Your SlideShare is downloading. ×
0
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
3 6 ipsa_vezzoli_13_14
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

3 6 ipsa_vezzoli_13_14

370

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
370
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
71
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • E dovete come prima cosa INDIVIDUARE DELLE PRIORITà PROGETTUALI
  • Avete sceto un coeff K che vi dice quanto potete ridurre l’utilizzo di materiali lo moltiplicate per l’EI e il risultato lo inserite nella scheda valutaz ipsa nella riga corrispondente a IPSA RIDUZ DEI MATERIALI
  • Di nuovo sono valori che avete già calcolato
    Infatti nel format di LCA finalizzato al design … al punto 2.1 avete calcolato l’impatto ambiantale della …
  • Con il simaprò e usando il metdo ecoindicator99 questi valori li troviamo facendo l’analisi del ciclo di vita e guardando I risultati in fase di valutazione aggragati per fasi del ciclo di vita
  • 3 criterio : ipsa riduz energia
    Quindi quanto potrei guadagnare…
  • Ecco la formula che andrete ad utilizzare in questo caso:
    K che è un coefficiente simile a quelli precedenti ma possono avere valori diversi. Anche qui dovrete è un coeff che ipotizza una massima riduzione del consumo di energia dal 90 al 50%
    Anche in questo caso dovrete scegliere un valore che sta tra 0.5 e 0.9 per es. 0,9se pensate che potrete ridurre del 90% il consumo di energia e così via.. E sempre in caso di incertezza 0,7
    Moltiplicato per l’eco indicator dell’energia durante l’uso
  • Ecco la formula che andrete ad utilizzare in questo caso:
    K che è un coefficiente simile a quelli precedenti ma possono avere valori diversi. Anche qui dovrete è un coeff che ipotizza una massima riduzione del consumo di energia dal 90 al 50%
    Anche in questo caso dovrete scegliere un valore che sta tra 0.5 e 0.9 per es. 0,9se pensate che potrete ridurre del 90% il consumo di energia e così via.. E sempre in caso di incertezza 0,7
    Moltiplicato per l’eco indicator dell’energia durante l’uso
  • Anche qui lo andate a inserire nella scheda IPSA nella riga corrispondente a IPSA RIDUZIONE ENERGIA
  • Ma anche qui voi avete già calcolato questo valore e lo potete prendere nel punto 2.2 valutaz relative al consumo bla bla
  • Valore che prenderete da simapro nel grafico nella colonna energia in uso
  • 4° criterio ESTENZIONE DELLA VITA DEI MATERIALI
    Overo quanto potrei guadagnare in termini bla bla?
  • Dove possiamo evitare degli impatti se valorizziamo rispetto alla discarica I mataeruiali a fine vita
    Evirtiamo l’impatto dei materiali che vanno in discarica e la pre-produzione dei materiali che ricilciamo
  • In realtà però abbiamo un impatto addzionale dovuto ai processi di riciclaggio, combustione…
    Allora anche in questo caso introduciamo un coefficiente K che ipotizza un impatto addizionale dovuto ai processi di riciclaggio che va dal 10 al 50% quindi se pensate che è già stato riciclato abbastanza e quindi quasi niente va in discarica sceglierete un valore basso quindi uno 0,5 moltiplicato per l EI della PP del materiale che va in discarica e vieversa se il vostro prodotto va tutto in discarica sceglierete un valore più alto dello 0,9. sempre in caso di incertezza sceglierete 0,7
  • Fate I vostri calcoli…etce andate a inserirlo nella scheda IPSA nella riga corrispondente etc
  • Ma voi avete già calcolato questi valori
    Nei punti 2.5.1
    E 2.5.2
  • Rigaurdo al 5# criterio, cioè riduzione della tossicità.. Quindi quanto potrei guadagnare etc??
  • Dovreste mettere l’impatto dovuto all eco indicator T, l’impatto relativo ad alcuni effetti ambientali, quelli che hanno a che fare con la tossicità di tutto il ciclo di vita ma per I materiali e I processi tossici
    La quota di impatto relativa alla tossicità dei materiali e dei processi tossici e nocivi nelle fasi di pre-produzione (PP), produzione (P), distribuzione (DT) e dismissione (DM)
  • Detto questo nei prodotti che voi avete utilizzato non sonon stati scelti materiali e processi tossici
    Quindi inserirete nella scheda ipsa valore 0
  • Ultimo criterio…
  • Vi viene indicato di prendere l’eco indicator E di energia e materiali consumati
    Eco indicator dell’esauribilità che fa riferimento alla macro categoria resources o nelle sottocategorie minerlas and fossil fuels
  • Ma nel vostro caso l’avete già calcolato nell’ultima domanda cioè il punto 2.6
  • Questo valore lo inserite nella riga corrispondente…..
    A questo punto avete sei valori nella colonna ipsa uno per ogni criterio
  • Transcript

    • 1. corso DESIGN PER LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE 3.6 INDICATORI PRIORITÀ STRATEGICHE AMBIENTALI: SCHEDE IPSA (ICS_TOOLKIT) Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Dip. Design / DIS / DeSos LeNS, the Learning Network on Sustainability Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 2. CONTENUTI: . . . . perchè calcolare gli IPSA? (scopi e obiettivi) quali sono gli IPSA? quale lo strumento? come calcolare gli IPSA? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 3. INDICATORI PRIORITÀ STRATEGICHE AMBIENTALI SCOPI E OBIETTIVI (PERCHÉ?) STRATEGIE e LINEE GUIDA di LCD sono utili, ma … PER UN DETERMINATO PRODOTTO (CICLO VITA/UNITÀ FUNZIONALE): . possono essere sinergiche o conflittuali . alcune hanno maggiore rilevanza di altre SCOPO: SUPPORTARE LE DECISIONI PROGETTUALI . identificare le PRIORITÀ tra le strategie LCD a partire dai risultati di LCA per il prodotto tipo Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 4. INDICATORI PRIORITÀ STRATEGICHE AMBIENTALI QUALI? IPSA estensione/intensità uso prodotto/componenti IPSA riduzione materiali IPSA riduzione energia minimizzazione delle risorse IPSA estensione vita materiali IPSA tossicità IPSA conservazione risorse scelta di risorse a basso impatto ambientale Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 5. INDICATORI PRIORITÀ STRATEGICHE AMBIENTALI STRUMENTO: SCHEDA IPSA (ICS_TOOLKIT) Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 6. INDICATORI PRIORITÀ STRATEGICHE AMBIENTALI COME CALCOLARLI? CRITERI GUIDA GENERALi: 1. quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se progettassi il prodotto conseguendo a pieno una determinata strategia di LCD Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 7. IPSA estensione durata/intensificazione uso del prodotto e dei suoi componenti quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se progettassi il prodotto perché sia infinitamente durevole e usato in modo infinitamente intenso? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 8. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 9. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione EI[PP+P+DT+DM]= X(uf) EI[CV/uf]= X + EI[U/uf] potrebbe durare n volte il primo EI[CVp/uf]= X/n + EI[U/uf] impatto evitato= X+ EI[U/uf] - X/n – EI[U/uf]= =Xx(1-1/n)= XxfDp n=1 0 ≤ fDp ≤ 1 n ∞ Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 10. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione EI[PP+P+DT+DM]= X EI[CV/uf]= X + EI[U/uf] potrebbe durare n volte il primo EI[CVp/uf]= X/n + EI[U/uf] impatto evitato= X+ EI[U/uf] - X/n – EI[U/uf]= =Xx(1-1/n)= XxfDp n=1 0 ≤ fDp ≤ 1 n ∞ Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 11. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione fDp = fattore Durata/uso potenziale = 1 – 1/n° volte= = (n° volte – 1)/n° volte= = (durata_uso potenz. – durata_uso effett.)/durata_uso potenz. in pratica: [n= n° potenziale di volte di durata del prodotto eistente] . 0 ≤ fDp ≤ 1 . fDp= 0: non potrebbe durare/essere usato di più (n=1) . fDp= 1: potrebbe durare/essere usato infinitamente di più (n=∞) . fDp= 0,7 in caso di incertezza Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 12. fDp = fattore Durata uso potenziale = 1 – 1/n° volte= = (durata uso potenziale – durata uso effettivo)/durata uso potenziale ESEMPI/SCHEMA: PRODOTTI DURATA/USO MASSIMO: uso non potrebbe durare di più: fDp= 0 es. fDp= (30anni – 30anni)/30anni = 0 PRODOTTI DURATA/USO ALTO: uso potrebbe durare 1,5 volte (0,5 in più) > fDp= 0,3 es. fDp= (15anni – 10anni)/15anni = 0,3 PRODOTTI DURATA/USO MEDIO: uso potrebbe durare 2 volte > fDp= 0,5 es. fDp= (10anni – 5anni)/10anni = 0,5 PRODOTTI DURATA/USO MEDIO-BASSA: uso potrebbe durare 3 volte: fDp= 0,7 es. fDp= (6anni – 2anni)/6anni = 0,7 PRODOTTI DURATA/USO BASSO: uso potrebbe durare 5 volte: fDp= 0,8 es. fDp= (25mesi – 5mesi)/25mesi = 0,8 PRODOTTI DURATA/USO MOLTO BASSO: uso potrebbe durare 10 volte: fDp= 0,9 es. fDp= (40giorni – 4giorni)/40giorni = 0,9 PRODOTTI DURATA/USO MINIMO: uso potrebbe durare 20 o + volte: fDp= 1 es. fDp= (20giorni – 1 giorno)/ 20giorni = 1 Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 13. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione fDp = fattore Durata/uso potenziale = 1 – 1/n° volte= = (n° volte – 1)/n° volte= = (durata_uso potenz. – durata_uso effett.)/durata_uso potenz. possono essere presenti componenti (c.i) o parti ausiliarie con fattore durata/uso potenziale significativamente diversi Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 14. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP.= = ∑fDpc. i x EIc. i [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: fase valutazione fDp = fattore Durata/uso potenziale = 1 – 1/n° volte= = (n° volte – 1)/n° volte= = (durata_uso potenz. – durata_uso effett.)/durata_uso potenz. possono essere presenti componenti (c.i) o parti ausiliarie con fattore durata/uso potenziale significativamente diversi Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 15. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP. Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 16. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP. nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: 2.1 Valutazioni relative all’impiego di materiali EI [PP + P + DT + DM] 2.4 Valutazioni relative a durata e intensità d’uso di prodotti e componenti EI c. i [PP + P + DT + DM] per i componenti (c. i) che durano meno della vita utile del prodotto Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 17. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP. (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) PP+P DM DT Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 18. IPSA riduzione del consumo di materiali quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se progettassi il prodotto in modo da usare infinitamente meno materiale? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 19. IPSA RIDUZIONE MATERIALI= = k x EI [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale prodotto (e materiali consumo) > LCA: fase valutazione Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 20. IPSA RIDUZIONE MATERIALI= = k x EI [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale prodotto (e materiali consumo) > LCA: fase valutazione EI[PP+P+DT+DM]= X EI[CV/uf]= X + EI[U/uf] potrebbe ridurre di n volte il contenuto materico EI[CVp/uf]= X/n + EI[U/uf] impatto evitato= 10 + EI[U/uf] - X/n – EI[U/uf]= =Xx(1-1/n)= Xxk n=1 0≤ k ≤1 n ∞ Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 21. IPSA RIDUZIONE MATERIALI= = k x EI [PP + P + DT + DM] EI = EcoIndicatore impatto ambientale prodotto (e materiali consumo) > LCA: fase valutazione in pratica: [n= n° di volte di riduzione del contenuto materico] 0,5 ≤ k ≤ 0,9 k= 0,5: si potrebbe dimezzare il contenuto materico (n=2) k= 0,9: si potrebbe ridurre 10 volte il contenuto materico (n=10) k= 0,7: in caso di incertezza Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 22. IPSA RIDUZIONE MATERIALI Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 23. IPSA RIDUZIONE MATERIALI nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: 2.1 Valutazioni relative all’impiego di materiali EI [PP + P + DT + DM] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 24. IPSA ESTENSIONE/INTENSITÀ USO PROD./COMP. (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) PP+P DM DT Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 25. IPSA riduzione energia quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se riuscissi a progettare il prodotto in modo da da usare infinitamente meno energia durante la fase d’uso? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 26. IPSA RIDUZIONE ENERGIA= = k x EI[energia per uso] EI[energia per uso] = EcoIndicatore impatto ambientale consumo energia in uso > LCA: fase di valutazione Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 27. IPSA RIDUZIONE ENERGIA= = k x EI[energia per uso] EI[energia per uso] = EcoIndicatore impatto ambientale consumo energia in uso > LCA: fase di valutazione in pratica: [n= n° di volte di riduzione del consumo energetico] 0,5 ≤ k ≤ 0,9 k= 0,5: si potrebbe dimezzare il consumo energetico (n=2) k= 0,9: si potrebbe ridurre 10 volte il consumo energet. (n=10) k= 0,7: in caso di incertezza Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 28. IPSA RIDUZIONE ENERGIA Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 29. IPSA RIDUZIONE ENERGIA nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: 2.2 Valutazioni relative al consumo di energia in uso EI [energia in uso] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 30. IPSA RIDUZIONE ENERGIA (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) EI[energia per uso] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 31. IPSA estensione della vita dei materiali quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se riuscissi a progettare il prodotto in modo che tutto il materiale sia riciclato, compostato o incenerito alla fine della sua vita utile? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 32. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI= = k x EI [PP mat. disc.] + EI [DM mat. disc] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: valutazione Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 33. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI= = k x EI [PP mat. disc.] + EI [DM mat. disc] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: valutazione Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 34. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI= = k x EI [PP mat. disc.] + EI [DM mat. disc] EI = EcoIndicatore impatto ambientale > LCA: valutazione in pratica: 0,5 ≤ k ≤ 0,9 k= 0,5: impatto addizionale dei processi di riciclaggio del 50% k= 0,9: impatto addizionale dei processi di riciclaggio del 10% k= 0,7: in caso di incertezza Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 35. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 36. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: 2.5.1 Valutazioni relative alla durata della vita dei materiali EI [PP mat. disc.] 2.5.2 Valutazioni relative alla durata della vita dei materiali EI [DM mat. disc.] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 37. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) PP P Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 38. IPSA ESTENSIONE VITA MATERIALI (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 39. IPSA riduzione tossicità quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto ambientale se progettassi il prodotto evitando l’uso di materiali e processi tossici e nocivi? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 40. IPSA TOSSICITÀ= = EI.t [(PP + P + DT + U + DM) materiali/processi tossici] EI.t = EcoIndicatore effetti relativi alla tossicità [es. ecoindicator99: Carcinogens + Resp. organics + Resp. inorganics + Radiations] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 41. IPSA TOSSICITÀ nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: EI.t [(PP + P + DT + U + DM) materiali/processi tossici] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 42. IPSA TOSSICITÀ Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 43. IPSA conservazione delle risorse quanto potrei guadagnare in termini di riduzione dell’impatto se progettassi il prodotto usando escludivamente materiali ed energie rinnovabili? Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 44. IPSA CONSERVAZIONE RISORSE= = EI.e [energia consumata + materiali consumati] EI.e= EcoIndicatore esauribilità [risorse= minerali + combustibili fossili] Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 45. IPSA CONSERVAZIONE RISORSE nel format di LCA finalizzato al design di prodotti a basso impatto ambientale si valuta in: 2.6 Valutazioni relative alla esauribilità/rinnovabilità di materiali ed energie EI.e Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 46. IPSA CONSERVAZIONE RISORSE (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) Fossil fuels Minerals Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 47. IPSA CONSERVAZIONE RISORSE (es. ECOINDICATOR99 CON SIMAPRO) Resources Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
    • 48. IPSA CONSERVAZIONE RISORSE Carlo Vezzoli Politecnico di Milano / Design dip. / DIS / Scuola del Design / Italia

    ×