REPUBBLICA  SLOVAC C A Settore alimentare Alessandro Villa Segretario Generale della Camera di Commercio Italo-Slovacca Ca...
REPUBBLICA SLOVACCA
INFORMAZIONI GENERALI <ul><li>Fuso orario:  stesso fuso orario dell’Italia </li></ul><ul><li>Superficie:  49035 kmq </li><...
INFORMA ZIONI GENERALI  <ul><li>Lingua:  Slovacco, usato l'ungherese in alcune zone meridionali, sono conosciuti il tedesc...
CONDIZIONI STRUTTURALI Negli anni successivi allo scioglimento della Cecoslovacchia, i governi che si sono succeduti alla ...
CONDI ZIONI STRUTTURALI Un iter per la costituzione di  nuove imprese  snello, unito ad una tassazione societaria incentra...
SITUAZIONE ECONOMICA  ATTUALE <ul><li>A causa della  diminuzione della domanda  (sia estera che domestica) l’andamento del...
SITUAZIONE ECONOMICA  ATTUALE <ul><li>La  bilancia commerciale  riporta, inaspettatamente ,  un surplus di 81,9 milioni di...
CAMERA DI COMMERCIO ITALO - SLOVACCA <ul><li>È  un’organizzazione non governativa, nata come libera associazione.  </li></...
VALUTAZIONE PAESE DA PARTE DELLE PRINCIPALI  AGENZIE INTERNAZIONALI DI “RATING” Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Ist...
GRADO DI APERTURA DEL PAESE  AL COMMERCIO INTERNAZIONALE  ED AGLI INVESTIMENTI ESTERI <ul><li>Nel primo semestre del 2009 ...
COMMERCIO ESTERO:  SCAMBI CON L’ESTERO PER SETTORI   Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repu...
COMMERCIO ESTERO:  PRINCIPALI  PARTNER COMMERCIALI <ul><li>Nel primo semestre del 2009 la Slovacchia ha importato merci pe...
COMMERCIO ESTERO:  PRINCIPALI PAESI FORNITORI   (MILIONI DI EURO) Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statisti...
COMMERCIO ESTERO:  EXPORT DELLA SLOVACCHIA <ul><li>Nei primi sei mesi del 2009, l’export della Slovacchia è risultato pari...
INTERSCAMBIO  COMMERCIALE CON L’ITALIA <ul><li>Andamento dell’interscambio commerciale con l’Italia e degli investimenti d...
INTERSCAMBIO  CON L’ITALIA PER SETTORI FONTE: elaborazione ICE su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca...
INTERSCAMBIO  CON L’ITALIA PER SETTORI FONTE: elaborazione ICE su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca...
SETTORE ALIMENTARE  IN SLOVACCHIA <ul><li>Consumatore slovacco </li></ul><ul><li>Importazione </li></ul><ul><li>Distribuzi...
CONSUMATORE SLOVACCO <ul><li>Dai dati raccolti risulta la spesa maggiore per gli alimentari rispetto alle spese inerenti a...
CONSUMATORE SLOVACCO <ul><li>Tendenze di consumo rispetto agli anni precedenti: Seguendo la tendenza di tutti i paesi svil...
IMPORTAZIONE FONTE: elaborazione su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca  Generi alimentari importati ...
IMPORTAZIONE <ul><li>I diretti importatori, in Slovacchia, si rivolgono soprattutto al  commercio al dettaglio , alcuni ri...
IMPORTAZIONE <ul><li>COOP Jednota   Il più grande rivenditore di generi alimentari, gestisce 2 400 negozi. Prima statale, ...
SISTEMA DI DISTRIBUZIONE   <ul><li>Negli ultimi anni la Slovacchia ha subito un forte processo di  internazionalizzazione ...
SISTEMA DI DISTRIBUZIONE   <ul><li>Principali società  </li></ul><ul><li>di distribuzione alimentare </li></ul>11 323 972 ...
RISTORANTI <ul><li>In Slovacchia sono presenti cca  80 ristoranti   con attributo  „ italiani “ , di cui solo cca una vent...
PRESENZA DEL PRODOTTO ITALIANO <ul><li>Prodotto italiano presente:  </li></ul><ul><li>Nel mercato slovacco, anche se più g...
PRESENZA DEL PRODOTTO ITALIANO <ul><li>Canali di vendita/penetrazione del mercato utilizzati dal produttore italiano : </l...
CONCLUSIONI <ul><li>L’adesione all’Unione Europea , e il  risanamento delle finanze pubbliche , sono aspetti che hanno con...
<ul><li>Grazie per la vostra attenzione! </li></ul>
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Presentazione paese e aliment 002

1,069

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,069
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione paese e aliment 002

  1. 1. REPUBBLICA SLOVAC C A Settore alimentare Alessandro Villa Segretario Generale della Camera di Commercio Italo-Slovacca Castelvetro, 19 aprile 2010
  2. 2. REPUBBLICA SLOVACCA
  3. 3. INFORMAZIONI GENERALI <ul><li>Fuso orario: stesso fuso orario dell’Italia </li></ul><ul><li>Superficie: 49035 kmq </li></ul><ul><li>Popolazione: 5.463.046 ab. </li></ul><ul><li>Densità: 110 ab./ k mq </li></ul><ul><li>Gruppi etnici: Slovacchi (85,8%), Ungheresi (9,7%), Rom (1,7%), Ruteni ed Ucraini (1%), Altri (1,8%) </li></ul><ul><li>Capitale: Bratislava (428791 ab.) </li></ul><ul><li>Città principali: Kosice (234596 ab.), Presov (91650 ab), Zilina (85558 ab.), Nitra (84800 ab.), Banska Bystrica (79197 ab.), Trnava (68466 ab.), Trenc in (56760 ab.), Martin (59014 ab.), Poprad (55042 ab.) </li></ul><ul><li>Popola zione urbana: 56% </li></ul><ul><li>Tasso di natalità: 0,137% </li></ul><ul><li>Fertilità: 1.35 figli per donna </li></ul><ul><li>Mortalità infantile: 6,84 per mille (maschi 7,99 per mille; femmine 5,64 per mille) </li></ul><ul><li>Moneta: Euro dal 1/1/2009 </li></ul>
  4. 4. INFORMA ZIONI GENERALI <ul><li>Lingua: Slovacco, usato l'ungherese in alcune zone meridionali, sono conosciuti il tedesco, il russo e l'inglese </li></ul><ul><li>Religioni principali: Cattolici (68,9%), Atei (13%), Protestanti (10,8%), Greco-Ortodossi (4,1%), Altri (3,2%). </li></ul><ul><li>Ordinamento dello Stato: Repubblica parlamentare con sistema multipartitico, il Capo dello Stato viene eletto dal popolo ogni 5 anni </li></ul><ul><li>Indice di Sviluppo Umano: 0,872 (alto) </li></ul><ul><li>Reddito pro-capite: 14221 euro </li></ul><ul><li>Tasso d’inflazione: 4,6% </li></ul><ul><li>Tasso di disoccupazione: 9,6% </li></ul><ul><li>Crescita del PIL: 6,4% </li></ul><ul><li>Investimenti esteri nel paese: 2,11 mld di euro </li></ul><ul><li>Investimenti del paese all’estero: 186 mil di euro </li></ul><ul><li>Totale importazioni dall’Italia: 1,87 mld di euro </li></ul><ul><li>Totale esportazioni verso l’Italia: 2.91 mld di euro </li></ul>
  5. 5. CONDIZIONI STRUTTURALI Negli anni successivi allo scioglimento della Cecoslovacchia, i governi che si sono succeduti alla guida del paese hanno portato avanti una serie di riforme volte alla liberalizzazione dei principali settori dell’economia . Ad oggi, quasi tutti gli istituti bancari sono partecipati o controllati da gruppi esteri , mentre numerosi gruppi industriali hanno aperto impianti produttivi nel paese, anche per via della lunga tradizione slovacca nei settori tradizionali. Il mercato del lavoro si distingue per il salario medio relativamente basso , a fronte di una forza lavoro qualificata , mentre il tasso di disoccupazione , seppur diminuito sensibilmente nel corso degli anni, si attesta ancora su livelli medio-alti.
  6. 6. CONDI ZIONI STRUTTURALI Un iter per la costituzione di nuove imprese snello, unito ad una tassazione societaria incentrata su un’ aliquota unica del 19%, agevolano gli investimenti stranieri, mentre i dividendi sono esenti da imposte. La crescita economica sostenuta degli ultimi dieci anni (culminata con il 10.4% del 2007) ha aperto al paese le porte della UE , nel 2004, mentre il primo gennaio 2009 la Slovacchia ha adottato l’ euro . Sono in vigore accordi con l’Italia al fine di evitare la doppia imposizione nonché la protezione e promozione degli investimenti I conti pubblici sono relativamente in salute, con un debito pubblico che si colloca al 35% del PIL, mentre diversi istituti bancari ed assicurativi italiani sono presenti nel paese.
  7. 7. SITUAZIONE ECONOMICA ATTUALE <ul><li>A causa della diminuzione della domanda (sia estera che domestica) l’andamento del PIL ha registrato un valore negativo per la prima volta in dieci anni, facendo segnare per il primo quadrimestre del 2009 una variazione del -5,4%, segnando un marcato deterioramento dai valori ancora positivi del periodo precedente (+2,8% nell’ultimo quadrimestre del 2008, +6,4% su base annuale) </li></ul><ul><li>Nonostante ciò, la decrescita della produzione industriale e quella del settore delle costruzioni sono diminuite rispetto ai valori di febbraio (rispettivamente -18% rispetto a -25,6% e -5,7% rispetto a -11%), ma è difficile determinare se questi siano sintomi di un inversione di tendenza oppure solo l’effetto delle contemporanee festività, analogamente a quanto è accaduto per il settore delle vendite al dettaglio </li></ul><ul><li>Nonostante ciò, e in controtendenza rispetto a quanto sta accadendo nel resto della UE, l’Economic, Sentiment Indicator (ESI), che misura il grado di fiducia nell’economia, continua a peggiorare, principalmente a causa del calo di fiducia nell’industria e nei servizi , che pesano per circa il 60% sulla determinazione di tale indice </li></ul><ul><li>Il tasso di inflazione è sceso in Aprile fino al 2,3% su base annua, spinto verso il basso soprattutto dalla diminuzione dei prezzi dei prodotti alimentari, ulteriori decrementi dell’indice dei prezzi al consumo sono attesi a causa della stagnazione </li></ul>
  8. 8. SITUAZIONE ECONOMICA ATTUALE <ul><li>La bilancia commerciale riporta, inaspettatamente , un surplus di 81,9 milioni di euro, nonostante un deficit atteso di 51,7 milioni, anche se il deficit cumulato resta di oltre 51 milioni di euro, che è superiore di 45,5 milioni a quello dello stesso periodo dell’anno scorso. </li></ul><ul><li>La bilancia delle entrate ed uscite statali ha visto allargarsi il proprio deficit, registrando in aprile un gap cumulato di 347,1 milioni di euro. Nonostante le entrate statali siano diminuite dell’11,7%, i livelli di spesa non sono diminuiti rispetto al periodo precedente. Il deficit della bilancia pubblica dovrebbe assestarsi intorno ad un 5-6% del PIL, rispetto al 2,2% dell’anno scorso. </li></ul>
  9. 9. CAMERA DI COMMERCIO ITALO - SLOVACCA <ul><li>È un’organizzazione non governativa, nata come libera associazione. </li></ul><ul><li>CCIS favorisce, sostiene, salvaguarda la cooperazione e le relazioni commerciali, industriali, finanziarie e culturali tra Italia e Repubblica Slovacca.  </li></ul><ul><li>Attiva da dieci anni nella storica sede nel centro di Bratislava. </li></ul><ul><li>Quattro i suoi punti cardine: </li></ul><ul><li>competitività, ricerca, </li></ul><ul><li>tecnologie dell’informazione </li></ul><ul><li>e scienze dell’organizzazione . </li></ul><ul><li>In crescita costante, la Camera di Commercio Italo - Slovacca conta quasi 400 aziende associate , ma sono circa 600 le imprese riconducibili ad interessi italiani. </li></ul>
  10. 10. VALUTAZIONE PAESE DA PARTE DELLE PRINCIPALI AGENZIE INTERNAZIONALI DI “RATING” Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repubblica Slovacca PRINCIPALI INDICATORI MACROECONOMICI 2005 2006 2007 2008 1° sem. 2009 PIL a prezzi costanti (miliardi di SKK) (miliardi di Euro) 1.451 37,60 1.612 43,29 1.831 54,20 1.971,2 65,43 30,28 PIL crescita % (prezzi costanti) 6,0 8,3 10,4 6,4 -5,5 Tasso d’inflazione medio annuo (CPI) % 2,7 4,5 2,8 4,6 1,8 Salario medio mensile (SKK) (Euro) 17.274 447,6 18.761 503,6 20.146 596,39 21.782 723,03 721,40 Bilancio dello Stato – saldo (milioni di SKK) (milioni di Euro) -33.880 - 877,9 -31.678 - 850,6 -23.528 - 696,5 -21.214 -704,1 - 1.108,4 Entrate (milioni di SKK) (milioni di Euro) 258.694 6.703,6 291.977 7.838,4 322.220 9.538,7 342.003 11.352,4 4.604,9 Uscite (milioni di SKK) ( milioni di Euro) 292.580 7.581,7 323.655 8.689,0 345.748 10.235,2 363.217 12.056,5 5.713,3 Export (miliardi di SKK) (miliardi di Euro) 993,5 25,74 1.239,3 33,27 1.420,7 42,06 1.492,5 49,54 18,48 Import (miliardi di SKK) (miliardi di Euro) 1.069,5 27,71 1.330,9 35,73 1.442,1 42,69 1.514,0 50,25 18,28 Saldo bilancia commerciale (miliardi di SKK) (miliardi di Euro) -76,0 -1,96 -91,6 -2,45 -21,4 -0,63 -21,5 -0,71 +0,20 Indice commercio estero-import annuo 113,9 124,3 110,2 104,9 70,3 Indice commercio estero-export annuo 111,6 124,6 115,2 105,1 71,6 Debito estero (miliardi di USD) 26,89 32,2 44,3 48,3 61,58* Riserve valutarie Banca Centrale (miliardi di USD) 15,48 13,4 18,97 18,8 1,084 Cambio 1 Euro/SKK 38,59 37,24 33,78 30,126 30,126
  11. 11. GRADO DI APERTURA DEL PAESE AL COMMERCIO INTERNAZIONALE ED AGLI INVESTIMENTI ESTERI <ul><li>Nel primo semestre del 2009 l’interscambio commerciale della Slovacchia con l’estero ha scontato in modo rilevante gli effetti negativi della crisi economica mondiale. I dati statistici relativi ai primi sei mesi del 2009 evidenziano infatti un calo degli scambi rispetto al corrispondente periodo del 2008. </li></ul>Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repubblica Slovacca e della Banca Nazionale Slovacca Bilancia commerciale 2006 2007 2008 1° sem.2009 Var. % 1° sem. 2009/2008 Import (miliardi SKK) (miliardi Euro) 1.330,9 35,73 1.442,1 42,69 1.514,0 50,25 --- 18,286 -29,7% Export (miliardi SKK) (miliardi Euro) 993,5 25,74 1.239,3 33,27 1.420,7 42,06 --- 18,482 -28,4% Saldo (miliardi SKK) (miliardi Euro) -76,0 -1,97 -91,6 -2,46 -21,4 -0,63 --- +0,196
  12. 12. COMMERCIO ESTERO: SCAMBI CON L’ESTERO PER SETTORI   Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repubblica Slovacca. N.B. gli arrotondamenti al milione di Euro per i dati semestrali derivano dai dati pubblicati dall ’ Istituto Statistico Gruppi merceologici Importazioni Esportazioni 2006 2007 2008 1°sem. 2009 2006 2007 2008 1°sem. 2009 Macchine, veicoli 13.717.46 18.717,12 21.548,36 7.700,00 16.189,49 22.594,98 26.817,23 10.284,00 Beni di consumo 6.092,65 7.452,12 8.502,59 2.715,00 7.837,31 8.995,56 10.226,45 3.465,00 Prod. industriali 4.583,06 4.443,18 4.950,51 2.076,00 3.112,57 3.872,21 4.519,45 1.976,00 Combustibili 5.120,60 4.771,97 6.535,78 2.217,00 2.161,83 2.056,42 2.589,86 807,00 Prodotti chimici 3.178,21 3.728,57 4.392,95 1.871,00 1.831,48 2.048,72 2.389,27 831,00 Prod. alimentari 1.545,66 1.840,86 2.300,54 1.067,00 1.217,81 1.398,39 1.593,18 668,00 Materie prime 1.113,13 1.225,39 1.471,29 406,00 780,28 897,07 1.179,31 344,00 Bevande 204,84 350,76 311,56 131,00 65,13 75,40 77,44 40,00 Oli, grassi 75,33 62,61 141,17 61,00 43,14 36,17 47,17 32,00 Altri 102,18 72,41 93,81 42,00 34,12 82,44 104,20 36,00 Totale 35.733,12 42.690,36 50.257,45 18.286,0 33.273,16 42.057,31 49.543,58 18.483,00
  13. 13. COMMERCIO ESTERO: PRINCIPALI PARTNER COMMERCIALI <ul><li>Nel primo semestre del 2009 la Slovacchia ha importato merci per un valore di circa 18,28 miliardi di Euro, con una diminuzione del 29,7% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Le cause di tale flessione sono imputabili agli effetti della crisi economica mondiale. </li></ul><ul><li>Il calo ha interessato infatti, in misura più o meno maggiore, tutti i settori . Le flessioni più significative sono state registrate nelle importazioni di materie prime (-44,8%), di beni di consumo (-35,7%), di combustibili (-31,9%), di macchinari e veicoli (-24,0%), ma hanno interessato in misura significativa l’import di prodotti industriali (-13,7%) e di prodotti chimici (-13,0%), risparmiando solo quello dei prodotti alimentari, rimasto praticamente sugli stessi valori del corrispondente periodo dell’anno precedente (1.067 milioni di Euro rispetto a 1.075,60 milioni di Euro). </li></ul><ul><li>L´ Italia guadagna una posizione rispetto all’anno precedente: supera la Polonia e passa all’ottavo posto . Nonostante una diminuzione dell’export pari al 18,01%, la quota di mercato dell’Italia sale, sia pure leggermente, passando dal 3,78% al 4,1%. </li></ul>
  14. 14. COMMERCIO ESTERO: PRINCIPALI PAESI FORNITORI (MILIONI DI EURO) Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repubblica Slovacca Paese 2008 1° sem. 2009 Var. % 1° sem.2009/2008 Quota % dell’export 1° sem.2009 Germania 9.904,87 2.993,1 -41,97 16,4 Rep. Ceca 5.673,67 2.211,1 -19,10 12,1 Fed. Russa 5.452,53 1.635,6 -41,05 8,9 Corea del Sud 2.899,62 1.249,7 -1,28 6,8 Cina 2.856,1 1.049,7 -15,89 5,7 Ungheria 2.513,81 990,3 -10,22 5,4 Francia 2.001,66 907,3 -12,60 5,0 Italia 1.874,99 749,8 -18,01 4,1 Polonia 1.942,74 721,2 -23,97 3,9 Austria 1.455,75 523,5 -25,80 2,9
  15. 15. COMMERCIO ESTERO: EXPORT DELLA SLOVACCHIA <ul><li>Nei primi sei mesi del 2009, l’export della Slovacchia è risultato pari a circa 18,48 miliardi di Euro. Rispetto al corrispondente periodo del 2008, il flusso di esportazioni slovacche è diminuito complessivamente del 28,4%. </li></ul><ul><li>Ad eccezione delle voci “Bevande” e “Oli e grassi” (che hanno tuttavia un’incidenza poco significativa in termini di valori assoluti), tutti i settori hanno registrato nel primo semestre del 2009 un forte calo dell’export. </li></ul><ul><li>La Germania , nonostante una flessione del 26,02% del proprio import, rimane, nel periodo in esame, il principale mercato di destinazione delle esportazioni slovacche, con una quota del 20,1% sul totale delle importazioni estere dalla Slovacchia (era al 20,91% nel corrispondente periodo del 2008). </li></ul>Fonte: elaborazione ICE su dati dell ’ Istituto Statistico della Repubblica Slovacca Paese 2008 1° sem. 2009 Var. % 1° sem.2009/2008 Quota % dell’export 1° sem.2009 Germania 10.006,07 3.722,3 -26,02 20,1 Rep. Ceca 6.465,25 2.328,9 -24,01 12,6 Francia 3.362,41 1.528,7 -10,11 8,6 Polonia 3.271,39 1.243,2 -20,36 6,7 Italia 2.916,15 1.142,7 -19,89 6,2 Ungheria 3.054,01 1.129,6 -19,09 6,1 Austria 2.825,07 1.056,0 -21,51 5,7 Regno Unito 2.355,21 872,3 -18,38 4,7 Fed. Russa 1.872,24 810,4 -1,95 4,4 Paesi Bassi 1.502,49 577,8 -23,26 3,1
  16. 16. INTERSCAMBIO COMMERCIALE CON L’ITALIA <ul><li>Andamento dell’interscambio commerciale con l’Italia e degli investimenti diretti esteri bilaterali </li></ul><ul><li>L’export slovacco nel primo semestre del 2009 supera nettamente il valore dell’import dall’Italia, che registra un calo del 18,00% e si attesta su poco meno di 750 milioni di Euro. Ne deriva un saldo positivo per la Slovacchia di 392,9 milioni di Euro, tuttavia inferiore del 23,26% di quello registrato nel primo semestre del 2008 (512 milioni di Euro). </li></ul>Interscambio commerciale con l’Italia (milioni di Euro) FONTE: elaborazione ICE su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca 2007 2008 1° sem. 2009 Var. % 1° sem. 2009/2008 Import 1.712,4 1.874,99 749,8 -18,00 Export 2.688,6 2.916,15 1.142,7 -19,89 Saldo 976,1 1.041,16 392,9 -23,26
  17. 17. INTERSCAMBIO CON L’ITALIA PER SETTORI FONTE: elaborazione ICE su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca Gruppi merceologici Importazioni Italiane in Slovacchia per settori (milioni di Euro) 2007 2008 1°sem. 2009 Var. % 2009/2008 Macchine, veicoli 738,61 758,12 244 - 35,61 Beni di consumo 517,54 577,04 198 -30,48 Prod. industriali 178,68 197,54 83 -12,21 Prodotti chimici 147,48 175,00 78 -1,23 Alimentari 73,31 85,57 35 -7,6 Materie prime 43,99 57,82 12 -59,89 Bevande 10,06 11,22 8 +35,13 Combustibili 3,05 10,09 88 +3.159,25 Oli, grassi, minerali 1,71 2,62 1 +25,00 Altri 0,03 0 2 = Totale 1,712,5 1.874,99 749 -18,00
  18. 18. INTERSCAMBIO CON L’ITALIA PER SETTORI FONTE: elaborazione ICE su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca Gruppi merceologici Esportazioni della Slovacchia in Italia per settori (milioni di Euro) 2007 2008 1°sem. 2009 Var. % 2009/2008 Macchine, veicoli 1.580,29 1.724,52 680 -17,70 Beni di consumo 488,53 556,60 215 -26,26 Prod. industriali 252,21 240,95 111 -4,82 Prodotti chimici 195,46 175,20 56 -38,38 Alimentari 87,74 114,88 38 +4,39 Materie prime 68,56 83,45 33 -38,93 Bevande 10,42 10,02 0 = Combustibili 0 0,47 5 +10,37 Oli, grassi, minerali 0,24 0,17 0 = Altri 5,15 9,86 4 -32,09 Totale 2.688,6 2.916,15 1.142 -19,89
  19. 19. SETTORE ALIMENTARE IN SLOVACCHIA <ul><li>Consumatore slovacco </li></ul><ul><li>Importazione </li></ul><ul><li>Distribuzione </li></ul><ul><li>Ristoranti </li></ul><ul><li>Presenza del prodotto italiano </li></ul><ul><li>Conclusioni </li></ul>
  20. 20. CONSUMATORE SLOVACCO <ul><li>Dai dati raccolti risulta la spesa maggiore per gli alimentari rispetto alle spese inerenti all’abitazione. Si può notare una posizione considerevole nelle spese per hotel, caffè e ristoranti. </li></ul>FONTE: elaborazione su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca Totale dei consumi nel 2009 per categorie : Tipo di spesa Spese pro capite / mese (in euro) Generi alimentari e bevande analcoliche 71,27 Spese inerenti all’abitazione - bollette 63,45 Trasporti 25,27 Cultura e tempo libero 22,97 Vestiti e scarpe 19,09 Hotel, caffè e ristoranti 16,43 Posta e telecomunicazioni 16,39 Mobili e accessori per interni 15,53 Sanità 8,69 Bevande alcoliche e tabacco 8,27 Istruzione 1,52 Altro 55,82
  21. 21. CONSUMATORE SLOVACCO <ul><li>Tendenze di consumo rispetto agli anni precedenti: Seguendo la tendenza di tutti i paesi sviluppati diminuisce il consumo di carne in generale (soprattutto di maiale), aumenta il pollame ; aumenta l’uso di grassi vegetali . Come già fatto notare, vi è un incremento della pasta e del formaggio , e una diminuzione del consumo di latte . Aumenta l’assunzione di caffè , birra e vino a discapito dei superalcolici. Si può notare una certa diffusione di prodotti di importazione tropicali (frutta e succhi). </li></ul><ul><li>Il consumatore tipo: Le fasce d’età superiori prediligono la cucina tradizionale , ricca di pietanze. Il paese ha una buona cultura dell’alimentazione (attenzione alla salute alimentare e al gusto), questo porta ad apprendere l’importanza della dieta mediterranea , senza dimenticare la propria identità culinaria . La Slovacchia sta conoscendo la formazione della classe media : giovani lavoratori che necessitano di pranzare veloce e leggero, prediligendo una cucina tipicamente mediterranea e moderna; es. ormai è consueto l’uso dell’olio d’oliva, aceto balsamico, pasta, formaggi (soprattutto parmigiano, grana, mozzarella e ricotta), caffè e vini italiani. </li></ul>
  22. 22. IMPORTAZIONE FONTE: elaborazione su dati dell ’ Ufficio Statistico della Repubblica Slovacca Generi alimentari importati nel 2009 Prodotto importato : Per un totale di: (migliaia di Euro) Carne suina 17.214,3 Vino rosso 13285,543 Cioccolato e prodotti contenenti cacao 10.637,9 Agrumi freschi e secchi 10.223,4 Pane, dolci, biscotti 8.350,8 Acqua, acqua minerale e contenente zucchero 7.016,6 Formaggi e ricotta 6.976,0 Alcol etilico 6.924,6 Prodotti alla base di carne, insaccati 5.778,0 Carne di pollame 5.774,3
  23. 23. IMPORTAZIONE <ul><li>I diretti importatori, in Slovacchia, si rivolgono soprattutto al commercio al dettaglio , alcuni riescono ad entrare nella grande distribuzione soprattutto per alcuni prodotti, forniti dai diretti produttori, con cui hanno dei rapporti consolidati. </li></ul><ul><li>Non è da escludere la possibilità di incaricare gli importatori di espletare le procedure burocratiche per l’inserimento di prodotti chiave sugli scaffali dei principali super e iper mercati delle grandi città, avendo l’obiettivo di inserirsi nella grande distribuzione. </li></ul>Osservazioni <ul><li>Gli importatori di alimentari in genere non trattano solo prodotti italiani in specifico, se non alcuni che sono però specializzati . Questi, spesso di origini italiane, sono scarsamente presenti nel paese. Essi usano rifornirsi direttamente dai produttori italiani , che di continuo vanno a ricercare in Italia, per meglio comporre la propria offerta di prodotti. </li></ul>
  24. 24. IMPORTAZIONE <ul><li>COOP Jednota Il più grande rivenditore di generi alimentari, gestisce 2 400 negozi. Prima statale, oggi privata, divisa in più frazioni. </li></ul><ul><li>Tesco La più grande rete di ipermercati e supermercati in Slovacchia. Società inglese sul mercato slovacco dal 1996. </li></ul><ul><li>Carrefour La società di distribuzione più grande in Europa. In Slovacchia dal 2000. Gestisce 4 ipermercati. </li></ul><ul><li>Ahold Società olandese, gestisce iper e supermercati Hypernova e Albert . In Slovacchia dal 2001. </li></ul><ul><li>Schwarz Group Società tedesca, gestisce ipermercati Kau fland e discount Lidl. In Slovacchia dal 2000 . </li></ul><ul><li>Billa Società austriaca con 90 supermercati. È’ la più grande rete commerciale in Austria, ed il terzo soggetto in Slovacchia. </li></ul><ul><li>CBA Slovakia Gestisce 280 punti di vendita. Appartiene all’associazione internazionale CBA con punti di vendita in 8 paesi dell’Europa centrale ed orientale . </li></ul><ul><li>REMA 1000 Società norvegese, gestisce 19 superm ercati a Bratislav a . In Slovacchia dal 1994. </li></ul>Principali importatori nel settore alimentare
  25. 25. SISTEMA DI DISTRIBUZIONE <ul><li>Negli ultimi anni la Slovacchia ha subito un forte processo di internazionalizzazione del commercio alimentare . Tale situazione é confermata considerando la “Top 10” delle aziende slovacche che denota la provenienza estera della maggior parte delle aziende presenti. </li></ul><ul><li>I cambiamenti n on avvengono solo a livello di mercato, con l´affermazione di grandi distributori multinazionali, ma anche a livello di consumatori. Appare infatti evidente, come le abitudini d´acquisto dei consumatori sono cambiate . Le famiglie infatti, soprattutto nelle maggiori città, si concentrano sui grandi acquisti presso gli ipermercati , anche grazie a forti campagne pubblicitarie . </li></ul><ul><li>Rimane comunque ancora una bassa percentuale dei consumatori che preferisce i piccoli rivenditori , soprattutto per certe fasce di reddito ed età. Mentre la vendita a dettaglio aveva fino al 2009 indicatore di decrescita del 14 %, attualmente è solo del 9 %. Hanno dunque quindi resistito, almeno per ora, i piccoli negozianti all´invasione dei grandi gruppi, grazie ad una capillare presenza sul territorio, soprattutto nei piccoli centri e collegamento privilegiato con cooperative slovacche , che sono parte integrante della rete di distribuzione. </li></ul>Introduzione
  26. 26. SISTEMA DI DISTRIBUZIONE <ul><li>Principali società </li></ul><ul><li>di distribuzione alimentare </li></ul>11 323 972 M-MARKET, a.s. 61 879 406 Unilever Slovensko, spol. s r.o. 82 062 490 COOP Jednota Bratislava 101 645 836 LABAS s.r.o. 140 288 820 CBA Slovakia, s.r.o. 220 247 195 Kaufland Slovenska republika v.o.s. 240 866 086 Billa, s.r.o. 519 273 418 METRO Cash & Carry Slovakia s.r.o. 926 704 360 TESCO STORES SR, a.s. Fatturato del 2009 Nome società
  27. 27. RISTORANTI <ul><li>In Slovacchia sono presenti cca 80 ristoranti con attributo „ italiani “ , di cui solo cca una ventina di vera origine e propriet à italiana. </li></ul><ul><li>La maggior parte dei ristoranti che servono piatti italiani non ha gestore italiano, ne cuoco italiano , comunque è presente una scuola o esperienza di lavoro in Italia almeno del cuoco. </li></ul><ul><li>Vengono riforniti soprattutto dagli importatori-distributori che, attenti alle loro esigenze, si sostituiscono alla grande distribuzione; sono però sempre più diffusi i ristoratori, con gestore italiano, che riescono ad organizzare carichi di merce direttamente dai produttori . </li></ul>
  28. 28. PRESENZA DEL PRODOTTO ITALIANO <ul><li>Prodotto italiano presente: </li></ul><ul><li>Nel mercato slovacco, anche se più giovane rispetto ai paesi confinanti, sono già presenti tutti i prodotti classici italiani ; solo negli ultimi anni sono stati introdotti prodotti piu’ tipici e di nicchia , come ad esempio alcuni tipi di formaggio, insaccati, sottoli e sottaceti. </li></ul><ul><li>Posizionamento nei confronti dei paesi concorrenti: </li></ul><ul><li>Il prodotto italiano è spesso molto carente a livello di marketing e quindi perde in competizione con i prodotti francesi e spagnoli. </li></ul><ul><li>I prodotti francesi sono supportati dalla grande distribuzione (Carrefour), quelli spagnoli oltre ad adottare un marketing molto aggressivo, rimangono sempre più economici di quelli italiani . </li></ul><ul><li>Esiste poi il fenomeno di alcuni prodotti, ad esempio la pasta , che viene marchiata dalla catena di distribuzione, affiancata alle confezioni di pasta italiana (che riportano un prezzo 3-4 volte superiore) scoraggiando di conseguenza il consumatore all’acquisto di quest’ultima. </li></ul><ul><li>In quanto al posizionamento del prodotto italiano nel negozio , vari prodotti italiani non sono posti solitamente in comparti vicini ma sono dislocati all’interno dei gruppi merceologici. Associati ad altri prodotti dello stesso genere ma di diversa provenienza. </li></ul><ul><li>. </li></ul>
  29. 29. PRESENZA DEL PRODOTTO ITALIANO <ul><li>Canali di vendita/penetrazione del mercato utilizzati dal produttore italiano : </li></ul><ul><li>Il produttore italiano ha diverse possibilità, ma la soluzione consigliabile è quella di appoggiarsi ad un distributore-grossita con cui collaborare per promuovere il proprio prodotto anche supportandolo in azioni promozionali specifiche e per costi di “listing” nella grande distribuzione. </li></ul><ul><li>Un’ alternativa , non essendoci una capillare distribuzione dedicata al prodotto italiano, è quella che il produttore organizzi autonomamente una propria distribuzione collaborando con società di trasporti, affittando spazi in magazzini, riducendo così l’ammontare dell’investimento al solo costo di un ufficio di rappresentanza. </li></ul>
  30. 30. CONCLUSIONI <ul><li>L’adesione all’Unione Europea , e il risanamento delle finanze pubbliche , sono aspetti che hanno contribuito alla ripresa dei consumi dopo la sfavorevole congiuntura economica che ha interessato la Slovacchia fino al 2000. Anche il settore della distribuzione alimentare ha beneficiato di tali positivi cambiamenti. </li></ul><ul><li>La diffusione dei prodotti agroalimentari italiani , anche se progressivamente in crescita, rimane comunque piuttosto bassa ed in particolare si concentra su prodotti classici quali pasta, salsa di pomodoro , formaggi e vino. </li></ul><ul><li>Le grandi catene di distribuzione , che hanno avuto crescita esponenziale nel fatturato e per numero di punti vendita negli ultimi anni, sono principalmente straniere . Questo non facilita, in un primo momento la penetrazione di prodotti italiani che subiscono una forte concorrenza da parte di quelli francesi , pi ù vicini a grosse catene (Carrefour) e da quelli cechi, polacchi, tedeschi, austriaci e spagnoli , dai costi pi ù contenuti e dal marketing pi ù aggressivo. </li></ul><ul><li>Per quanto riguarda i piccoli dettaglianti sono ancora pochi quelli specializzati in prodotti italiani che trattano prodotti freschi e di alta qualità. E’ invece in crescita , sempre per prodotti classici e a lunga conservazione, la presenza italiana nei negozi di alimentari non specializzati . Ciò è dovuto principalmente al rapporto diretto tra catene di piccola distribuzione e d importatori, piccoli e medi, di prodotti italiani. </li></ul><ul><li>Si nota, in ogni caso, una crescente propensione della popolazione locale verso la cucina mediterranea ed in particolare verso il prodotto italiano, comunemente considerato di alta qualità. </li></ul>
  31. 31. <ul><li>Grazie per la vostra attenzione! </li></ul>
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×