Il progetto di Internazionalizzazione Le Mat
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Il progetto di Internazionalizzazione Le Mat

on

  • 328 views

Decent work through social economy. From stigma (brand) to brand. ...

Decent work through social economy. From stigma (brand) to brand.
LE MAT nasce nel 2001 come progetto di internazionalizzazione. Franchising per replicare una impresa sociale che funziona e crea empowerment e inclusione sperimentata e distillata in Italia

Statistics

Views

Total Views
328
Views on SlideShare
328
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
3
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Il progetto di Internazionalizzazione Le Mat Il progetto di Internazionalizzazione Le Mat Presentation Transcript

  • IL PROGETTO diINTERNAZIONALIZZAZONE Renate Goergen
  • L’internazionalizzazioneè quel processo attraverso il quale le imprese nonsolo dispiegano le loro vendite su più mercati esteri(viaggiatori esteri e nuovi franchisee), ma dagli stessimercati o da altri attingono anche per il loroapprovvigionamento di materie prime, componenti,tecnologie, impianti, attrezzature, risorse finanziarie,forza lavoro; essa comporta inoltre la localizzazionesu più mercati esteri delle attività produttive o diparti di esse.
  • LE MAT nasce nel 2001 come progetto di internazionalizzazione! Decent work through social economy From stigma (brand) to brandFranchising per replicare una impresa sociale che funziona e crea empowerment e inclusione sperimentata e distillata in Italia
  • The Le Mat people set up social co-operatives because they are socialentrepreneurs, love collective owned and community sharedbusinesses, like a more sustainable and inclusive development, wantto do a work they like and have an equal salary, want to beindependent and take their own decisions…Brussels, the 26° of June 2012
  • SOME YEARS AGO SOME OF US HAD A NEW IDEA!!!!!! We wanted to show the world of social entrepreneurs to everybody We wanted social entrepreneurship to become more touchable, visible, shareable, traceable, open to everybody, we wanted to attract new people, have new friends and clients and show our abilities And so we opened a Hotel inan abandoned old building owned by a local bank…
  • IT WAS A HARD BUT EXITING WORK!!!!!! We discovered to be good in welcoming and including people from abroad We discovered that Travellers like SPECIAL PLACES, SPECIAL PEOPLE, SPECIAL VALUES We discovered to be able to tell our stories about socialentrepreneurship, active citizenship, empowerment, recovery We learned to be a SPECIAL PLACE and a INNOVATIVE TOURISTIC PRODUCT!!!!!
  • Quali sono oggi gli strumenti di internazionalizzazione?• I finanziamenti italiani per l’internazionalizzazione, i finanziamenti europei e extra europei• LE MAT EUROPE• European Social Franchising Network – ESFN• L’Associazione dei Viaggiatori Le Mat (i viaggiatori esteri e i tecnici Le Mat che parlano le lingue)• Il portale plurilingue, i video plurilingue• I partneriati con INDACO e altre AGENZIA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE (ILO, REVES, Soficatrà, legacoop etc)• Le sedi all’estero: Goeteborg, Liverpool, South Shields, Barcellona, Banja Luka e Berlino• Il FORUM ANDERS REISEN e altri TOUROPERATOR esteri
  • • Trasferire il know-how all’estero (aumentare i franchisee all’estero);• Cercare partners e creare marchi e filiali di franchisor all’estero (vedi Svezia, Inghilterra, Spagna);• L’internazionalizzare del marchio (vendita nostre competenze e acquisizione di nuove competenze, scambi etc.)• Ampliare il numero e l’eterogeneità dei viaggiatori• Implementare i prodotti, viaggi sul portale di booking• Espandere la cultura dell’imprenditorialità sociale italiana• Aumentare il valore del marchio
  • Quali paesi e con quali partner?• I paesi dell’Europa del nord con LE MAT SWEDEN• Tutti i paesi Europei con LE MAT EUROPE, gli inglesi, polacchi, spagnoli e con tutti i partners dei soci/affiliati Le Mat• La Germania con STEFAN RUF, FORUM ANDERS REISEN etc;• Il Brasile, l’Argentina, la China con INDACO e/o OMS e ILO
  • La struttura dei ricavi• Ricavi da trasferimento di competenze (consulenze, formazione)• Ricavi di progetti di sviluppo europei e/o extraeuropei (remunerazione prestazioni professionali, costi fissi, costi di viaggio, investimenti per il miglioramento della manualistica e del valore del marchio)• Ricavi da viaggiatori in Italia (ricavi per vitto, alloggio, trasporto ai soci/affiliati (% a Le Mat?) e per organizzazione e accompagnamenti)
  • ALTRI VANTAGGI e ENTRATE• Importazione di nuove competenze, relazioni• sperimentazione del marchio e della manualistica all’estero• Maggiore visibilità e accreditamento anche in vista di futuri progetti europei• Il portale di booking diventa più utile e redditizio• Il marchio assume maggiore valore
  • SU COSA BISOGNA INVESTIRE?• Consulenti, affiliatori, progettisti che parlano altre lingue e sono in grado di andare all’estero• Un portale multilingue continuamente aggiornato – il portale booking in altre lingue• Sviluppatori di prodotti per viaggiatori esteri• una maggiore conoscenza e cultura nelle strutture di accoglienza – i siti in inglese, l’accoglienza rivolta al viaggiatore estero• SI VENDE LE MAT – WE SELL LE MAT e non i singoli e quindi un maggiore utilizzo del marchio
  • IN SOSTANZA:• Per essere in grado di cogliere le opportunità derivanti da una internazionalizzazione sistematica occorre investire in personale qualificato• Ci sono molte risorse di sostegno ma l’imprenditore deve dimostrare il proprio investimento (vedi meccanismo della rendicontazione) prima di poterne usufruire