• Save
AMBIGUO - Styling my own first font
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

AMBIGUO - Styling my own first font

on

  • 587 views

Progettazione di un font: concept, sviluppo, adattamento.

Progettazione di un font: concept, sviluppo, adattamento.

Styling font: concept, development, adaptation on points

Statistics

Views

Total Views
587
Views on SlideShare
564
Embed Views
23

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

2 Embeds 23

http://strikingagain.tumblr.com 20
http://www.tumblr.com 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    AMBIGUO - Styling my own first font AMBIGUO - Styling my own first font Presentation Transcript

    • Un progetto diEleonora Bompierimatricola 1466759a.a. 2011 - 12
    • Ho deciso, quindi, di spostarmi su una struttura più quadrangolare dagli angoli arrotondati. Su di essa, Il successivo spostamento su supporti quali Autocad ed Adobe Illustrator è stato automatico, per laAmbiguo è un font nato con la pretesa di essere un gioco di ambiguità ottiche. “Di tutte le cose sicure, la più certa è il dubbio.”Così diceva Bertolt Brecht: allo stesso modo, Ambiguo vuole innescare nel lettore una perplessità, undubbio percettivo.. Lo studio del lettering, con lo scoprire dei minuscoli dettagli, a volte quasi imper- propria identità in totale accordo con le altre. Nella progettazione, le correzioni ottiche sono state partecettibi già incorporate n -abbastanza sulla sua forma pura sul supporto. Ambiguo vuole essere un insegnamento: anche il piccolosa riservare segreti capaci di stupire ed un’occhiata attenta può davvero cambiare la nostra ottica Le maggiori indecisioni si sono presentateglobale. - sviluppo della lettera A. Con la lettera K, c’è stata la necessità di de - Volendo ripercorrere le fasi di progettazione, è evidente che questo font è stato frutto di mol- del motivo comune tra le altre lettere. Le - hanno spessori diversi per correggere le Gli schizzi sono stati il primo supporto per la spinte tra i volumi. Nella lettera Q, una lunga serie di tentati- Il primo passo è stato costruire una prima vi ed osservazioni su altri font esistenti ha struttura del font, lo scheletro su cui poi avrei lavorato. Come per la K, questa ha spessori diversi ai La scelta di una base spigolosa, molto squadrata vertici per la correzione ottica. e classica non è stata soddisfacente: il primo tentativo di inspessire i tratti e costruire su di idea di ambiguità e i suoi sviluppi portavano a soluzioni poco ricercate ed accattivanti. Anche l’idea di lavorare su lettere “incomplete” - terminante, come appunto un angolo, è stata da una parte la regolarità delle forme e l’assenza di grazie lo includerebbero tra i Sans Serif Geometric, abbandonata perchè non abbastanza espressiva dall’altra, l’aspetto moderno e la risoluzione richiesta per una buona fruizione lo rendono un Display per il concept. font.
    • Come si nota dalla griglia, il font basa gran parte della sua struttura su cerchi. Questi non hanno grande casuali,fuoriuscire dalla griglia di costruzione.
    • Nel risultato complessivo, è chiaro il concept: la realizzazione di un font fatto di contrasti. Chiaro - scuro, pieno -vuoto, dentro - fuori, spesso - sottile... Con il suo gioco di opposti, Ambiguo concilia forze uguali ed opposte.
    • Ambiguo è un font che trova la sua massima valorizzazione a dimensioni ab- bastanza elevate. Esso non è un carattere adatto a lunghi testi, in quanto le sue un font che si adatta perfettamente a titoli ed intestazioni, capace di cogliere l’attenzione del lettore.