Why: Valorizzazione del patrimonio fotografico, Tra le 14 società che hanno una presenza su Flickr, la principale piattaforma “socializzazione” delle immagini di condivisione immagini che conta oltre 50 milioni di utenti registrati, 3 hanno un profilo a carattere prettamente commerciale con immagini principalmente di prodotto, 3 tipicamente istituzionale, in cui vengono presentati foto di management, strutture produttive e sedi operative, 6 profili misti che presentano contenuti appartenenti ad entrambe le aree aziendaliLa ricerca Flickr in numeri e 2 hanno una presenza esclusivamente di tipo internazionale.14 società su 100 hanno un profilo suFlickr Le società che si distinguono per un utilizzo un po’ più strutturato sono6 società non hanno aggiornato i Edison, Ferrovie dello Stato, Finmeccanica e Terna. All’interno di questicontenuti all’interno del profilo Flickr nel profili le fotografie sono tutte divise in album, spesso accompagnate anchecorso del 2012 da una breve descrizione. Hanno tutte una breve bio che spiega chi sia e12 su 14 aziende presentano le foto cosa faccia la società e la tipologia di contenuti è ampia: dalle foto delle sedisuddivise in album operative e di business, al management, alle foto di iniziative specifiche.13 società su 14 presentano un profilocompleto di bio e 7 inseriscono il link al E’ anche bene sottolineare però che Flickr negli anni è diventata unasito corporate sul canale piattaforma con un target via via sempre più mirato agli appassionati di fotografia; le società che scelgono di investire veramente su questo canale mirano a valorizzare i propri patrimoni fotografici e a “socializzare” le proprie immagini. Finmeccanica, ad esempio, presenta fotografie di alta qualità sulla Terra vista dallo spazio (Love Planet Earth), un contenuto che ben si presta ad essere condiviso sui social media. Flickr: tipologia di presenza delle società italiane 3 2 6 Nessuna presenza 3 Istituzionale Misto Commerciale Internazionale 86 LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 9
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d s Pinterest, il fenomeno social del 2012 Pinterest Pinterest, fondato nel 2010 è il social media che ha avuto la più rapida crescita in termini di utenti registrati, superando i 10 milioni all’inizio del 2012. Anno di nascita: 2010 In Italia solo 18 aziende su 100 possiedono un profilo su Pinterest, Caratteristiche chiave: piattaforma di tipo social il cui perlopiù utilizzato per scopi commerciali da società del settore dei beni fulcro sta nella pubblicazione di consumo. Alcune società come Poste Italiane e Campari presentano e condivisione di immagini anche immagini storiche dell’azienda, mentre Vodafone ha creato numerose organizzate in board tematiche, board dedicate alla presentazione di eventi e sponsorizzazioni. basato sull’idea di creare un catalogo online di ispirazione Rank Alexa: 38° nel mondo, 90° Dai dati emerge che al momento l’approccio delle società verso Pinterest in Italia è ancora in una fase di sperimentazione, sono pochi i profili che possono Reason Why: Piattaforma in forte vantare un numero consistente di follower e in testa si trovano soprattutto crescita, permette di rimandare gli società che producono prodotti a forte base emozionale, come i brand di utenti sul proprio sito moda. A livello internazionale ci sono esempi interessanti di società che riescono a coinvolgere gli utenti con board legati ai temi della ricerca, delle macro tendenze, attraverso schemi ed infografiche. IBM, ad esempio, tratta il La ricerca Pinterest in numeri tema delle Smart cities e delle Smart cloud, mentre Telecom Italia ed Enel 18 società su 100 hanno un profilo su presentano infografiche legate rispettivamente al mondo della comunicazione Pinterest e dell’energia. In media le società presentano circa 12 board tematiche Tutte le società presentano una bio, Pinterest: tipologia di presenza delle società italiane mentre 14 su 18 aziende inseriscono il link al sito corporate sul canale 2 8 Nessuna presenza 5 Istituzionale 2 Misto Commerciale Internazionale 83 LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 10
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d sCriteri e metodologia della ricercaLa ricerca si è basata sull’analisi delle 100 maggiori società quotate e non quotate in Italia (per la metodologia diselezione delle aziende, si veda la nota nella pagina successiva), valutate nel periodo tra settembre e ottobre 2012.La selezione dei profili è avvenuta utilizzando il motore di ricerca stesso del canale social, effettuando una ricerca suGoogle digitando “nome della società + canale social” e verificando se sul sito istituzionale venisse evidenziata lapresenza della società sui social media. E’ stata inoltre inviata richiesta via email alle società di elencare le propriepresenze social.Le società sono state analizzate attraverso un protocollo di valutazione che per YouTube ha valutato 13 diversiaspetti divisi in tre aree: tipologia del canale, video presentati e integrazione tra social media, sito e gli altri canalidigitali. Il protocollo di valutazione per SlideShare ha valutato 9 diversi aspetti divisi tra tipologia canale e tipologiadi materiale presentato.Per Flickr sono stati valutati 7 elementi che vanno ad analizzare la tipologia canale, delle immagini e l’integrazione.Infine per Pinterest sono stati valutati 5 diversi aspetti divisi per la tipologia di profilo, le board e l’integrazione.Nello studio su YouTube le società con una presenza esclusivamente internazionale (e sprovviste di un canale/contenuti dedicati per paese) non sono state prese in considerazione, così come quei canali che non presentavanoaggiornamenti da oltre un anno. Per lo studio su SlideShare, Flickr e Pinterest le società con una presenza internazionalesono state invece incluse dato che la tipologia di materiale pubblicato (principalmente immagini e presentazioni di tipofinanziario) non richiede contenuti in lingua locale.ORDER THE REPORTLundquist ha sviluppato analisi di approfondimento con action plan di miglioramento, per ciascun canale analizzatoe il Social Media Assessment che ha l’obiettivo di aiutare le società a porre le basi per definire e successivamentesviluppare una strategia sui social media da un punto di vista corporate.Forte della sua esperienza e attività di ricerca, Lundquist propone modelli sulla base dei quali definire strategie dicomunicazione digitale, anche sui social media.Per conoscere i dettagli della ricerca, le società best practice e consigli su come sviluppare una presenza efficace suicanali di file sharing, è possibile ordinare il report di analisi. LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 11
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d sSocietà incluse nella mappatura della presenza delle società sui 4 canali di filesharing analizzati nella ricercaLo scopo della ricerca Lundquist dedicata alle piattaforme di file sharing è quella di effettuare una mappatura dellapresenza delle società italiane su YouTube, SlideShare, Flickr e Pinterest e non di stilare una classifica. Le cento societàconsiderate sono state suddivise in due gruppi, presentate in ordine alfabetico senza distinzione della tipologia equalità di ciascuna presenza. Sono state evidenziate in grassetto le società con una presenza sui quattro canali inclusinella ricerca.Società con almeno una presenza: ABB, Allianz Italia, Amplifon, Ansaldo STS, Armani, Assicurazioni Generali,Autogrill, AXA Italia, Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Nazionale del Lavoro (BNL), Banca Popolare di Milano,Banca Popolare Emilia Romagna, Barilla Group, Benetton, Burgo Group, Campari, Coop Adriatica, Costa Crociere,De Agostini, De’Longhi , Edison , Enel, Eni, Ferrovie dello Stato, Fiat, Fiat Industrial, Finmeccanica, Geox, GruppoAuchan, Gruppo Hera, Hewlett Packard Italiana, IBM Italia, Ikea Italia Holding, Impregilo, Indesit, Iren, Italcementi,Lottomatica, Luxottica Group*, Mapei, Marcegaglia, Mediobanca, Mediolanum, Mondadori, Nestlé Italiana, Parmalat,Pfizer Italia, Piaggio & C., Pirelli & C., Poste Italiane, Prada, Prysmian, Rai, Reale Mutua, Safilo Group, SalvatoreFerragamo, Siemens Italia, STMicroelectronics, Supermarkets Italiani (Esselunga), Telecom Italia, Tenaris, Terna,Tod’s, UBI Banca, Unicoop Firenze, UniCredit, Unipol Gruppo Finanziario, Vodafone Italia, Wind Telecomunicazioni.Società senza nessuna presenza: A2A, ACEA, Alitalia, Autostrade per l’Italia, Avio, Banca Carige, Banca Generali,Banco Popolare, Brunello Cucinelli*, Buzzi Unicem, Cattolica Assicurazioni, Credito Emiliano, Danieli & Co, EnelGreen Power, ERG, Esso Italiana, Ferrero, Fincantieri, Grimaldi Compagnia di Navigazione, Gruppo Menarini, GruppoPAM, Gruppo Veronesi, Intesa Sanpaolo*, Mediaset, RCS Mediagroup, Recordati, Riva Group, Saipem, Saras, Snam,ThyssenKrupp Acciai Speciali Terni*Le società contrassegnate dall’asterisco possiedono un canale su YouTube che non è stato aggiornato nel corso del2012 e che pertanto non è stato considerato all’interno della ricerca.Nota:Per selezionare le società incluse in questa ricerca abbiamo seguito due metodologie separate: una per le società quotate e una per le società nonquotate. Il nostro intento era quello di stabilire una lista delle 100 maggiori società italiane, escludendo holding di partecipazione. Le stesse societàsaranno valutate in tutte le nostre ricerche Lundquist Social Media Awards ed Employer Branding Online Awards e sono anche molto simili alla listautilizzata per il CSR Online Awards.Per le società quotate, abbiamo selezionato le prime 60 società quotate sulla Borsa di Milano (FTSE Italia All-Share Index) per valore di mercato al24 aprile 2012 (fonte: Bloomberg). Sono state escluse le holding di partecipazioni ed altre società con meno di 500 dipendenti.Le società non-quotate sono state identificate grazie alla ricerca Le principali società italiane dell’ufficio studi Mediobanca. Abbiamo classificatole società per ricavi (anno 2010, ultimo dato disponibile) e selezionato le prime 40, escludendo holding di partecipazione, joint venture, le societàquotate e le loro controllate. Le controllate italiane di multinazionali estere sono state incluse in base ai ricavi generati in Italia. Sono state escluseanche società con meno di 1.000 dipendenti.La ripartizione 60-40 a favore di società quotate è stata imposta per mantenere un’equivalenza tra la grandezza delle società, in base ai ricavi enumero di dipendenti.Le valutazioni sono state effettuate tra settembre e ottobre 2012. LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 12
    • lundquist.socialmedia lundquist. measure . manage . changea w a r d sLUNDQUIST RESEARCH SERIESI report e i servizi di consulenza di Lundquist si basano sui dati e sulle valutazioni estratti dallenostre ricerche per supportare le società nello sviluppo della loro comunicazione online.per ogni ambito di ricerca, offriamo un’analisi su misura che presenti la situazione corrente efornisca suggerimenti concreti per il miglioramento. Primo studio in Europa che analizza la comu- Primo studio in Europa che analizza come le nicazione della CSR, basandosi su bisogni e aziende comunicano online la propria identità aspettative - raccolti e analizzati grazie a ind- e il proprio employer branding ai dipendenti agini annuali - degli stakeholders. Quest’anno, attuali e potenziali. In linea con la metodologia il CSR Online Awards, giunto alla sua quinta di Lundquist, questa ricerca si basa sulle rich- edizione, esamina come le principali aziende ieste e sulle aspettative di chi cerca lavoro, europee usano il loro sito corporate per persone sempre più orientate alla ricerca di comunicare la sostenibilità e la responsabilità opportunità professionali attraverso il Web, il aziendale. mobile e i social media. Per informazioni · Karim Bruneo Per informazioni · Cristiano Poian karim.bruneo@lundquist.it cristiano.poian@lundquist.it La ricerca Social Media Awards è costituita Lundquist rappresenta la società di da una serie di studi approfonditi e innovativi consulenza svedese Hallvarsson & Halvarsson sulle modalità di utilizzo dei social media per in Austria, Italia e Svizzera. Lundquist, in la comunicazione corporate. L’obiettivo è collaborazione con KW Digital (divisione quello di posizionare le società in un percorso digitale di Hallvarsson & Halvarsson), redige evolutivo che va da una prima fase di speri- da oltre 12 anni lo studio KWD Webranking, mentazione sui social media a una presenza che si profila come la ricerca più riconosciuta olistica e non più parcellizzata per tema o in Europa nella valutazione della qualità della per canale. Lo studio è composto da diverse comunicazione corporate online. La ricerca, micro-ricerche dedicate a specifici canali da oltre 15 anni, valuta le maggiori società come i social network generalisti (Facebook) quotate a livello europeo. L’obiettivo dello e quelli professionali (in primis LinkedIn), le studio è quello di valutare la qualità delle piattaforme di microblogging come Twitter, di informazioni presentate sui siti corporate, condivisione di file (YouTube ma anche Slide- mettendo, inoltre, in luce le tendenze nella share, Flickr e Pinterest) comunicazione corporate online. Per informazioni · Giulia Dini Per informazioni · Cristina Urban giulia.dini@lundquist.it cristina.urban@lundquist.itContattiMilano, Via San Maurilio, 23 Seguici sul nostro sito: Leggi le nostre ricerche sul nostro blog:t. (+39) 02 3675 4126 lundquist . it lundquist . it / blog Guarda i nostri video su YouTube Leggi le nostre presentazioni epartners ricerche su SlideshareJoakim Lundquistjoakim.lundquist@lundquist.it Connettiti alla rete dei nostri profes- Seguici su Facebook sionisti per mantenerti aggiornato sulleJames Osbornejames.osborne@lundquist.it nostre attività ed eventiSara Rusconi Segui le nostre attività su Twitter Segui le nostre board su Pinterestsara.rusconi@lundquist.it LUNDQUIST | via San Maurilio, 23 | 20123 Milan | Tel +39 02 367 54 126 | www.lundquist.it 13