Elementi di teoria organizzativa 4c basati su sharepoint - Scheda corso LEN

250 views
186 views

Published on

UN BUON MOTIVO PER
Mettere a fuoco le numerose ed importanti implicazioni che la diffusione delle nuove infrastrutture
informatiche e delle nuove generazioni di prodotti informatici che le utilizzano sta comportando nelle
organizzazioni aziendali e quindi nel modo di lavorare all'interno delle aziende stesse. Tentare di
riconsiderare e quindi di ridefinire alcuni concetti fondamentali che sono alla base del nuovo modo di
lavorare: Corporate, Computing, Cooperazione, Collaborazione, Comunicazione, Coordinamento,
Consulenza, ecc.
Individuare gli strumenti operativi messi a disposizione dal Mercato e le implicazioni che la loro adozione
comporta sulla organizzazione dell'Azienda.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
250
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Elementi di teoria organizzativa 4c basati su sharepoint - Scheda corso LEN

  1. 1. Catalogo LEN Formazione 2009/2010 Scheda di dettaglio www.lenformazione.it – www.hrsystem.it Sede e aule corsi: Via Golfo dei Poeti 1/A - 43100 Parma - tel. 0521.038411 fax 0521.038499 - e.mail: len@gruppolen.it Sede distaccata con aule corsi: Via Nobel, 14/A – Quartiere SPIP - 43100 Parma - tel. 0521.1910311 LEN Learning Education Network - diritti riservati anno 2009 ELEMENTI DI TEORIA ORGANIZZATIVA "4C" BASATI SU SHAREPOINT [cod. M031] UN BUON MOTIVO PER Mettere a fuoco le numerose ed importanti implicazioni che la diffusione delle nuove infrastrutture informatiche e delle nuove generazioni di prodotti informatici che le utilizzano sta comportando nelle organizzazioni aziendali e quindi nel modo di lavorare all'interno delle aziende stesse. Tentare di riconsiderare e quindi di ridefinire alcuni concetti fondamentali che sono alla base del nuovo modo di lavorare: Corporate, Computing, Cooperazione, Collaborazione, Comunicazione, Coordinamento, Consulenza, ecc. Individuare gli strumenti operativi messi a disposizione dal Mercato e le implicazioni che la loro adozione comporta sulla organizzazione dell'Azienda. A CHI È RIVOLTO Liv. Direttivo/Amministratore Prerequisiti: Nessun prerequisito riferibile a conoscenze di tipo tecnologico se non quello di essere un utilizzatore, all'interno della propria organizzazione, di strumenti informatici standard, quali Internet/Intranet, eMail, prodotti di classe Office. COMPETENZE ACQUISITE Al termine dell’intervento formativo, il partecipante possiederà una conoscenza operativa dei contenuti. PROGRAMMA DI DETTAGLIO
  2. 2. Catalogo LEN Formazione 2009/2010 Scheda di dettaglio www.lenformazione.it – www.hrsystem.it Sede e aule corsi: Via Golfo dei Poeti 1/A - 43100 Parma - tel. 0521.038411 fax 0521.038499 - e.mail: len@gruppolen.it Sede distaccata con aule corsi: Via Nobel, 14/A – Quartiere SPIP - 43100 Parma - tel. 0521.1910311 LEN Learning Education Network - diritti riservati anno 2009 1) Dal Personal Computing al Cooperative Computing  I passi fondamentali dell'evoluzione  Limiti e difetti della Informatica Individuale  La nascita, spontanea, di forme di Cooperative Computing  Rapporti tra Informatica Individuale e Cooperative Computing  Rapporti tra Informatica Tradizionale e Cooperative Computing  Prime forme di formalizzazione del Cooperative Computing 2) Alcuni "oggetti" di Cooperazione che già usiamo (inconsapevolmente)  Portali WEB di Lavoro, di Consultazione, di Servizio  eMail, nelle sue varie forme e nelle modalità "stand alone" o integrata in processi  Repository di Documenti  Aree di Lavoro comuni  Agende condivise  Motori di ricerca, problematiche di settorializzazione e di specializzazione  Siti di Content Management (anche Multimediale)  Wikis, Blogs, RSS, ecc.  Aspetti di delocalizzazione e di de temporizzazione 3) Necessità di un Sistema Cooperativo per il Cooperative Computing  Aggettivi associabili alla Tecnologia Cooperative Computing  Quantificazione delle attività riferibili al CO (70%)  Alcune considerazioni sul concetto di Comunicazione, di Status, di Interrupt, di Alert  Alcune considerazioni sul concetto di Task  Ridefinizione dei processi aziendali e dei flussi operativi basati sul CC  Considerazioni sulle tempistiche di attuazione  Strategie di Introduzione  Valutazione, se possibile, del Ritorno dell'Investimento  Individuazione dei nuovi Attori 4) La Soluzione che SharePoint propone per problematiche di tipo CO  Definizione semplice: Generatore di Portali Aziendali
  3. 3. Catalogo LEN Formazione 2009/2010 Scheda di dettaglio www.lenformazione.it – www.hrsystem.it Sede e aule corsi: Via Golfo dei Poeti 1/A - 43100 Parma - tel. 0521.038411 fax 0521.038499 - e.mail: len@gruppolen.it Sede distaccata con aule corsi: Via Nobel, 14/A – Quartiere SPIP - 43100 Parma - tel. 0521.1910311 LEN Learning Education Network - diritti riservati anno 2009  Modalità operativa di base: Self Service basato su scelte su Cataloghi di Modelli  Modalità operativa di evoluta: programmabilità a vari livelli  Cenni su aspetti architetturali esterni di un Portale SharePoint (caratteristiche e componenti di un Server SharePoint)  Cenni su aspetti architetturali interni di un Portale SharePoint (Siti, Pagine,  Liste, Librerie, WebParts, ecc.)  Aspetti CO:  Cosa è un Collaboration Portal  Numerosi Modelli in Ambito CO (basati ad esempio sul concetto di WorkSpace)  Integrazione verso l’alto con tutti i Server e i Servizi che riguardano CO (ad esempio il Server Mail)  Integrazione verso il basso con il mondo Office, di cui SharePoint costituisce la parte Server  Definizione di Workflow, ai vari livelli di complessità possibili 5) La Soluzione SharePoint (demo di 1 ora)  Creazione di un Portale di Tipo Collaboration  Creazione e minisperimentazione di un Wiki Site  Creazione e minisperimentazione di un Blog Site  Creazione e minisperimentazione di un Document Workspace, per la  creazione di un documento “mission critical” che prevede svariati contributori  Creazione e minisperimentazione di un Meeting Workspace per gestione delle varie fasi del Meeting, dalla preparazione, allo svolgimento, alla verbalizzazione in diretta, alla rendicontazione finale.  Creazione e minisperimentazione di un Workflow su una Document Library MODALITA’ FORMATIVE o SEMINARIO
  4. 4. Catalogo LEN Formazione 2009/2010 Scheda di dettaglio www.lenformazione.it – www.hrsystem.it Sede e aule corsi: Via Golfo dei Poeti 1/A - 43100 Parma - tel. 0521.038411 fax 0521.038499 - e.mail: len@gruppolen.it Sede distaccata con aule corsi: Via Nobel, 14/A – Quartiere SPIP - 43100 Parma - tel. 0521.1910311 LEN Learning Education Network - diritti riservati anno 2009 Intervento collettivo d'aula a taglio divulgativo, di approfondimento o generico su di un tema afferente ai contenuti sotto descritti. La durata è stabilita da un minimo di 3 ad un massimo di 8 ore. o WORKSHOP Intervento collettivo d'aula a taglio pratico sperimentale finalizzato alla condivisione di problemi, proposte, soluzioni, esami di certificazione e strumenti specifici afferenti ai contenuti sotto descritti e ai processi aziendali ad essi collegati. La durata è stabilita da un minimo di 3 ad un massimo di 16 ore. o CORSO TRAINING: «il sapere e il saper fare» intervento frontale, seminariale e di laboratorio finalizzato all’introduzione e alla conoscenza teorica e pratica dell’argomento in oggetto. TRAINING ON THE JOB: «il saper risolvere» intervento personalizzato finalizzato alla conduzione di strumenti operativi e di soluzioni pratiche Le durate sono coerenti rispetto agli obiettivi e sono stabilite da un minimo di 9 ad un massimo di 40 ore.

×