• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Swimming cap Resolution
 

Swimming cap Resolution

on

  • 727 views

Proposal for a new sport and relax's solution.

Proposal for a new sport and relax's solution.

Statistics

Views

Total Views
727
Views on SlideShare
727
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Swimming cap Resolution Swimming cap Resolution Presentation Transcript

    • SwimmingCAP Resolution Una nuova soluzione per i tuoi momenti di sport e relax.
    • In case of loss, please return to: nome studente Sapienza Università di Roma - A.A. 2012 / 2013 Corso di laurea triennale in Disegno Industriale Atelier di Design III As reward: $ Eleonora Bompieri 1,000,000
    • Infografica: My Routine Objects L’ oggetto scelto: Swimming Cap in Elastam Indice • Caratteristiche • La cuffia da bagno: la sua storia • Elastam: com’è fatto • Alternative del mercato • Il cliente e le sue priorità nella scelta • Tavole tecniche • Valutazioni & Soluzioni Riproposta • Una cuffia regolabile e polifunzionale • Tavole tecniche • Endurance SD: cos’è • Produzione • Texturizzazione: le proposte • Stampa del tessuto: DTG e serigrafia pg. 1 - 2 pg. 3 - 4 pg. 5 - 6 pg. 7 pg. 8 - 9 pg. 10 pg. 11 - 12 pag. 13 - 14 pg. 15 - 16 pg. 17 - 18 pg. 19 - 20 pg. 21 - 22 pg. 23 - 24 pg. 25 - 26
    • 1 S V E G L I A R S I svegliacoperte letto ciabatte tazza barattolocucchiaino L A V A R S I spazzolinodentifrici o asciugamano sap onepettinecotone P R E P A R A R S Istampellacassett i specchio armadio vestitiportagioie ombrettocorrettore m atita temperino penn ello cremamascara U S C I R E p ortafogliochiavicu ffie ipod biglietti bo rsa sciarpatelefon o U N I V E R S I T A ’ tavolosgabello co lori libro forbici car icabatteriebottiglia pc mousediarioast uccio penna matita fo glitemperinogomma My routine OBJECTS
    • 2 P R A N Z O tovagliolopiatto bo ttiglia forchetta colt ello forchettabusta P I S C I N A tesserashampo o crema accappato io tavolettatubo borsoneciabatte asc iugamano costume o cchialetticuffiabusta R E L A X tazzabustinacop erta tv computer l etto vinililettorelp U S C I R E sigarettaacce ndino posacenere r ossettogomma bicchieretovagli olo piatto tazza bustin a sottobicchiere A L E T T O pigiamastruccante crema spazzolino dentifriciociabatte Una giornata fatta di gesti. Una giornata fatta di oggetti. Un progetto per l’identificazione di questi ultimi e del rapporto funzionale e sensoriale con essi, alla ricerca di nuove soluzioni.
    • 3
    • La cuffia da piscina, in particolare quella in elastam, a mio parere, si presenta ancora come un oggetto problematico, senza risposta ad alcuni necessità a cui le sue stesse alternative tentano di dar soluzione a costo di far emergere ulteriori svantaggi progettuali. L’elastam in particolare, una fibra sintetica di poliuretano molto utilizzata per elasticizzare i tessuti, ha avuto molto successo nel settore dell’abbigliamento sportivo da piscina per le sue ottime caratteristiche, quali: Swimming CAP in Elastam - Molto più comoda rispetto alle altre tipologie di cuffia, comprimendo meno la testa; - facile da mettere, senza tirare i capelli; - miglior rilascio di calore per il nuoto sportivo e/o in acqua calda; - dopo essersi asciugata, i suoi angoli non si “incollano” tra loro, come per silicone e latex; - piacevole al tatto, perchè morbida, liscia e flessibile; - stampabile e realizzabile in qualsiasi colore; - può subire vari cicli di allungamento e recuperare la lunghezza iniziale; - è leggera. - Il materiale è permeabile, quindi non è efficace per proteggere i capelli dal cloro; - poca aderenza al capo, tanto da sfilarsi continuamente; - i capelli non sono trattenuti bene all’interno, uscendo dai bordi; - ha bisogno di tempo per asciugarsi; - con il tempo e col cloro, il tessuto diviene meno elastico e tende ad assottigliarsi; - dopo l’uso, se ancora bagnata, necessita di un oggetto aggiuntivo per ritirarla nella borsa. - alta assorbenza, appesantendosi durante l’uso. 4
    • La cuffia da bagno: la sua storia 5 Le prime cuffie, in gomma o in tessuto elasticizzato, appaiono all’inizo del secolo per proteggere i capelli Quelle in latex, perfette per mantenere le accon- ciature e molto alla moda, perchè simili ai cappelli cloche, compaiono negli anni ‘20. Molto successo ebbero i modelli “aviator’s style”, con chiusura sotto al mento, ispirati agli elmetti militari del tempo. 1900 - 1920 Con la II Guerra Mondiale, la gomma è impiegata totalmente nell’industria bellica, tanto da rendere le cuffie una vera rarità. Negli anni ‘50, risollevati dal conflitto, le cuffie tor- nano sul mercato proponendosi con colori e texture sgargianti diventando definitivamente un irrinuncia- bile accessorio alla moda. 1940 - 1950
    • La cuffia da bagno, o da nuoto, ha una storia lunga più di un secolo, ripercorribile nella moda di ogni tempo. Nata come un accessorio femminile da abbinare al proprio costume, essa negli anni è stata rivalutata nei suoi termini di comodità e come determinante nel nuoto sportivo, proponendosi in materiali differenti. In questo decennio, le cuffie fiorate diventano estremamente popolari: sono modelli eccentrici e colorati, con frange e volant, a cui sono dedicati interi cataloghi di moda. Questa rappresenterà la fase culmine del succes- so della cuffia, a cui seguirà, negli anni successivi, un enorme crollo di popolarità. 1960 Diventata fuori moda, la cuffia si risemplifica, elimi- nando le sue decorazioni precedenti. L’invenzione di modelli in silicone, più duraturi, segna una svolta definitiva. Le cuffie non rappresentano più un ac- cessorio di esclusiva femminile, divenendo adatto- per tutti: elemento decorativo, per la cura dei ca- pelli, per ridurre l’attrito nelle competizioni sportive. 1970 fino ad oggi 6
    • Elastam: com’è fatto 7 Questa fibra è prodotta estrudendo il poliuretano fuso o in soluzione attraverso una filiera in un impianto di filatura. Dopo la tessitura, la stoffa è tagliata in pezzi, solitamente tre, e cucita secondo la misura di testa de- siderata. Filatura per fusione I granuli di poliuretano termoplastico sonoplastifica- ta in un estrusore riscaldato. La massa fluida è poi spinta in una cella di filatura dove incontra un flusso d’aria fredda che la solidifica. All’uscita della cella il filo, ormai formato, viene raccolto su una bobina. Filatura a secco Il polimero viene dissolto in un solvente in modo da ottenere una soluzione liquida che viene investita du- rante la filatura da un getto di aria o gas inerte, grazie al quale la soluzione solidifica per evaporazione del solvente.
    • Alternative sul mercato 8 - Prodotto economico; - mantiene i capelli all’interno, proteggen- doli dalle sostanze chimiche dell’acqua; - è molto fine di spessore, calzando un pò stretta, ma permettendo la sovrapposizione di più strati; - riduce l’attrito durante il nuoto; - il materiale può essere stampato. - Causa di allergia per alcune persone; - poco duratura, perchè sottile e sfibrabile con il cloro dell’acqua. Può diventare viscoso ed emanare cattivo odore; - il materiale può essere solo stampato. 1. Cuffie in Latex
    • 1. Cuffie in Silicone 9 - Prodotto più costoso; - essendo più spessa, è meno flessibile e calza più stretta rispetto agli altri tipi; - tende a sfilarsi maggiormente rispetto a quelle in latex. - Non causa alcuna reazione allergica; - protegge i capelli dalle sostanze chimiche dell’acqua; - più resistente al cloro e a stiramenti rispetto a quelle in latex; - il materiale permette la realizzazione di forme complesse, anche policrome; - è inodore. Sebbene la concorrenza tra le diverse tipologie di cuffie, nessuna di esse è riuscita a imporsi prepotentemente sulle altre determinandone la scomparsa. La preferenza verso un certo materiale è esclusivamente a scelta del consumatore in base alle sue necessità (comfort, performance sportiva, durabilità...).
    • Date le diversità tra le tipologie di cuffia proposte dal mercato, il consumatore è molto spesso costretto a porsi dei para- metri per valutare le proprie priorità nella scelta. Possiamo riassumere tale criterio in quattro istogrammi, rappresentanti l’alta, media o bassa capacità dei vari tipi di cuffia nell’adempiere al compito considerato. L’obiettivo è cercare di offrire un’alternativa valida che minimizzi le differenze, soddisfando il consumatore in ogni punto. 10 Il cliente e le sue priorità nella scelta E L S Attrito durante l’attività E L S Versatilità estetica (colori, forma ecc) E L S Frequenza di nuoto / Durabilità E L S Attività in acqua temperata
    • 11 180 400 170 65 55
    • 12220 175 187.5 187.5 175 Spessore tessuto: 0.6 mm Scala: 1:3
    • Valutazioni & Soluzioni 13 Morbidezza Rilascio di calore Swimming Cap in Elastam PRO Tessuto allungabile Tessuto flessibile Comoda durante l’uso Non tira i capelli Non si “incolla” Facile da mettere Tessuto stampabile Tessuto leggero
    • Questa infografica sintetizza le considerazioni appena esplicate sulla cuffia in elastam, riassumendo le valutazioni riguar- danti sia il lato funzionale che sensoriale dell’oggetto. L’individuazione di alcune mancanze ha reso possibile lo sviluppo di risposte mirate per la loro risoluzione. Swimming Cap in Elastam Nastro con stopper Fuoriuscita dei capelli Poca aderenza Necessita di una busta per il ritiro dopo l’uso Tessuto idrorepellente Lenta asciugatura Tessuto assorbente Tessuto permeabile Tessuto delicato Tessuto durevole CONTRO 14
    • 15
    • 16 Questa nuova proposta di cuffia ha due diversi momenti d’uso che la giustificano nella conformazione. Essa può essere usata prima, mentre e dopo l’attività, venendo sfruttata sia come classica cuffia, con nastro regolabile, sia come borsetta impermeabile dove poter ritirare il costume bagnato dopo essersi cambiati. Una cuffia regolabile e polifunzionale Per nuotare, infila la tua cuffia e, con lo stringi-elasti- co, regola a piacimento l’aderenza di quest’ultima. Dopo l’attività, ritira costume bagnato e occhialetti nel- la cuffia richiudendola con lo stopper. Si trasformerà in una comoda borsetta impermeabile.
    • 17 470 465 170 140 11070 45 30 45 8
    • 18228 190 180 180 190 180 Spessore tessuto: 0.5 mm Scala: 1:3
    • Scoperto dalla Aqualab Technologies nel 2007, Endu- rance SD è una variante dell’esclusivo tessuto hightech di Speedo e Mectex S.p.a. realizzato nel 2008 per la linea LZR Racer, presentato nello stesso anno alle Olim- piadi di Pechino. Ha una composizione 50% poliestere e 50% polibutile- ne.Questo materiale è un importante risultato dato dalle nanotecnologie, studiato appositamente per l’uso in pi- scina, oltre che per quello agonistico, grazie a precisi accorgimenti. Il materiale scelto: Endurance SD 19 Temperatura Attrito Estetica Durabilità Quickdrying Resistente alcloro Durevole
    • Endurance SD: le caratteristiche - 100% resistente al cloro; - è un tessuto molto fine di spessore che riesce ad adattarsi perfettamente al corpo diminuendo l’attrito con l’acqua du- rante l’attività senza comprimere la testa; - ottimo mantenimento di forma; - 20x più resistente allo sbiadimento e alla lacerazione dei prodotti in elastam; - 4x più elastico dell’elastam, risultando morbido al tatto; - finitura idrorepellente per una minima assorbenza che non appesantisca il tessuto durante l’attività; - asciugatura ultrarapida. Unica pecca, come per tutti i nuovi pro- dotti nati dalle nanotecnologie, è il prez- zo al pubblico dato dalle difficoltà di produzione. In tal modo, nonostante le eccellenti risposte funzionali, il prodotto non si presenta competitivo sul mercato. 20
    • Produzione dell’oggetto finale 21 Questo stopper è realizzato in ABS tramite stam- paggio a iniezione di due parti (esterno e bottone interno). Il polimero è iniettato nello stampo e subito estratto. Assemblato il pezzo, con l’aggiunta della molla per il meccanismo, lo stopper è completo. 1. Realizzazione dello stringi-elastico Il filo di nylon, leggermente elastico ed impermea- bile, è convogliato nel telaio dove è tessuto della larghezza voluta. In questo modo i suoi bordi, che corrispondono alla cimossa, risultano ben rifiniti e compattano la trama. 2. Realizzazione del nastro in nylon impermeabile
    • Questa cuffia necessità di una complessa realizzazione determinata dalla particolare attenzione verso le caratteristiche dei materiali scelti. In particolare, il tessuto Endurance SD ha bisogno di un lungo e complesso procedimento per la sua realizzazione. Questo tessuto è formato da nanofibre, ottenute tra- mite self-assembly process, che sfrutta approccio di sinterizzazione bottom-up, partendo dalle molecole, che spontaneamente creano dei legami. La finitura idrorepellente è ottenuta con self-assembly mono- layers. 3. Realizzazione del tessuto tecnico Endurance SD La stoffa è cucita in modo da formare la calotta e preparare il binario interno per il nastro. Quest’ulti- mo viene fatto passare all’interno dello stringi-elasti- co per poi essere infilato nella traccia e cucito alle estremità. 4. Cucitura della stoffa e assemblaggio 22
    • Texturizzazione: le proposte 23 Un pattern dedicato agli sportivi dallo stile aggressi- vo e ricercato. Questa fantasia si ispira alla pelle di un rettile, riproponendola in una forma grafica che unisce il minimal contemporaneo al carattere sel- vaggio tipico delle stampe animalier. Animalier Con chiara ispirazione alle cuffie degli anni ‘60, que- sta fantasia si colora di motivi floreali, questa volta stampati e non in rilievo. Tale pattern punta soprattutto al pubblico femminile, riproponendo la cuffia come un accessorio orna- mentale a cui prestare attenzione, pur senza sfocia- re nell’eccessività. Floral
    • Per una maggiore caratterizzazione di questa cuffia, sono state pensate ben quattro proposte adattabili al gusto dei suoi diversi fruitori. Dal gusto vintage, selvaggio, illusionista o ironico... Ogni cuffia si mostra con una personalità differente che però non tralascia un lavoro di sintesi e ricerca grafica. Dai tratti streamlining, questa fantasia bicolore si compone di linee che seguono perfettamente l’an- damento delle cuciture e del nuoto frontale del fruitore. Il movimento e le increspature dell’acqua danno luogo a giochi di distorsione tanto da creare un’illusione ottica sempre nuova sulla cuffia. Optical Dal carattere ironico e dalle influenze etniche, que- sta texture sottolinea il ruolo della cuffia proprio giocando sull’effetto di “nudo” che essa da. Un segno netto, quasi tribale, crea l’illusione di una bizzarra capigliatura sulla testa del suo fruitore at- traverso il contrasto tra pelle e capelli, ricreati in un effetto pixel. Mohawk 24
    • La stampa del tessuto: DTG 25 La stampa digitale diretta, detta anche DTG = Direct to Garment) è una tecnica innovativa e di alta qualità per la stampa di t-shirt e abbigliamento personalizzato, che unisce la tecnologia superiore delle stampanti a getto di inchiostro e gli inchiostri serigrafici per tessuti. Le immagini vengono stampate in quadricromia diretta- mente sul tessuto con una stampante a getto di inchio- stro ad alta risoluzione (fino a 1200 DPI) che utilizza inchiostri specifici, atossici per i tessuti. - Meno economica della serigrafia per medie e grandi tirature - Massima qualità per disegni complessi (in questo caso Animalier e Floral); - Resistenza nel tempo e ai lavaggi; - Stampa molto morbida, il colore entra completamente nel tessuto; - Molto economica per piccole tirature e/o grafiche complesse.
    • La stampa del tessuto: Serigrafia La serigrafia è la tecnica di stampa di immagini e grafi- che più diffusa, affidabili ed economica per grandi tira- ture. ‘impianto di stampa serigrafica è sostanzialmente una pezza di tessuto speciale (nylon o poliestere) incor- niciata su un telaio. Questo tessuto viene preparato in modo da lasciar filtrare inchiostro solo dove desiderato: si copre tutto l’impianto con una resina impermeabile all’ichiostro, tranne le parti che costituiscono l’immagine da stampare. - Economica per medie e grandi tirature; - Adatta a ogni tipo di materiale; - Permette stampe di grandi dimensioni; - Colori molto coprenti e resistenti; - Ottimi risultati anche su capi di colore scuro. 26 - Costosa per piccole tirature; - Particolari molto minuti e dettagli vengono riprodotti con poca precisione; - Inadatta per stampare disegni con molti colori e sfumature.
    • La cuffia da piscina, come elemento del proprio quotidiano, in una nuova proposta nata dal tentativo di miglioramento del progetto originale. Swimming CAP Resolution Un progetto di Eleonora Bompieri