Retail communication 2011

  • 462 views
Uploaded on

 

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
462
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
9
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. 13 APRILE 2011 BETA VERSION!
  • 2. da a
  • 3. COMMUNICATION
  • 4. ? Qual è il ruolo del retail communication a ppunti note …
  • 5. Comunicazione[dal lat. comunication-onis]L’azione, il fatto di comunicare di trasmettere ad altro ad altri; renderepartecipe qualcuno di un contenuto in un rapporto interattivo (CON); ;relazione complessa tra persone di carattere cognitivo e emozionale; l’attoe il fatto di fare conoscere, di rendere noto qualcosa; il contenuto stessodi ciò che si partecipa; processo di trasferimento dell’informazionecontenuta in un segnale attraverso un mezzo (il canale) da un sistema a unaltro - scienza della comunicazione; l’insieme dei mezzi impiegati perdiffondere, velocemente e con efficacia, messaggi semplici epersuasivi atti a stimolare opinioni,emozioni, gusti nel mercato-mass-media
  • 6. Come le trasformazioniin atto influenzanola comunicazione
  • 7. Extraconnessi# Aumento delle # Compressione tempo aspettative: qualità/prezzo# Da consumatore a persona# Cliente liquido Compressione spazio Reti collaborative# Nuove # dinamiche sociali# Cambiamenti frequenza e Accelerazione dei cambiamenti intensità d"acquisto# Nuovi paradigmi Offerta liquida Concorrenza allargata# Polarizzazione dell"offerta# Convergenza dei settori# Moltiplicazione e RETAIL presenza di nuovi modelli commerciali Sostenibilità Da distributoria produttori a editori Overdose Nuovo mix con minore Retailer reddititvità Concorrenza allargata Da erosione del Prodotti Tecnologie prezzo a erosione del valore piattaforma scardinanti Nuovo mix con minore redditività Aumento prodotti a marchio Fluidità dell’informazione Domanda Debole – Social Aumento dei costi
  • 8. numeriFonte Nielsen, dati 2010, Pubblicità Italia, Il mensile della comunicazione
  • 9. numeriFonte Nielsen, dati 2010, Pubblicità Italia, Il mensile della comunicazione
  • 10. numeri Fonte Nielsen, dati 2010, Pubblicità Italia, Il mensile della comunicazione
  • 11. Compressione tempo Compressione spazio Accelerazione dei cambiamenti Nuovi paradigmi Diffusione capillareda modello persuasivoa modello pervasivo“che tenta di diffondersi ovunque”(autenticità delle esperienzee verità dei processi)
  • 12. da Cliente predaa Cliente cacciatore“Il focus della comunicazione non è piùsul prodotto ma sul Cliente”Il vero valore per l’azienda non sono i suoi asset e ilsuo portfolio prodotti, ma il suo portfolio clienti. Aumento delle # Extraconnessi# aspettative: qualità/prezzo# Da consumatore a persona# Cliente liquido Nuove # Reti collaborative# dinamiche sociali# Cambiamenti frequenza e intensità d"acquisto#
  • 13. da effetto specialea Affetto speciale“centralità assoluta sull’empatia”L’EMPATIA è la capacità di immedesimarsi con gli stati d’animo e con i pensieridell’altro sulla base della comprensione dei suoi segnali emozionali,dell’assunzione della loro prospettiva soggettiva e della condivisione dei lorosentimenti. Aumento delle # Extraconnessi# aspettative: qualità/prezzo# Da consumatore a persona# Cliente liquido Nuove # Reti collaborative# dinamiche sociali# Cambiamenti frequenza e intensità d"acquisto#
  • 14. Overdose Tecnologie scardinanti Fluidità dell’informazioneSocial da linearità a zig zag (web surfing) “superficialità di lettura” Nuovi linguaggi, nuove modalità di espressione, nuove modalità di navigazione
  • 15. Overdose Tecnologie scardinanti Fluidità dell’informazioneSocial Il digitale ha acquisito un ruolo guida e di stimolatore di energie ed esperienze creando nuove ‘mappe cognitive’ puntando sulla capacità relazionale e l’intelligenza emotiva Destrutturazione dello Spazio del Punto Vendita fisico
  • 16. Moltiplicazione e presenza di nuovi modelli commerciali Da distributori a produttori a editori Nuovo mix con minore reddititvità Retailer Concorrenza allargata Da erosione del prezzo a erosione del valore Nuovo mix con minore redditivitàda comunicazione instorea ‘cross store’Visione sistemica
  • 17. ? Cosa significa, oggi, comunicazione per il retail a ppunti note …
  • 18. Il retail èun SISTEMALa comunicazione deveragionare in ottica sistemica(multicanale)
  • 19. Il concetto di Punto Vendita si amplia Parliamo di Ambienti di vendita
  • 20. ? Quali sono i nuovi ambienti di vendita a ppunti note …
  • 21. Retail communicationAmbienti di vendita Punto Territorio Vendita Fisico Digitale Social Web Mobile
  • 22. da comunicazione ‘instore’a comunicazione ‘cross store’ Integrazione dei canali
  • 23. Dobbiamo PROGETTARE LE STORIE I CONTENUTI DA VEICOLARE DELLA COMUNICAZIONE Gli ambienti di venditadiventano editori di contenuto
  • 24. Dobbiamo PROGETTARE LE STORIE I CONTENUTI DA VEICOLARE DELLA COMUNICAZIONELa comunicazione è un racconto [storytelling]
  • 25. DobbiamoPROGETTARE LA REGIA DEI CONTENUTI La comunicazione come ‘regia’
  • 26. DobbiamoCOINVOLGERE IL CLIENTENELLA GENERAZIONE DEI CONTENUTI
  • 27. DobbiamoORGANIZZARCI INTERNAMENTE LAVORARE SULLE PERSONE PER FARE COMUNICAZIONE Introduzione di nuove figure Content Manager
  • 28. SVILUPPARESTRUMENTI E IDEEcross tra canali
  • 29. ? Come cambia l’ergonomia fisica/digitale a ppunti note …
  • 30. ha una doppia animaErgonomia Ergonomia fisica digitale
  • 31. Ergonomia si occupa dellinterazione tra gli elementi di un sistema (umani e daltro tipo) e la funzione per cui vengonoprogettati (nonché la teoria, i principi, i dati e i metodi che vengono applicati nella progettazione), allo scopo di migliorare la soddisfazione dellutente e linsieme delleprestazioni del sistema. In pratica è quella scienza che si occupa dello studio dellinterazione tra individui e tecnologie. I.E.A. (International Ergonomics Association)
  • 32. Ergonomia FISICAdell’Acquisto del Cliente
  • 33. I sensi determinano la ricezione dei messaggi Comunicare ai sensi significa trasferirsi dalla razionalità alla emotività
  • 34. Oltre alle variabili psicografiche,l’anatomia e l’età determinano notevolmente l’acquisto
  • 35. Il Cliente si comporta in maniera particolare … il modo come cammina, prova, tocca …
  • 36. Cosa fa il Cliente?
  • 37. Ergonomia DIGITALE dell’esperienzad’Acquisto del Cliente
  • 38. User experience
  • 39. User experience - ieri
  • 40. User experience - oggi
  • 41. IdentificareOBIETTIVI chiari e progettare i CONTENUTI
  • 42. Progettare un CONCEPT chiaro Significa (per il Cliente)Chiarezza della Funzionalità e dei Contenuti
  • 43. Verificare le TECNICITA’ Testare laNAVIGAZIONE
  • 44. Compatibilità Efficienza Efficacia Sicurezza Significa (per il cliente)Usabilità di apprendimento e di ricordo delle modalità d’uso
  • 45. Realtà aumentata
  • 46. Touch pad
  • 47. Touch pad in vetrina
  • 48. ? Come cambia l’esperienza d’acquisto ap punti note …
  • 49. esempi
  • 50. Esperienza CLIMAXMODELLO FIONDACosa acquisto? Es. Prodotti Elettronica
  • 51. Esperienza COUNSELLINGMODELLO FIONDA Cosa acquisto? Es. Prodotti Arredamento, Durevoli
  • 52. Esperienza EXPLORER – ESPERTO – PRODOTTO SPECIALMODELLO FIONDA Cosa acquisto? Es. Prodotti Abbigliamento
  • 53. Esperienza AFFECTIONMODELLO FIONDA Cosa acquisto? Es. Prodotti Assicurativi, Bancari
  • 54. Esperienza EFFICENCY - TRUSTMODELLO FIONDA Cosa acquisto? Es. Prodotti Consolidati per il Cliente
  • 55. ? Quali sono gli obiettivi degli ambienti di vendita a ppunti note …
  • 56. vendere orientare tangibilizzarepromuovere semplificare informare raccontare educaretracciare discutere condividere paragonare suggerire
  • 57. ? Chi siamo? Identifichiamo il brand a ppunti note …
  • 58. Retail IcebergIdentificare il proprio equilibrio
  • 59. La nostra posizione dell’iceberg Determina l’impronta chevogliamo dare alla comunicazione
  • 60. Per supportare la VENDITA di Experience e Offering
  • 61. OBIETTIVI della COMUNICAZIONE Creare FIDUCIA Raccontare STORIEPromuovere il RETAIL SYSTEM Creare PARTECIPAZIONE
  • 62. Scarica la mappa suhttp://prezi.comwww.logotel.itScarica l’abstract suwww.slideshare.net/logotel
  • 63. Grazie