Your SlideShare is downloading. ×
0
Brochure 3 F
Brochure 3 F
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Brochure 3 F

238

Published on

Brochure realizzata dai ragazzi della classe terza F per illustrare il progetto dei Maestri del Lavoro

Brochure realizzata dai ragazzi della classe terza F per illustrare il progetto dei Maestri del Lavoro

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
238
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. L’IALIA E’ UNA REPUBBLICA FONDATA SUL I Maestri del Lavoro si distinguono perLAVORO (Costituzione Italiana art. 1) aver ottenuto la “stella al merito del la-Il lavoro è un diritto fondamentale del cittadino voro” concessa al compimento del cin-italiano anche in vista del pieno sviluppo della quantesimo anno di età a quanti abbia-persona umana. no prestato attività lavorativa per alme- no venticinque anni ininterrottamente.La Costituzione non si limita a proclamare il dirittoal lavoro, ma assegna alle istituzioni repubblicaneil compito di rimuovere gli ostacoli che ne impedi-scono la piena realizzazione. Come? Innanzituttotutelando il lavoro e i lavoratori e intervenendocon leggi e provvedimenti per aiuta-re le aziende in difficoltà attraverso la cassa inte-grazione, la messa in mobilità dei lavoratori, favo-rendo il lavoro dei giovani e delle donne, istituen-do corsi di formazione professionale, creandonuovi posti di lavoro ad esempio con opere pub-bliche.Lo Stato può assistere con sussidi speciali solocoloro che non sono in grado di lavorare: gli inva-lidi civili.Il lavoro è però anche un dovere poichè ciascu-no, con la sua attività, deve contribuire al pro-gresso sociale, in nome anche del principio di soli-darietà proclamato nellart. 2.Il dovere del lavoro non costituisce un obbligogiuridico, per cui lo Stato non può punire chi non Federazionelavora; si tratta di un obbligo morale, che sollecita “La speranza che deve sorreggerci e Maestri del Lavorotutti i cittadini a contribuire con la loro attività o guidarci in tempi difficili ; la passioneprofessione al bene di tutti. d’Italia che deve animare ogni richiesta e pro- posta di cambiamento ; il futuro che Via Barberini, 36-00187 Roma deve costituire il riferimento essenziale Tel. 065926341-Fax.065924527 anche nellaffrontare i problemi assillan- ti del presente” Consolato Provinciale di Brescia Dal discorso del Presidente della Repubblica del 1 maggio 2012 in occasione della Festa del Lavoro e della premiazio- ne dei nuovi Maestri del Lavoro Via A.Franchi, n° 23-25127- Brescia-Tel.Fax 0306597709
  2. La classe III F ha parteci- Per il primo anno le insegnanti ci hanno Osservando le fasi lavorative e ascoltan-pato per tre anni conse- preparato alla comprensione del lavoro co- do il responsabile della ditta abbiamocutivi al progetto propo- me diritto sancito dalla nostra Costituzione visto quanto lavoro sia necessario persto dalla scuola “Giorgio e come base per la nostra vita. trasformare una ma-La Pira”e dai “Maestri del teria prima in prodot-Lavoro” , nelle persone E’ stato poi il turno di alcuni genitori che ci to finito.del Signor Pedersini e hanno raccontato le loro esperienze lavora-del Signor Dossena, tive.che da molto tempocercano Abbiamo quindi incontrato i Maestri del La-di promuovere la pro- voro Pedersini e Dossena, che ci hannopria attività collaboran- presentato la loro figura professionale rac-do con le scuole e facendo contando le loro esperienze.capire ai ragazzi l’importanzache ha il lavoro e l’ amore per Abbiamo com-il proprio mestiere. preso il ruolo dei Maestri po-Per trasmettere la loro passione per il nendo moltelavoro organizzano incontri tra ditte e domande, an-scuole durante i quali gli alunni hanno che le più curio- Il terzo anno se. abbiamo visita-potuto constatare con quanto impegno econ quanta dedizione hanno affrontato il to la ditta In seconda media, sempre accompagnati “Codenotti” diloro lavoro superando le difficoltà. dal signor Pedersini, abbiamo visitato la Sarezzo che fabbrica di armi “Uberti” a Gardone Val progetta e pro- Trompia che produce in serie armi da fuoco duce macchine storiche. per la posateria. Abbiamo capito quanto sia importante la progettazione, la pianificazione del lavo- ro e soprattutto la collaborazione fra tutto il personale della ditta. Questi siamo noi, come ci ha disegnato la nostra compagna…..

×