Your SlideShare is downloading. ×
Retail marketing 2011
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Retail marketing 2011

819
views

Published on

Published in: Business

0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
819
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
7
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. 24 MARZO 2011 BETA VERSION!
  • 2. Vedere l’invisibileVe(n)dere l’invisibile
  • 3. Il Retail è da sempre un ambito di sperimentazione privilegiato dell’evoluzione sociale. ACQUISTOÈ un atteggiamento contemporaneamente sempre più fisico e digitale insieme. ESPERIENZA Non possiamo più parlare solo di esperienza all’interno del Punto Vendita. da SHOPPING EXPERIENCE a SHOPPING ABILITY PERSONE La chiave di un nuovo “umanesimo” del Retail è in mano al Cliente. E’ necessario quindi ripensare al suo ruolo, coinvolgimento e interazione.
  • 4. Quali gli step?1 Capire il contesto2 Comprendere il Cliente3 Definire chi siamo e qual èil nostro “modello”4 Sviluppare strumenti e ideeper creare esperienza e unicità5 Prepararsi al cambiamentoOBIETTIVO Creare nuove Opportunità
  • 5. ? Come sta evolvendo il contesto appunti note …
  • 6. Extraconnessi" Aumento delle " Compressione tempo aspettative: qualità/prezzo" Da consumatore a persona" Cliente liquido Compressione spazio Reti collaborative" Nuove " dinamiche sociali" Cambiamenti frequenza e Accelerazione dei cambiamenti intensità d!acquisto" Nuovi paradigmi Offerta liquida Concorrenza allargata" Polarizzazione dell!offerta" Convergenza dei settori" Moltiplicazione e RETAIL presenza di nuovi modelli commerciali Sostenibilità Da distributoria produttori a editori Overdose Nuovo mix con minore Retailer reddititvità Concorrenza allargata Da erosione del Prodotti Tecnologie prezzo a erosione del valore piattaforma scardinanti Nuovo mix con minore redditività Aumento prodotti a marchio Fluidità dell’informazione Domanda Debole – Social Aumento dei costi
  • 7. ? Come evolve il nostro Cliente appunti note …
  • 8. •#Attento e concreto, vuole provare•#Ha capacità critica•#Esplorativo e più curioso•#Consapevole delle proprie potenzialità•#Attivo-partecipativo: Cliente partner•#Responsabile e conscio che le sue azioni•#Disilluso in cerca di conferme, sente ildiritto di chiedere garanzie•#Chiuso e sfuggevole•#Stanco, non vuole preoccupazioni e vuolemigliorare la propria qualità di vita, viverlacon leggerezza•#Anfibio nel mixare prodotti e stili concreatività•#Contestuale rispetto al luogo e al tempo incui vive.•#Informato grazie alla rete e istruito•# EXTRACONNESSO
  • 9. Diventa unCliente liquido
  • 10. MINDSET NUOVE ESIGENZE OPPORTUNITÀ PROGETTUALI PERSONALITÀ ATTIVITÀ DI PROFILAZIONE ANALISI DEL CONTESTO ALLARGATO COMPORTAMENTI OSSERVAZIONE DEL CLIENTE ANALISI QUALITATIVA E QUANTITATIVACliente liquido
  • 11. SHOP EXPERIENCESHOP ABILITY
  • 12. > Ricevere contenuto > Essere protagonista > Vivere un’esperienza > Servizio a valore aggiunto COMPORTAMENTI COLLETTIVISHOP ABILITY
  • 13. > Tracciare i propri spostamenti e conoscere quelli di altri (tracking-geolocalizzazione) > Commentare, discutere, dare pareri, condividere opinioni, acquisti, esperienze (ilike-voto) > Cercare per parola chiave (tag) > Informarsi e paragonare prodotti/servizi (comparison) > Sentirsi parte di.. (GAD-community-social, network) > Gami cazione (punti-credits-medaglie)COMPORTAMENTI COLLETTIVI
  • 14. ? Come cambia l’esperienza d’acquisto appunti note …
  • 15. da >>> a da PRODOTTO/SERVIZIO >>> a IDEA da BRAND che comunica >>> a CLIENTI che raccontano da INFORMAZIONE >>> a REPUTAZIONE da CONOSCENZA >>> a ESPLORAZIONE N da CERTEZZA >>> a SPERIMENTAZIONE da COSA ACQUISTO >>> a COME ACQUISTOHarvard Business Review Italia – Dicembre 2010
  • 16. Cambia lo schema dell’esperienzaprima durante dopo l’acquisto
  • 17. SHOP EXPERIENCEMODELLO SEQUENZIALEIERIOGGI NUOVA REALTÀSHOP ABILITYMODELLO FIONDA
  • 18. CaratteristicheMODELLO FIONDA ALTERNANZA CONTINUA Il fisico e digitale si fondono. E’ necessario lavorare sul processo insieme. Il punto di partenza e di chiusura del “ciclo” possono essere uguali o divergenti. INIZIO - FINE Le azioni dettano il percorso di esperienza AZIONI CLIENTE
  • 19. Il Retail deve trovare nuove chiavi d’interpretazione per il Cliente!Da target a profiloDa analisi demografia a ricerca etnografiaDa consumatore a persona
  • 20. ? Come cambia il prodotto apputneti no …
  • 21. Prodotto Prodotto con con Servizio “anima digitale” PRODOTTO facility PRODOTTO fisicoACCESSO esperienza CONTENUTI digitali
  • 22. ? Come cambia il retail appunti te no …
  • 23. •# Nascono nuovi modelli di business trasversali con cui il retail si•#deve confrontare (es. Groupon)•# Le formule del retail diventano sempre più ibride (es. Carrefour Cafè)•# La “maturazione” del retail porta ad un appiattimento dei format edell’esperienza in-store•# E’ necessario costruire il valore e il legame del Brand / Insegnaattraverso il retail•# Maggiore competitività tra il mondo digitale e fisico•# La crisi indebolisce la domanda, il retail razionalizza le reti, chiudePunti Vendita, esplora nuove soluzioni
  • 24. Retail Iceberg
  • 25. Retail IcebergConoscere ed essere pronti a cogliere la doppia sfida.
  • 26. ? Definire Chi siamo appunti note …
  • 27. Identifichiamo la traiettoria FLUIDAper arrivare al traguardo
  • 28. OGGIDove ci posizioniamo?Qual è la nostra unicità?Qual è nostra mission?
  • 29. DOMANI Dove ci posizioneremo?Quale saranno i nostri differenziali? Quale sarà la nostra vision?
  • 30. Come reagire?Elaborare una propria strategia (la tattica non basta!)Capire le “logiche” dal contestoPartire dal Brand/Cliente
  • 31. ? Quali strumenti progettare apputneti no …
  • 32. Strumenti per sviluppare la venditala Mappa Retail Marketing TEMPO
  • 33. IL RUOLO
  • 34. Sistemacircolareaccompagnare il processofino in fondo territorio
  • 35. Per gestire un panorama dinamico,bisogna innovare il modello di pensiero,farsi le domande giuste, avere nuovistrumenti per fronteggiare le onde corte,avere nuove idee su come…COSTRUIRE NUOVE OPPORTUNITA’
  • 36. Opportunità1.# INNOVARE IL MARKETING FLUIDO E DINAMICO2.# PRENDERE COSCIENZA DELLA PROPRIA IDENTITA’3.# GESTIRE LE PRIORITA’4.# VOGLIA DI SPERIMENTAZIONE5.# PRENDERE COSCIENZA DEL SISTEMA DA GESTIRE, COSTRUIRE UNA REGIA DELL’INTEGRAZIONE6.# INNOVARE SUI CONTENUTI, COSTRUIRE DELLE STORIE7.# COSTRUIRE UNA NUOVA RELAZIONE CON IL CLIENTE8.# INNOVARE GLI STRUMENTI DI ANALISI E PROGETTAZIONE
  • 37. Scarica la mappa suhttp://prezi.comwww.logotel.itScarica l’abstract suwww.slideshare.net/logotel
  • 38. Grazie