Il modello di Green

1,908 views
1,798 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,908
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
955
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il modello di Green

  1. 1. IL MODELLO PRECEDE/PROCEED di L.W. Green & M.W. Kreuter
  2. 2. PRECEDE - PROCEED PRECEDE - predisposing, reinforcing, and enabling constructs in education / ecological diagnosis & evaluation PROCEED - policy, regulatory, and organizational constructs in educational & environmental development
  3. 3. Cosa è PRECEDE/PROCEED? Si tratta di un modello partecipativo, orientato alla comunità per la realizzazione di interventi di promozione della salute efficaci.
  4. 4. Quali assunzioni di partenza PRECEDE/PROCEED: • Dal momento che il cambiamento nel comportamento è in linea di massima volontario, la promozione della salute ha più probabilità di essere efficace se è partecipativa. • La salute e problemi correlati devono essere esaminati nel contesto della comunità. • La salute e problemi correlati sono essenzialmente problemi di qualità della vita. • La salute è in sé una costellazione di fattori che si sommano ad una vita sana per le persone e le comunità.
  5. 5. Perchè usare PRECEDE/PROCEED? • Modello logico che fornisce una struttura procedurale per la costruzione di un intervento. • Modello logico che fornisce un quadro di analisi critica. • PRECEDE/PROCEED è partecipativo, garantendo così il coinvolgimento della comunità. • Il coinvolgimento della comunità porta ad ingaggiare in modo attivo i diversi sakeholders. • PRECEDE/PROCEED incorpora una valutazione multi-livello, il che significa avere la possibilità di monitorare costantemente e regolare la valutazione. • Il modello consente un margine di manovra per adattare il contenuto e le modalità di intervento a particolari esigenze e circostanze.
  6. 6. E’ un modello multidimensionale di educazione e promozione alla salute, con il contributo di discipline diverse: • Marketing sociale • Epidemiologia • Psicologia della salute • Sociologia medica • Educazione Un Modello che affronta la progettazione dei programmi e ne consente l’applicazione in una varietà di contesti: • Scuola • Comunità • Educazione del paziente • Contesto di cura IL MODELLO PRECEDE-PROCEED
  7. 7. PRECEDE ha cinque fasi: • Fase 1: Diagnosi sociale • Fase 2: Diagnosi epidemiologica • Fase 3: Diagnosi comportamentale e dell’ambiente • Fase 4: Diagnosi educativa e organizzativa • Fase 5: Diagnosi amministrativa e delle politiche
  8. 8. PROCEED ha quattro fasi: • Fase 6: Implementazione • Fase 7: Valutazione di processo • Fase 8: Valutazione d’impatto • Fase 9: Valutazione di risultato
  9. 9. Fase 1 – Diagnosi sociale • Vuol dire … – Identificare – Descrivere – Individuare le priorità • Fase 1 – cerca di definire dal punto di vista soggettivo la qualità della vita (problemi & priorità) della popolazione target • Auto-valutazione dei bisogni & aspirazioni
  10. 10. Fase 2 - Diagnosi epidemiologica • Quali sono i problemi di salute associati alla Qualità della Vita desiderata? • Determinare le priorità: – Quale problema ha il maggiore impatto in termini di morte, malattia, perdita di giorni lavorativi, costi di riabilitazione, disabilità, disorganizzazione familiare, e costi per la comunità? – Ci sono sotto-gruppi della popolazione come gli adolescenti, anziani, immigrati, maggiormente a rischio? – Esistono dei problemi classificati come altamente prioritari a livello locale o nazionale?
  11. 11. Fase 3 – Diagnosi comportamentale e ambientale • Fattori comportamentali • Identificare i fattori di rischio comportamentali & ambientali o le situazioni connesse ai problemi di salute. • Fattori ambientali • Determinanti esterni all’individuo, che possono essere modificati per sostenere il comportamento, la salute, o la Qualità della Vita • Una volta identificati, vanno prioritarizzati
  12. 12. Fase 4 – Diagnosi educativa e organizzativa • Identifica e classifica i fattori che potrebbero influenzare il comportamento o modificare l'ambiente: A. Fattori predisponenti - antecedenti; che hanno un impatto sulla motivazione; es.: conoscenze, atteggiamenti, credenze, valori, bisogni e capacità percepiti,.. B. Fattori abilitanti - antecedenti; che facilitano & ostacolano il cambiamento; es.: accesso, disponibilità dei servizi; acquisizione di competenze, leggi, risorse… C. Fattori rinforzanti - successivi; sostengono e mantengono il cambiamento; es.: influenza dei pari, famiglia, operatori, applicazione della legge,… • Le priorità diventano obiettivi dell’intervento e indicano quale cambiamento specifico si vuole raggiungere: –Obiettivo educativo/ comportamentale –Obiettivo organizzativo ambientale
  13. 13. Tale ripartizione dei fattori PAR suggerisce anche dei diversi tipi di intervento: • la comunicazione diretta alla popolazione target agisce sui fattori Predisponenti; • l’organizzazione della comunità (interventi politici e training) agisce sui fattori Abilitanti • la comunicazione indiretta (genitori, insegnanti, datori di lavoro) agisce sui fattori Rinforzanti L’essenza della Fase 4 consiste nello scegliere quei fattori a), b), c) che, se modificati, produrranno i cambiamenti nei comportamenti di salute e ambientali. Fase 4 – Diagnosi educativa e organizzativa
  14. 14. Fattori Predisponenti la motivazione  conoscenze  atteggiamenti  credenze  percezioni  opinioni  valori  Fattori Predisponenti la motivazione  conoscenze  atteggiamenti  credenze  percezioni  opinioni  valori  Fattori Abilitanti il cambiamento  accessibilità ai servizi  disponibilità di risorse  reti di supporto (socio-sanit-educative) impegno delle istituzioni, (policy,…) Fattori Abilitanti il cambiamento  accessibilità ai servizi  disponibilità di risorse  reti di supporto (socio-sanit-educative) impegno delle istituzioni, (policy,…) Fattori Rinforzanti sostengono il mantenimento del cambiamento  famiglia  gruppo dei pari operatori sanitari  educatori/formatori  datori di lavoro Fattori Rinforzanti sostengono il mantenimento del cambiamento  famiglia  gruppo dei pari operatori sanitari  educatori/formatori  datori di lavoro Comportamento specifico individui o organizzazioni (stili di vita) Comportamento specifico individui o organizzazioni (stili di vita) ambiente (condizioni del vivere) ambiente (condizioni del vivere) salutesalute
  15. 15. Fase 5 – Diagnosi amministrativa e delle politiche • Determinare se le capacità e le risorse sono a disposizione per lo sviluppo e l'attuazione del programma (o progetto) • Siamo vicini alla fine di PRECEDE & andiamo verso PROCEED
  16. 16. Fase 6 - Implementazione • Inizio di PROCEED • Scelta di metodi e strategie di intervento, per esempio, interventi educativi, comunicativi, organizzativi e / o altre risorse • Attivazione del programma (o progetto)
  17. 17. Fasi 7, 8, 9 - Valutazione • Valutazione di processo – descrive il processo attraverso cui un intervento viene implementato. Implementazione: Corrispondenza fra quanto teorizzato e realizzato (differenze col modello di riferimento). “Dosaggio”: Quante persone/servizi abbiamo raggiunto? • Valutazione di output – effetti dell’intervento immediatamente osservabili: prodotti dell’intervento, o le prestazioni erogate dall’intervento. • Valutazione di impatto e risultato – Valutazione post- intervento. Valutazione dell’efficacia pratica e dell’impatto a breve (determinati PAR), medio (comportamenti e ambiente) e risultato a lungo-termine del programma (salute e qualità della vita)
  18. 18. partecipazione soddisfazione Impatto sui determinanti PAR Cambiamenti nei comportamenti a rischio e ambiente Cambiamenti stato di salute e qualità della vita 1 2 3 4 5 unità di tempo %obiettiviraggiunti Quali risultati in quali tempi Nutbeam, 2003
  19. 19. Surveillance, Planning and Evaluating for Policy and Action: PRECEDE-PROCEED MODEL* Quality of life Phase 1 Social assessment Health Phase 2 Epidemiological assessment Health education Policy regulation organization Public Health Phase 5 Administrative & policy assessment Output Longer-term health outcome Short-term social impact Short-term impact ProcessInput Long-term social impact Phase 6 Implementation Phase 7 Process evaluation Phase 8 Impact evaluation Phase 9 Outcome evaluation Predisposing Reinforcing Enabling Phase 4 Educational & ecological assessment Behavior Environment Phase 3 Behavioral & environmental assessment *Green & Kreuter, Health Promotion Planning, 3rd ed., 1999.
  20. 20. Relazioni esistenti tra interventi di promozione della salute e loro valutazione (mod. da Green-Kreuter, Health Promotion Planning, 1999) Analisi / Priorità OUTCOME sanitari e sociali IMPATTO comportamenti ed ambiente IMPATTO Determinanti PAR OUTPUTPROCESSO Analisi / Priorità Obiettivi di cambiamento STILI DI VITA NORME SOCIALI AMBIENTE POLITICHE RISORSE INTERVENTI OBIETTIVI RISULTATI A BREVE TERMINE Aumento delle conoscenze sui fattori di rischio Modificazione atteggiamenti rispetto al cambiamento Acquisizione di competenze Evoluzione norme Aumento accesso alle risorse e servizi Riorganizzazione delle priorità Sostegno dei pari e/o familiari Politiche di sostegno Alleanze intra- e inter- settoriali VALUTAZIONE A MEDIO TERMINE Empowerment sulla salute Riduzione dei fattori di rischio Ottimizzazione del benessere Uso appropriato del servizio sanitario e delle risorse Aumento della soddisfazione della propria vita Miglioramento ambientale Incremento della visibilità delle organizzazioni Aumento del senso di appartenenza alla comunità A LUNGO TERMINE Miglioramento della qualità della vita Allungamento della aspettativa di vita autonoma e produttiva Riduzione delle malattie e degli incidenti Aumento delle competenze delle organizzazioni (partnership) Incremento delle competenze della comunità Maggiore consapevolezza sulla salute nella società Livelli di intervento -individuo -famiglia -gruppi -organizzazioni -comunità -società Interventi di Promozione della Salute Educazione -comunicazione -formazione -rinforzo Organizzazione -coordinamento -integrazione Advocacy per la salute -patrocinio/tutela Politiche -Impegno -applicazione leggi
  21. 21. Indicatori • Indicatori di processo misurano e danno indicazioni rispetto all’andamento del processo di realizzazione delle attività (non danno indicazioni e non misurano rispetto al raggiungimento degli obiettivi). Es.: monitoraggio delle attività di realizzazione di un corso di formazione (n. scuole contattate, informazione del corso, raccolta adesioni,…) • Indicatori di output – misurano e danno indicazioni rispetto alle attività realizzate con l’intervento: a chi, cosa, quando, dove, quanto dell’intervento è stato erogato/ricevuto dai partecipanti? Come hanno reagito i partecipanti all’intervento? Es.: numero di ore di formazione. Soddisfazione dei partecipanti. Questi indicatori danno indicazioni anche rispetto ai prodotti concreti. Es.: Report, opuscoli,… • Indicatori di impatto/risultato – misurano il raggiungimento degli obiettivi attesi di cambiamento: – a breve termine (impatto sui determinati PAR). Es.: aumento delle conoscenze sui fattori di rischio; aumento % della motivazione al cambiamento;… – a medio termine (impatto sui comportamenti). Es.: incremento del 30% della percentuali di persone partecipanti al progetto che adotta un comportamento sicuro – a lungo termine (impatto sulla salute e qualità della vita). Es.: Riduzione del 5% della percentuale di infortuni nel setting di riferimento
  22. 22. Come si collegano input-attività-output e risultati Inputs Gruppo di pari Curricula e materiali Insegnanti Operatori sanitari Educatori Gruppo di scuole Genitori Partner nella comunità Attività Invio e collegamento ai servizi Sessioni bisettimanali di lavori di gruppo coi giovani 8 sessioni educative su cessazione fumo Tutoraggio Attività mensili di coinvolgimento delle famiglie Sessioni settimanali educative dei genitori Progetti di comunità Outputs—Indicatori di processo Risultati/impatto a breve-Termine Aumento delle Conoscenze sui fattori di rischio Modifica della motivazione al cambiamento Aumento della comunicazione genitore-figlio sui comportamenti a rischio Aumento percentuale di giovani che vogliono smettere di fumare # di ore di formazione rivolta ai pari # di genitori che partecipano alle attività rivolte alle famiglie # di invii e/o collegamenti ai servizi fatti # di giovani che aderiscono alle attività del progetto Aumento dei giovani che smettono di fumare Risultato/impatto a medio-Termine

×