Nuovi requisiti tracciabilita per i prodotti di origine animale

  • 468 views
Uploaded on

Brevi note sui nuovi requisiti di tracciabilità dei prodotti di origine animale come definiti dal regolamento della Commissione europea n. 931/2011.

Brevi note sui nuovi requisiti di tracciabilità dei prodotti di origine animale come definiti dal regolamento della Commissione europea n. 931/2011.

More in: Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
468
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Nuovi requisiti di tracciabilità deiprodotti di origine animale- Reg. n. 931/2011 - www.lexalimentaria.eu www.lexalimentraia.eu
  • 2. Il reg. n. 931/2011REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) n. 931/2011 DELLA COMMISSIONEdel 19 settembre 2011 relativo ai requisiti di rintracciabilità fissati dalregolamento (CE) n. 178/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio pergli alimenti di origine animale Applicabile dal 1° luglio 2012. Ratio: • lesperienza ha dimostrato che generalmente gli operatori del settore alimentare non dispongono delle informazioni necessarie a garantire ladeguatezza dei loro sistemi di individuazione della manipolazione o del magazzinaggio degli alimenti, in particolare nel settore degli alimenti di origine animale (cons. 4) • È quindi opportuno stabilire norme per il settore specifico degli alimenti di origine animale, al fine di garantire la corretta applicazione dei requisiti di cui allarticolo 18 del regolamento (CE) n. 178/2002. Tali norme devono consentire una certa flessibilità riguardo al formato in cui vanno fornite le informazioni pertinenti (cons. 5) • L’obbiettivo delle nuove norme è quello di assicurare la “rapida en piena rintracciabilità” degli alimenti (cons. 4) 2 Avv. Daniele Pisanello
  • 3. Cosa fareGli operatori del settore alimentare garantiscono che le seguentiinformazioni concernenti le partite di alimenti di origine animale sianomesse a disposizione delloperatore del settore alimentare al quale glialimenti vengono forniti e dellautorità competente, se lo richiede: a) una descrizione dettagliata degli alimenti; b) il volume o la quantità degli alimenti; c) il nome e lindirizzo delloperatore del settore alimentare che ha spedito gli alimenti; d) il nome e lindirizzo dello speditore (proprietario) se diverso dalloperatore del settore alimentare che ha spedito gli alimenti; e) il nome e lindirizzo delloperatore del settore alimentare al quale gli alimenti sono stati spediti; f) il nome e lindirizzo del destinatario (proprietario) se diverso dalloperatore del settore alimentare al quale gli alimenti sono stati spediti; g) un riferimento di identificazione del lotto o della partita, se necessario; e h) la data di spedizione. 3 Avv. Daniele Pisanello
  • 4. PrecisazioniLa norma dell’art. 3.2, 2° comma, stabilisce che “Su richiesta dellautoritàcompetente, loperatore del settore alimentare fornisce le informazionisenza indebiti ritardi”. Un modulo adeguato in cui vanno fornite leinformazioni è a discrezione del fornitore degli alimenti, a condizione chele informazioni di cui al paragrafo 1 siano chiaramente einequivocabilmente disponibili e consultabili per loperatore del settorealimentare al quale sono forniti gli alimenti”.Sembrerebbe che L’indebito ritardo sarebbe quello necessario a “preconfezionare” un modulo in precedenza non trasmesso; La fornitura deve risultare senza possibilità di dubbio (inequivocabilmente); Il c.u. dovrebbe accertare l’assolvimento anche dell’obbligo di aggiornamento delle informazioni obbligatorie: “Le informazioni di cui al paragrafo 1 sono aggiornate quotidianamente e rese disponibili finché può essere ragionevolmente presunto che gli alimenti siano stati consumati”. 4 Avv. Daniele Pisanello
  • 5. Grazie dell’attenzione www.lexalimentaria.euSediLecce Bologna,via Principe Umberto 2, 73057 Taviano via D’Azeglio 27, 40123 Bologna (BO), ItalyTel.: (+39) 3495849718 Tel.: +39 0516486188email: info@lexalimentaria.eu email: info@lexalimentaria.eu 5 Avv. Daniele Pisanello