Progetto controllo gestione
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Progetto controllo gestione

on

  • 1,360 views

Modello di iplementazione di un sistema di controllo

Modello di iplementazione di un sistema di controllo

Statistics

Views

Total Views
1,360
Views on SlideShare
1,360
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
36
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Progetto controllo gestione Progetto controllo gestione Presentation Transcript

  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEPer la P.M.I. Per l’Artigianato
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEValutare costantementel andamento economico dellaattività dellazienda per stabilire sela sua struttura dei costi è adeguataper confrontarsi con il mercato, se Valutare ladeguatezza dellapossono individuarsi in essa situazione patrimoniale eproblemi, risolverli appena finanziaria dellazienda, perverificatisi; permettere di programmare efficacemente la sua attività e per adattare la struttura patrimoniale e finanziaria alla situazione competitiva riscontrata nel mercato;
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEValutare le performances aziendalicon raffronto agli obiettivi perstabilirne l adeguatezza e lacapacità di raggiungerli al fine diprogrammare l attività nel miglioredei modi e di ottimizzare il Confrontare costantemente le performances aziendali con icomportamento della struttura risultati ottenuti nei periodiaziendale per la realizzazione dei precedenti, per stabilire se le azioniprogrammi; attuate dalla struttura aziendale sono in grado di migliorare la sua situazione, e se i programmi e gli interventi messi in atto sono validi per assicurare una costante crescita dellazienda;
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEConfrontare costantemente le performances aziendali con quelle delle impreseconcorrenti per valutare l adeguatezza degli interventi messi in atto per conoscere e sfruttare dallazienda e i suoi punti di forza costantemente le opportunità e debolezza rispetto alla offerte dal mercato concorrenza Ovvero il Benchmarking
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE A chi è rivolto:All’impresa la cui progressivacrescita rende necessario ampliarela struttura trasferire “il sapere” edelegare, anche solo in parte, ilpotere decisionale e la relativa All’impresa in procinto diresponsabilità affrontare gli inevitabili problemi di un cambio generazionale, vale a dire la trasmissione del know-how ad una nuova generazione
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONESi basa sull’implementazione di tre Aree: L’ORGANIZZAZIONE LA PIANIFICAZIONE IL CONTROLLO
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONECosa implica Passare da una gestione semplice ed informale - Che si basa sull’esperienza, sull’intuito e sui ricordi dell’imprenditore - Dove il processo decisionale è accentrato - Dove le disposizioni sono date verbalmente - Che è pressoché priva di procedure e di organigramma- Dove la contabilità è trattata soprattutto ai fini fiscali (continua)
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Ad un modo di gestire organizzato per:- Definire responsabilità, - Avvalersi d’analisi e funzioni e mansioni proiezioni dei dati storici- Creare punti di riferimento a - Stabilire obiettivi supporto del processo decisionale- Delegare, almeno in parte, la - Motivare le decisioni responsabilità delle decisioni- Instaurare procedure per la raccolta - Pianificare e controllare la dei dati contabili ed extra-contabili gestione.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEPermette di Organizzare, Pianificare e Controllare la gestione per:- Ottimizzare i costi di produzione, migliorando l’efficienza ed evitando gli sprechi - Individuare il miglior prezzo accettato dal mercato - Attribuire il giusto costo ad ogni singolo prodotto - Controllare le spese fisse e variabili di struttura - Migliorare il funzionamento della gestione
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEAl fine di influenzare i tre fattori che determinano l utile: Il prezzo dei prodotti, che è determinato dal mercato Il costo di produzione, che si genera nell’impresa Le spese di funzionamento, che dipendono dalla gestione
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Con una sua struttura:Tagliata a misura specifica diciascuna impresa (tailored),senza alcuno schemaprecostituito che non sia quello Con un puntuale e continuodella logica di base del sistema adattamento alla specifica realtàe dei suoi obiettivi primari. dell’azienda stessa ed alle esigenze del management
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Le condizioni necessarie per raggiungere gli obiettivi:Che il Responsabile diprogetto dispongadell’autorità e dei mezzi Che il Management dedichi ilper studiare il progetto, maggior tempo possibile aattuarlo, renderlo operativo sostenere l’implementazionestimolando le iniziative a del progettotutti i livelli. (continua)
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEChe ci sia la consapevolezza delsoggetto richiedente di dovercambiare e/o migliorare il sistemaaziendale Che tale consapevolezza si traduca nello stretto e personalizzato rapporto fra imprenditore e consulente, basato su una reciproca fiducia (continua)
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONESuperare l’abituale riluttanza adaccettare un nuovo modello digestione perché presentaprocedure difficili da capireall’inizio, delle quali, talvolta,non si comprende appieno Che ci sia la perseveranza e lal’utilità e che, sovente, trovano volontà di passare da una gestioneresistenza ad essere applicate intuitiva ed informale ad una mirata ed organizzata
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONESi svolge su due fasi Prima fase: studio-raccolta dati per Studiare e definire il progetto Adeguare i programmi informatici Stendere l’organigramma gerarchico e funzionale Definire le procedure Istruire il personale Attuare le deleghe Raccogliere ed analizzare i dati Pianificare la gestione del successivo esercizio (continua)
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Seconda fase: applicazione del metodo Verificare ed adeguare il progetto alle necessità Aziendali Controllare la gestione Rilevare gli scostamenti tra previsioni e consuntivi
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONELa Tempistica non è definibile apriori perché funzione: delle dimensioni dell’Impresa della struttura Per un’Azienda che parta da zero si delle procedure già in essere può ipotizzare che il progetto si della disponibilità dei dipendenti, completi in circa due anni senza ma soprattutto dei vertici dimenticare che l’organizzazione, Aziendali, ad accettare il la pianificazione ed il controllo di cambiamento gestione si arricchiscono di nuove conoscenze ad ogni esercizio e, dunque, saranno in continua evoluzione.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONEImplementa nuove funzionalitàmanagerialiNell’evolversi del progetto viene Vengono proposti metodi cheimplementata la realizzazione e consentano al vertice aziendale dil’applicazione di strumenti e esercitare la funzione decisionale nelle sue linee generali, diprocedure che consentano di assumere le relative responsabilitàpianificare la gestione e di e di delegare l’attuazione delleverificare il raggiungimento degli decisioni, vale a dire l’operatività,obiettivi fissati. all’area amministrativa, commerciale e produttiva, stabilendo i limiti di potere di loro competenza.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE L’OrganizzazioneOrganizzare non significa burocratizzare: unabuona organizzazione non pesa sulla strutturacon aggravio di compiti ma anzi: definisce funzioni, responsabilità e mansioni, ridistribuisce meglio il lavoro, sovente con risparmio di tempo.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE L’OrganizzazioneL’attività si focalizza nelle quattro principali funzioni l’amministrativa, l’industriale, la commerciale, la tecnica.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE L’OrganizzazioneLe attività correlate a questa Area: Valutazione grado di complessità ed integrazione delle funzioni raffrontate agli obiettivi aziendali. Individuazione attività a NON VALORE AGGIUNTO sia per il cliente finale che per il funzionamento interno dell azienda Proposta di modifiche secondo il modello della organizzazione snella (lean organization): regole, procedure, comportamenti e gerarchie che permettano alla azienda di vivere e progredire senza sprechi, in modo flessibile senza alcuna "burocratizzazione frenante“ Il Piano dei Centri di Costo e l’Organigramma
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE La PianificazionePianificare significa prevedere;sono quindi da vincere le resistenzealla pianificazione, laddove siritenga che le previsioni sianosolitamente delle “ congetture poidisattese dalla realtà” e di In realtà la previsione è una delleconseguenza è inutile dedicare chiavi che determinano il successotempo ad elaborare piani che si dell’Impresa; anche la più piccolariveleranno, almeno in parte, Impresa, gestita con metodoinesatti. informale, inconsciamente, ha un suo programma di riferimento, non formalizzato, che si basa sulla esperienza e sui ricordi dell’Imprenditore.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE La PianificazionePrevenire e quindi porre rimedio ad eventi che siprospettano negativi per la gestioneCreare le premesse per paragonare la previsione al consuntivo,cioè favorire il controllo della gestioneEvolvere il modello di previsione da “inconscio” a “professionale”per definire ed attuare strategie a vantaggio dell’Impresa, o piùsemplicemente per formulare preventivi e quotare prezzi quanto piùpossibile competitivi sul mercato e remunerativi per l’AziendaRaccogliere ed analizzare le previsioni di ricavi e di costi perstimolare la riflessione ed aiutare il management a migliorareprogressivamente il modo di gestire.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE La PianificazioneIl modello proposto è l’adozione del bilancio di previsione - cioè il Budget -come punto di riferimento della gestione.Con le sue attività correlate: I costi ed i ricavi a livello di centro di costo, di prodotto, di commessa L’organigramma ed il costo del lavoro per centro I criteri di valutazione degli investimenti La tesoreria e la previsione dei flussi finanziari Il piano di marketing
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Il ControlloControllare l’attività aziendale in ogni suo aspettoè una delle fondamentali attività del managemente riguarda l’intera struttura dell’azienda. Il Controllo è un vero e proprio «sistema»; non va esercitato occasionalmente o in modo frammentato o con un basso grado di consapevolezza, ma attraverso una serie di azioni continue e pervasive di tutta l’attività aziendale, definite nell’ambito di uno schema progettuale e pienamente integrate, ai livelli applicativi ottimali, nella infrastruttura organizzativa e nella cultura dell’azienda. Fondamentale per la prossima applicazione di Basilea2.
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Il ControlloIl termine “controllo” non deve suscitare diffidenze e atteggiamentiostili o quantomeno poco collaborativi; va inteso nella sua accezioneanglosassone (control) di “guida” ed “orientamento” al fine diprocedere. Nessuno deve temere che l’introduzione di elementi di“controllo” nella propria attività possano costituire un vincolo, equindi un limite, alla piena espressione delle proprie potenzialitàprofessionali Al primo posto va posta la programmazione e il sistematico confronto tra quanto preventivato con i risultati raggiunti, con l’analisi costante dei flussi e dei fabbisogni finanziari, la determinazione dei costi dei prodotti, delle commesse e servizi offerti, la definizione dei prezzi di vendita
  • PROGETTO CONTROLLO GESTIONE Il ControlloLe attività correlate a questa Area: I rapporti di fornitura; la valutazione dei fornitori Il software gestionale; strumenti tecnici sofisticati e precisi ma allo stesso tempo facili da utilizzare ed immediati Informazione, formazione, comunicazione Il reporting: l’analisi degli scostamenti tra fatti consuntivi e programmati La situazione economico-finanziaria periodica; determinazione delleffettivo risultato economico e finanziario conseguito di periodo. L’analisi dei punti di forza e debolezza dell azienda nel confronto con i concorrenti: le possibilità competitive e le opportunità sfruttabili. FINE