Your SlideShare is downloading. ×
Italia Startup - "Gli aspetti giuslavoristici del decreto sviluppo"
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Italia Startup - "Gli aspetti giuslavoristici del decreto sviluppo"

150
views

Published on

"Startup Innovative istruzioni per l'uso" …

"Startup Innovative istruzioni per l'uso"
Un workshop organizzato da Italia Startup per approfondire il nuovo quadro normativo e di mercato inaugurato dal decreto 2.0. Un momento di confronto con l’aiuto di esperti del mondo giuridico, fiscale e del lavoro per cogliere e sfruttare al massimo le nuove opportunità che possono aiutare l’intero ecosistema italiano dell’industria e dell’innovazione. Presentazione a cura di Giuseppe Bologna, Studio LCA

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
150
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. UNA NOVITÀ GIUSLAVORISTICA PER LESTART-UP INNOVATIVE: IL CONTRATTO ATERMINE ACAUSALENovità e facilitazioni per le start-upinnovative nell’assunzione di dipendenti concontratti a termineAvv. Giuseppe Bologna - Milano, 5 marzo 2013
  • 2. Rapporto a Tempo determinato - acausalità Per le start-up innovative:è prevista la possibilità di stipulare contratti a termineanche senza specificare le “ragioni di carattere tecnico,produttivo, organizzativo o sostitutivo” a condizione chele attività del lavoratore siano inerenti all’oggetto socialedella start-up stessa
  • 3. Novità in tema di durata del contratto Il contratto non ha una durata minima La durata massima è pari a 36 mesi (eventualmente rinnovabili perulteriori 12 mesi) E’ possibile prorogare o rinnovare contratti a termine (di duratainferiore a 36 mesi) senza soluzione di continuità e senza interruzioni Il numero dei contratti a termine non è limitato in proporzione alnumero dei contratti a tempo indeterminato
  • 4.  Superamento del termine di durata massima:Il superamento della durata massima comporta lapossibilità per il lavoratore di chiedere la conversione delcontratto a termine in contratto a tempo indeterminato
  • 5. Contratti di somministrazioneValgono le stesse regole del contratto a termine
  • 6. Novità in tema di retribuzione La retribuzione è costituita da:a) Parte fissa, non inferiore al minimo previsto dal CCNLb) Parte variabile, legata alla produttività e/o redditività della start-up dell’impresa o all’efficienza e/o produttività del dipendente
  • 7. Work for equity La parte variabile può essere costituita da quote / azioni Le quote / azioni non sono soggette a tassazione (da lavorodipendente) e non sono soggette a contribuzione nel momentodell’assegnazione
  • 8. Trattamento fiscale in caso dicessione quote / azioni Caso 1: il dipendente vende le quote / azioni a un soggetto terzo (non allastart-up, non ad altri soci della start-up)Viene tassata (normalmente) al 20% la plusvalenza generata dalla cessioneEsempio: Assegnazione quote / azioni a titolo gratuito al dipendente Vendita delle quote / azioni dal dipendente a terzi ad Euro 100 La plusvalenza è uguale a Euro 100: la tassazione è uguale a Euro 20(20%)La tassazione è pari al 49,72% della plusvalenza nel caso in cui le quote / azionicedute siano «qualificate» (pari o superiori al 25% del patrimonio sociale)
  • 9. Trattamento fiscale in caso dicessione quote / azioni Caso 2: il dipendente vende le quote / azioni alla start-up o a soci della start-upAl momento della vendita la plusvalenza viene considerata a tutti gli effettireddito da lavoro dipendente e quindi si applica la tassazione ordinaria e lacontribuzione

×