24ottimizzazionevitaprodottidelfinopolimi 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

24ottimizzazionevitaprodottidelfinopolimi 2013

on

  • 355 views

 

Statistics

Views

Total Views
355
Views on SlideShare
355
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
49
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

24ottimizzazionevitaprodottidelfinopolimi 2013 24ottimizzazionevitaprodottidelfinopolimi 2013 Presentation Transcript

  • corso DESIGN PER LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE 2.4 OTTIMIZZAZIONE DELLA VITA DEI PRODOTTI Emanuela Delfino Politecnico di Milano / Dip. DESIGN / DIS / DeSos LeNS, the Learning Network on Sustainability Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • CONTENUTI . ottimizzare la vita dei prodotti . cosa si intende . implicazioni ambientali . linee guida ed esempi per ottimizzare la vita dei prodotti Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • OTTIMIZZAZIONE DELLA VITA DEI PRODOTTI COSA SI INTENDE progettare per: ESTENDERE LA DURATA ovvero progettare per una lunga vita utile dei prodotti e/o componenti INTENSIFICARE L’USO ovvero progettare per una vita utile con un’alta frequenza di uso dei prodotti e/o componenti Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • VITA UTILE misura quanto tempo un prodotto e i suoi materiali possono durare in condizioni normali d’uso conservando le proprie prestazioni e il proprio comportamento ad un livello standard accettato FINE VITA UTILE = DISMISSIONE Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • MOTIVI CHE PORTANO ALLA DISMISSIONE: . degrado (naturale) prestazioni . degradazione per cause ambientali o chimiche . danni causati da incidenti o usi impropri . obsolescenza tecnologica . obsolescenza culturale ed estetica Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • ESTENDERE LA DURATA implicazioni ambientali Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • PRODOTTO/COMPONENTE A VITA BREVE PRODOTTI CHE NON CONSUMANO RISORSE IN USO PRE-PROD PRE-PROD PROD PROD DISTRIB IMPATTI EVITATI DISTRIB USO USO DISM DETERMINATA FUNZIONE NEL TEMPO USO DISTRIB PROD PRE-PROD PRODOTTO/COMPONENTE A VITA ESTESA Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • PRODOTTO/COMPONENTE A VITA BREVE PRODOTTI CHE CONSUMANO RISORSE IN USO PRE-PROD PRE-PROD PROD PROD DISTRIB IMPATTI EVITATI DISTRIB IMPATTI ADDIZIONALI TECNOLOGIE/TECNICHE A MINOR CONSUMO IN USO USO USO DISM DETERMINATA FUNZIONE NEL TEMPO DISM USO USO DISTRIB DISTRIB PROD PROD PRE-PROD P-PROD AGGIORNAMENTO COMPONENTI CHE DETERMINANO I CONSUMI PRODOTTO/COMPONENTE A VITA ESTESA Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • INTENSIFICARE L’USO implicazioni ambientali Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • DURATA INDIPENDENTE DAL TEMPO DI USO PRODOTTO/COMPONENTE A VITA INTENSA PP P IMPATTI EVITATI DT DM A 1 B 1 C 1B 2 A 2 C 2B 3 A 3C 3 USO NEL TEMPO PP P DT DM A1 PP P A2 DT DM B1 PP P A3 B2 B3 DT DM C1 PRODOTTO/COMPONENTE A VITA NON INTENSA Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia C2 C3
  • DURATA DIPENDENTE DAL TEMPO DI USO prodotti/componenti a vita intensa PP P DT IMPATTI EVITATI DM PP TECNOLOGIE/TECNICHE PRE E POST CONSUMO A MINOR IMPATTO P IMPATTI ADDIZZ. TECNOLOGIE/TECNICHE A MINOR CONSUMO IN USO DT DM PP P DT DM uso (funzione) nel tempo PP P DT DM PP P DT DM PP P DT DM prodotti/componenti a vita non intensa Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • 3.1 ESTENDERE LA DURATA 3.1.1 Progettare durate appropriate Progettare durate appropriate Progettare vite utili uguali per i vari componenti Progettare la vita utile dei componenti da sostituire durante l’uso, corrispondente alla loro durata prevista Scegliere i materiali durevoli quanto richiesto dalle prestazioni e dalla vita utile del prodotto Evitare materiali permanenti per funzioni temporanee. 3.1.1 Progettare l’affidabilità Minimizzare il numero delle parti Semplificare i prodotti Evitare collegamenti deboli 3.1.3 Facilitare l’aggiornabilità e l’adattabilità Facilitare la sostituzione, possibilmente in luogo, per l’aggiornamento delle parti software Facilitare la sostituzione, possibilmente in luogo, per l’aggiornamento delle parti hardware Progettare prodotti modulari e riconfigurabili per l’adattamento rispetto a diversi ambienti Progettare prodotti riconfigurabili e/o multifunzionali per l’adattamento rispetto all’evoluzione degli individui Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • 3.1 ESTENDERE LA DURATA Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • 3.1 ESTENDERE LA DURATA 3.1.6 Facilitare il riuso Incrementare la resistenza delle parti più soggette all’usura o al danneggiamento Predisporre e facilitare l’accessibilità e la rimozione delle parti e dei componenti che possono essere riusati Progettare parti e componenti intercambiabili e modulari Progettare parti e componenti standardizzate Progettare il riuso di parti ausiliarie Progettare la ricaricabilità e/o il riuso degli imballaggi Progettare per un secondo uso 3.1.7 Facilitare la rifabbricazione Progettare e facilitare la rimozione e la sostituzione delle parti a più facile usura Progettare le parti strutturali separabili da quelle in vista Facilitare l’accessibilità alle parti da rilavorare Prevedere tolleranze adeguate per i punti più soggetti ad usura Progettare una sovrabbondanza di materiale per la rifinitura di alcune superfici deteriorabili Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia
  • 3.2 INTENSIFICARE L’USO 3.2.1 Intensificare l’uso Progettare prodotti-servizi per un uso condiviso Progettare prodotti multifunzionali a componenti comuni sostituibili Progettare prodotti a funzioni integrate Progettare per prodotti o parti di prodotto su domanda Progettare per prodotti o parti di prodotto su disponibilità Emanuela Delfino Politecnico di Milano / DESIGN dip. / DIS / Scuola del Design / Italia