Aprile2010 Sanità italiana:  Cosa ne pensano gli italiani e come la vorrebbero  Indagine quantitativa ISPO per ITALIA FUTU...
Valori percentuali, base casi: 700 “ Per  quelle che sono le sue conoscenze, quale giudizio darebbe ai servizi sanitari …”...
Valori percentuali, base casi: 700 “ Per  quelle che sono le sue conoscenze, quale giudizio darebbe ai servizi sanitari …”...
Se preparazione/competenza sono indicati dal 58% (prima e seconda risposta) degli intervistati tra gli aspetti che dovrebb...
Come organizzare i servizi sanitari? BINOMIO PUBBLICO-PRIVATO. Dopo anni in cui il  frame  prevalente è stato soprattutto ...
Accentuazioni per giudizio  “ Come vorrebbe che fossero organizzati i servizi sanitari?” - Pubblico / Privato - Senza dubb...
COME VORREBBE CHE FOSSERO ORGANIZZATI I SERVIZI SANITARI?  PIÙ SUL LIVELLO REGIONALE O SUL NAZIONALE? PREFERIREI … Valori ...
“ La libertà di scelta”, almeno a parole riscuote ancora un immediato consenso: la indica come preferibile il 63% dei risp...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Italiafutura - Sondaggio sulla sanità in Italia

1,897 views

Published on

Come sta la sanità? Cosa ne pensano i cittadini? Quali sono le loro aspettative?

A queste e molte altre domande risponde un sondaggio commissionato da Italia Futura all’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione.

Published in: Health & Medicine
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,897
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
873
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Italiafutura - Sondaggio sulla sanità in Italia

  1. 1. Aprile2010 Sanità italiana: Cosa ne pensano gli italiani e come la vorrebbero Indagine quantitativa ISPO per ITALIA FUTURA Rif. 1509v110 Sintesi
  2. 2. Valori percentuali, base casi: 700 “ Per quelle che sono le sue conoscenze, quale giudizio darebbe ai servizi sanitari …” Risponda, per favore, dando un voto che va da 1 a 10, come a scuola, dove 1=pessimo e 10= eccellente (0=non so, non suggerire) In Italia Voto medio: 5,8 Nella sua Regione Voto medio: 5,9 Fruiti di recente Voto medio: 6 Il voto medio dato ai servizi sanitari oscilla tra 5,8 e 6 a seconda del livello di “ vicinanza” effettiva e cognitiva dal rispondente. I giudizi migliorano infatti, se dal livello sovra-locale ci spostiamo a quello locale e soprattutto quando facciamo riferimento all’esperienza diretta. L’area dei critici è comunque abbastanza simile nei tre livelli. Un po’ più elevata a livello di Regione: 39% , ma seguita da vicino da Italia e “esperienza diretta”: 36%
  3. 3. Valori percentuali, base casi: 700 “ Per quelle che sono le sue conoscenze, quale giudizio darebbe ai servizi sanitari …” Risponda, per favore, dando un voto che va da 1 a 10, come a scuola, dove 1=pessimo e 10= eccellente (0=non so, non suggerire) Voto medi servizi sanitari per area geografica L’elemento che più discrimina le valutazioni date ai servizi sanitari è certamente l’area geografica di residenza, confermando una peculiarità “storica” del welfare italiano, che potrebbe essersi accentuata in seguito agli ulteriori processi di decentramento , ossia la sua forte variabilità locale. Tendenzialmente buono il giudizio nel Nord-ovest e nel Nord est; mediocre nel Centro Italia e assai più critico nel Sud. TOTALE Nord-ovest Nord-est Centro Sud e Isole In Italia 5,8 6,4 5,9 5,6 5,4 Nella sua regione 5,9 6,8 6,8 5,7 4,7 Fruiti di recente 6,0 6,8 6,7 5,9 5,1 TOTALE Nord-ovest Nord-est Centro Sud e Isole In Italia 5,8 6,4 5,9 5,6 5,4 Nella sua regione 5,9 6,8 6,8 5,7 4,7 Fruiti di recente 6,0 6,8 6,7 5,9 5,1
  4. 4. Se preparazione/competenza sono indicati dal 58% (prima e seconda risposta) degli intervistati tra gli aspetti che dovrebbero migliorare in modo prioritario, è fortissima l’attenzione dedicata anche ad altri aspetti meno legati alla professionalità ma più alla certezza/universalismo dei diritti (49%) e agli aspetti umani/relazionali (30%). - Ordinamento per “Totale risposte” - Quali aspetti vorrebbe migliorassero nei servizi sanitari? Valori percentuali, base casi: 700
  5. 5. Come organizzare i servizi sanitari? BINOMIO PUBBLICO-PRIVATO. Dopo anni in cui il frame prevalente è stato soprattutto l’elogio del privato, l’opinione degli italiani sembra “virare” in modo forte sul “pubblico”. Un segnale temporaneo o un’inversione di tendenza più duratura? COME VORREBBE CHE FOSSERO ORGANIZZATI I SERVIZI SANITARI? PIÙ PUBBLICO O PIÙ PRIVATO? PREFERIREI … Valori percentuali, base casi: 700
  6. 6. Accentuazioni per giudizio “ Come vorrebbe che fossero organizzati i servizi sanitari?” - Pubblico / Privato - Senza dubbio pesa l’autocollocazione politica nel propendere più per una o l’altra posizione, ed in particolare chi si sente di centro o di centro sinistra predilige il pubblico, ma anche i più istruiti. Una maggiore presenza del pubblico nell’organizzazione e nell’erogazione dei servizi sanitari (79%) <ul><li>Chi si dichiara di centro 88% </li></ul><ul><li>45-54enni 85% </li></ul><ul><li>Chi si dichiara di sinistra-centrosinistra 85% </li></ul><ul><li>Studenti 84% </li></ul><ul><li>Laureati 84% </li></ul><ul><li>65enni e più 84% </li></ul><ul><li>Pensionati 84% </li></ul>Una presenza maggiore del privato nell’organizzazione e nell’erogazione dei servizi sanitari (19%) <ul><li>Chi si dichiara di centro-destra 31% </li></ul><ul><li>55-64enni 25% </li></ul>
  7. 7. COME VORREBBE CHE FOSSERO ORGANIZZATI I SERVIZI SANITARI? PIÙ SUL LIVELLO REGIONALE O SUL NAZIONALE? PREFERIREI … Valori percentuali, base casi: 700 Come organizzare i servizi sanitari? BINOMIO REGIONE-STATO. L’altra tendenza degli ultimi anni è al decentramento più che al centralismo, eppure c’è un 40% degli italiani che dice che preferirebbe un organizzazione più centrata sul livello nazionale.
  8. 8. “ La libertà di scelta”, almeno a parole riscuote ancora un immediato consenso: la indica come preferibile il 63% dei rispondenti, ma attenzione al 36% di chi dice che preferirebbe essere “orientato” dai servizi pubblici nella scelta (malgrado l’appeal della parola “libertà” …) COME VORREBBE CHE FOSSERO ORGANIZZATI I SERVIZI SANITARI? LIBERTA’ DI SCELTA O SCELTA “GUIDATA”? PREFERIREI … Valori percentuali, base casi: 801

×